Lunedì, 26 Febbraio 2024
Martedì, 07 Luglio 2020 12:43

Atletico Mirafiori, è la stagione del rilancio: "Lavoriamo a testa bassa per tornare grandi"

Scritto da Daniele Pallante

PRESENTAZIONE - Uno staff tutto nuovo per la società del presidente Luciano Ferramosca: insieme al vicepresidente Angelo Licitra e al direttore generale Pasquale Blandi, sono arrivati il segretario Amedeo Immediata, il responsabile dei dilettanti Mauro Buzzacchino, Paolo Tomaino a gestire il Settore giovanile e Pietro Sulas alla Scuola calcio. Verranno iscritte almeno sei squadre, tra gli allenatori sono già operativi Enzo Prago, Roberto Di Gati, Jonathan Pintos, Bruno Ferrari e Roberto Militello


Tra bicchieri che tintinnano e piatti che si svuotano, ieri sera l’Atletico Mirafiori si è riunito a tavola, per guardarsi negli occhi e preparare la nuova stagione. La stagione del rilancio: “Questa è stata una grande società, ha vissuto anni d’oro con l’Eccellenza, le giovanili nei regionali, centinaia di bambini iscritti. Nel 2012/2013 ha chiuso i battenti per vicissitudini varie, l’anno scorso ha riaperto iscrivendo due squadre, adesso siamo già in tanti. Non viviamo di ricordi, pensiamo a quello che sarà l’Atletico Mirafiori: un impianto sportivo bellissimo in mezzo a un quartiere come Mirafiori, uno staff di persone esperte e fidate, le condizioni per tornare grandi ci sono tutte. Ora, testa bassa e lavorare”.

Parole di Pasquale Blandi, arrivato un mese fa come direttore generale e artefice, insieme al vicepresidente Angelo Licitra, della profonda ristrutturazione in atto nella società del presidente Luciano Ferramosca. Da due squadre si passerà almeno a sei, ma soprattutto è stata costruita una struttura societaria in grado di fare il salto di qualità “nell’ambito di un progetto almeno triennale - continua Blandi - perché siamo qui da un mese, in un periodo difficilissimo in cui stiamo faticosamente uscendo dall’emergenza Covid, e abbiamo già fatto i miracoli”. A dare man forte sono arrivati anche l’esperto segretario Amedeo Immediata, in uscita dal Rapid Torino, e il preparatore dei portieri Sandro Ierardi, ex Borgaretto e Nichelino Hesperia.

Prima di tutto è stato ricostruito da zero il settore dei dilettanti, con il responsabile Mauro Buzzacchino, l’allenatore della Terza categoria Enzo Prago (l’anno scorso a Borgaretto) e quello della Juniores Roberto Di Gati, per tante stagioni all’Onnisport. “Faremo una squadra per vincere subito, vogliamo risalire le categorie in fretta” assicura Blandi.

Il settore giovanile sarà il punto di forza del nuovo Atletico Mirafiori, grazie al lavoro del responsabile Paolo Tomaino, ex Rapid Torino e Barracuda. Le certezze riguardano il gruppo 2005, già presente nella scorsa stagione e rinforzato, affidato al giovane allenatore Jonathan Pintos, anche lui ex Barracuda. Un tecnico di esperienza come Bruno Ferrari (Cbs, Borgaretto e Barracuda tra le tappe del suo curriculum) prenderà invece la squadra tutta nuova di 2006. Molto probabile anche la costruzione dell’Under 17, più difficile invece quella dell’Under 14.

Della Scuola calcio si occuperà un altro volto nuovo, ovvero Pietro Sulas (ex Bruinese, Borgaretto e Nichelino Hesperia). Sulla panchina degli Esordienti 2008 è stato confermato Roberto Militello, mentre sono già una decina i bambini iscritti nei Piccoli Amici. In questo settore, la costruzione delle squadre dipenderà dagli arrivi dei bambini di zona, ma un quadro completo si avrà solo dopo l’estate.
“Crediamoci tutti quanti insieme – conclude Pasquale Blandi, prima che inizino a parlare le forchette -, dobbiamo far rispettare il logo dell’Atletico Mirafiori e tutto quello che rappresenta su tutti i campi del Piemonte”.

Ultima modifica il Mercoledì, 08 Luglio 2020 10:41

Registrati o fai l'accesso e commenta