Domenica, 23 Giugno 2024
Venerdì, 02 Gennaio 2015 10:00

Simone Martini: "Faccio gli assist per meritarmi la rappresentativa"

Scritto da

INTERVISTA - Tifoso della Juve con il mito di Marchisio, il centrocampista del Pozzomaina traccia gli obiettivi: "Vogliamo arrivare nei primi tre nei regionali, io spero di continuare con la rappresentativa. Serie A? Ormai è tardi, ma non si sa mai".

 

Presentati: nome e cognome, data di nascita, squadra in cui giochi.
"Mi chiamo Simone Martini, ho 16 anni, sono nato il 5 maggio 1998, gioco nel Pozzomaina".

5 maggio, come la poesia di Manzoni dedicata alla morte di Napoleone, una data importante.
“Sì, una data importante, ma per l'Inter...”

In che ruolo giochi?
“Centrocampista centrale, con caratteristiche offensive”.

Maglia numero 10?
“A volte, ma io preferisco l'8”.

Quanti gol hai già fatto in questa stagione?
“Ancora zero... Diciamo che i gol li faccio fare”.

La tua squadra del cuore, anche se dalla risposta sul 5 maggio è scontato?
“Juve”.

Il giocatore a cui ti ispiri.
“Marchisio”.

Qual è il tuo punto di forza sul campo da calcio?
“La tecnica”.

Datti un voto da 1 a 10 per ognuna delle seguenti caratteristiche, e non fare il modesto...
TIRO: 7
PASSAGGIO: 8
COLPO DI TESTA: 6.5
CONTRASTO: 6.5
TACKLE: mai sul sintentico
SENSO DEL GOL: 6
VELOCITA': 7.5
DRIBBLING: 7.5
CORSA: 8
FORZA: 7
ACROBAZIA: 7

Qual è stata la miglior partita della tua carriera? Perché?
“Quest'anno, sarà stato novembre, contro l'Olmo: ho giocato davvero bene, tanto che due settimane dopo sono stato chiamato in rappresentativa per quella prestazione”.

Qual è stata invece la peggior partita della tua carriera? Perché?
“Contro il Cirié, sarà stato 4 anni fa, non ero in campo e sono stato sostituito”.

L'allenatore a cui sei più legato.
“Gianluca Macrì”. 

Perché? Cosa ti ha insegnato?
“È giovane, nostro amico”.

Il compagno di squadra con cui ti trovi o ti sei trovato meglio.
“Jacopo Bellato, è arrivato quest'anno e abbiamo subito legato, siamo compagni di reparto”.

Quali obiettivi hai nel mondo del calcio, in questa stagione e in prospettiva?
“Come squadra vogliamo arrivare tra i primi tre nel campionato regionale, personalmente vorrei continuare con la rappresentativa”.

Niente serie A?
“Ormai non posso più pensare al professionismo, volendo essere realistici, poi non si sa mai...”

Scaramanzie prima della partita?
“Sempre la musica nelle cuffie dell'iphone, Eminem o cose che mi caricano”.

Se segnassi nella finale regionale, a chi dedicheresti il gol?
“Alla squadra, non penso alla ragazza o alla famiglia mentre gioco, c'è solo la squadra”.

Usciamo dal campo: che passioni hai oltre il calcio?
“Uscire con gli amici, seguire la moda per vestirmi bene, cinema, musica, divertimento, tutto quello che fanno i ragazzi della mia età. E le ragazze, al primo posto insieme agli amici”.

Se non sfondi nel mondo del calcio, cosa vorresti fare da grande?
“Il cuoco. Faccio l'alberghiero, mi piacerebbe proseguire su questa strada”.

Piatto preferito? 
“Da mangiare la pizza e le lasagne, da preparare il branzino al forno”.

SEI UN GIOCATORE E VUOI LA TUA INTERVISTA? CLICCA QUI

Registrati o fai l'accesso e commenta