Sabato, 13 Aprile 2024
Lunedì, 15 Gennaio 2024 16:53

Under 15 regionali / Report - La lezione di mister Talarico e dell'Accademia Borgomanero si prende la scena. Applausi dalla Biellese

Scritto da
Stefano Talarico (al centro) con i colleghi delle altre annate Stefano Talarico (al centro) con i colleghi delle altre annate

IL PUNTO SULLA 15^ GIORNATA - Nessuna grossa sorpresa in questa tornata. Successo di prestigio del Derthona sull'Acqui. 3 punti sofferti per Bulè Bellinzago, Virtus Accademia, Alpignano, Sisport e Chieri. Il Candiolo saluta il tecnico Zanellato con un punto e una prova di spessore.
 


GIRONE A

Il campionato riparte con un gran bel gesto nell'incontro tra Accademia Borgomanero e Biellese. I padroni di casa segnano con Panizza in fuorigioco, ma la giovane direttrice di gara non ravvede l'irregolarità. Complici anche diverse male parole lanciate dalla tribuna, il tecnico rossoblu Stefano Talarico invita i suoi ragazzi a lasciar fare gol agli avversari. Una lezione di grande correttezza e un bel messaggio a difesa della classe arbitrale lanciato dall'allenatore: "Al di là di quanto fosse eclatante il fuorigioco, è stata una scelta presa anche per tutelare l'arbitra. Era una ragazza giovanissima, secondo me neanche maggiorenne e che per altro ha diretto in maniera eccellente l'incontro. Sentire certe frasi verso di lei non va affatto bene, bisogna mettersi nei suoi panni, nei panni dei genitori che magari l'hanno accompagnata alla gara. Ci vuole più rispetto per ragazzi che come i nostri che giocano, vengono per passione a fare questo lavoro. Bisogna cercare di capire quanto è difficile per loro e sentire insulti simili non è accettabile. Pazienza poi per la sconfitta, ma è stato giusto comportarsi così in quel momento". La lezione che arriva dal tecnico Talarico e dall'Accademia Borgomanero andrebbe sottolineata in ogni dove, un messaggio forte di grande rispetto ed educazione valido non solo per i giovani che scendono in campo, ma anche per i meno giovani che si scaldano troppo facilmente. E il primo plauso arriva dalla stessa Biellese, che sottolinea il fair play dei padroni di casa, gesto a cui dare assolutamente il massimo risalto.

Per quanto riguarda gli altri incontri di giornata, successi per le prime tre della classe. La capolista Città di Baveno ha la meglio dell'Oleggio con due reti per tempo; il Bulè Bellinzago la spunta nel finale grazie alla doppietta di Marciaz contro l'ostico Verbania; il Gozzano vince e convince 4-1 sul terreno della RG Ticino. Sia Oleggio che RG Ticino formano con lo Sportiva Caltignaga un terzetto a 11 punti, con quest'ultima sconfitta dalla Juventus Domo, in rete Ramponi e granata bianco che tengono il passo per stare nelle prime 8. Chi si stacca dal terzetto è il Città di Cossato, vincente 3-1 sul Santhià, ma queste quattro squadre si giocheranno verosimilmente l'accesso ai playout, mentre al fanalino di coda serve una vera impresa per rimontare. Chiude la giornata lo spettacolare 3-3 tra Alicese Orizzonti e Borgosesia, più gratificante per i padroni di casa, capaci di rimontare dopo essere stati 3-1 sotto.

GIRONE B

Prosegue senza scossoni la marcia della Pro Eureka, l'Olympic Collegno non è riuscito ad opporsi a Bazzoni e compagni pur trovando il momentaneo pari con Cinti, ma la corazzata di mister Pilone ha poi preso il largo, tenendo sempre a debita distanza le inseguitrici Borgaro Nobis e Volpiano Pianese. I ragazzi di Squillace ripartono alla grande, avendo la meglio della diretta concorrente Quincinetto Tavagnasco. Un bel 3-1 davvero convincente al cospetto di un avversario di livello, che però rimane in vantaggio negli scontri diretti avendo vinto 4-0 all'andata, nella corsa al podio sarà in gioco fino alla fine. Bene anche le foxes, Tenca e doppio Chira indirizzano l'incontro con l'Atletico Cbl già nel primo parziale, la difesa blinda la porta e i 3 punti sono assicurati. Festa del gol per il Gassino contro il Venaria e momentaneo aggancio alla Rivarolese, che non ha però disputato il suo incontro in casa della Strambinese. E chiude la giornata di goleade l'Ivrea, ottimo 6-2 sul campo del Paradiso Collegno che tiene gli eporediesi in scia dell'8° posto, occupato dall'Olympic Collegno staccato di 3 punti. Unico successo di misura quello della Virtus contro il VDA Charvensod, basta il rigore di Argiri a metà ripresa. Soddisfatto il tecnico D'Alesio: "Gran bella partita. Tesa, difficile, ma mai in difficoltà. Qualche occasione non sfruttata, nel primo tempo e dopo il vantaggio nel secondo per chiuderla, ma sono molto contento dei miei ragazzi. Compatti, coesi e vogliosi di aiutarsi l’uno con l’altro. Bel passo in avanti in classifica. Testa alla prossima, ma intanto godiamoci questa vittoria che non era per nulla semplice".

GIRONE C

Le prime cinque della classe vincono tutte e mantengono inalterati i distacchi. Se però Lascaris (4-0 al Vanchiglia), Cbs (5-0 al PSG) e Cenisia (5-0 al BSR Grugliasco) hanno fatto valere la loro superiorità in zona gol e nel comparto difensivo, ben più problemi hanno avuto Alpignano e Sisport, rispettivamente seconda e terza forza. I primi sono stati sorpresi da Giordan, che ha illuso la Bruinese costringendo i forti avversari ad una rimonta che si è concretizzata in sorpasso solo ad una manciata di minuti dal triplice fischio; i secondi invece hanno faticato altrettanto sul campo del Lucento e solo la rete di Regano al 20' della ripresa ha permesso di abbattere la coriacea resistenza dei ragazzi di mister Chessa.
La sconfitta del Lucento permette al Valle di Susa di riportarsi a 5 punti di distanza, complice il travolgente 7-1 con cui i ragazzi del tecnico Ollio hanno piegato a domicilio il Cit Turin. Il modo migliore per ricominciare l'anno, così come per il Rosta, altra squadra in corsa per stare tra le prime 8 che scavalca proprio il Lucento di un punto grazie al 3-1 sul Mirafiori.

GIRONE D

Non basta un ottimo primo tempo al Morevilla per contenere il fortissimo Chisola. Caffaratti sorprende i vinovesi in apertura, ma Patruno trova il pari poco dopo. Il primo tempo si chiude sull'1-1, ma nella ripresa il nuovo Chisola del tecnico Locandro torna in campo rivitalizzato e trascinato dal suo bomber (5 gol per lui alla fine) travolge i coraggiosi avversari. Il Busca continua ad essere saldamente al secondo posto con un buon margine e può dirsi comunque soddisfatto del punto conquistato in rimonta sul difficile campo del Cumiana. Rosicchia così due punti ad entrambe la Cheraschese, ora terza dopo il secco 3-0 alla Monregale con Maiolo sempre in evidenza con una doppietta. Frena invece il Pinerolo: una combattiva Saviglianese impone il 2-2 ai più quotati avversari, costringendoli alla rimonta dopo che le reti di Racca e Ruta avevano ribaltato l'iniziale gol di Ravera. Buon punto per i rossoblu in ottica playout, ma la classifica resta molto corta. Il Pedona è due lunghezze dietro, sconfitto in casa dalla rete di Toure che fa felice il Cuneo Olmo, così come il Candiolo, che pareggia con il Nichelino Hesperia. Ospiti salvati da un rigore, in un incontro in cui i padroni di casa hanno dato il massimo per cercare di salutare con una vittoria il tecnico Zanellato, che passerà alla Juniores lasciando la panchina a Giuseppe Scaletta. Alla fine i 3 punti non sono arrivati, ma questo gruppo ha tutto per lottare fino all'ultimo almeno per agguantare gli spareggi. Chi invece punta a stare tra le prime 8 è la Giovanile Centallo, impostasi nello scontro diretto con il Fossano per un 3-1 che vale il sorpasso in classifica.

GIRONE E

L'assolo dell'Asti prosegue e a questo turno si è dovuto inchinare il San Giacomo Chieri, doppio Petkov e il rigore di Aversano portano la compagine di Camisola a 45 punti. Al secondo posto c'è sempre il bel Derthona di mister Monfredini, nel big match del sabato prova di forza importante dei suoi ragazzi al cospetto del forte Acqui, che come all'andata deve inchinarsi 2-1. Ringrazia il Chieri, che piazza così il sorpasso sui bianco neri dopo l'1-0 tutt'altro che semplice strappato sul campo della tignosa Mezzaluna Villanova, decisivo De Luca. Proprio Chieri-Acqui sarà il piatto forte del prossimo weekend, ma da non sottovalutare anche Derthona-Novese. I ragazzi di Baucia travolgono il Lenci Poirino e sono in piena corsa per entrare tra le prime quattro, domenica l'occasione buona per accorciare, potendo contare su un Nicolò Monteleone dal piede caldissimo, con già 20 gol all'attivo il Derthona dovrà stare molto attento alle sue capacità sotto porta. Pronta ad approfittare di qualsiasi passo falso lì davanti anche l'Alba Calcio, che passa con un convincente 3-0 sul campo dell'Asca e sorniona proverà ad approfittare degli scontri diretti del prossimo turno per rifarsi sotto. Ma non dovrà sottovalutare lo Spartak San Damiano, che con Ramello e un super Masetti regola la SCA Asti e vorrà tenersi stretto il 7° posto, figlio di un campionato di altissimo spessore. Oltre al San Giacomo Chieri però la squadra di mister Baracco deve guardarsi anche dal Don Bosco Alessandria, sempre lì a due lunghezze dopo che nel posticipo del pomeriggio domenicale si è imposto 4-2 sul campo del Moncalieri.

Registrati o fai l'accesso e commenta