Mercoledì, 07 Dicembre 2022

KL PERTUSA / UNDER 14 - KL Pertusa (Gir. A) e Venaria (Gir. D) chiudono la prima fase entrambe con un 3-0 ed a punteggio pieno. Il Perosa conquista i quarti di finale grazie alla netta affermazione nella sfida decisiva contro il Vianney. Il Garino conferma il 2° posto piegando 3-0 il Giaveno Coazze
 


1° TORNEO CHRISTMAS LIGHTS

Girone A: Atletico Torino 9, Lucento 4, Sant’Ignazio 2, Mirafiori 1
Girone B: Kl Pertusa 9, Perosa 4, Vianney 3, Carmagnola 1
Girone C: Bacigalupo 9, Barcanova 6, Borgaretto 3, San Giorgio 0
Girone D: Venaria 9, Garino 6, Giaveno Coazze 1, Torino FC femminile 1

1° GIORNATA
Sant’Ignazio-Atletico Torino 0-4
Carmagnola-Vianney 1-3
GiavenoCoazze-Torino FC femminile 1-1
Garino-Venaria 0-1
Mirafiori-Lucento 1-4
Bacigalupo-Borgaretto 5-0
Barcanova-San Giorgio 5-0
Kl Pertusa-Perosa 5-1

2° GIORNATA 
Atletico Torino-Mirafiori 2-0
Lucento-Sant’Ignazio 0-0
Venaria-GiavenoCoazze 4-1
Carmagnola-Perosa 2-2
Borgaretto-San Giorgio 2-0
Vianney-Kl Pertusa 0-7
Bacigalupo-Barcanova 4-0
Torino FC femminile-Garino 0-3

 

3° GIORNATA 
San Giorgio-Bacigalupo 0-11
Mirafiori-Sant’Ignazio 1-1
Atletico Torino-Lucento 3-0
Barcanova-Borgaretto 5-1

Domenica 30/12/2018
14.30 Kl Pertusa-Carmagnola 3-0
15.45 Torino FC femminile-Venaria 0-3
17.00 Perosa-Vianney 5-0
18.15 GiavenoCoazze-Garino 0-3

QUARTI DI FINALE - Giovedì 3/1/2019
17.45 Atletico Torino-Garino
19.00 KL Pertusa-Barcanova

Venerdì 4/1/2019
17.45 Bacigalupo-Perosa
19.00 Venaria-Lucento

SEMIFINALI - Sabato 5/1/2019
15.30 vincente X-vincente Y (K)
16.45 vincente Z-vincente W (H)

FINALI - Domenica 6/1/2019
15.30 perdente K-perdente H 
16.45 vincente K-vincente H

TORNEO - Valter Giachino ci espone i programmi per questa innovativa edizione del Pulcino di Pasqua
 


Una settimana ancora e partirà la 37° edizione dello storico torneo. Il 4 gennaio alle 21 ci sarà la presentazione ufficiale e il Barcanova Calcio si attrezza per preparare al meglio l'evento. Edizione particolare questa, che vede il torneo espandere i suoi confini al di fuori del contesto regionale grazie al coinvolgimento della società ligure del fc Arenzano. Una certificazione dell'importanza raggiunta dall'evento e un modo per aumentare i rapporti d'amicizia e collaborazione tra società che porta grande soddisfazione agli organizzatori. E nonostante l'assenza dei Primi Calci, sostituiti questo anno dagli Esordienti 2007, i numeri restano importanti, dato che parlano di 250 squadre coinvolte.

Valter Giachino esprime soddisfazione per la fruttuosa collaborazione con la federazione: "Ci dispiace dover rinunciare ai Primi Calci, ma è importante seguire le direttive della federazione e avere il loro sostegno. Il rispetto delle regole è vitale, anche da un punto di vista educativo. L'importanza di un torneo di questo calibro sta anche nel lavorare in maniera trasparente e in sinergia. A livello organizzativo i vari campi base avranno delle direttive da seguire, ma saranno liberi di applicarle in maniera soggettiva, come meglio riterranno opportuno. Naturalmente le categorie 2008 e 2009 come da regolamento ricorreranno all'auto arbitraggio, con un supervisore a supporto nei casi in cui i bambini non dovessero riuscire a mettersi d'accordo. Ci piace rimarcare, e lo faremo ampiamente anche durante la presentazione ufficiale, come si proverà a creare un contesto in cui al centro di tutto ci saranno il divertimento dei bambini e la sportività in campo. Ogni campo avrà libertà di decidere i modi migliori, per trasmettere a giocatori e spettatori, il senso di lealtà e sana competitività che si deve respirare in queste occasioni. Spingeremo in tal senso affinché si tenti di applicare la logica del terzo tempo e che i gesti di fair play vengano registrati ed evidenziati in ogni campo e trasmessi alla casa madre, in modo da essere adeguatamente messi in risalto. Ci auguriamo che possano essere numerosi e che rendano ancora più merito a questo storico torneo".

Visti i recenti accadimenti tra gli adulti, chissà che non si possano invertire le parti trovare dalle partite dei piccoli e dal pubblico che li segue degli esempi edificanti.

LA MARCATORI / 14° GIORNATA - Volano Merico (Lascaris) e Scavelli (Castellazzo) con un poker ciascuno, ma Gnata fa anche meglio con una cinquina. Per Covello tripletta e vetta in solitaria. In doppia cifra salgono Pianese (Quincinetto Tavagnasco), Mennuti (Chieri), Gravina (Pro Eureka), Garda (Sparta Novara) e Vito (Venaria)
 


16 RETI: Covello (Pozzomaina)

15 RETI: Gnata (Città di Baveno)

13 RETI
: Coletti (Acqui), Squillaciotti (Bra), Akouah, Cavigiola (Derthona)

12 RET
I: Geraci (Chisola), Merico (Lascaris), Totaro (Lucento)

11 Reti: Pianese (Quincinetto Tavagnasco)


10 RETI: Mennuti (Chieri), Ferrari (Ivrea), Gravina (Pro Eureka), Garda (Sparta Novara), Vito (Venaria), Bosonin (Volpiano)

9 RETI: Dubois (Alfieri Asti), Albisetti (Alpignano), Piredda (Atletico Torino), Alterio, Greco, Lo Bue (Borgaro Nobis), Diongue (Borgosesia), Esposito (Chieri), Perotti (Chisola), Andrioli (Lascaris), Gyimah (Savigliano), Longo (Vanchiglia)

8 RETI: Oberto (Borgosesia), Rullo (Castellazzo), Lorenzon M. (Novese), Vergano (Quincinetto Tavagnasco)

7 RETI: De Pasquale (Area Calcio), Cavaliere, Defaveri (Bra), Rossi (Carignano), Demartini (Derthona), Gelmini (Lucento), Ongaro (Pinerolo), Frizzi (Pro Eureka)

6 RETI: Delponte (Acc.Borgomanero), Raverta (Alfieri Asti), Ponsetti (Aygreville), Omoregbe (Borgosesia), Ferrari (Borgovercelli), Todisco (Bra), Dell'Anno, Gregori, Managò (Chisola), De Paola (Ivrea), Losano (Lucento), Bonan (Pinerolo), Capasso (Savigliano), Enrico (Vanchiglia), Tietto (Venaria), Melis, Sponzilli (Volpiano)

5 RETI: Pippa (Atletico Torino), Giordano A. (Bacigalupo), Savio (Borgaro Nobis), Carlone (Borgosesia), Garcea (Bra), Falconi, Trimarchi (Carmagnola), Daka (Casale), Scavelli, Viscomi (Castellazzo), Guariento, Laneve, Tollardo (Chieri), Codias (Cumiana), Bipedi (Gassino), Mellano (Giovanile Centallo), Peretti (La Biellese), Lo Bianco (Lascaris), Iuliano (Lucento), Campanella (Pinerolo), Pavia (Pozzomaina), Golfarelli (Pro Eureka), Lazzeroni (Rivarolese), Anselmo (Savigliano), Pontini (Vanchiglia)

4 RETI: Ciberti (Acqui), Cutaia, Musso (Alfieri Asti), Petullà (Alpignano), Zanat (Aygreville), Torelli (Borgosesia), Pasquinelli, Premoli (Casale), Achino, Cacaci, Ghironi (Cbs), Cirillo (Cenisia), Bernardon, Ferrara (Chisola), Basiglio, Gabutto (Giovanile Centallo), Andreotti, Pozzato (La Biellese), Staiano (Lesna Gold), Allò, Giacomin (Novese), Fasone, Tursi (Mirafiori), Giuliano (Monregale), Bosio (Pinerolo), Fonsato, Le Chiara (Rivarolese), Cotroneo, Goteri, Lampasona (San Mauro), Marras (Sparta Novara), Cannizzo (Vanchiglia), Battilani (Volpiano)

3 RETI: Giacobone (Academy Novara), Bovi, Cetrangolo (Acc. Borgomanero), Barletto, Cagnolo, Goldini (Acqui), Tenuzzo (Alfieri Asti), Balestra, Pio (Alpignano), Traore (Area Calcio), Rao (Aygreville), Montenegro F. (Borgaro Nobis), Braghin, Di Biase (Borgosesia), Fedeli, Verbano (Borgovercelli), La Rosa (Bra), Kolev (Castellazzo), Nazeraj (Cbs), Frattoloni, Valera (Chieri), Amendola (Chisola), Scarazzini, Vanzan (Città di Baveno), Manfrin (Derthona), Morano (Giovanile Centallo), Sardaro (Ivrea), Ciarletti (La Biellese), Adamo, Scoditti (Lascaris), Pizzoglio (Lesna Gold), Fusca, Spoto (Lucento), Rotondo (Mirafiori), Cilleni C. (Monregale), Raika (Novese), Blal, Mauro, Quaranta (Pinerolo), Cazzuola Andrea (Pozzomaina), Nyokabi (Pro Eureka), Di Nuzzo, Fileccia (Quincinetto Tavagnasco), Palushai (Savigliano), Cavallari, Dascanio (Volpiano)

2 RETI: Pagliano (Acqui), Dranieri, Menzaghi, Tumino, Vathi (Acc.Borgomanero), Sistino (Acc. Verbania), Cavazza (Alfieri Asti), Arena, Curti, De Angelis (Alpignano), Denusso, Massolino, Pola (Area Calcio), Pacconi (Bacigalupo), Oddo (Bollengo Albiano), Ponzetto, Quaceci (Borgaro Nobis), Dezuani, Maenza (Borgosesia), Petiti, Gatti, Guzzo (Bra), Perito (Carignano), Galluccio, Giaimo, Cichello (Carmagnola), Coppola, Dadamo, Vidini (Casale), Ikvubogie (Cbs), Merandino, Perino, Varzi (Cenisia), Alberetto, Caprino, Martello (Chieri), Bottale, Coscia (Chisola), Barbadoro, Gallo, Mazzolini, Piana (Città di Baveno), Fucile, Pipino (Cumiana), Martin, Taverna (Derthona), Sorrentino (Gassino), Trucco (Giovanile Centallo), Pilloni (Ivrea), Manukjan (KL Pertusa), Romano, Sessa (La Biellese), Carta, Maida, Mostacci, Palumbo, Pretti, Russo (Lascaris), Cinquemani, Sapone (Lucento), Campolongo, Nizzia (Mirafiori), Escana, Hayari, Magnino (Monregale), Piraneo (Novese), Filetti, Iannarelli, Renacco, Sorgente (Pozzomaina), Actis, Castellano, Liboni, Zucca (Pro Eureka), Luino, Maglietto, Peroglio, Rolando (Rivarolese), Lomele (Savigliano), Bondenari (Sparta Novara), Cossu (Vanchiglia), Ursoleo (Venaria), Bottoni (Volpiano)

1 RETE: Garavaglia, Kolay, Parrilla (Academy Novara), Alessi, Bianciotti, Capriolo, Greggio, Guazzoni, Martelli (Acc.Verbania), Amoretti, Antonello, Tuzzeo (Acc.Borgomanero), Caucino, Pesce, Shera (Acqui), Catarisano, Curiano, Gamba, Tabaku, (Alfieri Asti), De Zordo, Moussissa, Roveretto (Alpignano), Cozmici, Lopardo, Manissero, Sandri, Scoppone, Tibaldi(Area Calcio), Chiarito, Giordano V., Sobra (Bacigalupo), El Maliki, Gili, Patete, Quarta (Bollengo Albiano), Ameno, Coello, Popescu (Borgaro Nobis), Bullano, Brusa, Lupi, Maher (Borgovercelli), Scommeniti, Ternavasio (Bra), D'Amato, Di Glaudi, Rebola (Carmagnola), Albino, Bajramaj, Bracco, Campanella, Conti, Esposito, Mulla, Picaro, Siragusa (Casale), Cela, Damoni, Gatti, Moretti (Castellazzo), Gamba, Montagnani, Piazza, Re, Zilli (Cbs), Bollino, D'Avanzo, Giuliani, La Torraca, Marini, Varnari (Cenisia), Businaro, De Santis, Gai (Chieri), Attisani, Della Corte, Gioacas (Chisola), Amendola, Maggio, Marchionini, Ottino, Vaccaro (Città di Baveno), Benigno, De Grandis, Ierino, Toscano (Cumiana), Ardua, Gaga (Derthona), Curione, Dalessano, Roccati, Zollo (Gassino), Marro, Rinaudo, Simoni, Vallauri (Giovanile Centallo), Barison, Cavallera, Condello, Delmestre (Ivrea), Bartucca, Crozza, Raimondi (KL Pertusa), Calabrese (La Biellese), Lobianco, Marchesini, Marchetti, Masella, Vassallo (Lascaris), Diaec, Martoriello, Mazzilli, Ribba, Scarfò (Lesna Gold), Arduca, Bonadies (Lucento), Bettonte, Bolle, D'Addetta, Devornicic, Giacobbe (Mirafiori), Amenta, Comino, Mulazzano (Monregale), Cicciarello, Diacarlo, Icardi, Santinato (Novese), Gallo, Musso, Occhetti, Picotto, Salute (Pinerolo), Cazzuola Alessandro, Delfino, Giraldi, Loggia, Panetta, Rissone (Pozzomaina), Coltarelli, Cravero, Sardo, Starnai (Pro Eureka), Balbiano, Pitti, Ughetti, Verterano (Quincinetto Tavagnasco), Baudino, Fornero (Rivarolese), De Liddo, Frisoli, Ivo, Nitais, Russo, Vadrucci (San Mauro), Allasia, Giletta, Montaldo, Tall (Savigliano), Bianchi, De Collibus, Moscato, Novelli, Piccolin, Pitoni (Sparta Novara), Abbruggiati, Canino, Ferro, Ledda, Milazzo (Vanchiglia), Bozzardini, Guarraia, Pirisi, Spiga (Venaria)

LA CHIAMATA - Mercoledì e giovedì il giovane difensore del Chisola effettuerà degli allenamenti al Genoa CFC, un bell'attestato per chi si sta distinguendo in un campionato molto lottato
 


Periodo di natale pregno di soddisfazioni per i 2003 del Chisola. Pochi giorni dopo la chiamata di Geraci nella rappresentativa nazionale di categoria, arriva un' altra certificazione di qualità per il gruppo guidato da Fabio Isaia. Lorenzo Dell'Anno ha già visto in passato realtà professionistiche, essendo cresciuto nel Torino e poi nella Juventus. Al Chisola poi ha proseguito al meglio il suo percorso di crescita, arrivando ad allenarsi con regolarità con la prima squadra. Difensore centrale mancino, molto tecnico e versatile, dato che fino all'anno scorso giocava in mediana, il suo arretramento si deve al nuovo tecnico che ne ha esaltato le caratteristiche. L'attenzione di un club di A è quindi diretta conseguenza del buon lavoro svolto dal ragazzo fino ad'ora e del ottimo ambiente in cui sta crescendo. Isaia loda l'atteggiamento determinato e il grande carattere tirato fuori da Dell'Anno in questi mesi, la serietà con cui si prodiga a raggiungere i suoi obbiettivi. E rimarca altresì la gratificazione che riceve tutto l'ambiente da queste chiamate, una conferma di quanto il gruppo oltre a giocare bene riesca a valorizzare i suoi elementi ed è convinto che altri ragazzi della rosa potranno avere occasioni simili. La forza del gruppo è evidenziata dallo stesso giocatore, che per bocca del suo allenatore ribadisce la sua felicità per questa opportunità e come il merito sia da condividere con tutti i suoi compagni. Un gruppo unito che potrà togliersi tante soddisfazioni. A lui i nostri migliori auguri e i complimenti al Chisola per le possibilità che riesce a creare per i suoi giovani.

REPORTAGE - 5° episodio del nostro viaggio alla scoperta dei metodi di lavoro e della filosofia nella Scuola Calcio
 


Per il nostro giro in casa del Pozzomaina, il nostro Cicerone è stato Gianni Talladira, vicepresidente e responsabile ad interim della Scuola Calcio. Parlando con lui e girando per il campo di allenamento, dove i tre gruppi del 2008 si allenavano, avvertiamo un'aria particolare. Spiegandoci i metodi di allenamento, riscontriamo una certa continuità con quanto già sentito nelle nostre precedenti visite ad altre compagini. Il livello di professionalità che si riscontra anche tra le categorie più giovani, è a ben donde motivo di vanto per le società che si muovono in tal modo e al Pozzomaina non ne difettano di certo. L'appartenenza alla Scuola Calcio Elite è sicuramente una certificazione di qualità, così come il valore dei tecnici, patentati per la maggiore Uefa B e C. I tecnici hanno libertà di scelta sui metodi di allenamento da utilizzare, purché siano finalizzati al raggiungimento di obbiettivi mensili che si prefissano nel breve periodo e che abbiano carichi di lavoro adeguati alle varie età. Per questo la società cerca di essere presente e pronta al dialogo qual'ora ce ne fosse bisogno, mettendo in prima fila le necessità del bambino. E' rilevante poi come ci si dedichi alla preparazione dei portieri fin da piccoli, con istruttori specifici. Aspetto che non è curato dappertutto e che in società è stato oggetto di discussione. Parlando di questo aspetto, torna a pizzicarci il naso e ci vien da chiedere come gestisce i rapporti umani la società, non solo al suo interno, ma principalmente con gli utenti, i genitori. Un aspetto su cui tutte le società incontrate fino a qui hanno dimostrato di dover trattare con estrema delicatezza e fermezza insieme. Al Pozzomaina non è diverso, ma viene fuori un aspetto che è diretta conseguenza del genere di società che abbiamo trovato qui. Ottavio Porta è il presidente e la sua famiglia occupa i vari ruoli all'interno dell'organigramma. Può sembrare una cosa da nulla, ma il senso di "calore domestico" che si respira qua fino ad ora ci era mancato sentirlo. E' facile capire come, essendo una grande famiglia, le diatribe interne si possano risolvere in un modo ben diverso rispetto a discussioni con semplici dipendenti, come ci sia grande affiatamento, una sorta di alveare dove tutti lavorano per il meglio della società. E questo ha inevitabilmente risvolti nei rapporti umani con l'utenza e con i tecnici alle dipendenze, perché è come avere un unico interlocutore, con qualunque membro dello staff societario si parli. Rapporti che hanno una "calorosità" decisamente spiccata, con tutti i pro e i contro del caso, perché se è vero che un ambiente così ti accoglie facilmente, è vero che spesso qualcuno possa approfittarne. Talladira con una battuta ci fa capire: "Qui non siamo ad un ristorante 5 stelle, al Pozzo è come stare in una trattoria. Vedi i cuochi preparare, sai cosa mangi e la confidenza è maggiore. Ma il rischio di prendersi troppa confidenza è che si confondano i ruoli". Per questo la società lavora molto. Da un lato opera tanto sul campo, cercando di stare vicino alle famiglie, aiutando chi è in difficoltà; dall'altro si cerca di essere sempre attenti alle richieste del genitore, organizzando le riunioni qual'ora vengano richiesti degli incontri. Purché non vi siano discussioni su aspetti tecnico-tattici, su questi Talladira, in linea con tutte le società incontrate fin'ora si dimostra inflessibile. La crescita del bambino-calciatore spetta a loro ed è anche corretto che in un ambiente dove si cerca di mettere i rapporti al centro di tutto, si conceda la fiducia necessaria agli istruttori. Che nel caso dovessero sgarrare, sono prontamente ripresi dai vertici. E' un compito difficile quando ti poni in un certo modo relazionarti con gli adulti, Talladira ne è consapevole, ma rimarca anche quanto sia delicato il confronto con il bambino. Crearsi un'immagine che ai loro occhi non sia solo quella che li fa giocare e divertire, ma che allo stesso tempo li formi, gli insegni e che sia concepita come figura autoritaria. Per questo il vicepresidente ammette come gli piacerebbe che tutti gli istruttori fossero isef, con competenze non solo tecniche, ma soprattutto che abbiano la capacità di rapportarsi al meglio verso il piccolo, col dialogo e senza dimenticarsi di farli divertire. Perché, ci dice, "questa è una società che ha un percorso storico continuativo, che cerca di crescere piano piano con le risorse che ha, che ha sviluppato sane amicizie/rivalità con diverse società, come quella col Cenisia. Ma la cosa più bella è vedere il campo pieno (e quanto sarebbe bello poterne avere un altro) la sera, con i piccoli che imparano divertendosi e vedere questa gioia nei loro occhi. Questa è la soddisfazione più grande che questa passione che coltiviamo ci possa dare".

14° GIORNATA - Il Chisola riparte alla grande. Il Pinerolo viaggia spedito. Savigliano e Area Calcio si riscattano. Carmagnola super: da 0-2 a 2-2 con l'uomo in meno. Monregale e Mirafiori ok
 


Sabato scorso il Chisola, oggi il Bra. Due weekend veramente tosti per l'Atletico Torino, ma alla fine si può dire che ne esce alla grande. Una squadra davvero rognosa da affrontare e se n'è accorto anche il Bra oggi. Ma agli audaci ospiti, aiutati anche dalla fortuna nella vittoria di settimana scorsa, questa volta non è bastato il coraggio e ai ragazzi di Floris è bastata la rete di Todisco a metà primo tempo per decidere l'incontro e mantenere la vetta per Natale. Niente regalo quindi per il Chisola, che ora deve inseguire ed aspettare la prima di ritorno per una sfida al Bra che potrà dire tanto. Nel frattempo però, i ragazzi di Isaia ripartono spediti, sfoderando una grande prestazione senza pecche e stendendo il volenteroso Cumiana per 7-0. Non fa sconti neanche il Pinerolo, terza forza del girone, che sale a 36 punti grazie al perentorio 4-0 rifilato al Lesna Gold. Partita che comunque si è risolta solo nel secondo parziale, dopo una prima parte d'incontro chiusa 1-0. Ottimo momento per il Carmagnola, che dopo la vittoria della scorsa settimana, coglie un altro grande risultato sul campo della Cbs. Primo tempo con i padroni di casa che fanno valere la loro forza, salendo 2-0 e indirizzando apparentemente l'incontro, anche perché poco dopo Fidale si vede comminare un cartellino rosso. Ma nella ripresa viene fuori il grande cuore ospite, con Rebola che accorcia al 10' e il gran gol di Galluccio al 25' che pareggia i conti: stop al vertice dell'area grande, giravolta fulminea e bordata sotto il sette, per la soddisfazione del tecnico Rega e per una pausa che può essere vissuta con più serenità ora che assieme alle prestazioni si son ottenuti questi buoni risultati. Riscatto per Savigliano e Area Calcio, che si trovavano a dover affrontare squadre estremamente bisognose di punti. Nessun problema per il Savigliano col fanalino KL Pertusa, per un 3-0 che allontana la zona play-out. Mentra l'Area Calcio fatica di più, ma alla fine piega di misura il Bacigalupo, che riassapora la sconfitta dopo tre pareggi consecutivi. A far compagnia al Savigliano a 20 punti c'è anche il Monregale, che ringrazia Cilleni per aver sbloccato l'incontro col Carignano nel recupero del primo tempo. E Hayari per il colpo del definitivo k.o. a 10 dal termine. Nell'ultimo incontro di giornata, il Mirafiori si impone 2-1 sul Giovanile Centallo. 25 i punti per i giallo-azzurri ora, mentre la squadra di Bianchi resta ferma a 20, in zone di classifica ancora relativamente tranquille.


BRA-ATLETICO TORINO 1-0
Reti: pt 20' Todisco

PINEROLO-LESNA GOLD 4-0
Reti: pt 20' Ongaro, st 15' Blal, 18' e 25' Bonan

SAVIGLIANO-KL PERTUSA 3-0

BACIGALUPO-AREA CALCIO 0-1

MONREGALE-CARIGNANO 2-0
Reti: pt 41' Cilleni, st 31' Hayari

CBS-CARMAGNOLA 2-2
Reti: pt  2 (C), st 10' Rebola (CA), 25' Galluccio (CA)
Espulso: pt 15' Fidale (CA)

CHISOLA-CUMIANA 7-0
Reti: 2 Perotti, 2 Amendola, Bernardon, Dell'Anno, Coscia

MIRAFIORI-GIOVANILE CENTALLO 2-1
Reti: pt 23' rig. Bettonte (M), st 20' Tursi (M), Trucco (G)

14° GIORNATA - Pro Eureka e Pozzomaina non sbagliano. Quincinetto Tavagnasco travolgente. Lascaris a valanga. Il Cenisia viola il campo del Venaria. Totaro trascina il Lucento. Vanchiglia-San Mauro sospesa
 


Grande partita in casa Borgaro Nobis, con il Volpiano che supera l'insidia presentata dai padroni di casa e grazie ad un gol per tempo conquista i tre punti, mantenendo la vetta ad una giornata dalla fine del girone di andata. Partita vibrante, con gli ospiti che si vedono annullare un gol per fuorigioco e i padroni di casa che si mangiano le mani per i legni colpiti (un palo e una traversa), per le buone occasioni avute da Greco e per il rigore fallito da Alterio quando si era sullo 0-1. Si corre spediti quindi in vetta, così come fanno le inseguitrici Pro Eureka e Pozzomaina. La squadra di Bordin non aveva un compito facile, dovendo ospitare l'Alpignano, ma esce dal confronto in maniera mirabile, trascinata ancora da Gravina (altra doppietta per lui) e riuscendo a chiudere l'incontro con Cravero pur con l'uomo in meno, con gli ospiti che si erano rifatti sotto grazie a Pio e Moussissa. Per il Pozzomaina invece nessun problema con il fanalino Bollengo Albiano, con i ragazzi di Cantone autori di una prova senza sbavature, per un 7-0 finale che esalta Covello, autore di una tripletta e nuovo capocannoniere in solitaria con 16 marcature. Affermazioni pesanti in coda per Quincinetto Tavagnasco e Cenisia. I primi riscattano il 7-3 della scorsa settimana subito a Lucento, rifilando lo stesso parziale alla Rivarolese, con il bomber Pianese che si porta a casa il pallone. Il tecnico Reolfi commenta a fine partita: "Se vogliamo parlare di prestazioni, la squadra in queste prime 14 partite ha giocato alla pari e spesso meglio di tante altre squadre. Solo con Lascaris e Lucento siamo stati in difficoltà sul piano del palleggio. Per quanto visto finora potremmo avere tranquillamente il doppio dei punti che abbiamo, ma speculare sull'errore dell'avversario a questa età è più efficace e porta risultati nell'immediato. Sono molto soddisfatto del percorso fatto fin'ora, i ragazzi sono consapevoli di giocare un bel calcio, ma chiaramente occorre lavorare ancora molto perché oggi come in tante altre occasioni ad ogni errore veniamo puniti e per contro concretizziamo poco rispetto a quanto creiamo". Mentre il tecnico ospite Beltrani è dispiaciuto ed incredulo per l'atteggiamento visto dai suoi oggi e visto che è la seconda sconfitta consecutiva con un passivo molto pesante, spera che la pausa possa servire a riordinare completamente le idee. Soddisfazione anche per il tecnico Polizzi del Cenisia, che va a vincere a Venaria per 3-1, accorciando proprio sugli avversari odierni, ora a -5 e prima squadra ad essere automaticamente salva. "Grande vittoria in una giornata difficile, dove eravamo contati di numero. Ma i ragazzi hanno dato tutto, non hanno mai perso la calma. Abbiamo segnato da palla inattiva, ma abbiamo mostrato di sapere arrivare in zona gol con facilità, viste anche le due traverse e il palo colpiti. Era importante chiudere l'anno in maniera positiva, dopo tante buone prestazioni che però non hanno portato punti". Nota di merito per l'estremo difensore Ardizzone, che al 31' del secondo tempo neutralizza il rigore di Ursoleo che avrebbe voluto dire 2-3 e ultimi minuti di fuoco. Alla ripresa ci sarà una sfida delicatissima proprio contro il Quincinetto Tavagnasco, per un finale di girone entusiasmante. Chi entusiasma facilmente è il Lascaris, che sfodera tutta la sua potenza di fuoco sull'Aygreville, siglando 10 reti e permettendo a Merico di realizzare uno straordinario poker personale che lo porta a 12 reti stagionali. Lo stesso numero di Totaro, che in chiusura di entrambi i tempi regala la vittoria al suo Lucento, tenendo l'Ivrea bloccata a 16 punti. Infine, partita sospesa sul 1-1 tra Vanchiglia e San Mauro per infortunio all'arbitro. Si va verso la ripetizione.


BORGARO NOBIS-VOLPIANO 0-2
Reti: pt 18' Sponzilli, st 32' Dascanio
Note: pt 20' Belles (A) para rigore ad Alterio (B)

LASCARIS-AYGREVILLE 10-0
Reti: pt 1', 34', 39' e st 10' Merico, pt 22' Pretti, st 23' Lobianco, 27' e 39' Adamo, 37' Marchetti

PRO EUREKA-ALPIGNANO 4-2
Reti: pt 8' e st 25' Gravina (P), pt 30' Pio (A), st 25' Moussissa (A), 27' Golfarelli (P), 38' Cravero (P)
Espulso: st 30' Brucceri (P)

QUINCINETTO TAVAGNASCO-RIVAROLESE 7-3
Reti: pt 3' Vergano (Q), pt 12', st 7' e 33' Pianese (Q), 20' Fornero (R), 25' Baudino (R), st 20' o.g. (R), 23' Verterano (Q), 26' Pitti (Q), 41' Fileccia (Q)
Espulso: st 43' Balbiano (Q)

VENARIA-CENISIA 1-3
Reti: pt 11' Varzi (C), 39' Perino (C), st 8' Merandino (C), 11' Vito (V)
Note: st 31' Ardizzone (C) para rigore ad Ursoleo (V)

POZZOMAINA-BOLLENGO ALBIANO 7-0
Reti: pt 14', 28' e st 42' Covello, st 6' Pavia, 17' Loggia, 25' Filetti, 35' Iannarelli

LUCENTO-IVREA 2-0
Reti: pt 37' rig. e st 40' Totaro

VANCHIGLIA-SAN MAURO sospesa

14° GIORNATA - Al Casale la sfida per il terzo gradino del podio. Il ciclone Gnata si abbatte sull'Academy Novara. Tuzzeo regala tre punti d'oro all'Accademia Borgomanero. Borgosesia e Sparta Novara riscattano le sconfitte della scorsa settimana. La Novese vince ancora. Scavelli super per il Castellazzo
 


Sfida delicata al vertice tra Chieri e S.G.Derthona. A spuntarla nettamente sono i padroni di casa, che mandano a referto per la seconda partita consecutiva cinque marcatori diversi e colgono la 13° vittoria su 14 incontri. Partita estremamente convincente per i ragazzi del tecnico Viola, molto soddisfatto della prestazione complessiva, che celebra al meglio la chiamata giunta in settimana di De Santis e Gai per la rappresentativa nazionale di categoria. Ma l'allenatore del Chieri è convinto che anche tanti altri suoi ragazzi potranno ritagliarsi soddisfazioni simili in futuro, visto l'ottimo lavoro che stanno svolgendo. Per il Derthona sconfitta netta, ma che non toglie nulla alla grande stagione disputata fino ad ora e sancisce, se ancora ce ne fosse bisogno, che i due marcatori formano una coppia micidiale, capace di far male a chiunque. Accorcia sulla seconda il Casale, che nella sfida contro la diretta concorrente Alfieri Asti si impone 4-2. Gran primo tempo dei ragazzi di Zatti, che vanno sopra 3-0 per poi subire il parziale ritorno ospite, ma senza sbandare chiudono i conti con Campanella. Perde terreno l'Acqui, che esce sconfitto sul campo dell'Accademia Borgomanero per 1-0. Tre punti importantissimi e vittoria di prestigio e di cuore per i padroni di casa, che ringraziano Tuzzeo che dal limite dell'area piazza il sinistro vincente che vuol dire 3° vittoria in campionato e 14 punti. Non perde quindi terreno rispetto alla Novese, che prosegue il suo buon momento chiudendo la pratica Accademia Verbania nel primo parziale e agganciando così la Biellese, sconfitta in casa dello Sparta Novara. Ancora in rete uno dei 2004 terribili del tecnico Palumbo, questa volta è Moscato, che chiude la contesa nel secondo tempo dopo che Garda aveva portato i suoi in vantaggio nel primo. Nessun problema per il Borgosesia di Zucca, che cala il poker contro la Borgovercelli e resta a pari punti proprio dello Sparta. Mentre il Città di Baveno regala una giornata epica al suo bomber Gnata, autore di tutte e cinque le marcature col quale viene stesa l'Academy Novara. 15 gol per lui e vetta della classifica cannonieri ad un soffio. Chiude la giornata, un'altra prestazione monstre. E' quella di Scavelli, autore del poker che affonda il Gassino e permette al Castellazzo di volare a 15 punti. La lotta per uscire dalla zona play-out si fa apertissima e il Castellazzo ha anche una partita in meno.


ACCADEMIA BORGOMANERO-ACQUI 1-0
Reti: st 38' Tuzzeo
Note: st 20' Nojelli (AB), para rigore a Coletti (A)

ACCADEMIA VERBANIA-NOVESE 0-3
Reti: pt 5' Diacarlo, 15' Allò, 35' Giacomin

BORGOSESIA-BORGOVERCELLI 4-0

CHIERI-S.G.DERTHONA 5-2
Reti: pt 10' Tollardo (C), 25' Frattoloni (C), st 5' Esposito (C), 15' Akouah (D), 20' Cavigiola (D), 35' Mennuti (C), 38' Laneve (C)

CASALE-ALFIERI ASTI 4-2
Reti: pt Premoli, Bracco, Daka, st 32' Musso (A), 38' Raverta (A), Campanella

CITTA' DI BAVENO-ACADEMY NOVARA 5-0
Reti: pt 5', 10', 30', st 15' e 30' Gnata

SPARTA NOVARA-LA BIELLESE 2-0
Reti: pt 25' Garda, st 15' Moscato

GASSINO-CASTELLAZZO 0-4
Reti: pt 14', 20', 29', st 15' Scavelli

APPROFONDIMENTO - Andiamo a scoprire quanto pesano nell'economia delle vittorie di diverse squadre, le marcature dei loro principi del gol
 


"...Prese un pallone che sembrava stregato, accanto al piede rimaneva incollato, entrò nell'area, tirò senza guardare ed il portiere lo fece passare" cantava De Gregori in una famosa canzone del 1982. Parole perfette per descrivere quello che fanno tanti ragazzi che ogni sabato prendono i riflettori, se li puntano addosso e ci deliziano con gol di ogni tipo. Uomo d'area, fantasista o difensore che sia, quanto pesano però questi gol per le squadre? Quale di questi ragazzi che rimpolpano ogni settimana la classifica marcatori, è più decisivo per i propri colori? Guardando la classifica marcatori Under 16 ciò che salta subito all'occhio è l'estrema competitività. Nessuno in fuga solitaria con valanghe di gol, tira e molla in testa che giornata dopo giornata si fa più avvincente. Sebbene ci sia un trio al comando, chi spicca in questo momento è la coppia più micidiale di categoria: Akouah-Cavigiola del Derthona, entrambi a 12 reti. Preziosissima risorsa per il tecnico Pontarolo, possono però essere un'arma a doppio taglio, visto che contribuiscono al 60% dei gol di squadra. Insomma, le fortune del Derthona passano prevalentemente dai loro piedi, una bella responsabilità per loro, ma che può risultare grande stimolo per i compagni a migliorarsi. L'unica altra coppia che incide per  la propria squadra in maniera così rilevante, è quella formata da Pianese e Vergano del Quincinetto Tavagnasco, mentre per trovare percentuali oltre il 60% dobbiamo accorpare il trio Alterio-Greco-Lo Bue del Borgaro Nobis. Vitale per i suoi e per la prepotente risalita in classifica della sua squadra, iniziata dopo la 5° giornata, è Piredda dell'Atletico Torino, che ha fino a qui contribuito al 45% dei gol di squadra. E percentuali simili ci sono anche per i capoclassifica Coletti dell'Acqui (40%) e Covello del Pozzomaina (41%), veri trascinatori delle proprie compagini nelle zone alte della classifica, così come per Ferrari dell'Ivrea (40%), i cui gol cercheranno di portare la sua squadra alla salvezza. Sebbene le percentuali non siano estremamente alte, c'è da aggiungere l'importanza e il peso di questi gol e i punti preziosi che hanno regalato. L'Acqui quando Coletti non va a segno, fatica a vincere, Covello è decisivo per il Pozzomaina e Ferrari ha salvato più volte l'Ivrea, come ad esempio contro il Quincinetto Tavagnasco. Peso specifico dei gol che spesso supera appunto le percentuali. Ad esempio Gnata del Città di Baveno, che ha contribuito al 34% delle reti di squadra, è vitale per i suoi, dato che dopo un grande inizio di campionato ha rallentato, in concomitanza con una flessione del suo team. Un esempio lampante di quanto la dicotomia tra la verve del bomber e il buon andamento della compagine in cui gioca, sia un elemento di difficile decrittazione. E' pacifico che chi se la passa alla grande sono le squadre di vertice capaci di mandare regolarmente in rete non solo i propri terminali offensivi, ma diversi altri elementi, senza dover dipendere troppo dalla buona giornata del singolo. Ad esempio Squillaciotti, in testa alla classifica sia come marcatore, che con la sua squadra, ha contribuito alle reti del Bra il 28% delle volte. Esposito-Mennuti contribuiscono al 38% dei gol del Chieri, ma alle spalle hanno altri undici compagni ad essere andati in rete. Mentre il Volpiano, che comanda il gruppo B, punta tutto sul collettivo, avendo il suo capocannoniere Bosonin a dieci marcature, ma concentrate principalmente in due incontri (tre alla 1°, quattro alla 7°) ed avendo mandato a referto solo sei ragazzi. Significativo il caso del Lascaris, squadra che ha mandato in rete più ragazzi di tutti (14), timbra sempre il cartellino, ma non riesce a piazzare uno sprint decisivo, forse proprio per mancanza di un bomber letale, che decida le partite più bloccate.

NAZIONALE UNDER 16 - Bella soddisfazione per due ragazzi del Chieri e uno del Chisola, convocati nella Nazionale Under 16. Di seguito il comunicato completo
 


Quattro calciatori delle nostre Società piemontesi-valdostane sono stati convocati in Rappresentativa Nazionale Under 16. La selezione, guidata da Calogero Sanfratello, si inserisce nell’ambito del Progetto Giovani LND e, mercoledì 19 dicembre a Brugherio (BS), Centro Sportivo Comunale sito in via San Giovanni Bosco, si svolgerà il raduno dell’area Nord.
Sono stati convocati per l’amichevole in famiglia che inizierà alle 14.30:
CALCIO CHIERI 1955 DE SANTIS SAMUELE
CALCIO CHIERI 1955 GAI FEDERICO
CHISOLA GERACI ANTONIO

 

I calciatori interessati che dovranno  portare con loro la Carta di identità, la tessera sanitaria, gli indumenti da gioco (sarà fornita solo la pettorina) e una copia del certificato medico di idoneità all’attività sportiva agonistica in corso di validità ai sensi delle normative vigenti, senza il quale non sarà possibile prendere parte all’attività del raduno.

Si rappresenta che la mancata partecipazione di un calciatore all’attività della Rappresentativa di Lega, comporterà l’applicazione delle sanzioni previste dall’art.76 delle N.O.I.F.