Giovedì, 25 Luglio 2024
Martedì, 16 Maggio 2023 17:11

Caselle - Ufficiale il divorzio con Christian Zullo e Michele Gentile dopo 5 anni in rossonero

Scritto da
Christian Zullo, Raffaele Balluardo e Michele Gentile Christian Zullo, Raffaele Balluardo e Michele Gentile

SOCIETA’ - “Il nostro ciclo è terminato, abbiamo raggiunto gli obiettivi: eravamo 89esimi nella classifica del SuperOscar, nell’ultima proiezione siamo 14esimi. Ora cerchiamo una nuova avventura” spiegano i due dirigenti


Dopo 5 anni, è finita la collaborazione tra il Caselle e Christian Zullo (allenatore della prima squadra e responsabile delle giovanili) e Michele Gentile (responsabile della scuola calcio). Lo comunica la stessa società rossonera con un post su Facebook, stesso social usato da Michele Gentile per questo commento: “Cinque anni di lavoro e ricostruzione, sempre con il massimo impegno e disponibilità, il nostro ciclo può definirsi terminato. Un ringraziamento a tutti quelli che hanno creduto in noi, agli allenatori che sono passati e sono ancora lì, al presidente, a Stefania della segreteria che ha lavorato sodo con noi e a tutto lo staff organizzativo. Obbiettivi raggiunti! Grazie al mio compagno di viaggio Christian Zullo per aver condiviso gioie e delusioni, come ringrazio Raffaele Balluardo, il direttore sportivo numero 1 che ha costruito gran parte delle squadre nei primi anni. Il calcio è la mia passione e non finisce di certo qui. Soddisfatto e orgoglioso di quanto fatto. Sempre e comunque buona fortuna Caselle”.

A scendere nel dettaglio degli ‘obiettivi raggiunti’ è Christian Zullo, stavolta al telefono: “Quando siamo arrivati c’erano quattro squadre e poche decine di iscritti, oggi parliamo di più di 200 iscritti, una filiera completa, squadre nei regionali. Eravamo 89esimi nella classifica del SuperOscar, nell’ultima proiezione siamo 14esimi. Peccato per la retrocessione della prima squadra dalla Promozione”.

E adesso? “Dopo tanti anni abbiamo deciso di cambiare, è normale cercare nuovi stimoli. Chiarisco subito che non c’entra niente con l’arrivo di Fabrizio Capodici, ottima persona e grande professionista, semplicemente è giusto che lui faccia il suo percorso e noi cerchiamo una nuova avventura. Ci piacerebbe tornare tutti e tre insieme, con il nostro amico Raffaele Balluardo, ma capisco che non è facile a questo punto della stagione, per cui vedremo se qualcuno ci farà una proposta interessante…”

Registrati o fai l'accesso e commenta