Domenica, 26 Maggio 2024
Mercoledì, 27 Marzo 2024 14:24

Torneo delle Regioni / Under 15 - Piemonte VdA in semifinale col brivido, superata la Lazio dopo una sfida infinita

Scritto da

QUARTI DI FINALE - Servono i rigori alla selezione del tecnico Di Nuovo per avere la meglio di un indomito Lazio, capace di pareggiare con l'uomo in meno dopo che i piemontesi avevano ribaltato lo svantaggio iniziale. Ora testa all'Abruzzo, che ha eliminato 2-1 la Lombardia.
 


PIEMONTE VDA-LAZIO 2-2 (7-6 d.c.r.)
RETI: pt 23' Lulaj (L), st 6' a.g. Prodan (P), 16' Aversano (P), 27' rig. Bagliesi (L)
SEQUENZA RIGORI: Scanavino (P) gol, Moauro (L) parato, Maiolo (P) gol, Odisio (L) gol, Greco (P) gol, Cortoni (L) gol, Cavazza (P) gol, Lulaj (L) gol, Amendolagine (P)
PIEMONTE VDA: Rostagno, Bertot, Bernardinis (st 21’ Cavazza), Amendolagine, Olivero, Maiolo, Scanavino, Cozzula (st 4’ Summa), Sottile (st 1’ Aversano), Balocco, Chira (st 14’ Greco). A disp. Piciano, Conforti, Catanzaro, Ferello, Tenca. All. Di Nuovo
LAZIO: Prodan, Alessandrini (st 15' Cortoni), Bagliesi, Cataldi, Moretti, Odisio, Palamides (st 21' Giovannangeli, 35' Moauro), Palomba (st 28' Della Corte), Petrucci, Lulay, Mariotti. A disp. Barone, Ilies, Liberatore, Papa, Parente. All. Pesci
AMMONITI: pt 26' Cozzula (P), 33' Alessandrini (L), st 7' Mariotti (L), 23' Aversano (P), 23' Mariotti (L), 26' Amendolagine (P)
ESPULSO: st 23' Mariotti (L)

LA PARTITA

L'inizio di gara è piuttosto contratto come si conviene ad un appuntamento così importante. Le due squadre sentono forse la tensione ed evitano di scoprirsi, riducendo al minimo i pericoli per Rostagno e Prodan. Nei primi 20 minuti di gioco le difese prevalgono nettamente sugli attacchi e solo una sponda di Bernardinis liberata dalla difesa laziale e un tiro di Petrucci controllato senza problemi da Rostagno vanno registrati. E' così un po' dal nulla che arriva il gol per la squadra di Pesci e come spesso accade in incontri così bloccati è decisivo un calcio da fermo. Angolo battuto da Palomba, spizzata di Odisio su cui si avventa Lulaj che sempre di testa firma l'1-0. Terzo gol per lui nella manifestazione, tutti su incornata, una vera sentenza, ma il Piemonte è vivo e la rete dà la scossa per cominciare a produrre gioco. Neanche il tempo di disperarsi infatti che Chira va vicinissimo al pari ben lanciato tra le linee, ma a portiere battuto l'urlo in gola viene strozzato dall'intervento di Cataldi che salva sulla linea. Sono i ragazzi di Di Nuovo ad avere ora in mano la partita e con Olivero vanno ancora vicini all'1-1, ma la sfera esce di poco. E' l'ultima occasione del primo tempo e viste le premesse la ripresa promette scintille.

L'inizio di secondo tempo vede l'ingresso di Aversano e la scelta paga. Prima che il bomber dell'Asti si renda protagonista però c'è l'iniziativa dei laziali che crea un po' di scompiglio in area, ma subito dopo arriva il pari piemontese con un pizzico di fortuna: botta di Olivero dal limite dell'area, palla sulla traversa, rimbalza sulla schiena di Prodan e finisce in rete. Il meritato pareggio galvanizza i piemontesi, che vanno vicini al vantaggio con Maiolo. Festa solo rimandata, perché su un incursione di Bertot sulla destra arriva l'assist perfetto per la conclusione di prima intenzione di Aversano che porta avanti i suoi. Al 23' la strada si mette in discesa per il Piemonte VdA, perché il Lazio perde Mariotti per doppio giallo e sembra le cose possano andare in porto serenamente. La squadra di Pesci ha però sette vite e prova il tutto per tutto, trovando al 27' il rigore che vale il 2-2 per fallo di mano di Amendolagine. Bagliesi non sbaglia, ma se il Lazio si guadagna la chance di giocarsela ai rigori è anche merito di Prodan, che sventa negli ultimi minuti il tentativo di un ispiratissimo Aversano. 

Dagli undici metri si rivela decisivo Rostagno, che sventa il primo rigore dei laziali, poi i suoi compagni sono impeccabili e la squadra vola così in semifinale.

Letto 1476 volte Ultima modifica il Mercoledì, 27 Marzo 2024 15:54

Registrati o fai l'accesso e commenta