Venerdì, 09 Giugno 2023
Venerdì, 12 Maggio 2023 13:00

Under 15 Provinciali - Antonio De Gregorio e il suo Vanchiglia. Un anno dopo tra titolo Provinciale e il ritorno ai Regionali

Scritto da

UNDER 15 - Dopo un anno ai Provinciali loro malgrado, i ragazzi di Antonio De Gregorio stanno brillando e puntano alla conquista del titolo. Il tecnico granata bianco esprime tutta la sua soddisfazione per la forza e l'unità che contraddistingue questo formidabile gruppo.
 


Non deve essere facile scendere di categoria da un anno all'altro, avendo dimostrato sul campo il proprio valore. La classe 2008 del Vanchiglia è stata costretta al cambio dal vecchio regolamento, ma si è stretta attorno al suo nuovo condottiero Antonio De Gregorio ed è stata immediata protagonista di un'esaltante risalita.

"Non è stato facile dopo un ottimo campionato Regionale (settimi alla fine della stagione 2021/2022 n.d.r.) ritrovarsi a disputare la nuova stagione in un contesto diverso. Ma ci riempie d'orgoglio il fatto che la squadra in blocco sia rimasta, ringraziamo anche i genitori per questo. Quando lo scorso anno ci fu la certezza dei Provinciali facemmo subito una riunione per discutere sulla nuova realtà in cui ci trovavamo. L'impegno è sempre stato vincere il campionato e risalire subito di categoria e ce l'abbiamo fatta".

Per i ragazzi sarà stato un duro colpo.
"La delusione era ovviamente tanta. Il gruppo però è unito e con l'inizio del nuovo anno, di vittoria in vittoria, lo scoramento è passato".

I numeri finali dimostrano quanto questa squadra meritasse altri palcoscenici.
"Abbiamo fatto alcuni innesti mirati e la squadra, già di ottimo livello, ha fatto vedere subito grandi cose. Abbiamo però avuto due rivali come il San Giacomo Chieri e il Nichelino Hesperia, senza dimenticare il PSG, con cui ci siamo giocati sostanzialmente la stagione. Non era facile tenere sempre la tensione alta, ma ci siamo riusciti, gli incontri con loro sono risultati decisivi e i testa a testa che si sono venuti a creare sono stati importanti".

Quest'anno in società ci sono stati diversi cambiamenti. I tuoi ragazzi come li hanno vissuti?
"Il Dt Manzo è sempre molto presente agli allenamenti e ha portato novità nelle metodologie di lavoro, con cui ci siamo subito trovati bene. Quando vedi i giocatori che si impegnano a fondo, senza perdere il sorriso e la capacità di divertirsi, vuol dire si sta lavorando bene. Hanno sempre dato il massimo".

Ora nel breve periodo c'è una finale Provinciale da conquistare. Poi?
"Abbiamo la semifinale di ritorno con il Pozzomaina da disputare, all'andata è filato tutto per il verso giusto e abbiamo portato a casa un ottimo risultato. Intanto pensiamo a questo, alla fine definiremo le novità per l'anno prossimo. Puntiamo a rinforzarci con criterio e valuteremo alcuni innesti. Questo gruppo ha ancora margini di crescita e sono sicuro potrà far bene. I ragazzi avendo già giocato nella categoria sanno cosa hanno perso, quindi non arrivano impreparati. E saranno motivati dall'averla riconquistata con le loro forze, senza dipendere da altri".

Sarai sempre tu al timone?
"L'idea è quella. Certo, nel calcio non c'è mai nulla di veramente certo, ma conto di proseguire con loro. Tendenzialmente due anni con un gruppo vanno bene per insegnargli ciò che sai, anche se dipende da qual è il punto di partenza. Sono convinto sia giusto farsi da parte, se si ritiene di aver trasmesso tutto ciò che potevi. Ma quando c'è entusiasmo, voglia da entrambe le parti, bisogna continuare".

Registrati o fai l'accesso e commenta