Mercoledì, 07 Dicembre 2022
Venerdì, 04 Marzo 2022 10:22

Maxi squalifica per 8 giocatori del Villar Perosa Under 15: fuori fino al 2 marzo 2024

Scritto da redazione

GIUDICE SPORTIVO - Due anni sono il minimo della pena in caso di aggressione all’arbitro, di cui sono colpevoli i giocatori del 2007. Per individuarli è stata necessaria la collaborazione della società, che merita un plauso per l’onestà dimostrata in questo difficile frangente


Un bruttissimo episodio, l’aggressione all’arbitro da parte di un branco di ragazzini del 2007. E una maxi squalifica lunga ben due anni per otto di loro, individuati grazie alla collaborazione della loro società, il Villar Perosa, che merita un elogio per l’onestà dimostrata in questo difficile frangente, perché l’educazione e il rispetto delle regole vengono prima di qualsiasi risultato sportivo. Dettaglio non da poco, la squadra allenata dal giovane tecnico Nicolò Micol è prima in classifica, in piena corsa per un posto nei regionali, traguardo che si complica notevolmente dovendo rinunciare ad 8 giocatori della rosa.

I fatti risalgono a due settimane fa: al termine della partita Roletto-Villar Perosa del campionato Under 15 di Pinerolo, giocata sabato 19 febbraio e finita con il risultato di 1-0, l’arbitro “il direttore di gara - come si legge sul Comunicato ufficiale - era vittima di aggressione da parte di diverse persone appartenenti alla società Villar Perosa. L’arbitro, una volta ripresosi e rientrato a casa, persistendo il forte dolore dovuto ai colpi subiti decideva quindi di recarsi presso il pronto soccorso dell’ospedale più vicino ove, dopo gli accertamenti del caso, veniva dimesso, con prognosi di 4 giorni salvo complicazioni. A causa del caos creatosi e della repentina aggressione il direttore di gara non è stato in grado di individuare nominalmente gli autori del fatto, pertanto questo organo giudicante invitava la società Villar Perosa a comunicare i nominativi dei responsabili materiali”.

La società del presidente Claudio Malan non si è sottratta al suo dovere, si è scusata dell’accaduto e ha comunicato alla Delegazione di Pinerolo gli otto responsabili dell’aggressione all’arbitro: “a causa della concitazione del momento e della rapidità dell’evolversi dei fatti, non è possibile distinguere con certezza chi all’interno del gruppo squadra sia maggiormente responsabile di quanto avvenuto e l’ammissione di colpevolezza fatta da uno dei protagonisti non deve andare a suo discapito ed a vantaggio di altri compagni reticenti, pertanto la sanzione disciplinare è da comminarsi in ugual misura a tutti i protagonisti del vile episodio”. Per tutti i ragazzi - i nomi non sono importanti, e comunque basta leggere il Comunicato ufficiale - il Giudice sportivo ha decretato il minimo della pena prevista dal regolamento in caso di aggressione all’arbitro, ovvero due anni di squalifica. Ovvero niente calcio fino al 2 marzo 2024.

Letto 1798 volte

Registrati o fai l'accesso e commenta