Martedì, 23 Luglio 2024

Tre responsabili per la scuola calcio del Chieri: Andrea Canavese, Mirko Di Luca e Alessandro Bellin

Da sinistra: Alessandro Bellin, Andrea Canavese e Mirko De Luca Da sinistra: Alessandro Bellin, Andrea Canavese e Mirko De Luca

SOCIETÀ - L'allenatore dei 2009 e l'ormai ex Bruinese direttori tecnici, il grande ritorno di Di Luca come responsabile organizzativo. Uno schieramento di forze importante per gestire gli impianti sportivi del Chieri e della.Virtus Mercadante, a Torino, oltre a collaborare con il Carrara 


Tre responsabili per la scuola calcio del Chieri, che si espande nel territorio e ha bisogno di uno staff dirigenziale in grado di gestire numeri sempre più importanti e obiettivi sempre più ambiziosi. È questa l'idea del presidente Stefano Sorrentino, che ha deciso di affidare il settore nevralgico della sua società ad Andrea Canavese, Mirko Di Luca e Alessandro Bellin. L'ufficialità arriverà nei prossimi giorni, anche perché potrebbe aggiungersi addirittura un quarto responsabile, ma il dado ormai è tratto.

Tre storie diverse, tre diverse professionalità, in grado di integrarsi perfettamente tra di loro. Canavese è arrivato a Chieri questa estate dall'Alessandria, fortemente voluto dal responsabile delle giovanili, Omar Cerutti, per la panchina dell'Under 14. Una stagione in crescendo e una fase finale ancora tutta da giocare hanno convinto Sorrentino a raddoppiargli gli impegni: ancora una squadra da allenare (probabilmente ancora i 2009, per completare il biennio) e la direzione tecnica della scuola calcio. Al suo fianco Alessandro Bellin, altro profilo giovane ed emergente, che nelle ultime due stagioni si è fatto le ossa alla Bruinese, ma conosce benissimo la realtà di Torino città. Con un compito più gestionale e organizzativo, il grande ritorno di Mirko Di Luca, che aveva lasciato la società nel giugno 2021 dopo ben 8 stagioni come responsabile unico, stimato da tutti per capacità e spessore umano.

Uno spiegamento di forze importante, che è però inevitabile visto che gli impianti sportivi da gestire saranno due: la casa di Chieri, dove già in questa stagione sono raddoppiati in numeri, e  il campo della Virtus Mercadante, che verrà gestito direttamente dalla società del presidente Stefano Sorrentino: la rinuncia dei granata a disputare i playoff per i campionati regionali è una prova fin troppo chiara di come si stanno evolvendo le cose. In più, c'è l'accordo di collaborazione con il Carrara, che diventerà Academy Chieri e diventerà quindi il terzo terreno di lavoro per la triade di responsabili. A completate il quadro, il rinnovato accordo con la BeKing, società di organizzazione eventi, che gestirà i tornei sui tre impianti sportivi. 

Rimane però ancora qualcosa da definire. E potrebbe essere qualcosa di particolarmente importante, visto che non è un mistero che il "sogno" di Sorrentino è quello di far rimanere nel mondo del calcio Silvano Benedetti, in uscita dal Torino a fine stagione. Difficile, ma non impossibile.

 

Registrati o fai l'accesso e commenta