Mercoledì, 29 Maggio 2024
Venerdì, 20 Marzo 2015 13:56

Giarola: "Facchetti il più forte con cui ho giocato, Messina il miglior avversario"

Scritto da Mino Polacco

INTERVISTA - Il centrocampista classe 2001 gioca nei Giovanissimi fascia B del Santhià. E' un centrocampista arretrato. Il suo compito? Bloccare le azione avversarie e fa ripartire l'azione, proprio come i suoi idoli Marchisio e Pogba fanno nella Juventus

Federico Giarola è la diga di centrocampo della squadra di Davide Berardi. Il suo Santhià è riuscito a qualificarsi per la fase regionale, nella quale sta compiendo un onorevole cammino (seppur con qualche scivolone). Conosciamo meglio questo giocatore al suo primo anni nel Settore Giovanile.

Nome e cognome?
"Federico Giarola".

Data di nascita?
"25 settembre 2001".

Squadra in cui giochi?
"Santhià Giovanissimi fascia B".

Raccontaci brevemente la tua carriera.
"E' dal terzo anno di  pulcini che gioco nel Santhià, mentre la Scuola Calcio e primi due anni di pulcini li ho fatti nella Crescentinese".

In che ruolo giochi?
"Centrocampista davanti alla difesa".

Quanti gol hai già fatto in questa stagione?
"Quattro".

La tua squadra del cuore?
"La mia squadra del cuore è da sempre la Juventus seguo tutte le partite e con mio papà e mio fratello facciamo un tifo sfrenato".

Il giocatore a cui ti ispiri?
"Sono due i miei calciatori preferiti visto che tifo Juve e gioco a centrocampo non possono che essere Pogba e Marchisio".

Qual è il tuo punto di forza sul campo da calcio?
"Il mio punto di forza è il saper conoscere e fare abbastanza bene sia la fase difensiva che quella offensiva. Poi, sicuramente, la grinta che ci metto in tutte le partite".

In cosa, invece, devi migliorare?
"Devo migliorare nella personalità che vale quanto la tecnica ed il fisico, devo imparare ad essere più cattivo sul campo". 

Datti un voto da 1 a 10 per ognuna delle seguenti caratteristiche
Tiro: 8
Passaggio: 8
Colpo di testa: 8
Contrasto: 10
Tackle: 10
Senso del gol: 7
Velocità: 8
Dribbling: 8
Forza: 7
Acrobazia: 7

Qual è stata la miglior partita della tua carriera?
"La mia miglior partita l’ho giocata contro il Real Canavese nella finale di un torneo che abbiamo vinto ai rigori, io e i miei compagni anche se inferiori tecnicamente abbiamo dato tutto sul campo riuscendo a portare a casa il trofeo".

Qual è stata invece la peggior partita della tua carriera? 
"La peggior partita l’ho giocata contro la Strambinese quest’anno nella fase regionale, probabilmente poca concentrazione".

L'allenatore a cui sei più legato?
"Tutti gli allenatori che ho avuto mi hanno trasmesso qualcosa però sono particolarmente affezionato a mister Luciano Pantaleone con cui ci siamo tolti molte soddisfazioni e mi ha insegnato che per ottenere un risultato è importante sacrificarsi. Dico anche mister Davide Berardi, il mio mister attuale che altrimenti non mi fa più giocare. Mi piace per come cura la parte tecnica degli allenamenti".

Il compagno di squadra con cui ti trovi o ti sei trovato meglio?
"Mi trovo bene con molti dei compagni di squadra, sono 4 anni che lo zoccolo duro della squadra è sempre lo stesso, quindi è difficile fare un solo nome".

Il giocatore più forte con/contro cui hai giocato?
"Il giocatore più forte con cui ho giocato è il mio amico e compagno Davide Facchetti, mentre l’avversario più forte penso sia stato Messina della Biellese".

Quali obiettivi hai nel mondo del calcio, in questa stagione e in prospettiva?
"Per questa stagione spero di ottenere un buon piazzamento nella fase regionale, purtroppo ci sono stati dei problemi e onestamente non posso sperare di vincere il girone regionale, per il futuro spero che la squadra si rinforzi per poter competere con gli squadroni della nostra regione".

Se segnassi nella finale, a chi dedicheresti il gol?
"Lo dedicherei ai miei genitori ed anche a me stesso".

Usciamo dal campo: che passioni hai oltre il calcio?
"Oltre al calcio mi piace anche il tennis ".

Se non sfondi nel mondo del calcio, cosa vorresti fare da grande?
"Mah…mi piacerebbe fare il fisioterapista, sarebbe comunque bello restare nel mondo del calcio".

SEI UN GIOCATORE E VUOI LA TUA INTERVISTA? CLICCA QUI 

Registrati o fai l'accesso e commenta