Giovedì, 11 Agosto 2022
Martedì, 26 Luglio 2022 11:04

Club Italia: confermati i tecnici delle Giovanili maschili. Nunziata passa all’Under 20 in vista del Mondiale

Scritto da redazione

Ufficializzati gli allenatori dall’Under 20 all’Under 15: Nunziata guiderà l’Under 20 al Mondiale in Indonesia, Bollini riparte dall’Under 19. La novità è l’ingresso di Giaccherini nei quadri tecnici del Club Italia con il confermato Barzagli


Dopo i brillanti risultati conseguiti negli ultimi mesi, riparte l’attività delle Nazionali Giovanili Maschili: il Club Italia ha ufficializzato oggi i tecnici delle 7 Squadre Azzurre dall’Under 20 all’Under 15, confermando il gruppo composto da Carmine Nunziata, Alberto Bollini, Daniele Franceschini, Bernardo Corradi, Daniele Zoratto e Massimiliano Favo, che si ritroveranno all’inizio di agosto a Coverciano insieme ai componenti degli staff di ciascuna Nazionale, per un incontro con il coordinatore Maurizio Viscidi. L’unica novità nei quadri tecnici del Club Italia è il passaggio all’Under 20 di Nunziata, che potrà così continuare a guidare il gruppo con cui ha chiuso in semifinale l’Europeo Under 19 staccando il pass per il Mondiale in programma nel maggio 2023 in Indonesia, mentre Alberto Bollini andrà a sedersi sulla panchina dell’Under 19 per ripartire con un nuovo gruppo nell’Europeo di categoria.

Nei quadri tecnici del Club Italia confermato anche Andrea Barzagli, al quale si affianca la ‘new entry’ Emanuele Giaccherini, che saranno di volta in volta aggregati ad una Nazionale con il compito di supportare gli staff tecnici sul campo, mettere la loro esperienza a disposizione dei giovani, trasmettere l’identità e il valore della maglia Azzurra.

Tra le parole d’ordine della stagione 2022/23 c’è anche un ulteriore rafforzamento del rapporto tra Giovanili e Nazionale A, per consentire una più rapida e agevole transizione dalle Under alla prima Nazionale per i calciatori più promettenti del panorama italiano. Dopo l’esperimento varato dal Ct Mancini, che a fine maggio ha voluto vedere all’opera da vicino 53 calciatori di interesse nazionale, suddivisi in due gruppi, per programmare il ciclo di impegni 2022/2026, si opererà da subito in due direzioni: da un lato il Ct continuerà a lavorare negli stage con i giovani che si metteranno in luce nei prossimi campionati dalla A alla C e fino alla Primavera, grazie all’intesa tra FIGC e Leghe, per ampliare la base dei calciatori selezionabili; dall’altro saranno organizzati una serie di incontri tra lo stesso Mancini e i tecnici delle Giovanili, insieme a Viscidi, per uno scambio di esperienze e di valutazioni tecniche. Alcuni dei tecnici delle Giovanili, infine, saranno coinvolti, compatibilmente con i rispettivi impegni, nei ritiri della Nazionale per lavorare insieme allo staff del Ct.

Gli impegni 2022/23. Quella alle porte sarà una stagione attesissima per gli Azzurrini. A cominciare dall’Under 21, che ha chiuso al comando il proprio girone e ha conquistato la qualificazione alla Fase Finale dell’Europeo in programma in Georgia e Romania dal 21 giugno all’8 luglio (si giocherà a Cluj-Napoca, Bucarest, Batumi, Kutaisi e Tbilisi; play off a settembre e sorteggio dei 4 gruppi il 18 ottobre a Bucarest). E poi l’evento più seguito a livello giovanile, il Mondiale Under 20 FIFA, in programma a maggio 2023 in Indonesia: l’Italia, che nelle ultime due edizioni ha conquistato un 3° e un 4° posto dopo una lunga assenza dal Mondiale, sarà tra le 24 protagoniste del torneo che ogni due anni mette di fronte i maggiori talenti del panorama giovanile globale. Under 19 e Under 17 sono attese dal nuovo Europeo UEFA 2022/23: per la prima fase appuntamento rispettivamente in Polonia dal 21 al 27 settembre (girone con i padroni di casa, Bosnia Erzegovina e Estonia, le prime due accedono alla fase elite, che mette in palio 7 posti per la fase finale a Malta) e in Kosovo dal 5 all’11 ottobre (girone con i padroni di casa, Finlandia e Grecia, anche in questo caso passano le prime due alla fase elite, dove si giocano i 7 posti per la fase finale in Ungheria). Under 18 e Under 16, non impegnate in competizioni ufficiali, lavoreranno negli stage, attraverso la partecipazione a tornei internazionali di categoria e ad amichevoli di prestigio, per formare la base delle squadre maggiori dell’anno seguente; l’Under 15, la squadra Azzurra più giovane, partirà come sempre da una serie di selezioni per zona geografica per arrivare in primavera a giocare il torneo delle Nazioni a Gradisca.

I primi a scendere in campo nella nuova stagione, dopo l’antipasto dell’Under 20 sconfitta nella prima gara dell’Elite League 2022/23 a inizio giugno dalla Polonia, saranno le Nazionali Under 18 e 19, che affronteranno i pari età dell’Albania a Coverciano il 10 e 11 agosto, mentre per Under 16 e 17 doppia sfida con la Svizzera prima a Novarello e poi a Mendrisio il 23 e 25 agosto. (per il calendario delle Nazionali clicca qui).

Viscidi: “Più attenzione agli attaccanti”. I traguardi raggiunti in questi anni dalle Nazionali Giovanili confermano la qualità del vivaio e il prezioso lavoro portato avanti dalla Federazione e dal Club Italia. Non è un caso che nelle ultime tre edizioni degli Europei Under 19 e Under 17 maschili, l’Italia sia stata l’unica federazione ad aver portato le 2 squadre sempre alla Fase Finale dei due tornei, attestandosi al 4° posto in entrambi i ranking UEFA di categoria. Da sottolineare anche il successo dell’Under 20 nell’Elite League (torneo autonomo promosso dalle 8 Federazioni partecipanti) e dell’Under 15 nel Torneo delle Nazioni nonché la medaglia d’argento conquistata dall’Under 18 di Daniele Franceschini ai Giochi del Mediterraneo, dopo la finale persa, con tanta sfortuna, contro la Francia.

Il coordinatore delle Giovanili Maurizio Viscidi fa il punto sulla stagione che sta per iniziare: “Sarà come sempre figlia della stagione appena conclusa, che è stata estremamente positiva. Nicolato è stato molto bravo a conquistare la qualificazione all’Europeo così come Nunziata, che proseguirà il lavoro con i suoi 2003 dopo aver staccato il pass per il Mondiale: per la terza volta consecutiva l’Italia giocherà il Mondiale Under 20, un record per la Federazione. Anche Bollini ha ottenuto ottimi risultati nell’Elite League e il suo non è certo un declassamento, anzi. Si sono guadagnati la conferma anche Franceschini, Corradi, Zoratto e Favo”.

Soddisfatto dei risultati ottenuti in questi anni, il coordinatore delle Nazionali Giovanili guarda avanti e non nasconde le criticità, a cominciare dalla penuria di attaccanti: “Siamo contenti di quanto fatto, dovremo cercare di dare giocatori sempre più pronti a Mancini, ma questo non dipende solo da noi bensì da una sinergia del calcio italiano su cui il presidente Gravina sta lavorando a 360 gradi. Porremo maggior attenzione per quanto riguarda gli attaccanti perché è innegabile che ci sia stato un impoverimento nel settore offensivo”.

I TECNICI DELLE NAZIONALI GIOVANILI MASCHILI PER LA STAGIONE 2022/2023

Coordinatore Nazionali Giovanili: Maurizio Viscidi
Nazionale Under 21: Paolo Nicolato
Nazionale Under 20: Carmine Nunziata
Nazionale Under 19: Alberto Bollini
Nazionale Under 18: Daniele Franceschini
Nazionale Under 17: Bernardo Corradi
Nazionale Under 16: Daniele Zoratto
Nazionale Under 15: Massimiliano Favo

Fonte: www.figc.it

Registrati o fai l'accesso e commenta