Martedì, 23 Aprile 2024
Martedì, 28 Marzo 2023 14:47

78 rappresentative, 142 partite, 1.900 atleti e dirigenti: il Piemonte è pronto per ospitare il 59° Torneo delle Regioni

Scritto da

PRESENTAZIONE - Dopo quattro anni di trepidante attesa torna il Torneo delle Regioni, con le rappresentative delle categorie Under 19, Under 17, Under 15 e femminile (mentre il calcio a 5 giocherà in Veneto) riunite in un unico grande evento che andrà in scena in Piemonte dal 21 al 27 aprile. “Il più grande evento della Lega Nazionale Dilettanti”, come ha ricordato il presidente Giancarlo Abete nella conferenza stampa che si è tenuta questa mattina. La competizione, come hanno ricordato tutti i relatori, non sarà solo una kermesse sportiva ma rappresenterà un momento ideale per promuovere le eccellenze del territorio e avrà un importante ritorno economico


I NUMERI

Il Torneo delle Regioni vanta dei numeri che non hanno paragoni nel calcio italiano. Se sommiamo tutte le calciatrici ed i calciatori partecipanti insieme a tecnici e dirigenti arriviamo alla cifra record di oltre 2400 atleti, più di 1.000 persone degli staff tecnici e dirigenziali (calcio a 5 compreso). Il Comitato regionale Piemonte Valle d'Aosta accoglierà oltre 1.900 persone contando atleti, dirigenti, tecnici e arbitri, cui vanno sommati tifosi e addetti ai lavori. 

In corsa per i quattro trofei di calcio a 11 ci saranno 78 rappresentative, una in più dell’edizione 2019, per le categorie juniores (Under 19), allievi (Under 17), giovanissimi (Under 15) e calcio femminile (dai 14 ai 24 anni). Le gare in programma sono 142 e saranno giocate su 12 campi in sei province: Alessandria (Casale Monferrato), Cuneo (Centallo, Cuneo e Mondovì), Novara (Granozzo con Monticello, ovvero il centro sportivo di Novarello), Torino (Cantalupa, Vinovo, Volpiano e Pianezza), Verbano-Cusio-Ossola (Domodossola e Baveno), Vercelli (Vercelli). Tutte le partite avranno la terna arbitrale. Le finali si giocheranno allo stadio Silvio Piola di Vercelli: “Un rammarico - ha confessato Mauro Foschia - perché non nascondo che volevamo farle al Filadelfia, ma non ce n'è stata la possibilità”.

LE DICHIARAZIONI

A fare gli onori di casa è stato Fabrizio Ricca, assessore allo Sport della Regione Piemonte: “Sono particolarmente orgoglioso di ospitare in Piemonte il Torneo delle Regioni: già questo è un risultato straordinario, ottenuto insieme al Comitato Regionale della Lega Nazionale Dilettanti. Le selezioni giovanili, maschili e femminili, dei campionati dilettantistici di tutte le regioni italiane si ritroveranno in Piemonte per una settimana, per una manifestazione calcistica che coinvolgerà tutte le nostre province, nessuna esclusa. Oltre allo sport, in cui crediamo come uno dei fattori fondamentali di crescita per i nostri ragazzi, esiste anche una componente strategica. Lo sport sta diventando un vero e proprio motore di crescita per la nostra economia. Questa non è una mia impressione ma un dato che ci è stato confermato da tutte le ricerche sulle ricadute economiche dello sport: ogni euro investito in questo tipo di eventi ha una ricaduta di 7,5 euro, in questi anni abbiamo investito 7 milioni di euro e ne sono tornati 50”.

Il presidente Giancarlo Abete ha posto l’accento sull’importanza del Torneo delle Regioni nell’universo della Lega Nazionale Dilettanti: “Il Torneo delle Regioni è un evento centrale della LND, rappresenta al meglio tutte le componenti del nostro mondo, è un momento di sviluppo e aggregazione per gli atleti che vi partecipano. Ma non è solo questo, perché unendo turismo, cultura e sport esso è anche un valore aggiunto per il territorio che lo ospita e per tutto il paese”. “Questo Torneo delle Regioni è il primo dopo la pandemia, un segnale forte da parte della Lega Nazionale Dilettanti che continua a perseguire obiettivi non solo sportivi, ma anche sociali” ha rilanciato Christian Mossino, vicepresidente nazionale vicario LND, nonché ex presidente regionale.

Per la Città di Torino è intervenuto l’assessore allo sport, grandi eventi e turismo Domenico Carretta: “Sono lieto di esprimere, a nome mio e dell’intera Amministrazione Comunale, il più sincero apprezzamento e il più vivo compiacimento per la straordinaria occasione che il Torneo delle Regioni offrirà alla Città. L’altissimo numero di atleti, componenti dirigenziali e tecniche e delegazioni, rendono bene l’idea dell’elevato spessore agonistico ed organizzativo del Torneo”.

Ha quindi preso la parola il Presidente del C.R. Piemonte Valle d’Aosta Mauro Foschia: “Innanzitutto desidero ringraziare per il grande e indispensabile sostegno ricevuto dalle istituzioni. È un grande onore, oltre che una notevole responsabilità, organizzare il più importante evento nazionale dedicato al calcio dilettantistico. Siamo innanzitutto soddisfatti di aver coinvolto ben sei province del territorio piemontese: Alessandria, Cuneo, Novara, Torino, Verbania e Vercelli, con quest’ultima che ospiterà le finali nella prestigiosa cornice dello stadio Silvio Piola. Il lavoro che stiamo compiendo ci ha permesso di riportare in una posizione di protagonista nazionale il Piemonte e Valle d’Aosta, attraverso la valorizzazione non solo dell’aspetto sportivo-agonistico, ma anche di quello organizzativo, progettuale e sociale. Questa manifestazione è una grande opportunità per tutti gli attori coinvolti: per il territorio, per il movimento e soprattutto per gli atleti partecipanti, che potranno godere di un’importante vetrina di fronte agli appassionati e ai tanti operatori del settore che assisteranno alle gare”.

Infine anche il Presidente regionale del C.O.N.I., Stefano Mossino, ha lanciato il suo augurio di buona riuscita alla manifestazione: “Manifestazioni come il Torneo delle Regioni sono essenziali per il movimento sportivo nel suo complesso. Dopo tante difficoltà abbiamo l’opportunità di far capire che lo sport è educazione, sviluppo e rilancio”.

GIRONI E CALENDARIO

Il calendario delle partite della fase a gironi, che sono state distribuite su tutto il territorio regionale, è uguale per tutte le categorie a 11 (con l’eccezione del torneo femminile, dove i gironi C e D sono a tre squadre vista l’assenza di Friuli Venezia-Giulia e Molise). 

Le partite della prima fase a gironi sono in programma venerdì 21, sabato 22 e domenica 23 aprile; seguiranno i quarti di finale martedì 25 aprile, le semifinali di mercoledì 26 aprile e le finali di giovedì 27 aprile. Se gli abbinamenti e i campi di gioco sono gli stessi, cambia l’orario delle partite: Under 15 alle 9.30, Under 17 alle 11, Under 19 alle 14.30 e femminile alle 16.30.

Girone A: Liguria, Sardegna, Campania, Toscana  
Girone B: Piemonte Valle d’Aosta, Marche, Sicilia, Basilicata
Girone C: Friuli Venezia Giulia, Lazio, Puglia, Lombardia  
Girone D: Bolzano, Emilia Romagna, Molise, Abruzzo  
Girone E: Trento, Umbria, Calabria, Veneto

Qui i calendari e i campi del Torneo delle Regioni

I CAMPI DELLE RAPPRESENTATIVE PIEMONTESI

1° turno - Venerdì 21 aprile
PIEMONTE VDA-MARCHE (Bertolotti, via San Grato 5, Volpiano - TO)
SICILIA-BASILICATA (via Ferrari 3, Pianezza - TO)

2° turno - Sabato 22 aprile
MARCHE-SICILIA (via Ferrari 3, Pianezza - TO)
BASILICATA-PIEMONTE VDA (Bertolotti, via San Grato 5, Volpiano - TO)

3° turno - Domenica 23 aprile
SICILIA-PIEMONTE VDA (Bertolotti, via San Grato 5, Volpiano - TO)
MARCHE-BASILICATA (via Ferrari 3, Pianezza - TO)

Ultima modifica il Martedì, 28 Marzo 2023 15:04

Registrati o fai l'accesso e commenta