Giovedì, 25 Aprile 2024
Venerdì, 29 Marzo 2024 18:43

Torneo delle Regioni / Under 19 - Apoteosi Piemonte VdA, doppietta con l'Under 19 in una finale dominata

Scritto da Andrea Ghidotti

FINALE - Piemonte VdA assoluto protagonista di questa edizione. Dopo il successo dell'Under 17 dello scorso anno si migliorano ancora le selezioni crociate, l'Under 19 chiude la doppietta per un'edizione che ha visto le due nordiche (doppietta lombarda con U17 e Femminile) che non hanno lasciato scampo alle avversarie. 
 


PIEMONTE VDA-CALABRIA 4-1
RETI: pt 13’ Ventre, 21’ Lischetti, 34’ Calabrò (C), st 9’ Botasso, st 30’ Morganti
PIEMONTE VDA (4-3-3): Romanin, Chesta (st 5' De Simone), Cassetta, Giovannini (st 23' Negro), Birtolo (st 24' Biondo), D'Ambrosio (st 18' Giraudo), Borin, Morganti, Botasso, Lischetti (st 28' Deljallisi), Ventre (st 39' Ferrari). A disp. Mersini, Urlovas, Massaro. All. Storgato
CALABRIA (4-3-3): Mileto, Frasson, Tutino, Michelli, Scarcella, Calabrò (st 37' Meskar), Marino, Sarpa (st 1' Picone), Billetta, Costanzo (st 10' Politano), Silvagni. A disp. Currà, Grosso, Scaramuzzino, Mazzone. All. Scorrano
AMMONITI: Picone (C), Falbo (C)
ESPULSI: st 45' Cassetta (P) e Tutino (C)

LA PARTITA

Il Piemonte schiera il classico 4-3-3 ritrovando Lischetti dopo la squalifica rimediata ai quarti contro la Sicilia e al suo fianco ci saranno Botasso e Ventre. La Calabria si schiera con il medesimo modulo con un centrocampo solido composto da Calabrò, Sarpa e capitan Marino.

Un episodio dopo appena 5 minuti crea subito le prime polemiche in seguito ad una presa di Romanin che sembra fuori area, l’arbitro assegna una punizione a due all’interno. Al 13’ però arriva già la svolta per i rosso crociati: Ventre riceve un cioccolatino da terra da parte di Lischetti, l’esterno si accentra ed insacca la rete del vantaggio che sblocca la sfida. La Calabria risponde creando una bellissima azione che porta Billetta alla conclusione e trovando la respinta di Romanin, poi dopo una serie di passaggi tenta la girata Costanzo, ma la sfera termina alta. Il Piemonte affonda sulla destra con una bellissima progressione di Ventre che si accentra e scarica per Lischetti, il Tanke si gira e con una girata d’istinto confeziona la rete più bella del Torneo: traiettoria perfetta che bacia l’incrocio e raddoppia al 21’. La Calabria cerca di riportarsi in fase offensiva con un paio di cross, ma è sempre il Piemonte a rendersi pericoloso con il solito Lischetti che duella con Tutino, il difensore rischia l’intervento e riesce a chiudere la chance piemontese. La Calabria ci crede e spaventa con un guizzo di Frasson, ma la muraglia piemontese regge. Al 34’ Scarcella crossa in area e Sarpa spizzica verso Calabrò che da pochi passi insacca la rete che accorcia le distanze e rivitalizza i propri compagni. Il finale di primo tempo termina con un paio di contrasti ruvidi ai danni di Morganti e Lischetti che fanno calare il sipario su un primo tempo vivace.

La seconda frazione inizia con un piglio in più e Borin riconquista il pallone al centro del campo con caparbietà, tocco per Lischetti che con una finta si libera e con gli occhi dietro alla testa pesca lo sprint di Ventre, l’esterno vola verso il fondo e brucia Michelli, appoggia dietro per Botasso che insacca la rete del 3 a 1 dopo appena 9 minuti. Una bella conclusione da fuori di Scarcella impensierisce Romanin che è costretto a deviare in angolo e dagli sviluppi ci pensa Michelli con un tiro che termina a lato. La Calabria cerca di accendere il nervosismo negli ultimi minuti, ma i piemontesi innescano una ripartenza con la freccia Ventre che appoggia al centro per Borin, il mediano manca l’aggancio e Botasso sopraggiunge calciando fuori. Ancora Botasso ruba palla a Tutino e tenta uno scavetto che esce di pochissimo. La Calabria cerca l'affondo con una mischia in area che viene sventata con due interventi di Romanin. Deljallisi entra e riparte, difende bene palla all’angolo e appoggia per Ventre che disegna l’ennesima pennellata per capitan Morganti: lo stacco è imperioso e la sfera si schianta in rete per il 4 a 1 che chiude la sfida al 30’. L’ultimo quarto d’ora passa velocemente, tra contrasti e qualche perdita di tempo: nel finale capitan Cassetta e Tutino vengono espulsi, ma ciò non cancella la fantastica finale, il Piemonte ne esce vincitore e campione d’Italia grazie ad una super prestazione che corona il percorso fatto durante tutto il torneo.

Letto 1058 volte Ultima modifica il Venerdì, 29 Marzo 2024 19:35

Registrati o fai l'accesso e commenta