Sabato, 22 Giugno 2024
Lunedì, 23 Febbraio 2015 14:30

Allievi fascia B - Buoni e cattivi della decima giornata

Scritto da

IL PUNTO 10° TURNO - Le squadre imbattibili in Piemonte, il nuovo Barcasalus di Napoli e il Cuneo di un altro pianeta. Ma anche il Baveno perduto, il Cenisia sprecone e un Asti agrodolce

BUONI

GLI IMBATTIBILI – Superato il giro di boa, continuano ad essere tre le squadre a non aver ancora perso in campionato. Su tutti spicca la tanto celebrata J Stars che non si è limitata a restare imbattuta, ma ha “preferito” vincerle tutte. Otto successi nella fase provinciale e dieci nel girone 3 regionale. Una squadra, quella di Di Bartolo, che si è dimostrata in grado di sopperire anche alle assenze più pesanti: contro il Pedona mancavano Mancuso, Galieri e Cavaleri e a prendersi le luci della ribalta è stato il nuovo arrivo Piscitelli, rientrato da un lungo infortunio e stortosi una caviglia poco dopo il gol segnato. Non fortunatissimo… Altra grande protagonista di questi primi mesi è la Junior Biellese. Non le avrà vinte tutte, ma quasi. Uno score di 16 vittorie e due pareggi (con Rivarolese e Verbania) e un distacco sulla terza in classifica che comincia a farsi interessante. Dopo l’ennesimo big match vinto (1-0 anche un po’ fortunello con lo Sparta) Ariezzo ha 4 punti di vantaggio sulla Pro Settimo seconda e 6 sul Verbania terzo. Insomma, capirete da soli l’importanza dello scontro diretto di settimana prossima con il Verbania. Altra squadra imbattuta è proprio quella allenata da Livorno, scivolata al terzo posto del gruppo 2 dopo l’1-1 in casa del Santhià. Il Verbania resta una piacevolissima realtà in Piemonte, con le esplosioni annunciate dei fratelli Manzoni e di Platinetti. Va detto che nella sua stagione c’è un piccolo neo che non lo colloca al livello delle altre due squadre. E quel neo è la sconfitta 3-0 nella prima fase provinciale di Vco contro il Città di Baveno.

NUOVO BARCASALUS “NAPOLETANO” – Dedicato a tutti quelli che pensano che i cambi di allenatore non servano. Dopo otto sconfitte (alcune anche molto pesanti) sotto la guida Maggiora, ecco l’avvicendamento in panchina che può dare una svolta alla stagione. Sotto la gestione Napoli il Barcasalus sembra un’altra squadra: settimana scorsa grande gara in casa del Lucento e nell’ultimo weekend prima attesissima vittoria in campionato. I blaugrana hanno infatti battuto il Città di Baveno 4-1 grazie ai gol di Perretta, Capasso e doppietta di Ajari.

CUNEO DI UN ALTRO PIANETA – “Squadra di un altro pianeta”; “Sono di un’altra categoria”; “Che ci fanno in un campionato regionale?”. Questi sono alcuni dei commenti riservati al Cuneo e pronunciati dall’avversario di turno. In effetti la squadra di Fanelli sta vivendo un momento d’oro, con le nove vittorie consecutive che l’hanno proiettato in testa al girone 4. La sconfitta all’esordio con il Chieri sembra ormai far parte della preistoria, a maggior ragione dopo il 2-1 rifilato ai collinari a campi invertiti nell’ultimo fine settimana. Una sorta di prova di maturità superata a pieni voti per un Cuneo capace di battere tutte e tre le big del raggruppamento (Chisola 4-3, Cbs 2-0 e proprio Chieri 2-1). A giudicare dalle ultime prestazioni, sembra migliorato pure l’approccio alle partite, che tanto aveva fatto preoccupare ma allo stesso tempo entusiasmato ad inizio stagione (vedi le rimonte col fiato sospeso con Chisola, Atletico Torino e Pinerolo).

FINALMENTE FOSSANO – Al terzo tentativo il derby prende la via di Fossano. Dopo il 2-2 della prima fase provinciale e l’1-1 del girone d’andata, la banda di Audetto riesce a superare il Saluzzo grazie ad una brillante prestazione. Gara decisa nella seconda metà della ripresa con i gol di Pinta e Ciravegna che lanciano il Fossano al secondo posto del girone 3, complice il pareggio dell’Asti contro la Novese. Vale più di mille complimenti il commento post gara del tecnico saluzzese Bianchi: “E’ stata una partita combattuta, ma devo ammettere che il Fossano ha meritato la vittoria. Hanno una rosa migliore della nostra e oggi sul campo l’hanno dimostrato”

CATTIVI

CENISIA – Prima vittoria del 2015, ma quanta sofferenza per battere la Rivarolese. Le violette di Secci sprecano la solita quantità industriale di occasioni da rete, vanno avanti di tre gol ma fino all’ultimo istante rischiano di subire quello che sarebbe stato un clamoroso pareggio. Nonostante il 4-3 il giovane allenatore non può essere soddisfatto: “"Non ci siamo proprio. Con la testa siamo da un'altra parte. Quando i ragazzi capiranno che nel calcio serve anche la testa, allora potremo fare grandi cose. Ancora in troppi vogliono giocare solo per sè, questa era una gara da vincere in maniera tranquilla ma fino all'ultimo abbiamo rischiato di subire il pareggio. E' comunque una vittoria che può sbloccarci". Tre punti che avvicinano il Cenisia al secondo posto, in attesa di una undicesima giornata che almeno sulla carta appare favorevole. Ci sarà infatti il doppio scontro diretto Verbania-Junior Biellese e Sparta Novara-Pro Settimo e per Secci ci sarà la grande occasione di accorciare in classifica. Borgosesia permettendo …

BAVENO – AAA cercasi il vero Città di Baveno. Dov’è finita quella squadra capace di sorprendere tutti con il suo gioco fatto di velocità, intensità e schemi collaudati? Dopo il secondo tempo shock in casa dell’Aygreville (da 2-0 a 2-3), la squadra Molle deve incassare un’altra sconfitta, ben più pesante in quanto inaspettata. Con il capocannoniere Andrea Fioretti squalificato insieme a Squillaci e Chinello, il Baveno perde malamente 4-1 in casa del fanalino di coda Barcasalus e vede ora diminuire le chance di qualificazione alle fasi finali. Contro il Lucento (nuovo co-capolista del girone 1), ci sarà subito una buona occasione per rimettersi in carreggiata.

ASTI e VALENZANA MADO – Bisogna ammettere che sono stato molto severo nell’inserirle tra i cattivi, però non posso essere sempre buono. L’Asti perde terreno nella corsa al secondo posto nel girone 3 raccogliendo un solo punto in casa contro la Novese. Va detto però che la squadra di Tona ha giocato per oltre un tempo in inferiorità numerica (rigore ed espulsione ai danni del portiere Ferro) ed è stata brava a riagguantare il pari con Marocco e ad andare vicino a completare la rimonta. Così il tecnico astigiano Tona: “E’ stata una partita stregata. Mi sono molto arrabbiato per come abbiamo giocato nel primo tempo, ma sono soddisfatto della reazione che hanno avuto i ragazzi”. La Valenzana Mado incassa invece la terza sconfitta consecutiva dopo l’exploit contro il Chieri. Questa volta la squadra di Passi perde 2-1 contro l’Atletico Torino, con il tecnico che commenta così: “Non meritavamo di perdere. Abbiamo subito il gol per un nostro errore e il raddoppio andava annullato per fuorigioco. Nel secondo tempo loro non hanno passato la metà campo e devo dire che sono contento per quanto riguarda il gioco espresso e la condizione dei ragazzi”.

FRATE INDOVINO – Tra i cattivi della decima giornata non posso non inserire il sottoscritto. Nella presentazione del weekend calcistico mi ero lanciato nel pronostico di ogni partita in programma.. Il risultato, come prevedibile, non è stato esaltante. Sulle 15 gare disputate ne ho infatti azzeccate 8. Insomma, bene ma non benissimo. Avrò comunque modo di rifarmi!

 

 

 

 

 

Registrati o fai l'accesso e commenta