Lunedì, 06 Febbraio 2023
Martedì, 15 Novembre 2016 10:24

Casale, i “Fab Four” raccontano il sogno regionale

Scritto da redazione

INTERVISTE - La società nerostellata ha qualificato quattro squadre su quattro: le analisi e le aspettative degli allenatori Gabriele Tosi, Fabrizio Luongo, Angelo Ponzi e Franco Villanova, tratte da FBC, la rivista ufficiale della società

TOSI: “IMPORTANTI SONO LE CHIAVI DI LETTURA”
Gabriele Tosi, allenatore degli Allievi: “Abbiamo fatto un discreto cammino, soddisfacente per quelli che sono i miei parametri di valutazione, anche se il regolamento non ti aiuta. Il compito di un allenatore è quello di costruire una squadra. In un mese e mezzo invece devi subito puntare al risultato, quando nel settore giovanile il compito principale è quello di costruire. Detto questo noi abbiamo fatto il nostro, la partita persa con il Trino alla prima giornata ci ha messo un po’ di pressione addosso perché non dovevamo più sbagliare. I ragazzi tuttavia hanno risposto, stanno crescendo e in questo periodo abbiamo sistemato altri mattoncini sulle fondamenta della nostra casa per poter giocare la fase regionale, dove sicuramente incontreremo squadre più forti di quelle con cui ci siamo confrontati“.
“Il pregio del gruppo è che quel che gli viene proposto cercano di metterlo in pratica. Sono ben aperti a alla possibilità di crescere”.
“Ho iniziato 27 anni fa ad allenare i giovani, poi sono passato agli adulti, poi di nuovo ai giovani. Per me è importante trovare una chiave di lettura nel senso che ogni stagione, come si dice ha i suoi frutti. Quindi la proposta tecnicoeducativa deve essere riferita all’età dei ragazzi che stai allenando. Ai più piccoli occorre insegnare prescindendo dal risultato; ai più grandi, come la categoria che sto allenando ora, devi invece trasmettere le nozioni di calcio vero”.
“Io il Casale l’ho incontrato anche da avversario, vedevi il grande attaccamento alla maglia. Ora un po’ meno, ma stiamo lavorando per far capire quanto sia importante difendere quei colori”.

LUONGO: “AI REGIONALI PER CRESCERE ANCORA”

Fabrizio Luongo, allenatore degli Allievi fascia B: “Sono molto contento perché, a parte la qualificazione, i ragazzi sono cresciuti tantissimo in questo periodo. E’ una qualificazione meritata anche a livello di prestazioni.”
“Il difetto è che devono ancora crescere sul piano della personalità. E’ vero che hanno 15 anni, però loro talvolta non hanno ancora acquisito quelle malizie che già si vedono in questa categoria. Diciamo “peccati di gioventù” ma cresceranno anche loro”.
“Affrontiamo il girone regionale con buone prospettive. Certo, ci sono ancora dei limiti, ma sono ragazzi che mi seguono e hanno voglia. La fase provinciale purtroppo non ti aiuta a crescere perché talvolta vinci facile. Invece affrontando il campionato regionale incontri squadre che sono in grado di metterti in difficoltà e superarti, hai la possibilità di imparare e crescere. Detto questo, penso che qualche soddisfazione potremo togliercela; non siamo certo la squadra materasso. I ragazzi hanno voglia è finché mantengono questo entusiasmo i risultati li vedi”.
“Per me è una grande soddisfazione, è un onore perché il Casale è una società gloriosa e poi io sono molto attaccato a questa società che ringrazio per la possibilità che mi ha dato”.

PONZI: “VOGLIO TUTTI PARTECIPI AL PROGETTO”
Angelo Ponzi, allenatore dei Giovanissimi: “Ho rilevato una squadra fisicamente importante, che tuttavia aveva bisogno di migliorare la qualità del gioco, e sono rimasto favorevolmente sorpreso dalla capacità di assimilare ciò che gli ho proposto in termini tecnici e tattici“.
“Ciò che mi ha fatto capire che questo è un gruppo su cui si può lavorare, sono state alcune amichevoli che abbiamo giocato contro squadre importanti, tipo la Junior Biellese”.
“Ai provinciali non c’è stata molta competizione perché è il tipo di campionato stesso che non propone scontri di particolare difficoltà Ai regionali sarà sicuramente dura. Adesso viene il bello, perché fare i regionali ci darà la possibilità di crescere“.
“Con la società abbiamo concordato di percorrere la strada della crescita; so già che incontreremo squadre forti, i ragazzi ne sono consapevoli. A me interessa che siano tutti partecipi al progetto, il ché significa dare delle regole di comportamento ma anche farli divertire. Ai ragazzi non chiedo la vittoria, chiedo di dare il massimo”.

VILLANOVA: “QUALIFICAZIONE UNA BELLA SORPRESA”
Franco Villanova, allenatore dei Giovanissimi fascia B: “Diciamo che la soddisfazione risiede nel fatto che era una qualificazione non scontata, vedendo il girone composto da squadre che l’anno precedente ci avevano sconfitto. Però i ragazzi sono maturati e siamo riusciti a raggiungere questo traguardo, non pensavamo cosi bene”.
“Il gruppo manca un po’ di carattere, nel senso che qualche volta ci demoralizziamo dopo un gol preso. Bisogna migliorare nella fase difensiva, perché andiamo a affrontare un campionato regionale che per i ragazzi p un’incognita e quindi bisogna avere mentalità e voglia fare ancora maggiore”.
“Certo, è difficile, ma lo era anche quando abbiamo iniziato la fase provinciale, e le cose sono andate bene, perché i ragazzi in alcuni momenti hanno espresso un buon gioco.” “Sono contento perché tutte e quattro le squadre hanno fatto bene e sono soddisfazioni per tutto il settore giovanile. Speriamo ci sia continuità su quello che si fa di buono e si continui cosi”.
“Io sono di Casale, e quello che vorrei trasmettere ai ragazzi è che indossare questa maglia è una cosa importante speriamo di continuare cosi”.

Letto 2297 volte Ultima modifica il Martedì, 15 Novembre 2016 13:08

Registrati o fai l'accesso e commenta