Sabato, 20 Luglio 2024
Giovedì, 23 Marzo 2023 09:50

Fase élite Under 19. Una grande Italia: a Brema gli Azzurrini battono la Germania 3-2 con una doppietta di Pisilli e la rete di D’Andrea

Scritto da redazione

Al Weserstadion una partita che ha onorato la tradizione di questa classica. Gli Azzurrini chiudono il primo tempo in vantaggio di due gol. Nella ripresa i tedeschi pareggiano ma il terzo gol dà la meritata vittoria alla squadra Azzurra. Sabato alle 12 c'è la Slovenia


Serviva l’impresa. Era quello che Alberto Bollini aveva chiesto ai suoi ragazzi che al Weserstadion di Brema, gremito, superano la Germania 3-2 nel primo match della seconda fase di qualificazione dell’Europeo. Una bella partita, vibrante come vuole la tradizione di questo match. Grande prova corale: Italia perfetta nel primo tempo, affaticata all’inizio del secondo, ma sempre lucida. La prima frazione si conclude per gli Azzurrini con due gol di vantaggio, le reti prima del centrocampista della Roma, Niccolò Pisilli e poi dell’attaccante del Sassuolo, Luca D’Andrea. La ripresa inizia con il palo di Pisilli che nega la terza rete e, probabilmente, la chiusura del match. Ma la fatica si sente e I tedeschi ne approfittano arrivando addirittura al pareggio in sei minuti con Damar e il subentrato Kabadayi. Ma gli Azzurrini sono sempre lì, non mollano: Pisilli, eroe della giornata, mette a segno la sua doppietta e porta alla vittoria la squadra che con questa prestazione, mette in discesa il discorso qualificazione, anche se la prossima gara con la Slovenia (25 marzo) e in particolare, l’ultima contro il Belgio (28 marzo), rimangono ostacoli duri da superare.

Soddisfatto Bollini al termine della gara: “ Lo spirito della maglia Azzurra ha compiuto l’impresa: devo fare i complimenti a tutta la squadra, nessuno escluso, che nel primo tempo ha giocato una partita perfetta. Nella seconda frazione, il palo di Pisilli poteva chiudere la gara; due episodi dubbi hanno concesso alla Germania la possibilità di pareggiare. Ma ecco emergere lo spirito della maglia Azzurra che con tutto lo staff, siamo riusciti a trasmettere ai ragazzi, meravigliosi a recepire e a fare propria questa emozione unica”. Sul prosieguo del torneo, Bollini rimane cauto: “Ne ho viste tante di situazioni in salita e delle discese, non mi fido troppo. Bisogna mantenere alta la concentrazione e pensare ad una partita alla volta. Ora c’è la Slovenia e in campo dobbiamo portare la stessa voglia di vincere di oggi, continuando a trarre forza dall’orgoglio di vestire questa maglia”.

La partita. Bollini schiera il 4-3-3 con Mastrantonio in porta, la linea difensiva formata da Kaiode, Stivanello e Mane centrali, Regonesi a sinistra; il centrocampo conFaticanti davanti alla difesa Pisilli (dx) e Lipani mezzali; la triade d’attacco con Esposito al centro le due ali D’Andrea (dx) e Hasa (sx). Nel primo quarto d’ora le due Nazionali si fronteggiano senza grandi note sul taccuino: l’Italia molto ordinata e compatta, tiene le distanze tra i reparti e contrasta ogni iniziativa tedesca. Il primo squillo Azzurro con D’Andrea, infaticabile nella sua opera di raccordo col centrocampo, che dal vertice destro dell’area tedesca, di sinistro, dà il giro giusto alla palla ma il tiro sfiora l’incrocio opposto. Al 28’, il vantaggio degli Azzurrini, col solito D’Andrea che tira forte, la sfera, arriva tra i piedi di Pisilli che non perdona: il suo destro di contro balzo è teso e si infila nell’angolo destro della porta difesa da Feller. I ragazzi di Bollini non mollano la presa e 6 minuti dopo (24’) arriva il raddoppio: una rimessa laterale battuta da Kaiode sulla trequarti destra, serve D’Andrea in area che, con una girata di destro, porta a due le reti del vantaggio Azzurro.

La ripresa è sfortunata: inizia con un palo di Pisilli che al 49’ si incunea nella difesa tedesca e di esterno destro colpisce la base del montante. Poteva essere la chiusura del match ed invece si scatena la reazione della Germania. In sei minuti i tedeschi raggiungono il pareggio: prima con la stellina dell’Hoffenheim, Muhammed Damar al 53’ grazie ad una punizione battuta dall’angolo sinistro dell’area Azzurra, un tiro a giro che si infila nell’incrocio dei pali, imparabile per Mastrantonio. Il pareggio arriva al 59’ con la rete del subentrato Kabadayi che dopo uno scambio prolungato al limite dell’area, a pochi passi da Mastrantonio, di destro indovina l’angolo basso alla sua sinistra. La Germania continua con il suo pressing ma Pisilli, al 67’, in area raccoglie di destro una palla rimpallata su Esposito e, a pochi passi da Feller, segna il gol della vittoria per l’Italia.

L'altro match del gruppo 2 tra Slovenia e Belgio finisce 0-0, risultato che mette l'Italia da sola in testa alla classifica.

Germania-Italia 2-3
Marcatori: Pisilli 18’, D’Andrea 24’, Damar 53’, Kabadayi 59’, Pisilli 67’
Germania (4-2-3-1): Feller; Morgalla (69' Oliveira Kisilowski), Collins, Gechter, Rothe (69' Diehl); Tohumcu (C), Frauendorf (46' Kabadayi); Baur (75' Tresoldi), Damar, Ullrich; Topp (88' Sanne).
A disp. Backhaus, Bunk, Kemlein, Quarshie. All. Streichsbier.
Italia (4-3-3): Mastrantonio; Kayode, Stivanello, Mane, Regonesi; Pisilli, Faticanti (C), Lipani (79' Kumi); D'Andrea (63' Vignato), Esposito (79' Raimondo), Hasa (90' Missori). A disp. Palmisani, Chiarodia, Amatucci, Koleosho. All. Bollini.
Arbitro: Atilla Karaoglan (TUR); Assistenti: Emin Tugral (TUR) e Marios Kalogyrou (CYP); IV Uomo, Andreas Argyrou (CYP).
Ammoniti: Stivanello, Regonesi, Baur, D’Andrea, Kabadayi, Mastrantonio.

Elenco dei convocati

Portieri: Davide Mastrantonio (Triestina), Lorenzo Palmisani (Frosinone);
Difensori: Fabio Christian Chiarodia (Werder Bremen), Lorenzo Dellavalle (Juventus), Michael Olabode Ayode (Fiorentina), Filippo Calixte Mane (Borussia Dortmund), Filippo Missori (Roma), Iacopo Regonesi (Atalanta), Riccardo Stivanello (Bologna);
Centrocampisti: Lorenzo Amatucci (Fiorentina), Giacomo Faticanti (Roma), Justin Kumi (Sassuolo), Luca Lipani (Genoa), Niccolò Pisilli (Roma);
Attaccanti: Luca D’andrea (Sassuolo), Francesco Esposito ( Inter), Luis Hasa (Juventus), Luca Warrick Daeovie Koleosho (Espanyol), Antonio Raimondo (Bologna), Samuele Vignato (Monza).

Calendario degli incontri e classifica - Gruppo 2

Mercoledì 22 marzo
Germania-ITALIA 2-3
Belgio-Slovenia 0-0

Classifica. Italia 3 pt, Slovenia e Belgio 1, Germania 0

Sabato 25 marzo
Slovenia-ITALIA, alle 12, Stadion Obervieland di Brema
Germania-Belgio, alle 16, Sportplatz Vinnenweg di Brema

Martedì 28 marzo
ITALIA-Belgio, alle 12, Marko Mock Arena Oberneuland di Brema
Slovenia-Germania, alle 12, Weserstadion Platz 11 di Brema

Fonte: www.figc.it

Letto 1357 volte Ultima modifica il Giovedì, 23 Marzo 2023 09:57

Registrati o fai l'accesso e commenta