Giovedì, 18 Luglio 2024
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 472

Torino, 28/11/15

 

In via Mercadante gli Esordienti 2003 della Virtus ospitano il Lesna Gold. Entrambe sono a caccia dei 3 punti, da una parte abbiamo i padroni di casa reduci da una vittoria in trasferta per 3 a 1 e dall’altra troviamo gli ospiti con un bel secondo posto nel girone, subito sotto al Torino. Nella scorsa giornata sono stati proprio i ragazzi di Botta ad avere fatto incassare il primo gol del campionato ai granata, poco utile dato il risultato finale. E’ una partita da cui ci si aspetta tanti gol, dati i due attacchi e le due difese: 16 gol fatti e 19 subiti per il Virtus Mercadante e 15 gol fatti e 9 subiti per il Lesna Gold; sarà però uno 0-0 il risultato finale dopo 60 minuti di gioco dove la noia è stata il tema principale della partita. Nel primo tempo, come in tutto il resto della partita, il gioco si svolge principalmente a centrocampo, ogni palla vagante è ottima per lottare e i ragazzi nonostante la giovane età non hanno paura di metterci la cattiveria giusta che serve per impossessarsi della sfera; non sono emozionanti però le giocate e lo spettacolo ne risente. Al 18’ pt uno spiraglio di luce si vede, è il Lesna Gold a provare a spingersi in avanti e lo fa con Scarfò che con un destro, non troppo preciso, trova una facile presa di Chiapatti, subentrato a Di Leo per infortunio alla caviglia all’ 11’pt. I padroni di casa, fin qui a 0 tiri in porta, rispondono all’azione precedente al 21’pt, nel minuto di recupero, con una conclusione di Iuliano: sinistro di prima e palla rasoterra che sfiora il primo palo.

 

 

Falli, giocate imprecise, stanchezza, errori individuali, queste sono le emozioni che ci accompagnano per tutti i 20 minuti del secondo tempo. Nessuna delle due squadre si avvicina pericolosamente alla porta ed è il brutto gioco ad accompagnarci fino alla fine della penultima frazione del match.  

 

Si apre, dunque, il terzo tempo ed è arrivato il momento di provare a segnare, i ragazzini di mister Botta lo sanno e provano a rendersi pericolosi per due volte nel giro di 5 minuti, sprecando delle ottime occasioni. Al 3’ tt è sempre Scarfò a cercare la porta, in area di rigore e da ottima posizione tiro alto sopra la traversa. Passano pochi minuti e all’ 8’ tt Gonzalez Velasquez viene steso in area, l’arbitro lascia giocare ma gli estremi per il tiro dagli 11 metri c’erano, poco attento il direttore di gara. Sin qui, nel male, la squadra che si è vista un po’ di più, come ci si poteva aspettare leggendo la classifica, è il Lesna Gold che non ha praticamente mai rischiato di subire gol. L’ultima azione che al suo termine sancisce la fine della gara è per il Virtus Mercadante che dopo una dormita generale della difesa ospite mette in ottima posizione Iuliano che solo contro il portiere decide di mangiarsi un gol già fatto, il destino a volte può essere beffardo, il Lesna Gold può ringraziare che questa sera non lo sia stato. Un pareggio che non serve a nessuno, non un bello spettacolo in campo e appuntamento a settimana prossima per l’ultima partita, nonché nona del girone F nella categoria Esordienti 2003.

 

Glocal Press

 

VIRTUS MERCADANTE – LESNA GOLD   0-0

 

Virtus Mercadante: Chiapatti, Ferrara, La Cara, Gubrich, Manuguerra, Patracca, Garofalo, Iuliano, Labaoui, Di Leo, Stanciu. A disp: Raimondo, Puleo, Taborre. All: Stefano Maldi

Lesna Gold: Pavanello, Gallo, Campana, Cirio, Mangiameli, Nordio, Scoditti Lorenzo, Milizia, Scarfò, Dipaolo, Scoditti Luca. A disp: Pignalosa, Marinelli, Gonzalez Velasquez. All: Luca Botta

TORINO, 28/11/15

 

Bella gara nell’impianto di Corso Appio Claudio: il Carrara la vince con merito, in virtù di 45 minuti regolamentari giocati con il coltello tra i denti. Il Lascaris, nonostante l’ottima classifica, è apparso abulico in alcuni fasi di gioco e, soprattutto, poco lesto nel giocare la palla. Pronti via ed è subito il Carrara pericoloso: cross basso di La Sana che attraversa tutta l’area davanti a Formato, ma nessuno dei suoi compagni riesce ad intercettarlo. Sin dai primi minuti pare chiaro uno dei temi tattici preferiti dal Carrara: disimpegno veloce grazie agli ottimi piedi di Tang e poi palla distribuita sulle fasce, dove agisce pericolosamente La Sana, che ama costruire triangolo di gioco con il veloce Carbone e l’abile Di Lorenzo. Il Lascaris pensa più che altro a difendersi con ordine e si affida alle ripartenze di De Luca e al lavoro offensivo di Peinetti. 

 

 

 

Lascaris al tappeto

Proprio De Luca al 7’pt brucia il suo diretto marcatore ma non riesce ad inquadrare la porta. Poco dopo, Tang prova con un bel tiro fuori a portare in vantaggio il Carrara, ma la palla si spegne poco oltre la traversa.  Passano pochi minuti e i padroni di casa sono in vantaggio: rinvio preciso di Battaglino, che pesca Carbone in posizione leggermente defilata con due avversari in marcatura. Carbone stoppa la palla in maniera impeccabile e fa un partire indirizzato all’angolino basso dove il portiere avversario non può arrivare. E’ l’1-0: un vantaggio meritato, tutto sommato, anche perché i verdi guidati da Zofrea hanno saputo far girare la palla in maniera svelta grazie alle doti tecniche di La Sana, Milan e Veglia. Proprio sul finire della prima frazione, nasce il raddoppio del Carrara: calcio d’angolo ben studiato, palla dietro a Tang: il ragazzo fa partire un tiro potente e preciso che si insacca inesorabilmente. Grandi festeggiamenti per il difensore che ha saputo estrarre dal cilindro qualità balistiche da consumato attaccante. Il Lascaris non ci sta a perdere per 2-0 e nel secondo tempo decide di alzare il baricentro: il numero 10 Pirrotta è protagonista di una buona azione personale al 6’ ma il suo tiro fa la barba al palo. Dopo di lui ci prova Lanzafame: gran botta, ma ottima risposta del portiere. Pochi secondi dopo anche il Carrara confezione un’altra occasione: Veglia è solo davanti al portiere, ma sbaglia la misura del tiro. Palla che va in tribuna e risultato ancora fissato sul doppio vantaggio per i verdi. Nel terzo e ultimo tempo Peinetti cerca di tirar su gli ospiti con le sue doti di dribbling e la facilità di tiro: ma la mira è poco precisa e i suoi compagni lo supportano poco. Il Carrara allora non perde tempo e porta la partita su un rassicurante 3-0: calcio di punizione sfruttato al meglio da La Sana, che s’inventa una parabola discendente difficile da parare per qualsiasi estremo difensore. C’è ancora tempo per il punto della bandiera per il Lascaris: un bel colpo di testa del solito Peinetti che fissa il risultato finale su un più giusto 3 a 1.

 

Glocal Press

 

Carrara-Lascaris 3-1

Marcatori: pt 10’ Carbone, 14’ Tang; st 6’ La Sana; tt 13’ Peinetti

Carrara 90: Battaglino, Tang, De Cola, Carbone, Di Lorenzo, Albertini, Veglia, La Sana, Milan. All. Zofrea

Lascaris: Formato, Cepa, Gerace, Mammolenti, Miraglia, Oggianu, Salubro, Lanzafame,Di Girolamo, Pirrotta, Ponzano, Spinella, De Luca, Peinetti. All. Vai

Grugliasco, 28/11/15

 

Vince, nettamente e con assoluto merito il Mirafiori, ma questo non significa necessariamente che la Sisport abbia perso. Perché i piccoli bianconeri hanno provato sempre e comunque a giocare al calcio, mettendo in pratica con costanza i dettami tecnici e tattici finalizzati alla crescita individuale e collettiva più che al risultato in sè. E poco importa se in alcune circostanze la giusta ossessione per il gioco abbia prodotto parecchi palloni regalati agli attaccanti gialloblù, bravi e spietati nel tramutare le imprecisioni bianconere in gol.

 

 

 

 

 

Sanna show 

Antipasto della partita vera e proprio, il giochino disputato nella prima frazione. La classica partitella a quattro porticine e senza portiere è un diluvio di reti con i gialloblù abili a issarsi fino al 6-2, prima di subire la remuntada negli ultimi cinque minuti, trafitti dagli scatenati Steri e Marco Colletto, le cui doppiette valgono il 6-6 con il quale si conclude il primo tempo. La sfida vera e propria ha invece totalmente stampo gialloblù, grazie soprattutto a dieci minuti scintillanti di Stefano Sanna, furbo e svelto nel gonfiare la rete in ben tre occasioni, spesso e volentieri sfruttando, come detto, il continuo tentativo di Li Cauli e compagni nel cercare la giocata palla terra a cominciare proprio dal portiere. Soluzione che la Sisport attua in maniera maniacale, ma che stenta a produrre azioni di una certa pericolosità, soprattutto a causa di un movimento senza palla talvolta latitante o poco costante. Così, prima dell'ultimo intervallo, c'è lo spazio anche per il poker: stavolta i bianconeri lo costruiscono in tutto e per tutto con i loro piedi, perché il retropassaggio ravvicinato di Steri coglie impreparato Li Cauli.

 

Tavola ci prova

Copione che non si modifica nemmeno nel secondo tempo e che vede immediatamente protagonista D'Angelo: il bravissimo mancino del Mira prima coglie il palo dalla lunga distanza, poi buca il portiere bianconero realizzando il quinto gol dei suoi. La reazione della Sisport si materializza soprattutto grazie ai piedi buoni di Tavola che, da regista arretrato, prova a rinvigorire la sua squadra, trovando anche il momentaneo pareggio, nel contesto del solo secondo tempo, con una splendida stoccata da fuori area. Ma è solamente un fuoco di paglia, perché il Mirafiori riprende a macinare gioco andando in gol con Riccardo Colletto e successivamente anche con Lika, chiudendo l'incontro con un sonoro 7-1 che mette in luce l'ottima attitudine e organizzazione di squadra creata da mister Sorano, ma non deve demoralizzare i bianconeri: la ricerca assidua del gioco è il modo migliore per imparare a giocare a calcio.

 

Glocal Press

 

Sisport-Mirafiori 1-7

Marcatori: pt 4' Sanna, 6' Sanna, 13' Sanna, 14' aut.Steri; st 4' D'Angelo, 5' Tavola, 8' R. Colletto, 12' Lika.

Sisport: Li Cauli, Brancato, Geme, Ronzano, Steri, Ruggiero, Sauna, M. Colletto, Tavola.  All. Geme.

Mirafiori: Milani, Pregnolato, R. Colletto, D'Angelo, Sanna, Lika, Di Vincenzo.  All. Sorano.

San Mauro, 28/11/15

 

Poker del San Mauro nell'ultima giornata di campionato contro il San Giuseppe Riva. I gialloblu vincono e convincono contro un avversario ostico e difficile. I ragazzi di mister Giuffrida hanno mostrato superiorità tecnica, geometria di gioco, fraseggio veloce, una supremazia in tutti i reparti e una forma smagliante. Il tabellino della prima parte di campionato recita 18 punti conquistati per il San Mauro, vertice della classifica, una delle migliori difese del campionato e un attacco di tutto rispetto.

 

Nella partita odierna si è vista una netta superiorità contro un avversario, come si diceva, complicato. Dopo i primi minuti i gialloblu cominciano a macinare gioco: si assiste a una bella triangolazione dalla sinistra conclusa dal tiro fuori di Fundone. Il gol arriva poco dopo grazie a una penetrazione in area di Acquaviva.

 

 

Nel secondo tempo il San Mauro dilaga: velocità e tocchi di prima portano a innumerevoli occasioni, che vengono concretizzate dai gol prima di Fundone e poi di Meduri, che recupera il pallone dall'area avversaria e insacca con un secco diagonale.

 

Nell'ultima frazione continua l'assedio del San Mauro alla porta avversaria e verso la fine del tempo, da una azione partita dal reparto difensivo e condita da un veloce cambio di campo, Macchiotti firma il 4 a 0 con un tiro irresistibile dai 20 metri.

 

Per il San Mauro sono ottime le capacità tecniche, la supremazia nel gioco e la voglia messa in campo. Un campionato in crescendo per i ragazzi del San Mauro, che hanno dimostrato partita su partita il loro vero valore. La squadra è ben assortita: una solida e rocciosa difesa, un centrocampo che sa interdire ogni pallone, le fasce laterali che fanno letteralmente impazzire gli avversari e infine l'opportunismo delle punte.

 

A fine gara è evidente la soddisfazione di Mister Giuffrida: <<Sono contento e felice per questi ragazzi che ci hanno dato grandi soddisfazioni in questa parte del campionato offrendo prestazioni eccellenti. Mi hanno divertito e ci hanno divertito. Sono sicuro che questa squadra farà ancora ottimi risultati durante il resto dell'anno. Un bravo a tutti>>.


Antonino Mirone             
(San Mauro)                    

 

San Mauro - San Giuseppe Riva: 4 a 0

Torino, 28/11/15

 

Pareggio rocambolesco tra Borgaro e Vanchiglia dopo una partita maschia giocata con grinta e correttezza da entrambe le squadre.

 

Parte bene il Vanchiglia che dopo 1 minuto di gioco impensierisce il portiere gialloblu con un tiro da fuori area. Sulla ripartenza, però, il Borgaro va in rete: Turchio approfitta di un errore difensivo e trafigge il portiere granata. Il gol sveglia il Vanchiglia che prende possesso del gioco e piazza il sorpasso con 2 marcature, entrambe con tiri da fuori area. Il tempo si chiude con un tiro al volo da 20 metri di Scimone che si stampa sul palo interno negando il pareggio al Borgaro. 

 

 

Nella seconda frazione il Vanchiglia spinge fin da subito trovando il 3 a 1 grazie a un'involontaria autorete di un giocatore del Borgaro. I ragazzi di Mister Pozzato reagiscono: prima accorciano le distanze con un bel gol di Rossin e poi sfiorano più volte il pareggio, senza però riuscire a superare il portiere avversario.

 

Nel terzo tempo il Borgaro entra in campo con grinta e voglia di portare a casa la vittoria. Rossin segna subito il gol del pareggio e poi sfiora il vantaggio in un paio di azioni. La formazione gialloblu lascia molto spazio ai padroni di casa che al 7' minuto impegnano il portiere borgarese Maggio, il quale si supera con una splendida parata su un tiro da fuori area. Il finale è rocambolesco, condito da gioco maschio e voglia di entrambe le squadre di portare a casa la vittoria: il Borgaro la sfiora nell'occasione in cui Fontana, dopo un assist di Rossin, si vede parare il tiro sulla riga dal portiere di casa.

 

Chiusura della partita con tutti i giocatori del Vanchiglia che salutano gli avversari all’uscita del campo, stile terzo tempo del rugby. Complimenti alla squadra di casa per l'ospitalità, la disponibilità e la correttezza.

 

Marcatori Borgaro: Turchio, Rossin (2).

Formazione Borgaro: MAGGIO - GUASTI- LA TORRE-TURCHIO-SCIMONE-ROSSIN-BALMASSEDA-PUTTINATI-PORTO-FONTANA-MARCHETTI-AVEL

All. POZZATO

 

Maggio Luigi 

Torino 28/11/2015

 

In questo weekend il San Maurizio ha giocato in un posto speciale, ovvero Valdocco, luogo in cui San Giovanni Bosco fondo' il suo primo oratorio e da dove è partita tutta l'immensa opera dei salesiani. Ma veniamo alla partita.

 

Il San maurizio si presenta in formazione rimaneggiata, in quanto Pomero, Clemente, Lombardo e Peloso non sono della gara. Recupera invece Luca Perna dopo un infortunio alla caviglia. L'inizio e' di marca ospite ed è proprio il rientrante Perna a portare in vantaggio i suoi con una conclusione forte sotto la traversa sugli sviluppi di un corner.. Dopo tre minuti Gabriele Erchini raddoppia: azione personale sulla sinistra e tiro che si insacca nell'angolo opposto. I padroni di casa mostrano un buon fraseggio e, con grinta, accorciano le distanze con un tiro forte e preciso dell'attaccante che il portiere canavesano Anastasio non puo' intercettare.

 

 

Il secondo tempo si apre prima con il gol del 3 a 1 ancora ad opera di Luca Perna, che non lascia scampo al portiere di casa con un bel tiro, e poi con il terzo gol di fila di Edoardo Clemencic, lesto ad insaccare dal limite una palla in uscita sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Il Valdocco con l'orgoglio riesce ad accorciare ancora le distanze con una bella azione del suo attaccante, che salta l'ultimo uomo e scarica un bolide su cui Simone Vendrame non puo' fare nulla.

 

Nell'ultima frazione di gioco il San Maurizio chiude la partita: Gabriele Erchini prima insacca di ginocchio da calcio d'angolo e poi si procura una punizione che Nicola Piscitelli calcia perfettamente mandando la palla all'incrocio dei pali. C'è ancora tempo per una bella azione personale di Riccardo Cotugno, che segna con un tiro preciso all'angolino, e per un gol di prepotenza ancora di Piscitelli, che recupera palla da destra e lascia partire un tiro fortissimo che finisce la sua corsa nell'angolo opposto.

 

Oltre agli autori dei gol c'è da segnalare anche la spinta costante sulla fascia di Davide Villata, il controllo della fase difensiva di Alessandro Mazza e la prestazione dei due portieri Anastasio e Vendrame che, seppur poco impegnati, danno tranquillità a tutta la squadra.


Francesco E.                   
(San Maurizio)                 

 

Auxilium Valdocco - San Maurizio Canavese calcio: 2 - 8

 

Formazione San Maurizio: Anastasio - Vendrame - Mazza - Villata- Clemencic - Piscitelli - Erchini - Perna - Cotugno 

Allenatore: Fernando De Acetis

Dirigenti accompagnatori: Vendrame Diego -  Erchini Emanuele - Erchini Francesco

 

 

 

 

 

ALPIGNANO – 28/11/15

 

Un Alpignano sceso in campo deciso e convinto dei propri mezzi non fatica a risolvere la pratica Rosta e a proseguire la sua marcia ai vertici della classifica. Gli ospiti hanno cercato a inizio partita di opporre resistenza, ma i ragazzi di Ciro Di Matteo sono stati troppo determinati e il risultato finale non lascia adito ad alcun dubbio. Bonfiglio e Degioanni non hanno dovuto fare gli straordinari in difesa e un ottimo Ciliberti ha dominato il centrocampo servendo intelligenti ed invitanti palloni ai compagni. Il tabellino finale riporta addirittura 4 reti dello scatenato bomber Di Matteo, le doppiette di Ciccarelli e capitan Petrillo, i gol di Ciliberti e Amorosi e addirittura la marcatura del portiere Casalegno, cui è stato concesso meritatamente di calciare il rigore finale.

 

Che i blu di casa non abbiano alcuna voglia di scherzare lo si capisce da subito: calcio d’inizio e gol lampo di Achille Di Matteo. Non passa un minuto e Gribaldo amministra un bel pallone sulla destra prima di servire in centro il liberissimo Petrillo che non sbaglia. E' un uno-due che stordisce gli ospiti, i quali però hanno la forza di reagire riuscendo ad accorciare le distanze con un bel colpo di testa da azione di calcio d’angolo (vedi video): per il povero Rosta sarà l’unica gioia di una giornata storta. Ancora Gribaldo in azione solitaria si fa anticipare di un soffio dal portiere in uscita, ma sull’azione successiva Di Matteo viene atterrato in area e trasforma il conseguente rigore (vedi video) fissando il risultato sul 3 a 1. Prima della fine c’è ancora il tempo per vedere Casalegno salvare il 3-2 e Ciliberti colpire la traversa (vedi video). 

 

 

Amorosi, Degioanni e Ciccarelli subentrano nella seconda frazione e proprio il biondo attaccante diventa protagonista con una splendida doppietta. L’Alpignano gioca molto bene in velocità e con precise geometrie e arriva al quarto gol: Di Matteo allarga a destra per Petrillo che crossa di prima per Ciccarelli, il cui tocco anticipa le intenzioni del portiere e del difensore diretto (vedi video). Quindi è Ciliberti a coronare la sua ottima prestazione con un potente tiro dal limite che il portiere non riesce a trattenere. Gli ospiti sono annichiliti: Degioanni controlla bene la difesa e smista per l’imprendibile Petrillo che semina ancora il panico sulla fascia di propria competenza prima di servire a Ciccarelli la palla per la doppietta personale.

 

Tre gol nella prima frazione e tre nella seconda potrebbero bastare, ma non all’Alpignano di oggi che entra in campo per l’ultima parte ancora più determinato: si accendono i riflettori ma per il Rosta si spegne definitivamente la luce. Prima Nave colpisce la traversa, poi Petrillo corona un’altra super-prestazione con la doppietta personale (vedi video). Più tardi è il bomber Di Matteo a fulminare due volte il portiere, prima con un diagonale al termine di un’azione personale e poi con un bel colpo di testa su calcio d’angolo di Amorosi. E’ lo stesso biondo mancino di casa a cogliere il decimo gol piegando le mani al portiere rostese e sul finire di gara c’è gloria anche per Alberto Casalegno, cui Mister Di Matteo concede la gioia del gol facendogli calciare, senza togliere i guantoni, il rigore con cui si chiude la partita (vedi video).

 

Un Alpignano veramente troppo forte per gli ospiti e che sembra pronto a scendere in campo la prossima domenica per il big-match dell’ottava giornata contro il Rapid, con cui contende, insieme al Santa Rita, la posizione d’onore dietro al Torino.

 

Mario Gribaldo (Alpignano)          

 

ALPIGNANO – SPORTING ROSTA: 11-1.

 

MARCATORI ALPIGNANO:  pt Di Matteo, Petrillo, Di Matteo (rig.); st Ciccarelli, Ciliberti, Ciccarelli; tt Petrillo, Di Matteo, Di Matteo, Amorosi, Casalegno (rig.).

 

FORMAZIONE ALPIGNANO -  1) Casalegno, 2) Amorosi, 3) Nave, 4) Bonfiglio, 5) Degioanni, 6) Ciccarelli, 7) Ciliberti, 8) Gribaldo, 9) Di Matteo, 10) Petrillo.

Allenatore: Ciro Di Matteo

 

Torino 28/11/2015

 

Non basta un bell'inizio della squadra del Mister Cibinel(VICTORIA IVEST) per aggiudicarsi l'incontro odierno.

 

 Dopo un bel primo tempo con le reti di Garbin e Accolti, la squadra chiude in svantaggio immeritato per 2-3 il primo tempo dopo aver preso un palo clamoroso con Dell'Olio e un'altra bella parata del portiere avversario.

 

Nel secondo tempo i ragazzi subiscono la 4 rete creando anche qualche occasione.

 

 Nel terzo tempo la partita finisce sul 2-5 dopo vari tiri dal limite di Palumbo e Pisola che non hanno avuto molta fortuna.

 

Oggi si è visto una bella partita, peccato per il risultato, senza alcuni errori la partita poteva finire diversamente, bravi tutti lo stesso per l'impegno e forza ragazzi.

 

Maurizio Garbin                     

(Victoria Ivest)                        

 

Victoria Ivest vs Calcio Settimo: 2 a 5.

 

Marcatori Victoria Ivest: pt Garbin, Accolti (2 a 3); (0 a 1); (0 a 1).

 

Formazione Victoria Ivest: Kalifa, Choquecaua, Palumbo, Ardengo, Dell'Olio, Carli Ballola, Garbin, Carrella, Pisola, Accolti, Cibinel.

Torino 28/11/15
 
In un freddo ma soleggiato pomeriggio di fine novembre, il Santa Rita guidato da mister Loddo incontra il Chisola di Labianca.
 
 
1° Tempo - La partita si assesta subito su alti ritmi, con un Santa Rita propositivo e i vinovesi pronti a colpire nelle ripartenze. Al minuto numero 5 Hu colpisce la traversa da fuori area sugli sviluppi di un calcio piazzato, ma il vantaggio dei padroni di casa non si fa attendere: schema su calcio d’angolo, Scaramuzzino si libera di un avversario e appoggia in rete per l’1-0. I pulcini biancoblu continuano a costruire gioco ma non riescono a rendersi concreti: al 10' Nicola non arriva sulla palla dopo un delizioso appoggio di Hu, mentre pochi minuti più tardi è Vander Elst a fallire una ghiotta occasione per raddoppiare trovandosi a tu per tu con Pullano.
 
 
 
 
2° Tempo - Il Chisola non ci sta e inizia la ripresa all’arrembaggio, ma è nuovamente il Santa Rita a rendersi pericoloso: al 3' è ancora la traversa a negare la rete ai padroni di casa, questa volta su conclusione di Rivera. Il Chisola continua ad avere difficoltà a creare gioco a centrocampo e il Santa Rita raddoppia: dopo una carambola in area di rigore, il rasoterra di Di Giovine manda la sfera dove Pullano non può arrivare. All’8', su una punizione dalla trequarti di Bonafè, il portiere del Santa Rita si fa trovare pronto, ma pochi minuti più tardi è di nuovo la squadra di casa a rendersi pericolosa con Di Giovine. Il 3-0 arriva su punizione dal limite ad un minuto dalla fine della seconda frazione: Rivera pesca l'incrocio dei pali, rendendo impossibile l'intervento dell'estremo difensore ospite.
 
 
3° Tempo - Gli ospiti provano nuovamente a scuotersi, ma come da copione è ancora il Santa Rita a trovare le rete: triangolazione in velocità tra Monte e Di Giovine e da questi a Rivera per il 4-0. Un minuto più tardi punizione dal limite per il Chisola: Melis batte magistralmente ma è altrettanto perfetta la risposta di Porta che smanaccia in angolo. Le squadre, ormai stanche, si allungano lasciando scoperti enormi varchi su entrambi i fronti: la traversa si oppone ancora ai padroni di casa, questa volta su tiro di Monte servito da Di Giovine. All’11' Hu ruba palla a DeStefanis e serve Scaramuzzino, bravo a fornire il comodo assist per il 5-0 di Vander Elst. Un minuto più tardi, sul rinvio del portiere, la difesa del Chisola pasticcia ed è ancora Vander Elst a timbrare da pochi passi il sesto gol del Sant Rita. La partita si chiude col il sigillo di Scaramuzzino, che conclude in rete da fuori area su assist di Di Giovine, abile nel superare due avversari e servire il compagno.
 

MB                     
(S. Rita)             
 
Santa Rita - Chisola 7-0
 
Marcatori: 9’ pt Scaramuzzino (SR), 4’ st Di Giovine (SR), 14’ st Rivera (SR), 4’ tt Rivera (SR), 11’ e 12’ tt Vander Elst (SR), 14’ t Scaramuzzino (SR).
 
Formazione Santa Rita: Porta, Hu, Nicola, Mazzone, Rivera Caceido, Apolito, Monte, Di Giovine, Scaramuzzino, Vander Elst.
 
Formazione Chisola: Pullano, Giordano, D’Agostino, Destefanis, Bonafé, Gianti, Tunno, Melis, Mossino, Di Pace, Vigliarolo, Garofalo.
 
 
 
 
MB (Santa Rita)
 

Torino, 28 / 11 / 2015

 

In un clima decisamente invernale, sotto i riflettori di C.so Sicilia 58, ci si appresta a disputare l'incontro tra i padroni di casa della C.B.S. e la squadra ospite del Bacigalupo. Visti i colori indossati dalle squadre si assapora quasi l'atmosfera dei derby milanesi.

 

Fischio d'inizio e partenza a razzo dei pulcini di Mister Sofi che costringono nella metà campo avversaria gli ospiti, capaci solo di opporsi con timide azioni di alleggerimento per dare respiro alla difesa. Da segnalare una punizione di Bianco di poco alta e un tiro di Russo che carambola due volte sulla traversa per poi uscire sopra la porta nerazzurra. Nonostante gli sforzi prodotti e le occasioni create dai padroni di casa, il primo tempo termina a reti inviolate. 

 

 

Il secondo tempo riparte seguendo il copione del primo, ma attorno al 6' minuto il Bacigalupo passa: Ferreri perde un contrasto a metà campo lasciando agli attaccanti ospiti un'importante opportunità ben sfruttata da Messina che segna l'1 a 0. La C.B.S. però non ci sta e nel giro di pochi minuti ribalta il risultato. Prima un'imperiosa discesa sulla sinistra di Vergnano propizia la rete di Arduini nonostante la strenua opposizione del portiere avversario. Poi Ferreri si fa perdonare il precedente errore calciando con precisione dal limite dell'area e infilando il pallone sotto l' incrocio alla destra dell'incolpevole portiere ospite. Sul finire del tempo sono ancora i padroni di casa ad andare a segno con un bolide scagliato da Vergnano dalla trequarti che finisce sotto la traversa: 3 a 1 per i "Diavoletti" e fine della seconda frazione di gioco.

 

Il terzo tempo appare da subito più equilibrato e il "Baci" si dimostra all'altezza dei padroni di casa, rispondendo colpo su colpo agli attacchi dei rossoneri e proponendosi più volte nei pressi dell'area di Oliveto. La dura legge dell'ex punisce però gli sforzi nerazzurri e la C.B.S. trova ancora la rete con Di Santis. Il finale regala ancora emozioni: prima arriva la meritata rete degli ospiti con Deluca, poi una tempestiva uscita del portiere Oliveto salva la porta dei padroni di casa e infine arriva una traversa colpita in pieno dal rossonero Blandi.

 

Finisce 4 a 2 per la C.B.S. che continua la sua rincorsa verso le posizioni di vertice del girone, inanellando il 5° risultato utile consecutivo. Il Bacigalupo invece ha il rammarico di essersi svegliato troppo tardi, giocando solo il terzo tempo alla pari degli avversari. Da segnalare, oltre agli autori dei gol, anche le belle prestazioni degli ex Bacigalupo Di Santis e dei gemelli Gabriele e Daniele Russo.

 

Mocasso                  

(C.B.S.)                   

 

C.B.S. vs Bacigalupo: 4 a 2.