Mercoledì, 29 Maggio 2024
Venerdì, 13 Marzo 2015 11:58

Borriello: "Zurlo mi ha insegnato a non aver paura, Tomasello ci ha fatto ballare"

Scritto da Mino Polacco

INTERVISTA - Oggi approfondiamo la conoscenza del terzino destro dello Sparta Novara. E' cresciuto nell'Ischia Isola Verde, tifa Juventus e ammira Bonucci per la sua grinta e il suo carisma

Nome?
"Borriello Lorenzo ".

Data di nascita?
"21/07/2001".

Squadra?
"Gioco nella Sparta Novara dopo essere cresciuto nel settore giovanile dell'Ischia Isola Verde".

Ruolo?
"Sono un terzino destro offensivo".

Gol fatti?
"In stagione ho segnato 1 gol e fatto 2 assist".

Per che squadra tifi?
"La mia squadra del cuore è la Juventus e mi ispiro a Leonardo Bonucci per il suo carisma e la sua grinta ".

Quali pensi siano i tuoi punti di forza?
"I miei punti di forza in campo sono la grinta e la spinta agonistica che trasmetto al gruppo".

In cosa, invece, pensi di dover migliorare?
"Devo migliorare sull'aspetto della mentalità e della maturità sulle quali sto lavorando molto".

Datti un voto: 
Tiro: 7
Passaggio: 7,5
Colpo di testa: 8 
Contrasto: 8
Tackle: 9 
Senso del gol: 5
Velocità: 7
Dribbling: 6,5
Forza: 8 
Acrobazia: 6

Quale è stata la miglior partita della tua carriera?
"La miglior partita della mia carriera è stata questa stagione nel 3-0 contro il Venaria perché ho giocato molto bene ho fatto un assist. Dopo questa partita molti giornali locali mi hanno premiato come migliore in campo e mi hanno inserito nella top 11 settimanale". 

La partita peggiore?
"La peggior partita è stata nella amichevole con il Borgomanero causata dalla poca concentrazione". 

L'allenatore che ti è rimasto nel cuore?
"L'allenatore a cui mi sono più legato è il mio allenatore attuale mister Germano Zurlo perché ci sa fare con i ragazzi e mi ha insegnato a non aver paura di niente e di affrontare tutte le sfide con il sorriso, divertendomi".

Il compagno di squadra con cui sei/eri più legato?
"Il compagno di squadra con cui mi trovo meglio è Pepe al quale mi sono legato molto anche al di fuori dell'ambito calcistico".

Il calciatore più forte con/contro cui hai giocato?
"Il giocatore più forte con cui ho giocato è Tomasello dell'Atletico 1912 che nella partita ha fatto ballare tutta la nostra difesa". 

Quali sono i tuoi obiettivi a lungo termine?
"Nel mondo del calcio, come tutti i ragazzi che hanno la mia stessa passione , il sogno è quello di arrivare alla massima serie ma c'è da impegnarsi molto".

Per questa stagione invece? 
"In questa stagione tutta la nostra squadra si aspetta di qualificarsi alle fasi finali del campionato. Ma sappiamo tutti che dobbiamo lavorare sodo e giocare sempre al meglio".

Immagina di segnare un gol in finale. A chi lo dedichi?
"Se segnassi in finale dedicherei il gol ai miei genitore che hanno sempre fatto di tutto pur di farmi giocare a calcio e divertire".

Se non dovessi sfondare nel calcio, cosa ti piacerebbe fare da grande?
"Fuori dal campo la scuola è cosa principale nella quale mi impegno molto e nel caso non dovessi sfondare nel calcio proseguirei gli studi". 

SEI UN GIOCATORE E VUOI LA TUA INTERVISTA? CLICCA QUI

Registrati o fai l'accesso e commenta