Domenica, 21 Aprile 2024
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 2369

Partita di cartello al Comunale di Lombardore, valida per il girone B del Campionato d'Ivrea Esordienti 2007, dove scendono in campo le squadre del Lombardore - capolista del Girone - e del Real Soccer Team, una delle pretendenti al titolo. Partita maschia, molto combattuta, con un clima che ricordava già l'estate. Folto pubblico da ambo le parti, con grande partecipazione.


Primo tempo giocato da ambo le compagini con grande determinazione, gol sfiorato più volte dal Lombardore con i soliti Ariano e Rubini, che solo per questioni di centimetri, o per la bravura del portiere avversario, non riescono realizzare, ma il calcio è bello e strano, e a un minuto dalla fine il Real Soccer pesca il jolly con un gol rocambolesco e si porta in vantaggio per 1 a 0, vincendo il tempo.

Secondo tempo molto più equilibrato, con incursioni da ambo le parti, e dove il portiere Mellano - numero 1 del Lombardore - si mette in evidenza con diversi interventi risolutivi, anche il collega del Real Soccer non è da meno, ma al 4' Mirko Frigato, numero 10 del Lombardore, appena entrato dalla panchina, segna un bellissimo gol, portando a 4 le reti in questo campionato. Le squadre in campo lottano caparbiamente ma il risultato resta cristallizzato, facendo vincere questo tempo agli azzurri canavesani.

Terzo tempo ancora più lottato degli altri, con le squadre che fanno di tutto per superarsi, il Real Soccer con un gioco veloce e continuo, il Lombardore con ottimi contrasti e ripartenze brucianti; la partita si gioca a centrocampo con un agonismo, che l'ottimo arbitro, riesce a tenere a freno, è ancora il Real Soccer ad andare in vantaggio al 12', con un tiro che s'insacca a fil di palo alla destra di Mellano: esultanza dei ragazzi di Pavone, che pensano di avere la partita in pugno, ma il Lombardore reagisce, con diverse azioni ad un millimetro dal gol, e ci riesce il numero 6 Omar Ambrosini, con un bolide scagliato dalla distanza che s'insacca sotto la traversa della porta difesa dal bravo portiere del Real Soccer al 17'. Gli ulitmi minuti sono una lotta tremenda e Ariano - numero 9 del Lombardore - a 1' dalla fine ha una bellissima occasione che si vanifica per un soffio. Il tempo termina 1 a 1 e fissa in parità tutto l'incontro sul 2 a 2.

Come si evince, partita bellissima, che lascia i ragazzi di mister Marengo ancora al comando del girone, in previsione della prossima sfida al vertice con il Vallesacra. Risultato giusto, che ha premiamo entrambi i team, in questo girone molto combattuto, con ottime squadre di buonissimo livello.

Luigi Oddone, Dirigente Lombardore

Partita strana, quella vista sul campo di Pont Canavese, in una giornata tiepida, con un cielo azzurro che ha allietato gli spettatori e le squadre in campo. In maglia bianconera i ragazzi del Pont, in divisa azzurra il Lombardore. I ragazzi di Marengo si sono trasformati dalle precedenti esibizioni, forse poiché rimaneggiati nella formazione, ma forse complice anche il primo il caldo della stagione, hanno dimostrato in alcuni momenti una scarsa concentrazione, e quasi hanno compromesso l'esito della gara; il Pont  a detta del suo stesso allenatore, era per la prima volta al completo e ha giocato una gran bella partita.


Primo tempo giocato molto bene dal Lombardore che ha subito pressato il Pont nella propria area. Dopo diversi tentativi all' 11' il numero 6 Alessio Marengo segna un gran gol, passano pochi minuti ed è la volta del centrocampista Oddone, che batte il portiere avversario con un bel tiro di mancino. Ancora Oddone pochi minuti dopo coglie un incrocio del pali con un secco tiro sempre di sinistro da fuori area. Il tempo fissa il risultato sul 2 a 0 per il Lombardore.

Secondo tempo Qui scatta la partita strana: il Lombardore, forse pago del risultato, gioca con ordinaria amministrazione, non concretizza alcune azioni e subisce il contropiede del Pont. La difesa degli azzurri pare impacciata e compie diverse sviste, il Pont gioca con lanci lunghi del portiere, che superano i difensori i quali a volte mettono in difficoltà il portiere Mellano, infatti al 19' il Pont segna e accorcia le distanze portandosi sull'1-2, e vincendo questo tempo.

Terzo tempo Terza frazione giocata dai ragazzi del Lombardore con le stesse disattenzioni del secondo; i centrocampisti cercano di mettere un po d'ordine, ma  il gioco è frammentato e confuso. Segna il Pont all'8' con un contropiede veloce, che coglie impreparata  la difesa, portando il risultato sul 2-2. Sferzata del Lombardore, che vuole riprendersi la vittoria, diverse occasioni fallite per un soffio, anche da distanza ravvicinata e ottimo il portiere del Pont. Quando mancano 3' alla fine, Frigato pesca il jolly su un'azione molto insistita e batte il portiere portando il Lombardore sul 3 a 2, ma non è ancora finita; il Pont sfiora il gol su calcio piazzato, che il portiere Mellano riesce a deviare sulla traversa. Il risultato parziale si fissa sull'1 a 1 mentre il finale è 3 a 2 per il Lombardore.

Come si evince dalla cronaca, non è stata una partita noiosa, anzi, onore al Pont che ha dimostrato grinta e voglia, e anche al Lombardore che in alcuni momenti è il Lombardore di sempre. I ragazzi di Marengo sono capaci di esprimere un bel gioco, che ieri si è visto solo a sprazzi. Un plauso al Pont, società molto ospitale, che ha contribuito allo svolgimento della partita, in un clima sereno e piacevole

Al Comunale di Lombardore due squadre molto motivate, da una parte la Rivarolese in tenuta granata e pantaloncini neri, dall'altra il Lombardore in maglia azzurra e pantaloncini blu. Partita molto combattuta, con sprazzi di bel gioco, da ambo le parti, con la capolista Lombardore che ha fatto presto pesare un'organizzazione di gioco più consona all'incontro. I ragazzi di Marengo hanno messo in mostra un gioco vivace e spumeggiante, e un buonissimo assetto in campo ha fatto sì che si vincessero i vari duelli nei vari settori del campo.


Il primo tempo si presenta con vari tentativi degli attacchi di perforare le difese avversarie, il gioco è deciso e vigoroso, ma sempre corretto, al 5' Alessio Marengo realizza per il Lombardore, ma la perla la trova al 14', quando dalla destra dell'area fa partire un bolide che s'insacca all'incrocio, portando a 2 il suo bottino personale e le reti del Lombardore. Il tempo termina con questo risultato senza altri scossoni.

Secondo tempo molto più equilibrato, e giocato dalle rispettive difese, con grande determinazione. Le due squadre hanno cercato di superarsi, ma non ci sono riuscite; al 7' grande parata del numero 1 del Lombardore Samuele Mellano, che salva la sua rete. Al 13' quando Alex Baltag, numero 5 del Lombardore, calcia una punizione favorevole a lato della porta della Rivarolese, il tempo termina 0 a 0.

Terzo tempo ancora con un Lombardore scatenato in diverse occasioni, sintetizzate al 12' con un gran tiro sulla traversa di Rubini; al 17' una bellissima parata del portiere della Rivarolese, che alza sulla traversa un tiro insidioso, ma il Lombardore segna al 18', con Frigato: bel gol il suo, che permette di vincere questo tempo alla sua squadra.

Buono il pubblico, molto partecipe, onore ai ragazzi delle due compagini, combattivi e grintosi, come vuole il bellissimo gioco del calcio gioco di competizione e anche di amicizia, visto il saluto di fine gara tra gli atleti. La partita termina 3 a 0 per il Lombardore, risultato giusto che rispecchia il gioco visto in campo.

Domenica mattina di grande calcio tra Vallorco (in verde chiaro) e Lombardore (nel consueto azzurro). Nel Vallorco giocano due ragazze, nel ruolo di portiere e di difensore laterale di fascia.


Primo tempo - Dopo una decina di minuti di studio, la gara si sblocca al 12', con un bellissimo gol del laterale destro Marengo, che gonfia la rete del Vallorco. Ancora schermaglie a centrocampo, fino a quando il centrocampista Rubini s'inventa una serpentina lungo la linea di fondo, saltando tre avversari, mettendo una palla invitante a centro area, che il centrocampista numero 4 Frigato spinge in rete al 19' rendendo vano l'intervento del portiere avversario. Il risultato si fissa sul 2 a 0.

Secondo tempo - Si parte in maniera molto combattuta, con il Lombardore che tenta la via della rete più volte, ma trova sulla sua strada il portiere del Vallorco, che si supera in molte occasioni; anche gli attaccanti azzurri ci mettono del loro, non cncretizzando almeno quattro palle gol, a un passo dalla riga di porta. Si va negli spogliatoi sullo 0 a 0, premiando più le difese che gli attacchi.

Terzo tempo - Il Lombardore sale in cattedra con un centrocampo molto attivo, che produce gioco e porta in rete il capocannoniere Ariano al 7', poco dopo Rubini servito da un passaggio filtrante del numero 10  Oddone realizza una splendida rete. Ancora il Lombardore a segno con la vivace punta Bocco, che realizza il 3° gol portando il risultato del tempo sul 3 a 0.

Sintesi - Partita a senso unico, inattivo il portiere del Lombardore, salvo l'ordinaria amministrazione, buona la difesa, con il laterali Ambrosini e  Mussari, sempre attenti nelle coperture, ottimo il centrale  Baltag, una sicurezza. Se le partite si vincono a centrocampo, quello del Lombardore dà segni di grande miglioramento nell'attesa di altri impegnativi incontri. Come ampiamente detto, il risultato finale di 5 a 0 per il Lombardore è un risultato giusto, anche se merita citazione la squadra del Vallorco, sempre combattiva e mai doma.  

Luigi  Oddone (Dirigente Lombardore)

 

Inizia bene il Lombardore, in questa prima di campionato che all'inizio ricorda i brividi invernali. Al Comunale scendono in campo due squadre che vogliono ben figurare in questo campionato del Girone B Zona d'Ivrea. In maglia verde il Torrazza, in maglia azzurra il Lombardore. Buon pubblico sugli spalti, che ha seguito l'incontro con grande tifo e partecipazione ora per l'una, ora per l'altra squadra.


Primo tempo giocato subito con grande intensità, parte bene il Torrazza che spinge in difesa i padroni di casa, ma è un fuoco di paglia; appena la difesa e i centrocampisti azzurri prendono le misure, il gioco si rovescia nell'area avversaria e al 4' Ariano concretizza in gol un bellissimo passaggio filtrante. Reagisce il Torrazza, che cerca il gol con una bella punizione, che esalta le doti del numero 1 del Lombardore Samuela Mellano, che vola sulla sua destra respingendo l'insidia in angolo. Ancora il numero 9 Ariano realizza al 14', sfruttando un contropiede partito dall'ottimo centrocampo del Lombardore. Reazione del Torrazza bloccata dall'attenta difesa azzurra, ed ecco il terzo gol, questa volta per merito del centrocampista numero 4 Oddone, che con il suo mancino gonfia il retino laterale della porta. Primo tempo che si chiude sul 3 a 0 per i padroni di casa.

Secondo tempo sulla falsariga del primo, con diverse sostituzioni, segna subito ancora Ariano al 2' e al 4', portando il suo bottino di reti a un livello invidiabile. Il Torrazza cerca il gol con tutte le sue forze e lo trova al 12' con il numero 2 Pani, bravo a sfruttare una corta respinta del numero 12 del Lombardore De Franceschi. Ancora lotta dura a centrocampo, con diverse occasioni da gol del Lombardone non concretizzate, per le ottime parate del portiere, salvataggi sul filo di lana, o legni della porta. Il tempo termina 2 a 1. Per gli azzurri il terzo tempo è stata l'apoteosi di Ariano, che al 3' tira in porta un bolide deviato da un difensore, e 2' dopo  realizza ancora una bellissima rete, portando a 6 il suo bottino personale.

La partita termina7 a 1 , ottimi i ragazzi di Marengo, bravi a giocare con belle azioni veloci, con una difesa granitica sempre attenta, buon lavoro dei centrocampisti, che hanno macinato molti metri di campo e una menzione particolare a Samuele Mellano, il numero 1 della gara, autore di bellissime parate e di tempestive uscite. Complimenti anche ai verdi del Torrazza, squadra caparbia, ben impostata, con ottime individualità, che ha dato l'impressione di non essere mai doma. Bella partita, che meritava di essere vista e giocata.

Luigi Oddone Lombardore Calcio

GIRONE B / 4° GIORNATA - Vittoria per 10-0 della capolista, le parate del portiere Mellano riducono il numero dei gol segnati 


Partita giocata con un tempo veramente autunnale, su un campo in sintetico molto allentato, quella tra La Chivasso e Lombardore, che hanno dato vita ad un incontro dominato dalla squadra locale, che ha vinto 10-0 e mantenuto l'imbattibilità nel girone B, con un bottino di reti totale di ben 36 segnate e nessuna subita.

La Chivasso entra in campo con tanta voglia di vincere e inizia subito bene con un gran tiro dalla destra che si infila all'incrocio, imparabile per il portiere ospite Samuele Merrano. Seguono altri gol che gonfiano la rete del Lombardore, alcuni su belle azioni, altre propiziate da svarioni difensivi dei giocatori in divisa blu.

La partita segue questo copione, con il Lombardore che alza la testa solo nel terzo tempo e sfiora il gol  in un paio di occasioni: la più eclatante, a pochi minuti dalla fine , si svolge a partire da un bellissimo passaggio del centrocampista del Lombardore, che mette la punta Ariano tu per tu con il portiere avversario, ma il tiro colpisce il portiere, togliendo al Lombardore la soddisfazione del gol della bandiera.

Ottima prova per la squadra di Chivasso che ha messo in mostra un gioco veloce, preciso e determinato, al Lombardore invece è mancata la determinazione, la foga agonistica e la voglia di vincere. La squadra allenata da Mister Marengo, che ha già dato molte soddisfazioni, deve senza dubbio credere di più in sè stessa, specie negli appuntamenti più difficili. Menzione d'onore per il portiere Mellano, autore di buone parate come sempre, e che nonostante i gol subiti è risultato il migliore dei suoi.

Girone molto difficile, con alcune squadre che paiono molto più avanti nella preparazione, e altre che pur mettendo in risalto bel gioco in alcune partite, soffrono avversari più titolati: per ora la classifica premia La Chivasso, con  il Lombardore che nonostante la sconfitta si trova ancora in ottima posizione.

 

 

 

Lombardore 20/10/2018
 
 
Bella partita sabato al Comunale di Lombardore, in una giornata di sole, quasi fosse primavera, tra le squadre del Lombardore e del Vallorco. fermo restando il risultato  agonistico chiuso a favore del Lombardore per 7 a 0, la partita si deve ricordare per un bellissimo gesto di Fair Play da parte del Portiere  del Vallorco  TAGLIANO JACOPO, al quale è stata assegnata la Carta Verde. Il portiere richiamava l'Arbitro dell'incontro, facendo assegnare alla squadra avversaria  un Calcio d'Angolo, non recepito. Un bellissimo gesto da parte di questo atleta.
 

Altra carta verde per motivi tecnici , assegnata a ARIANO STEFANO del Lombardore, per un bellissimo goal su mezza rovesciata, un gesto tecnico veramente  eccellente.
 
 

Per il resto la partita è stata giocata con buoni livelli, con una predominanza  tecnico tattica da parte del Lombardore che andava in vantaggio al  secondo minuto del primo tempo tempo con Ariano, che oggi ha realizzato una tripletta , ed è capocannoniere per il Lombardore, gli altri goal che si sono sgranati, negli altri tempi, sono stati realizzati da Ambrosini 1, Marengo 2, e Oddone 1, da  ricordare le bellissime parate  del portiere del Vallorco Tagliano, che ha certamente evitato un passivo più ampio alla Sua squadra.
 

Del Lombardore bisogna lodare la buona difesa , con il perno centrale Baltag, l'ottimo Mussari, e il coriaceo Bili, il centrocampo  ha messo in evidenza le ottime prestazioni, di Rubini, Oddone, Ambrosini, Bocco  Marengo e Gogolinka, la punta Ariano ha finalizzato al meglio le occasioni con ottima tecnica, per quanto riguarda il portiere Mellano oggi  poco impegnato, si è dimostrato attento e sveglio, specie in un uscita ai limiti dell'area, effettuata con grande tempismo.
 

Due squadre da rivedere più avanti, con la preparazione più  a regime, ma che hanno dimostrato, già buona tecnica di palleggio e di costruzione.

Altra nota positiva, nel Vallorco giocavano due ragazze, con una prestazione di buon livello, che non hanno certo sfigurato, a fronte dei colleghi maschi.

Insomma una bella giornata a Lombardore, queste partite, fanno innamorare ancora di più del bellissimo gioco del calcio.
 
 
L.O. (Lombardore)              

Leinì, 2 aprile 2017

 

Sul bellissimo sintetico di Via Gremo alla Cittadella dello Sport , bellissima partita  tra due squadre  con ottima classifica nel Girone A del Campionato i Pulcini zona d'Ivrea. I Padroni di casa allenati da Mister Sacco hanno saputo imporre un ritmo indiavolato alla gara utilizzando un modulo di gioco molto offensivo, con solo un difensore centrale davanti al portiere, 2 tornanti, 3 centrocampisti e una punta di riferimento. Il Real Soccer Team ha retto l'assalto per circa 10 minuti, tentando azioni di alleggerimento , ben controllate dai centrocampisti Leinicesi , che rapidi proponevano azioni a raffica con un ottimo giro palla, su una di queste azioni , dopo aver sfiorato più volte il gol, anche con un palo clamoroso di Perino, il tornante di sinistra Locci  ricevendo la palla sulla fascia sinistra  del campo lasciava partire una sassata che s'infilava nettamente a filo di traversa, un Eurogoal che premiava la caparbietà dei ragazzi in maglia a scacchi azzurri e bianchi. il primo tempo  si fissava sull' 1 a O per i padroni di casa.

 

 

 

Il secondo tempo veniva giocato, con alcuni cambi, da parte dei due Mister , ma il filo conduttore era sempre quello dei primo tempo, anche se i bravi ragazzi del Real Soccer Team in casacca granata  tentavano di recuperare la partita , gelati da un gran gol della punta Lamanna che si liberava del marcatore e insaccava.... Diversi altri tentativi dei padroni di casa, che hanno sfiorato più volte il gol , sia con punta che con i centrocampisti  che s'inserivano a turno, belle parate anche dei due portieri...sempre attenti e pronto. Anche qui il risultato si bloccava sull' 1 a 0 per il Real Leinì.

 

Nel terzo tempo i Biancoazzurri hanno controllato il risultato sfiorando più volte il gol con Tiri di Oddoe, Tamburelli Alessandro, e soprattutto con un colpo di testa di Lamanna che andava a lato di un soffio....lasciando il risultato finale sul 2 a 0, sotto una pioggia battente ma rigenerante... La vittoria ha permesso al Real Leinì di scavalcare in classifica l'avversario e di puntare alle prime posizioni

 

 

 

Settimo torinese, 13 Maggio 2017

 

Suquet chiama e Stefanelli risponde in una partita ricchissima di goal che ha vista Ivrea e Settimo sfidarsi nel pomeriggio di Sabato in un agguerrito duello in scena allo stadio Primo Levi di Settimo Torinese. Gli ospiti hanno costruito il loro vantaggio nei primi due tempi, portandosi sul 3-1 e ipotecando di fatto i tre punti grazie a un reparto offensivo che le violette non sono quasi mai riuscite a contenere. Nell'ultima frazione il Settimo ha incassato altri due gol per poi riscattarsi nel finale accorciando le distanze fino al 3-5 finale che ha un po' addolcito la sconfitta.

 

Nei primissimi minuti di gara si vede una partita abbastanza equilibrata fino al quinto minuto di gioco quando l’Ivrea ha un’ occasionissima con Costa, che con un’ampia falcata percorre tutto il corridoio di destra e serve al centro un ottimo pallone per Cavallo, che prova a staccare di testa ma manca la palla. Appena due minuti dopo prova a farsi perdonare l’8 dell’Ivrea con una conclusione dalla distanza sulla quale però ci arriva senza troppi problemi l’estremo difensore viola. Al decimo è ancora Ivrea con un ottimo uno-due tra Costa, che percorre nuovamente tutto il corridoio di destra e serve un ottimo pallone a Sequet, che lo gestisce bene, dando il tempo a Costa di sistemarsi per il tiro, che però risulta essere troppo centrale per impensierire Cirasole. Nei minuti finali di questo primo tempo il Settimo è messo sotto assedio dalla compagine di mister Chiole, ma si difende e resiste bene fino al tredicesimo, quando Sequet, trova finalmente la gioia del goal.

 

 

Il secondo tempo inizia sulla falsa riga del primo con il Settimo che con grande grinta e determinazione prova a placare le incursioni avversarie, che non tardano ad impensierire i viola, quando già al secondo minuto della ripresa Sequet prova la conclusione al giro ma indirizza male il pallone, che finisce sul fondo. Appena tre minuti dopo però il capitano dell’Ivrea non sbaglia più e firma la doppietta personale, che aumenta la difficoltà del Settimo di rimontare. Ma i Settimesi da nobili guerrieri quali sono, non accusano il colpo e con orgoglio riaprono la partita al decimo con una splendida rete di Stefanelli. L’Ivrea però a perdere questa gara non ci sta e appena tre minuti dopo la rete del numero 10 viola, è ancora lui, Suquet, a bucare la difesa avversaria e insaccare un pallone importante per l’andamento della gara. Ma il Settimo ancora una volta non soccombe e al quattordicesimo sfiora il secondo goal con Stefanelli con una punizione calciata magistralmente sulla quale solo un miracolo dell’estremo difensore eporediese può evitare il peggio. Ma le emozioni di questo secondo tempo non finiscono qui, perché al quindicesimo è ancora lui, Stefanelli, a distinguersi, questa volta però in fase difensiva, salvando un pallone direttamente sulla linea di porta.

 

Ci crede un po’ di più adesso il Settimo che nel terzo tempo scende in campo più aggressivo e più determinato che mai a pareggiare i conti con Suquet e i suoi ma l’Ivrea risponde subito con Fadda che mette in mezzo un ottimo pallone per Cavallo, che però conclude debole e centrale. Ma al terzo minuto di gioco è Fadda stesso a fare tutto da solo e a regalare la gioia del quarto goal ai suoi compagni. Ma a tenere alto l’onore dei padroni di casa c’è Stefanelli, che al sesto prova la conclusione dalla distanza sulla quale però non ha problemi ad arrivare il portiere avversario. Appena un minuto dopo Suquet risponde con un goal che sembra chiudere definitivamente la gara ma non è d’accordo Stefanelli, che al decimo trova la doppietta personale su rigore e non contento, appena un minuto dopo, si concede anche la gioia della tripletta con una splendida rete, che però non cambia le sorti della partita, che finisce 3-5 per gli eporediesi.

 

SETTIMO – IVREA 3-5

 

I MARCATORI: pt 13’ Suquet(I); st 5’, 13’ Suquet(I), 10’ Stefanelli(S); tt 3’ Fadda(I), 7’ Suquet(I), 10’, 11’ Stefanelli(S).

 

LA FORMAZIONE DEL SETTIMO: Cirasola, Bilec, Zippari, Pangallo, Papi, Turchetto, Marcone, Varrastro, Greco, Stefanelli, Talica, Benenati, Care. All. Ciavarella.

 

LA FORMAZIONE DELL'IVREA: Gagliardi, Costa, Decio, Faccin, Suquet, Fadda, Cavallo, Sciavilla, Maddiotto, Da Soghe. All. Chiole.

Redazione

Leinì, 6 maggio 2017

 

Sotto una pioggia battente per tutta la gara alla Cittadella di Via Gremo a Leinì  si sono affrontate  due squadre molto toste e quadrate, la capolista Banchette e il tenace Real Leinì , che si sono dati battaglia sul sintetico. La partita è stata subito molto combattuta, andava in vantaggio il Banchette su un intervento aggressivo della punta che riusciva  ad anticipare il portiere del Real mettendo la palla in rete passavano pochi minuti e arrivava il pareggio  con una splendida rete di Dine  che insaccava imparabilmente......

 

Il secondo tempo era molto combattuto.. e  le squadre si sono equivalse, sfiorando ripetutamente il goal... con parate  importanti dei due portieri.....la spuntava il Banchette all'ultimo minuto su una mischia in area, riusciva a fare passare la palla oltre alla riga di porta.

 

 

Terzo tempo con un Real scatenato. alla ricerca di un  risultato ampiamente meritato, diversi tiri  di Dine  hanno sfiorato la realizzazione  e anche la punta Oddone ha sfiorato un eurogoal quando dal lato  dx del campo quasi all'altezza  della riga del fondocampo faceva partire un tiro di sinistro che colpiva la traversa ricadendo in area, non si trovava il colpo risolutore, ottima la prestazione anche dei gemelli Tamburelli  e del fantasista Peraudo, ma la sorte era avversa ed il Banchette concludeva in goal un altra azione molto confusa.... fissando il risultato finale 1-3, consolidando il 1 posto nel girone A  del Campionato d'Ivrea..

 

Onore al merito delle due squadre viste oggi e a tutti i ragazzi  che hanno giocato veramente un bel calcio, difficile a vedersi in queste categorie.....