Giovedì, 23 Maggio 2024
Giovedì, 11 Aprile 2024 14:35

Aria nuova a Venaria, il direttore generale Claudio Lo Iacono: “Entro fine aprile il nuovo presidente”

Scritto da
Davide Airaudi e Claudio Lo Iacono Davide Airaudi e Claudio Lo Iacono

SOCIETA’ - Il consiglio direttivo ha chiesto le dimissioni di Nino Esta, Davide Airaudi presidente pro tempore. Lo Iacono: “Al centro del nuovo progetto il rifacimento del campo principale e il rilancio a livello sportivo, per tornare ai vertici del panorama piemontese”


“La nostra società, nostro malgrado, si trova davanti a un bivio: tornare a essere il Venaria che sfornava campioni, ai vertici del panorama piemontese, o rimanere nella mediocrità di questi ultimi anni, dove purtroppo si è vista defraudata di talenti e istruttori, per non parlare di tutte le persone che hanno fatto uso e consumo della società per interessi non riconducibili al bene del Venaria?”

Non usa giri di parole Claudio Lo Iacono, direttore generale e nuovo “uomo forte” del Venaria, dopo le dimissioni del presidente Nino Esta (ratificate nel direttivo dello scorso 28 marzo), anche se il presidente pro tempore è Davide Airaudi. La domanda, ovviamente, è retorica: l’intenzione è quella di tornare grandi. Anche perché l’impianto sportivo “Don Mosso” diventerà il nuovo centro tecnico federale, l’ombelico del calcio piemontese: un’occasione da non perdere.

“Il nostro direttivo - continua Lo Iacono - ha chiesto, in modo compatto, al presidente Esta di farsi da parte. Ci siamo preposti un progetto ambizioso e innovativo, che vorremmo realizzare entro i prossimi 5 anni, con una nuova gestione manageriale, una progettualità a lungo termine e un confronto continuo con le istituzioni, il territorio e tutta la cittadinanza: ci tengo a chiarire che nessuno vuole fare business, vogliamo fare il bene dei ragazzi. Il primo passo sarà il rifacimento del campo principale, in modo da rendere il nostro impianto ancora più unico e bello. Stiamo lavorando per accedere al bando regionale per la riqualificazione degli impianti sportivi, altrimenti faremo da soli”.

Il nuovo presidente non sarà Claudio Lo Iacono, ma “una persona esterna, che annunceremo entro fine aprile e che sarà la bandiera del nuovo progetto. Ci tengo però a ringraziare il nostro attuale presidente, Davide Airaudi, che ci sta dando un aiuto fondamentale in questo momento transitorio”. Anche a livello operativo ci saranno delle novità, che andranno a integrare lo staff: “Inseriremo figure nuove che andranno a potenziare il nostro staff tecnico, capitanato dai nostri fedelissimi, il direttore sportivo Sergio Pinna e il responsabile della scuola calcio Fabio Cascioli, e dal consulente tecnico Rosario Amendola”.

Ultima modifica il Giovedì, 11 Aprile 2024 20:52

Registrati o fai l'accesso e commenta