Giovedì, 11 Agosto 2022
Martedì, 20 Dicembre 2016 11:09

Juniores Torino – Alessandro Di Lauro rallenta la risalita del Pecetto

Scritto da Eugenio Pesce

LA PARTITA / GIRONE C - Un gol in pieno recupero regala il pari al Pro Villafranca, Vianney sempre al comando, Caramagnese seconda. I neroverdi guidano il gruppo degli inseguitori

 

PECETTO – PROVILLAFRANCA  1 -1                                                                                                                            
RETI: st 16’ Grossi (P), 49’ Ale. Di Lauro (P)                                                                                                    
PECETTO: Cosseddu 7, Pelaratti 6.5, Castiglioni  6.5, Cortese 6.5, Mannini 7, De Marchi 6.5, Cerioni 6.5 (2’ st. Grossi 7), Giorgini 7 (38’ st. Pesce sv.), Staccione 6, Morabito 6.5, Monichino 6.5 (14’ st. Merani 6.5). A disp. Morello, Conti, Ngubo. All. Albrigi Enrico                                          
PRO VILLAFRANCA: Bosco 7, Palumbo 6.5, Marmo 6.5, Daiaf 6.5, Bidella 6.5, Drago © 6.5 (25’ st. Di Lauro Alberto 6.5), De Stefanis 6.5 (30’ pt Di Lauro Alessandro 6.5), Vairo 6.5, Donetti 6.5 (22’ st. Sacchetto 6.5), Bighi 6.5, Penna 6.5 (37’ st. Corbo 7). A disp. Monticone, Trossarello. All. Lovazzano Alessandro.
NOTE: Rigore parato da Bosco (Pro) a Staccione (P), ammoniti: Morabito (P).

Entrambe le squadre indossano i colori ufficiali, verde-nero per il Pecetto, rosso-blu per il Pro Villafranca; tra gli ospiti manca il portiere di riserva, tra i padroni di casa si notano le assenze del centrocampista Gattiglia e dell’allenatore Marchese, oggi sostituito da Albrigi. Parte forte il Pecetto, dando l’impressione di poter condurre il gioco; al 12’ Monichino si fa largo in area e Bosco deve fermarlo in uscita, atterrandolo; l’arbitro non esita ad indicare il dischetto; sembra ordinaria amministrazione ed invece Staccione calcia poco angolato e si fa parare il rigore; esaltati dall’ impresa, gli ospiti reagiscono, controbilanciando il gioco avversario, i portieri sono più volte chiamati in causa, la partita dimostra sostanziale equilibrio e si arriva al riposo a reti inviolate. Il tono cambia alla ripresa del gioco; tra i verde-nero Cerioni, dolorante, lascia il posto a Grossi sulla fascia destra, di qui riparte l’offensiva dei padroni di casa e al 16’ il neo entrato raccoglie in area un cross dalla tre quarti e riesce a toccare in rete; deve uscire poi Monichino, anch’egli dolorante, sostituito da Merani, che impegna più volte la difesa ospite; anche l’allenatore dei rossoblù opera intanto i suoi cambi, escono Donetti per Sacchetto, Drago per Di Lauro Alberto, De Stefanis per Di Lauro Alessandro e Perna per Corbo

Il pressing degli ospiti si fa più costante, Cosseddu interviene a salvare la sua porta,  anche Mannini, difensore centrale arretrato,  deve risolvere situazioni critiche;  già un minuto oltre il recupero accordato, una punizione di Corbo da metà campo spiove in area , sulla situazione di mischia che ne deriva Cosseddu interviene a respingere più volte fortunosamente, finchè Di Lauro Alessandro riesce a toccare in rete, per l’esultanza della panchina ospite; neanche il tempo di mettere palla al centro e l’arbitro fischia la fine. La partita si è trascinata su un generale equilibrio,  ma a risolvere il risultato sono stati i neo entrati dalla panchina:  Grossi autore del vantaggio del Pecetto, Corbo con ripetuti lanci da metà campo ed infine Di Lauro Alessandro con il goal del pareggio, cambi indovinati, dunque, da entrambe le parti; grande entusiasmo degli ospiti per il pari agguantato in extremis, delusione dei padroni di casa per la vittoria svanita e proteste per l’eccessivo recupero, ma, alla fine, il risultato premia entrambe le squadre.

Letto 1732 volte Ultima modifica il Martedì, 20 Dicembre 2016 17:18

Registrati o fai l'accesso e commenta