Giovedì, 23 Maggio 2024
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 803

Venerdì, 10 Febbraio 2017 19:04

Andrea Mancuso racconta la stagione sua e dell'Alpignano e lancia la sfida a tutti: "Noi ci crederemo fino alla fine"

Scritto da

L'INTERVISTA - Il centrocampista classe '99: "Sto benissimo qui, abbiamo sbagliato tanto nel girone d'andata, ma siamo pronti a dare tutto nel ritorno"

Sabato 11 febbraio al via un'altra importantissima giornata di campionato per la Juniores Regionale e noi non ci lasciamo scappare nessuno. Andrea Mancuso, una delle punte di diamante di quella J Stars che faceva paura a tutti, campione regionale proprio con i bianconeri e autore di stagioni incredibili che gli hanno regalato tante gioie; ha sicuramente un solo grande rimpianto, e un solo grande dolore che si porterà dietro come tutti i suoi ex compagni: quella maledetta partita persa contro il Montebelluna che non gli ha concesso di giocarsi la finale per lo Scudetto.

Ora però le cose sono cambiate, il centrocampista ormai è due anni che veste la maglia dell'Alpignano e, nonostante le prime difficoltà, anche questa stagione sta dando man forte alla squadra bianco blu: "è stato un inizio molto difficile - dice Mancuso - la squadra non rispecchiava le aspettative della società e in primis del mister. Lui però ha sempre creduto in noi, e sicuramente è grazie a lui che, con tanto lavoro, possiamo parlare di una seconda parte di stagione molto positiva, visti i risultati delle ultime 3 partite. Io mi sono trovato molto bene, sia con l'allenatore che con la squadra; siamo un ottimo gruppo che può ancora dire la sua sul campionato."
Per quanto riguarda invece i suoi ricordi delle giovanili, l'ex capitano bianconero la pensa così: "Sono campionati molto diversi, la differenza più importante è l'intensità della partita durante tutto l'arco dei 90'. Non mi manca nulla del settore giovanile, perché per quanto mi riguarda preferisco questo modo di giocare." Ovviamente la Juniores è il passaggio fondamentale per poi approdare pronti in prima squadra: "Sto giocando con continuità, ho fatto il ritiro con la prima squadra dall'1 agosto, sono contento perché questo mi ha aiutato molto e ho avuto la possibilità di capire come è il calcio dei "grandi"".
 
Le ultime parole del giocatore dell'Alpignano sono ovviamente legate agli obiettivi e li ha ben chiari in testa nonostante la giovane età: "Come stabilito già ad inizio anno vogliamo arrivare in testa alla classifica, quindi ora dobbiamo rimediare agli sbagli del girone d'andata, quindi finché la matematica non ci condannerà è lecito crederci fino alla fine."
Determinazione e coraggio hanno fatto di Andrea Mancuso il calciatore che è oggi, e il suo apporto sarà fondamentale per la scalata della classifica dell'Alpignano perché come dice lui, bianconero nel midollo, bisogna sempre lottare fino alla fine.

Registrati o fai l'accesso e commenta