Giovedì, 25 Aprile 2024
Sabato, 30 Marzo 2024 17:12

Autovip San Mauro - Giovanni Rea: “La vittoria del campionato provinciale è merito del gruppo”

Scritto da redazione

UNDER 16 / INTERVISTA - Parla l’allenatore che ha portato ai regionali la prima squadra della nuova società del Parco Einaudi: “La chiave è stata la consapevolezza nei nostri mezzi. Qui mi sento a casa, sono a disposizione della società”.


Mister, grandissimo successo, quando hai capito che fosse possibile?
“Dal primo giorno a Lombardore, quando il 26 agosto ci siamo ritrovati in ritiro ho percepito subito la possibilità di poter lottare per il titolo. Ma se devo pensare a un momento preciso, penso che qualcosa sia cambiato nella nostra mentalità dopo la partita con il Valmalone. Sotto di due gol e in dieci tutta la partita ci siamo portati sul 2-2, una partita persa poi per 3-2. Ho avuto un confronto con i ragazzi e ci siamo detti che da qui iniziava il nostro campionato. Abbiamo messo in fila 14 vittorie consecutive. La chiave credo sia stata soprattutto questa, la consapevolezza dei propri mezzi”.

Non credo sia stato facile riportare l'entusiasmo dopo la finale persa del Grande Slam. Come si affronta un momento così critico con dei giovani ragazzi?
“Ho parlato chiaro con i ragazzi: siamo arrivati in fondo a una competizione incontrando e battendo squadre molto più attrezzate di noi, alcune che già giocavano il campionato regionale. Anche qui, ho chiesto loro di non vedere la sconfitta, ma al traguardo raggiunto. Ho chiesto loro solo di fidarsi, che continuando a seguirmi e ad allenarsi duramente avremmo raggiunto risultati importanti”.

Qualche sassolino da toglierti dalla scarpa?
“Non guardo mai al passato, se non per vedere cosa mi ha insegnato”.

A chi è andato il tuo primo pensiero al fischio finale?
“Alla mia famiglia. Mia moglie, che è stata la mia forza. Sa quanto io viva per questo sport e mi ha sostenuto e incoraggiato sempre, anche nei momenti più difficili. E poi a mio figlio, il mio primo tifoso”.

Cosa hai detto nello spogliatoio ai ragazzi alla fine del match di sabato?
“Ho ringraziato tutti, ognuno di loro. La nostra forza è stata nel gruppo, non solo dei ragazzi ma anche dello staff. Non è stato tutto semplice, quando si è un gruppo numeroso possono nascere tensioni che siamo riusciti a controllare all'interno del nostro spogliatoio. Ho lavorato con loro non solo sul campo ma soprattutto fuori. Ho un rapporto diretto con tutti”.

So che hai un sogno nel cassetto, possiamo dirlo?
“Il mio percorso nel settore giovanile non è ancora concluso, credo di dover fare ancora esperienza. Sicuramente il mio traguardo è arrivare ad allenare una prima squadra, perché no, proprio qui a San Mauro, un giorno”.

Progetti per il futuro?
“Non abbiamo ancora parlato di futuro con la società, era giusto concentrarsi completamente sulla vittoria. Abbiamo avuto un anno straordinario, ora ci sarà modo di vedere qual è la soluzione migliore per me e la società. Sicuramente mi vedo qui, mi sento a casa, sono a disposizione della società”.

Fonte: ufficio stampa Autovip San Mauro

Letto 430 volte Ultima modifica il Sabato, 30 Marzo 2024 17:17

Registrati o fai l'accesso e commenta