Mercoledì, 22 Maggio 2024
Domenica, 12 Novembre 2023 21:41

Under 17 provinciali Torino / La partita - Lo scontro al vertice finisce in parità, 1-1 tra Spazio Talent Soccer e Nichelino Hesperia

Scritto da
Spazio Talent Soccer Spazio Talent Soccer

BIG MATCH - L'attesa sfida tra le due squadre appaiate in vetta alla classifica termina con un nulla di fatto dopo una gara forse non bellissima dal punto di vista del gioco espresso, ma incredibilmente accesa e dall'altissimo livello agonistico.
 


SPAZIO TALENT SOCCER-NICHELINO HESPERIA 1-1
RETI: pt 42' Poma (S), 46' Peduto (N)
SPAZIO TALENT SOCCER (4-3-3): Camuti, Osta, Rigano, Poma (st 33' Memaj), Biolatto, Dilillo (st 22' Fasone), Nuhu, Ghabri (st 44' Combetto), Eregie, Cissè, Castelluccia (st 1' Caruso). A disp. Okojie, Baldi, Bebawi, Anzoino, Scano. All. Pilotto
NICHELINO HESPERIA (3-4-1-2): Beltrame, Tropia, Fiore, Zago, Bennar, Sgroi, Peduto, Aiello (st 35' Asembe), Chentoufi, Carvelli, Perrone. A disp. Lusso, Campolongo, Gizzi, Soudy, Paparella, Corrente, Bruno. All. Casorelli
AMMONITI: pt 33' Castelluccia (S), st 6' Ghabri (S), 12' Tropia (N), 14' Caruso (S), 45' Sgroi (N)

LA PARTITA

L'incontro tra le due battistrada del girone B di Torino promette scintille, il primo testa a testa tra le compagini che stanno cannibalizzando il raggruppamento, procedendo a braccetto con perfetta sintonia (l'unico inciampo entrambe lo hanno avuto alla 5^ giornata). E a braccetto proseguono anche dopo questa sfida, che ha regalato diversi brividi soprattutto nel secondo tempo.
L'incontro vede gli ospiti partire leggermente meglio, conquistando campo e provando a tenere i padroni di casa nella loro metà campo. Che partita sarà però si capisce dai primi minuti, visto che entrambe le squadre non lesinano nell'impegno ringhiando su ogni pallone e concedendo pochi spazio alle iniziative offensive. Ne viene fuori una prima parte di gara dove le difese hanno decisamente la meglio sugli attacchi e i pericoli latitano. Da una parte il Nichelino può contare sull'apporto di Perrone, che ormai aggregato alla Juniores quest'oggi da una mano ai pari età sostituendo un Asembe in non perfette condizioni fisiche. Il suo movimento costante in avanti non da punti di riferimento, ma i tanti contrasti decisi da una parte e dall'altra impediscono al pallone di viaggiare rapidamente e si fatica a manovrare in maniera pulita. A centrocampo Sgroi agisce in moto perpetuo per il Nichelino, ma non ci sono spazi e la difesa dello Spazio Talent non offre spiragli, ben gestita da capitan Poma. I bianconeri dal canto loro provano ad innescare soprattutto la velocità di Cissè, che sulla fascia da vita ad un bel duello con Tropia, che vede in questa prima fase vincitore il difensore ospite. Per vivere un primo vero brivido bisogna aspettare il 23', quando Bennar mette in mezzo all'area un pallone che impattato da Peduto prende una traiettoria a palombella che quasi si trasforma in rete, ma Osta è bravissimo di testa a salvare sulla linea. Il Nichelino prende coraggio e prova a spingere, non rischiando praticamente nulla dietro e al 32' un filtrante illuminante di Peduto per lo scatto di Aiello chiama Camuti ad un'uscita tempestiva per salvare i suoi.
E' però un lampo sporadico in mezzo a tanto battagliare e sembra il parziale non si possa sbloccare, ma gli ultimi minuti infiammano la gara. Al 42' improvviso arriva il vantaggio dello Spazio Talent Soccer: punizione dalla trequarti sulla sinistra, Poma mette in mezzo un pallone su cui non interviene nessuno, neanche Beltrame forse osteggiato anche dal sole e la palla finisce in rete. Una bella doccia fredda per la squadra di Casorelli, che prova a reagire portandosi avanti, ma sembra cosa fatta perché si vada negli spogliatoi con il punteggio che segna 1-0. Invece la fin qui perfetta difesa bianconera ha un attimo di blackout su una rimessa dal fondo battuta corta, gli ospiti aggrediscono alti, un rimpallo porta la palla al limite dell'area e l'accorrente Peduto scarica di prima intenzione una potente conclusione che gonfia la rete.

La doccia fredda rianima la squadra di Pilotto, che al ritorno in campo, oltre a vedere l'ingresso di Caruso per l'ammonito Castelluccia, pare più decisa a spingersi in avanti e al 4' chiama subito Beltrame all'uscita sul saettante Cissè. E' però un fuoco di paglia, perché poco dopo è il Nichelino a sciupare una clamorosa palla gol Chentoufi, che fallisce il tap-in vincente dopo la corta respinta di Camuti su una potente punizione battuta da Peduto.
Le squadre paiono subito allungarsi in questo inizio di parziale e ci sono i presupposti per vedere maggiori azioni da gol, ma entrambe le contendenti peccano di precisione finendo per generare molta confusione provando ad alzare troppo spesso il pallone, a causa anche dell'asfissiante pressing che entrambe portano sul portatore di palla. Eregie con le sue lunghe leve prova ad essere molto più presente rispetto al primo tempo, ma i pericoli maggiori nella fase centrale della gara vengono tutti dalle casacche in blu. Prima è Aiello a non sfruttare a dovere una bella spizzata di Perrone, con un diagonale che termina sul fondo; poi è Zago a mancare quella che forse è la palla gol più clamorosa, tirando oltre la traversa da dentro l'area piccola un servizio basso dell'instancabile Perrone, bravo a liberarsi sulla sinistra e crossare. Al 25' lo stesso 13 nichelinese si mette in proprio, ma il suo tiro termina alto e poco dopo è il bel tuffo in allungo di Camuti a neutralizzare la conclusione di capitan Carvelli dalla distanza. Sembra che lo Spazio Talent Soccer sia alle corde, ma in realtà i ragazzi di Pilotto riescono ad innescare con maggior frequenza Cissè, che comincia a preoccupare non poco la retroguardia avversaria e serve il miglior Beltrame per sventare una delle sue iniziative, conclusa con un gran tiro. 
Dopo aver svenato alcuni pericoli senza batter ciglio, il finale è tutto per la compagine della Pellerina. Al 91' serve il miglior Beltrame per negare il gol a Rigano, inseritosi perfettamente su un calcio di punizione e capace con il suo colpo di testa di andare vicino alla rete della vittoria. Subito dopo l'ultimo brivido lo regala Fasone, che servito dall'instancabile Cissè calcia di prepotenza da fuori area trovando però la sicura risposta dell'attento numero uno nichelinese.
L'incontro termina qui e alla fine un giusto risultato per due squadre che si sono affrontate a viso aperto senza lesinare nell'impegno, tutto rimandato al ritorno.

Forse il Nichelino ai punti avrebbe meritato come numero di occasioni, ma i padroni di casa potevano vincerla senza rubare nulla e lo ammette lo stesso tecnico ospite Casorelli, soddisfatto dell'imepgno profuso dai suoi ragazzi e che ci tiene a chiudere con "...un applauso all'arbitro. E' stata una partita brutta, sporca e cattiva (ma non scorretta n.d.r.) come doveva essere, ma il direttore di gara ha tenuto bene in mano la situazione per tutto l'incontro".

Registrati o fai l'accesso e commenta