Domenica, 19 Maggio 2024
Giovedì, 19 Ottobre 2023 11:12

Caselle, l’orgoglio di Fabrizio Capodici: “Tornei, Academy Milan, Attila Malfatti e tanto altro: siamo una società in crescita”

Scritto da
Fabrizio Capodici insieme a Claudio Marchisio sul campo di Caselle Fabrizio Capodici insieme a Claudio Marchisio sul campo di Caselle

INTERVISTA - Il direttore sportivo rossonero fa il punto della situazione: “Il nostro splendido impianto sportivo è sempre pieno grazie alla sinergia con BeKings. La collaborazione con il Milan funziona, siamo andati a San Siro e Vismara, così facciamo crescere i nostri istruttori. Abbiamo uno staff di qualità, ora anche Malfatti ci sarà una mano e Virardi è il nuovo selezionatore della rappresentativa Under 16. È la base per migliorare anche le nostre squadre”


C’è tanta, tantissima carne al fuoco a Caselle. Non solo quella che griglia durante i tornei, per sfamare le centinaia di spettatori che riempiono l’impianto sportivo rossonero ormai tutti i week end. Quella presieduta da Nicandro Pertosa è una società in salute da tutti i punti di vista, che sta crescendo a vista d’occhio grazie alla passione e alla competenza di uno staff guidato dal direttore sportivo Fabrizio Capodici. Ex portiere professionista, attuale preparatore delle nazionali giovanili, Capodici si sta gettando anima e corpo nella nuova avventura: “Ormai sono qui a Caselle tutti i giorni o quasi, anche mia moglie Laura è completamente coinvolta in questo progetto. Il lavoro non mi spaventa, non mi ha mai spaventato, e quando ci sono risultati concreti che lo accompagnano, allora diventa anche un piacere”.

Fabrizio, partiamo dai tornei. Ormai il vostro impianto sportivo è sempre pieno.

“Un impianto sportivo vivo e vissuto è presupposto essenziale per far funzionare una società, da tutti i punti di vista. C’è l’aspetto economico che è fondamentale, perché ormai le società vanno gestite come vere e proprie imprese, e senza introiti non vai da nessuna parte. E poi c’è un aspetto tecnico: ai nostri tesserati offriamo un ambiente stimolante, internazionale, con cui confrontarsi. Arrivano squadre da tutto il mondo e tante, tantissime professioniste. È uno stimolo, i nostri ragazzi non giocano solo con le società limitrofe, ma si confrontano continuamente con realtà internazionali. Una società che funziona richiama famiglie e giocatori, siamo consapevoli che dobbiamo migliorare ancora molto nei numeri e nella qualità delle nostre squadre, anche questi tornei sono un modo per farlo. Devo ringraziare gli amici di BeKings, insieme a loro stiamo facendo un lavoro eccezionale”.

Spiegaci questa collaborazione.

“Giorgia Contu, Marco Mameli, Aldo Bratti e tutto lo staff di BeKings sono professionisti nell’organizzazione di eventi e tornei, gestiscono tutti gli aspetti dentro e fuori dal campo. Abbiamo fatto con loro un accordo, in virtù del quale utilizzano il nostro impianto sportivo per tanti dei loro eventi, con reciproca soddisfazione. D’altro canto, non sono tante le società che possono vantare quattro campi a 11, di cui uno in erba sintetica, tribuna coperta e una zona bar e ristorazione in grado di gestire centinaia di persone, a due passi dall’aeroporto e quindi ottimamente collegata con le strade. L’impianto sportivo è un nostro vanto, è un nostro dovere utilizzarlo al meglio”.

Non solo tornei, comunque. Da quest’anno il Caselle è diventato Milan Academy.

“Facile, siamo uniti dai colori rossoneri. Scherzi a parte, per noi è un passaggio molto importante perché uniamo la crescita della società a un marchio di valore internazionale come quello del Milan. Siamo già stati a San Siro con i nostri ragazzi per la partita con il Torino e ci torneremo presto. I nostri istruttori sono già andati a Vismara per uno stage e i tecnici del Milan sono venuti due volte da noi, con la presenza di Danilo Tedoldi, supervisore delle Milan Academy in Italia, e Massimiliano Caniato, responsabile dell’area portieri. Non è una collaborazione di facciata, ma serve a migliorare i nostri istruttori, che di conseguenza possano far crescere i nostri tesserati. Ne approfitto per ringraziare, ancora una volta, il Milan per la fiducia che ci ha accordato”.

Anche la società è in evoluzione continua. È di questi giorni la notizia dell’arrivo, come consulente tecnico di Attila Malfatti: due stagioni fa ha allenato l’Under 17 del Torino e aveva già allenato nelle giovanili della Juventus per ben 14 anni, ma ha un’esperienza internazionale pazzesca: vice di Carrera allo Spartak Mosca, allenatore nel club slovacco dello Zilina, poi ancora vice di Tramezzani all’Hajduk Spalato…

“Sì, cerchiamo di migliorare lo staff giorno dopo giorno, sfruttando occasioni e conoscenze. Sono molto orgoglioso, a questo proposito, che Attila Malfatti abbia accettato la mia proposta e sia venuto a darci una mano come consulente tecnico. La sua preparazione e la sua esperienza sono un valore aggiunto per i nostri tecnici e per i nostri giocatori, e così sarà almeno finché non lo chiameranno di nuovo dalla serie A o da qualche società in giro per il mondo. E sono molto orgoglioso anche della nomina di Roberto Virardi, nostro responsabile del settore giovanile e della scuola calcio, come selezionatore della Rappresentativa regionale Under 16, altra conferma della qualità del nostro staff”.

Ultima domanda. Il punto della situazione sulle squadre.

“Stiamo facendo fatica con le squadre regionali, Under 17 e Under 16, come è normale che sia nel passaggio dal campionato provinciale a un contesto più competitivo. L’obiettivo rimane quello della salvezza, possiamo raggiungerlo in entrambe le categorie con il lavoro. Stiamo andando meglio con l’Under 15, dove abbiamo collezionato tre vittorie su quattro partite nel girone provinciale di Torino. Tutto nella norma, ripeto, il nostro percorso societario è solo all’inizio e per costruire ci vuole del tempo. Quanto alla scuola calcio, lì stiamo andando bene, abbiamo tanti gruppi competitivi e ci stiamo togliendo delle soddisfazioni. Il nostro è un progetto pluriennale, tutte le migliorie che stiamo apportando porteranno i loro risultati, ma sappiamo che ci vorrà del tempo”.

Ultima modifica il Giovedì, 19 Ottobre 2023 11:23

Registrati o fai l'accesso e commenta