Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Martedì, 13 Dicembre 2022 09:46

Under 17 Regionali / Report - Biellese e Alpignano si fanno belle. Bruinese e Beiborg più vive che mai

Scritto da
Alpignano Alpignano

IL PUNTO SULLA 13^ GIORNATA - Nichelino Hesperia e Chieri campioni d'inverno. Preziose e prestigiose vittorie per Borgosesia, Verbania, BSR Grugliasco, Cuneo Olmo e Alba Calcio.
 


GIRONE A

Il girone d'andata del gruppo A si chiude con un turno di fuoco, con diversi risultati eclatanti che scombinano le carte.
Si parte dal sonoro 6-2 che la Biellese rifila al Volpiano Pianese. Giornata da dimenticare per le foxes, che chiudono il primo parziale in parità dopo essere andate sotto di due reti, ma nella ripresa vengono travolte dal ciclone bianconero, che garantisce il secondo posto in solitaria al giro di boa. Curiosità, il Volpiano Pianese ha chiuso la prima parte di stagione con risultato speculare a quello con cui ha iniziato il campionato, mentre la stessa Biellese parte con 6 reti e chiude con 6. Numero che sorride anche al Città di Cossato, che strapazza 6-2 una Strambinese che appare l'unica squadra ad avere il futuro segnato.
Con Ivrea-Sparta Novara rinviata, frena repentinamente il Città di Baveno, sconfitto 3-2 in casa di un eccellente Borgosesia. Mariotti e la doppietta di Isgrò nella ripresa abbattono i più quotati avversari e tengono alto il morale dei granata bianco in vista del girone di ritorno, con l'ottavo posto distante soli 4 punti e un turno ancora da recuperare.
Classifica molto corta, stante anche la netta vittoria dell'Accademia Borgomanero su un Union Novara molto spento e il successo esterno del Casale sul campo della RG Ticino, grazie alla zuccata di Pezeta. Otto squadre racchiuse in 6 punti, dalla 3^ alla 10^, tutte possono ambire a qualcosa e anche le più attardate Borgosesia, Union Novara e Verbania non hanno certo i pronostici chiusi. Proprio i verbanesi infatti colgono un vitale successo esterno sul campo del Turricola Terruggia e ora avranno il recupero col Borgosesia per recuperare ulteriore terreno.

GIRONE B

Non è giornata anche per la capolista del gruppo B. La Pro Eureka, già sicura del titolo di campione d'inverno, fallisce l'occasione di chiudere imbattuta il girone di andata cadendo al cospetto di uno strepitoso Alpignano. I ragazzi di Manavella partono fortissimo e al 9' sono già sul 2-0 grazie a Leccese e Sciarrotta. Reazione dei ragazzi di Settimo da grande squadra e prima del duplice fischio il risultato dice 2-2, con inerzia tutta per la squadra di Davin, visto anche il rosso comminato a Leccese. Ma i padroni di casa non si fanno abbattere e trovano il successo grazie alla rete di Centinaro alla mezz'ora. Tre punti pesantissimi per la corsa alle migliori quattro, visto anche il largo successo del Rosta su una Rivarolese in piena crisi di risultati, visto che il successo manca dalla 7^ giornata e nelle ultime sei è arrivato solo un punto.
I bianco rossi di Luigi Munno vanno forte e daranno battaglia fino all'ultimo, così come faranno Quincinetto Tavagnasco e Vanchiglia, autori di una prestazione piacevole terminata a reti bianche. Punto prezioso soprattutto per i ragazzi di Contiero, che salgono a quattro risultati utili consecutivi ed escono imbattuti da un campo ostico, evitando ai granata l'aggancio.
Chi procede sereno è il Lascaris, che cancella la sconfitta dello scorso weekend con il sonoro 8-0 rifilato al Cenisia. Per i bianconeri da segnalare, oltre alla prova di Kingidila autore di 4 reti, la prestazione di cuore e carattere offerta da Francesco Rubini, prova di grande sacrificio condita da un meritatissimo gol personale.
Se la lotta per i primi posti è molto accesa, non da meno quella per entrare tra le migliori 8 o evitare le ultime tre posizioni. Lucento e Spazio Talent Soccer si impongono su Torinese e PDHA Evançon e si assestano rispettivamente all'8° e 9° posto, separate da un solo punto. Il BSR Grugliasco invece aggancia la Rivarolese a 14 e resta in scia, a -3 dal Lucento, grazie al 1-0 ottenuto sul campo del VDA Charvensod, mattatore Malih. Per i valdostani, che possono puntare a posizioni più nobili, occhio a non farsi risucchiare nella bagarre alle spalle, i punti di distacco dal 9° posto sono solo 4. 

GIRONE C

Il Nichelino Hesperia è campione d'inverno, dopo un percorso fenomenale fatto di 11 vittorie e un solo pari (con la super sfida con il Chisola ancora da recuperare). Decisiva la splendida vittoria sul campo del Pinerolo, con protagonista assoluto Dell'Aquila, autore di entrambe le reti. Pepe non basta ai padroni di casa, che tengono bene il campo e confermano quanto siano tra le squadre più accreditate per l'approdo alla fase finale.
I ragazzi Bert sono sicuri del primo posto anche in caso di sconfitta nel recupero, visto che il Chisola non è riuscito ad avere la meglio della Polisportiva Bruinese. Prestazione fenomenale dei ragazzi di Bruino, che in panchina sono stati guidati dal loro ex tecnico Beppe Carpignano, questo turno sostituto di Natale Esposito causa impegni di quest'ultimo. La squadra ha disputato un incontro di grande carattere, soffrendo il giusto, ma riuscendo a crearsi le sue occasioni e sostenuta da quel pizzico di sorte che aiuta gli audaci in occasione del rigore calciato alto dai vinovesi. Alla fine da Pomatto ad Arneodo, passando per i subentrati dalla panchina, tutta la squadra merita un plauso per questo eccellente risultato.
Davanti ne approfitta momentaneamente la Cheraschese, che rifila una cinquina al Busca e si prende il secondo posto, lasciando in cattive acque gli avversari. E una cinquina arriva anche per il Cuneo Olmo, grandissimo risultato in casa del mai banale Fossano. Il 5-2 finale costringe i ragazzi di Chiapella a rallentare, mentre rafforza l'ottavo posto dei bianco rossi in virtù della sconfitta della Saviglianese sul campo del Bra. La squadra di Policaro deve stringere i denti per le tante assenze, pesca a piene mani dall'Under 16 e proprio dalla categoria inferiore arriva la doppietta decisiva di Alberto Valleriani in soli due minuti. Per lui weekend da incorniciare, con ben quattro reti a referto, dopo le due messe a segno il sabato.
Situazione piuttosto serena anche per la Giovanile Centallo, che non lascia scampo al Caraglio imponendosi 3-1 e portandosi a +7 sul 9° posto. Per il Caraglio invece situazione molto pericolante, dovendosi per altro guardare alle spalle. La sfida tra Salice e Beiborg appariva infatti come una sorta di ultima chiamata per entrambe, ancora ferme a 0 vittorie, e la netta vittoria degli ospiti sembra dare buone indicazioni sul prosieguo del campionato per i ragazzi di Borgaretto. Decisivo il cambio di panchina, con l'ex Borgaro Nobis e San Giacomo Chieri Vincenzo Pastore che pare aver già inquadrato a dovere la squadra, avendo esordito lo scorso weekend con uno 0-0, vinto 2-0 al torneo Caduti di Superga e ora centrando la prima vittoria in campionato. Il suo commento a fine gara: "Dopo l'esperienza alla prima squadra del San Giacomo Chieri sono stato fermo ai box due mesi, per poi accettare l'offerta del Beiborg. Come si vede dalla classifica ho trovato una situazione precaria, ma ho visto subito la voglia dei ragazzi di impegnarsi, di mettersi a disposizione. Queste prestazioni dimostrano che la squadra è viva. Non abbiamo ancora fatto nulla, ma sono soddisfatto di quanto visto fin'ora, tre gare senza prendere gol, fanno ben sperare per le prossime partite".

GIRONE D

Chieri campione d'inverno. Decisiva la differenza reti, vista la perfetta parità tra le due, si prospetta un girone di ritorno entusiasmante, con un serrato testa a testa e con la Cbs a fare da terzo incomodo, pronta ad approfittare di ogni passo falso.
In quest'ultimo turno goleada sia per gli azzurri che per i ragazzi di Acqui, nulla da fare per Canelli e KL Pertusa, squadre che al giro di boa versano in condizioni di classifica estremamente critiche, anche se almeno per il Canelli, la matematica non è così severa, ma urge un cambio di rotta. Identica cosa dicasi per il Beppe Viola, che ci mette tanta dedizione, ma alla fine deve inchinarsi alla maggior caratura della Cbs. Come detto rosso neri sempre a tiro delle migliori, ma devono anche guardarsi le spalle dall'ottimo Asti, trionfatore 4-1 sul campo di un Bacigalupo che attraverso il tecnico Maiani non lesina complimenti agli avversari: "Forse il risultato è troppo severo per quanto visto in campo, ma loro sono davvero fortissimi, credo meritino di stare anche più in alto".
Asti quindi 4°, a +5 sul duo di inseguitrici Derthona e Moncalieri. Oggi entrambe vincenti, ma per loro sarà durissima ricucire lo strappo, vista la qualità di chi è davanti. In ogni caso daranno sicuramente battaglia fino all'ultima giornata. Il Derthona questo weekend è venuto a capo della sfida più scoppiettante di giornata, con un 4-3 all'Albese davvero pirotecnico. Tanto rammarico per gli ospiti, che sotto 3-1 trovano la forza di pareggiare, salvo poi cadere a 10' dalla fine e contestare una rete annullata per presunto fuorigioco.
Più sereno invece il 4-1 con cui il Moncalieri ha avuto la meglio del Moderna Mirafiori, sempre a caccia di continuità per mettersi alle spalle le ultime tre posizioni e provare a giocarsi poi tutto negli spareggi. L'8° posto è infatti distante 9 punti, difficilissimo da riprendere, mentre è in piena corsa l'Alba Calcio. Partita da dentro o fuori in casa della Novese e alla fine a spuntarla sono i ragazzi di Giove grazie a Stabile in pieno recupero, dopo mischia furibonda su azione d'angolo. 3 punti per sperare e portarsi così a sole 3 lunghezze dai cugini dell'Albese.

Registrati o fai l'accesso e commenta