Mercoledì, 22 Maggio 2024

Esordienti 2011 Girone H / La partita - Regna l'equilibrio, il match tra i Cervotti e i Torelli termina pari

2^ GIORNATA - Quando in una partita trionfano il rispetto degli per gli avversari e il tifo per la propria squadra non si può che parlare di bel calcio. I cervotti e i torelli oggi hanno giocato una partita alla pari, combattendo fino all’ultimo. (gallery a fine pezzo)
 


VENARIA-TORINO 3-3 (2-1) (0-1) (1-1)
RETI: pt Leu (V), Salvai (T), rig. Lombardo (V), st Stefanucci (T), tt Messina (T), Pullara (V)
VENARIA: Bertollo, Iacopino, Lombardo, Conte, Scarcello, Leu, Pullara, Laressa, Solito, Coppolella, Guarnaschelli, Di Schiena. All.Secchi
TORINO: Mataj, Grasselli, Stefanucci, Ledda, Pioli, Capirone, Fraire, Mariello, Messina, Rodrigues Cervetti, Salvai, Brigante. All. Zichella

LA PARTITA

Quella di oggi è stata sicuramente una partita combattuta alla pari e il risultato è più che giusto. Entrambe le squadre hanno lottato fino alla fine e hanno mostrato grande rispetto per gli avversari.
Il match inizia con un tiro preciso di Leu che termina in porta, portando subito in vantaggio la squadra di mr. Secchi. Durante la partita, il cervotto cerca diverse volte la conclusione con la complicità dei suoi compagni Scarcello e Pullara, che si mostrano sempre pronti e recettivi e ringhiano su tutti i palloni che ricevono. Bisogna sottolineare le doti acrobatiche di Brigante, che si supera in diverse occasioni ed evita il raddoppio della squadra di casa.
Le azioni costruite in attacco dal Venaria spesso trovano il muro del Toro, Stefanucci, che con freddezza allontana il pallone spazzandolo via.
Poco dopo la prima rete, arriva la seconda; questa volta a segnare è Salvai che con lucidità trova il pareggio. Ed è ancora il Toro a creare il brivido successivo con Rodrigues Cervetti, che tenta il colpaccio con un tiro di testa, ma non trova la conclusione.
Sul finire del primo parziale, l’arbitro concede un rigore al Venaria. Questa volta è Lombardo a portare in vantaggio la sua squadra, facendo terminare i primi 20 minuti sul 2-1.
All’inizio del secondo tempo, l’attenzione viene catturata da Stefanucci che batte una punizione tesa sul primo palo che si insacca in fondo alla rete.
Si torna a una situazione di pareggio che, però, non sta bene a Scarcello; la mezzala dei verdearancio, con la sua rapidità, cerca svariate volte di costruire azioni favorevoli per i suoi compagni.
Il terzo tempo vede come prima azione Ledda cercare la profondità e qualche minuto dopo Messina trovare la rete del vantaggio, con un bel mancino dal limite dell’area.
Neanche il tempo di esultare che Pullara, con un tiro cross, riesce a piazzare il pallone sotto il 7 della porta.
La partita termina 3-3 e le squadre rientrano nello spogliatoio consapevoli di aver dato un bell’esempio di calcio giocato, pulito ed equilibrato.

LAURA PAPPALARDO

Registrati o fai l'accesso e commenta