Mercoledì, 28 Febbraio 2024

Pianezza, ufficiale l’affiliazione alla Torino Academy: “Porteremo educazione, metodologia e formazione”

PRESENTAZIONE - “Non veniamo a vendere nessuna illusione, il nostro è un progetto serio, di comunicazione e interazione, di educazione tecnica, motoria, educativa e pedagogica” spiega il responsabile Teo Coppola. Per la società di Luca e Daniele Dello Russo è un grande passo in avanti: “Vogliamo crescere, partiamo dall’impianto sportivo e da uno staff tecnico di qualità”


Se il buongiorno si vede dal mattino, il Pianezza ha tutte le carte in regola per vivere una grande stagione. Non solo per l’ingresso nelle Academy del Torino, un accordo che è stato presentato ieri sera nel bellissimo impianto sportivo di via Ferrari, ma per l’entusiasmo che si respirava dentro al campo, dove hanno sfilato i giovani tesserati rossoblù, così come nella tribuna gremita di genitori.

L’arrivo al vertice della società della famiglia Dello Russo, con Luca presidente e il cugino Daniele vicepresidente, al posto di Gianni Corrarati, comunque sempre stabile all’interno del sodalizio che ha guidato per ben 33 anni, ha segnato una svolta nella gestione e nelle ambizioni: “Vogliamo crescere e arrivare al livello delle società qui vicine - spiega Daniele Dello Russo - ovviamente tramite un percorso che sarà lungo e tutt’altro che facile. Partiamo da una buona base, con un bellissimo impianto che amplieremo con un nuovo campo a 8 in erba sintetica, e tanti ragazzi che compongono le nostre squadre. Noi prima di tutto vogliamo investire nello staff tecnico, solo così possiamo pensare di migliorare la qualità della Scuola calcio e del Settore giovanile”.

Il piatto forte della serata, come detto, è stata la presentazione dell’affiliazione con il Torino Academy, stretta grazie alla mediazione di Fabio Cascioli, nuovo responsabile delle giovanili del Pianezza. “32.000 ragazzi e 61 società in Italia e nel mondo, migliaia di istruttori formati secondo le nostre metodologie: questa è la Torino Academy” spiega il responsabile del progetto, Teo Coppola, che poi chiarisce subito un punto importante: “Non veniamo a vendere nessuna illusione, non pensate che i vostri figli arriveranno a giocare nel Torino per questa affiliazione: il nostro è un progetto serio, di comunicazione e interazione, di educazione tecnica, motoria, educativa e pedagogica. Questa è la nostra mission, poi se un bambino è bravo lo vediamo anche noi. Il Pianezza ha sposato il Torino - continua Coppola - l’Academy è per tutto il Pianezza, non solo per la Scuola calcio: per i giocatori di tutte le età, per gli istruttori e gli allenatori, e anche per i dirigenti, che avranno specifica formazione. Faremo workshop anche per famiglie, ogni due mesi organizzeremo un momento di aggregazione fondamentale nel nostro progetto. Vi spiegheremo cosa facciamo con i vostri figli, non a livello tecnico ma come modus operandi che voi dovete conoscere. Se invece uno vuole parlare di tecnica e tattica, lo invito a mettere la tuta e scendere in campo… Educazione, metodologia e formazione, ovviamente legate al calcio: questo porta il Torino tramite le sue Academy”.

Presenti anche il Sindaco uscente Antonio Castello, accompagnato da Roberto Signoriello, candidato a succedergli nelle elezioni di inizio ottobre: entrambi hanno sottolineato il “ruolo sociale del calcio e la massima disponibilità dell’amministrazione nei confronti di chi sta investendo nello sport e nella società del Pianezza”. Nei programmi c’è anche la costruzione di una cittadella dello sport, ma lo stesso impianto di via Ferrari potrebbe ampliarsi per ospitare altre discipline sportive: “Vogliamo diventare una polisportiva”, non nasconde Luca Dello Russo. C’era anche Rosario Scafidi, zio del compianto Vito, cui è intitolato il campo e cui presto sarà dedicato un memorial.

Registrati o fai l'accesso e commenta