Domenica, 16 Giugno 2024
Giovedì, 01 Gennaio 2015 18:50

Simone Lioce: "Sogno una finale regionale"

Scritto da

L'INTERVISTA - Dopo l'eliminazione dello scorso anno nel triangolare finale, il portiere del Venaria fissa gli obiettivi di questa stagione. Accorsi e Barbero i suoi maestri, Bramardi e Scognamiglio gli allenatori a cui è più legato.

Nome, cognome, data di nascita e squadra in cui giochi
“Sono Simone Lioce, nato il 20 aprile 1999 e gioco nel Venaria”.

Ruolo?
“Portiere”.

Squadra del cuore?
“Foggia. Rispetto le mie origini”.

Giocatore a cui ti ispiri?
“Julio Cesar. Rimasi colpito dall’anno straordinario 2009/2010 con l’Inter. Ha vinto tutto e in quella stagione è stato insuperabile. Vedendo lui, da piccolo, mi ha ispirato sempre più a ricoprire questo ruolo. Ruolo che pratico ormai da 10 anni e che ritengo il più bello e difficile del calcio”.

Qual è il tuo punto di forza sul campo di calcio?
“Nelle uscite basse riesco a dare il meglio di me”. 

DATTI UN VOTO:

AUTORITA’ IN AREA: 6/7
COMUNICAZIONE : 7
ECCENTRICITA’: 8
PALLE ALTE: 6
RIFLESSI: 7
PRESA: 7
RIGORI: 7.5
RINVII: 6
UNO CONTRO UNO: 6/7
USCITE: 7.5
CONCENTRAZIONE:6.5

Come ti valuti rispetto ai giocatori della tua categoria?
“Mi ritengo un portiere idoneo per i regionali, ma ho ancora molto da migliorare. Se sono qui adesso lo devo agli allenatori dei portieri Andrea Accorsi (ex Torino) e Mauro Barbero (promotore del progetto “Io paro” targato Iss). Loro mi hanno formato e migliorato nonostante i miei difetti sin dai primi anni”.

Qual è stata la tua miglior partita in carriera?
“Fu nel settembre 2013, nella finale del SuperOscar tra il mio Venaria e la Pro Settimo. La partita finì 1-1 e andammo ai calci di rigore dove riuscii a pararne 4, decisivi per vincere il titolo. Fu uno schiaffo morale alla mia ex squadra che mi aveva tenuto in panchina per oltre mezza stagione”.

Qual è stata invece la tua peggior partita?
“Venaria-Savona, gara valevole per il girone del torneo Gusella. Ho commesso un errore che ha compromesso il risultato finale.

L’allenatore a cui sei più legato? Cosa ti ha insegnato?
“Gli allenatori a cui devo di più sono di casa Venaria, ossia Bramardi e Scognamiglio. Mi hanno insegnato ad essere sempre umile e stare coi piedi per terra perché la strada è ancora lunga”.

Il compagno di squadra con cui ti trovi meglio?
“E’ Andrea Caddia, mio compagno di ruolo. Insieme abbiamo stretto amicizia nonostante la rivalità sportiva. Ci aiutiamo e analizziamo gli eventuali errori commessi in partita”.

Quali sono secondo te i 3 migliori portieri in Piemonte?

"Sono Zanusso del Cenisia, Ganci del Chisola e Toscano del Lascaris".

Che obiettivi hai per questa stagione?

"Quest'anno puntiamo alla finalissima regionale".

Quali obiettivi hai nel mondo del calcio”
“Andare in una professionista sarebbe il mio sogno nel cassetto, ma se così non sarà mi impegnerò nelle categorie minori”.

E’ vero che sei stato vicino a lasciare il Venaria nell’ultima finestra di mercato di dicembre?
“Ho avuto richieste da alcune squadre ma dopo qualche ripensamento ho deciso di non muovermi fino a fine anno perché col Venaria posso togliermi delle soddisfazioni. Poi si vedrà …

A cosa rinunceresti pur di vincere un campionato regionale?
“Una giornata sullo studio e un’uscita con gli amici. Per me il calcio è pane quotidiano.

Se vincessi la finale regionale a chi la dedicheresti?
“Ai miei genitori che fanno tanti sacrifici per far sì che io possa realizzare il mio sogno”.

Che passioni hai oltre il calcio?
“Sicuramente la musica. La ascolto in molti momenti della giornata. Il mio genere preferito è il rap, soprattutto quello targato “Machete” ossia Salmo, Nitro e En?Gma. Ascolto volentieri anche la musica pop, come Bruno Mars, Maroon 5, ma anche quella italiana, Jovanotti e Cesare Cremonini su tutti. Inoltre vado pazzo di Joker, soprattutto quello interpretato da Heath Ledger

Cosa vorresti fare da grande?
“Il portiere ovviamente… Ma comunque mi piacerebbe fare un lavoro legato alla tecnologia/informatica”.

SEI UN GIOCATORE E VUOI LA TUA INTERVISTA? CLICCA QUI

Registrati o fai l'accesso e commenta