Domenica, 16 Giugno 2024
Martedì, 09 Dicembre 2014 10:45

Allievi fascia B regionali - La TOP 11 della quarta giornata

Scritto da

Di Maggio, Meritano, Mancino, Negro e Gullone. Scopri anche gli altri migliori giocatori del quarto turno

Nello schierare la migliore formazione della settimana, ci si affida al modulo tanto in voga in questi ultimi anni, il 3-5-2. Tanta qualità in mezzo al campo con gente del calibro di Giordana, Mirimin, Mancino e il tuttofare Negro. Poi ecco una new entry, quel La Longa del Cenisia mai entrato nella TOP 11 dei '99. In avanti due pezzi da novanta come Gullone e Alessio Manzoni. Attaccanti dai cui gol passeranno le chance qualificazione di Aygreville e Verbania. Questa è una versione particolare di top 11 perché per la prima volta avremo tre sostituti, vale a dire giocatori che sono stati i migliori in campo nelle loro squadre ma che per ragioni di numero non abbiamo potuto inserire. Sono Antonio Caputo del Lascaris (tanta legna come al solito nello striminzito campo di Borgaro), Marino del Colline Alfieri (centrocampista/difensore/assistman nella vittoriosa trasferta di Pinerolo) e Allotta del Chisola (in gol con un pregevole pallonetto contro il suo ex Cuneo).

ALLENATORE

Mazzafera (Saviglianese): il secondo posto dietro alla J Stars vale più di mille parole. Sette punti in quattro giornate, con la possibilità di consolidare la posizione nel match di settimana prossima ad Asti. Intanto Roberto Mazzafera si gode il momento, con la fresca vittoria nel derby contro il Saluzzo firmata Trossarello e Ghersi.

PORTIERE

Alex Bionda (Città di Baveno): i suoi super interventi tengono a galla il Baveno che nel finale riesce a portare a casa la vittoria grazie al gol in tap in di Fioretti dopo traversa di Laci.

DIFENSORI

Di Maggio (Borgaro): centrale di difesa senza colpe in occasione dei due gol subiti contro il Lascaris. Attento determinato e preciso, si fa valere soprattutto nel gioco aereo

Baimagriga (Pro Settimo): scala al centro della difesa dopo l’infortunio di Citraro, ma non lo fa rimpiangere.

Meritano (Chieri): terzino destro, ma schierato basso a sinistra per l’infortunio di Petraglia. Dal suo cross nasce l’autogol di Marcianò per il definitivo 2-1 contro l’Atletico Torino

CENTROCAMPISTI

Mirimin (Cuneo): splendida partita per il minuto centrale ex Pinerolo. La sua doppietta riporta in parità la gara contro il Chisola, fino al 4-3 finale di Boniello. Due gol su assist di Dutto e Tosetto.

Mancino (Junior Biellese): entra nel secondo tempo e cambia la partita. Schierato largo a sinistra, non va in gol ma  i suoi movimenti sono una costante spina nel fianco per i giocatori del Borgosesia

Giordana (Fossano): sabato da incorniciare per il centrocampista tuttofare che contro il Casale va in gol di testa su cross di Mondino. Poco dopo ricambia il favore fornendo il passaggio vincente allo stesso Mondino dopo una rapida combinazione con Luigi Audetto. 

La Longa (Cenisia): piccolo fisicamente ma dotato di eccellenti qualità tecniche. Con Secci sta giocando molti più minuti rispetto all’anno passato e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Suo il gol del provvisorio 2-0 contro l’Orizzonti United con un preciso tiro a incrocio davanti al portiere.

Negro (Cbs): cambia tre ruoli nella stessa partita e li interpreta con estrema applicazione. Interno di destra, esterno basso e difensore centrale: insomma, un giocatore multitasking, preziosissimo nello scacchiere di Meloni.

ATTACCANTI

Alessio Manzoni (Verbania): il bomber che non perdona torna  a far parlare di sé. Si divide il titolo di migliore in campo con il compagno Diego Platinetti, autore dell’assist per il suo colpo di testa vincente e della punizione che in pieno recupero vale il 2-2 contro la Pro Settimo.

Gullone (Aygreville): la sua doppietta schianta il Volpiano e rilancia le ambizioni di un Aygreville che ora vede possibile l’obiettivo delle fasi finali. Adesso per Gullone sono 4 i gol stagionali, ancora un’inezia se si pensa al ventello dell’anno passato.

 

Registrati o fai l'accesso e commenta