Giovedì, 23 Maggio 2024
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 473

GALLERIA FOTOGRAFICA - Il Pianezza, con una doppietta nel primo tempo del solito Ceica, si aggiudica la semifinale di andata per il titolo provinciale Under 14 di Torino, ma il Rivoli, grazie al gol allo scadere di Marotta accorcia le distanze riaprendo la gara di ritorno. Poco prima il portiere Pisano, con un duplice intervento, evita la gioia del gol a Marrazzo. 


A seguire tutte le foto dei protagonisti ed i video della parata di Pisano su Marrazzo e del gol del 2 a 1 di Marotta.

LA PARTITA - Il Pianezza di Mister Oppedisano, dopo essersi aggiudicata con due giornate di anticipo il campionato Under 14 del Girone A di Torino, consolida il suo primato con una netta vittoria ai danni del Caselle che consegna in questo modo il secondo posto e l'accesso ai playoff al Settimo, il quale a sua volta ha vinto 3-1 contro il Valdruento. 6-0 il risultato finale per i padroni di casa con 5  gol realizzati dal capocannoniere Ceica che raggiunge quota 63. A seguire le immagini dei protagonisti ed i video dei gol dell'1-0 di Cassetta e del 3-0 di Ceica.

Pianezza, 07/04/2018

 

Nel nuovo campo sintetico del Lascaris, la capolista Alpignano è chiamata ad un difficile impegno contro dei patroni di casa solitamente agguerriti e pronti a sfruttare l'occasione per poter agganciare gli ospiti in testa alla classifica. Entrambe le squadre si affrontano senza esclusione di colpi, dando vita ad una partita combattuta, come sempre accade quando sono chiamate a fronteggiarsi, ma solo nel primo tempo, per spegnersi poi man mano nei due tempi successivi.

 

Le due squadre decidono di accogliere l'invito della federazione e rompono il ghiaccio con la disputa degli shot out (vedi video). Palla al centro e parte subito col piede giusto l'Alpignano che dopo pochi minuti, alla prima occasione, passa subito in vantaggio con Tucci. I ragazzi di Mister Battaglino accusa il colpo e gli ospiti avrebbero avuto l'occasione di chiudere subito la partita, sia con D'Introno, che poco dopo con Tucci. A questo punto padroni di casa decidono di svegliarsi dal torpore iniziale ed anellano tre nette occasioni da gol: la prima con Alicata e subito dopo altre 2 con la punta Stocchino, la seconda delle quali si infrange sul palo della porta difesa da Casalegno. Ma l'Alpignano non demorde e ci riprova nuovamente con Tucci, che con una potente azione personale supera diversi avversati ma non l'estremo difensore bianconero Gagliardi che in uscita, con i piedi mette in angolo (vedi video). La partita continua ad essere aperta ed avvincente e dagli sviluppi di un calcio d'angolo il Lascaris trova il gol del pareggio con Bombieri, che tira prontamente al volo la palla respinta dalla difesa alpignanese (vedi video). La squadra dell'Alpignano dimostra però di essere più tonica degli avversari ed è ancora Tucci che prima ci prova invano a riportare la sua squadra in vantaggio, e dopo serve la palla a Cipullo che dal limite dell'area piazza di piatto in rete (vedi video). Ma le emozioni non finiscono qua, e prima del fischio finale, lo sfortunato Stocchino vede nuovamente infrangere il suo tiro sul palo della porta avversaria. Il tempo si chiude con il vantaggio dell'Alpignano per 2 a 1.

 

 

Il secondo tempo, che si apre nuovamente con la seconda parte degli shot out, non offre più le emozioni del primo, a parte la fiammata iniziale di D'Introno, che dal limite del'area lascia partire un secco tiro su cui nulla può Brescia (vedi video). Il Lascaris non ha più la forza e la fluidità di manovra del primo tempo e non riesce più ad essere incisivo. Sull'altro fronte invece Bombieri prende le misure su Tucci. Le poche occasioni sono tutte dell'Alpignano: prima è pericoloso Occhiogrosso con un tiro da fuori area, poi è Ciliberiti che si trova a tu per tu con Brescia che para (vedi video), infine è Petrillo ad accorciare il conto dei pali per l'Alpignano. Solo allo scadere del tempo si fa nuovamente vivo il Lascaris con il rientrante Stocchino, che sfugge alla difesa avversaria ma non a Cuniberti che prontamente para. Finisce il secondo tempo con il risultato di 3 a 1 per gli ospiti.

 

Net terzo tempo, complice forse anche la prima giornata mite di primavera, la partita si spegne completamente. Il Lascaris non crede più nella rimonta e capitan Germano e compagni controllano gli avversari. Solo tre sono le occasioni degne di nota che risultano sul taccuiono del terzo tempo. La prima è di Tucci, che ben servito da Cireddu dalla destra tira a botta sicura, in mezzo a due avversari, ma Brescia gli impedisce la gioia del gol (vedi video). la seconda è il quarto e definitivo gol dell'Alpignano con D'Introno, con un diagonale dalla desta (vedi video). Infine la doppia occasione del Lascaris con Acampa che supera Cuniberti ma poi non riesce a calciare a rete la palla che finisce a Stocchino, il cui tiro a porta vuota viene stoppato da Bonfiglio (vedi video).  La partita si avvia senza ulteriori sussulti verso la fine, finendo con il risultato di 4 a 1 per i ragazzi di Mister Antoniazzi.

 

Senza dubbio l'Alpignano ha meritato la vittoria finale, consolidando il risultato nel secondo e terzo tempo, dopo un primo tempo più equilibrato. Il Lascaris invece, dopo aver giocato alla pari il primo tempo, non riesce a mantenere il ritmo nei due tempi successivi, affidantosi quasi esclusivamente alla volate offensive di Stocchino. Il mister Antoniazzi, a fine partita, si dichiara soddisfatto del risultato, anche se questa non è stata una delle migliori prestazioni dei suoi ragazzi che, avvantaggiati dal gol iniziale, non hanno poi messo la giusta concentrazione nel proseguo dell'incontro.

 

(Sotto i video e le foto dei protagonisti. QUI invece una ampia galleria fotografica sulla partita)

 

Salvatore Bonfiglio(Alpignano)                 

 

Lascaris vs Alpignano: 1 a 4 (1 a 2) (0 a 1) (0 a 1)

 

MARCATORI: pt: Tucci (A), Bombieri (T), Cipullo (A) -- st: D'Introno (A) -- tt: D'Introno (A)

 

FORMAZIONE Lascaris: 1) Gagliardi, 2) Alcaro, 3) Tufanio, 4) Costa, 5) Ferrarese, 6) Mallamace, 7) Alicata, 8) Silverio, 9) Stocchino, 10) Borrelli, 11) Degioanni, 12) Brescia, 13) Acampa, 14) Bischi, 15) Bombieri e 16) Rio.

Allenatore: Battaglino Roberto

 

FORMAZIONE Alpignano: 1) Cuniberti, 2) Liso, 3) Cireddu, 4) Ciliberti, 5) Germano, 6) D'Introno, 8) Ferrigni, 9) Tucci, 10) Cipullo, 11) Petrillo, 12) Casalegno, 13) Martinetto, 14) Occhiogrosso, 15) Bonfiglio, 16) Strada

Allenatore: Antoniazzi Sandro

 

 

Pianezza 5/11/2017

 

Match avvincente sotto la pioggia che premia il Lascaris. Tra Lascaris ed Alpignano non è mai una partita banale ed anche questa sfida tra i ragazzi dei Mister Pepe e Mister Girodo non si sottrae a questa tradizione.

 

Il fischio di inizio avviene puntuale alle 9.15 sotto una pioggia battente sul bel campo del Lascaris. Il primo tempo si avvia con il Lascaris che si propone con un buon giro palla comunque sterile e dopo le prime schermaglie la partita si riscalda. E’ l’Alpignano che con una veloce azione aggirante sulla fascia sinistra libera Leocane a due passi dalla porta avversaria che non perdona 1-0 Alpignano.Il Lascaris non ci sta e spinge con l’Alpignano che si difende e riparte con rapide azioni di rimessa, Il Lascaris coglie il pari poco dopo la metà del primo tempo con un ottimo tiro da fuori di Iuliani che anche complice il terreno bagnato si insacca. (1-1).La partita ora è avvincente con rapidi capovolgimenti di fronte , ed è in finale di tempo che il Lascaris rovescia il risultato con Di Lorenzo più lesto di tutti a mettere in rete una palla vagante in area dell’Alpignano.

 

 

Si va all’intervallo e nel secondo tempo è il Lascaris a prendere l’iniziativa premendo sull’acceleratore per chiudere la partita, i ragazzi di Mister Girodo si difendono con ordine e provano a ripartire con azioni di rimessa rapide che però vengono sempre neutralizzate dai difensori bianconeri. Gli attacchi del Lascaris si infrangono invece sull’ottimo muro difensivo dell’Alpignano, scorre così la seconda frazione senza troppi sussulti.

 

Si parte per il terzo tempo con la pioggia intensa ed incessante che cade sempre su Pianezza; l’Alpignano scende in campo deciso a tentare il tutto per tutto per pareggiare ed il Lascaris a chiuderla definitivamente. Le occasioni si susseguono da una parte e dall’altra che rendono la partita avvincente e spettacolare, negli ultimi 3 minuti l’equilibrio si spezza il Lascaris va in gol ancora con Di Lorenzo sempre molto rapido in area di rigore ad anticipare tutti i difensori dell’Alpignano. La partita si chiude con il quarto gol di Di Bari ormai a tempo scaduto.

 

Il Lascaris si aggiudica meritatamente la partita, ottima la squadra di Mister Pepe con alcune ottime individualità.

Onore ai ragazzi di Mister Girodo che penalizzati da importanti defezioni dell’ultimo minuto hanno giocato per molti tratti della partita alla pari contro gli avversari mostrando grande carattere e personalità.

 

FC (Alpignano 2006)

Lascaris  4    Alpignano  1

Marcatori 7’Pt Leocane (A) 12’pt Iuliani (L) 19’pt Di Lorenzo (L) 17’tt Di Lorenzo (L) 21’tt Di Bari (L)

 

PIANEZZA , sabato 4  Novembre 2017

Campionato 2005 Torino Esordienti 2° Anno - Autunno - 2017/2018 Girone E

In un fresco  pomeriggio di novembre per la terza  giornata del girone E,  si incontrano  le formazioni del Pianezza e della Polisportiva Oulx,  uno dei BIG MATCH del campionato 2005.

Nel primo tempo il centrocampo molto tecnico e fisico del Pianezza prende subito il comando del gioco, ospiti confusi e timorosi cercano di arginare i giocatori del mister Oppedisano che  e già al 3’ vanno in vantaggio grazie a Ceica.  Bel corridoio di Morabito per Verderone che dalla sinistra scarica su Ceica in mezzo all’area, controllo, e  tiro rasoterra sul quale Sterpone non può nulla. 1 – 0  e tutto molto bello.La Polisportiva Oulx cerca di prendere le misure agli avversari, ma è Morabito al 13’ su traversone del compagno a spingere la palla alle spalle del portiere ospite, 2 – 0 e palla al centro. Al 15° Morabito sfrutta la sua altezza per deviare di testa un cross dalla desta. Al 18° ancora protagonisti Morabito e Hachmaoui che scambiano al limite,  sulla respinta della difesa arriva di prima intenzione capitan Ceica ma il suo destro sfiora la traversa.

 

 

Nella seconda frazione di gioco dopo i primi minuti di studio per entrambe le squadre sono sempre i locali  a rendersi pericolosi, la prima capita sui piedi di Cieca, tiro che si stampa sul palo,  la seconda con Hachmaoui che sfugge con bello slalom al suo marcatore e conclude in porta, ma Azario para.
Nel frattempo gli ospiti ripartono in contropiede ma la difesa del Pianezza non lascia grandi spazi agli attaccanti Ulcensi. Fine secondo tempo 0-0 .

 

Nel terzo tempo i locali  mostrano  piu’ qualità  e prestanza fisica nelle azioni e spingono per trovare la via del gol. …ma il risultato rimane bloccato sullo 0-0.

 

Le squadre in campo hanno dato vita ad un incontro agonisticamente elevato, bella partita tra due compagini in lista per la vittoria finale del torneo, molto più Pianezza,  sia per occasioni che per media centimetri di altezza !!

Il Pianezza ha sicuramente meritato la vittoria per come ha interpretato la gara, per le trame di gioco proposte, partita decisa nel primo tempo da pasticci difensivi. Anche per i mister Ulcensi comunque diverse note positive, contro un’ottima squadra i suoi ragazzi non si sono mai disuniti e sono rimasti in partita fino alla fine, lottando e dimostrando carattere.

 

Daniele(Oulx)

 

PIANEZZA  - OULX   2-0  (2-0 , 0-0, 0-0)

 

LA FORMAZIONE del PIANEZZA : Cariello ,Hachmaoui,Pretari,Pesce,Ciciriello,Mantiqui,Ceica ,Morabito,Verderone,Hachmaoui,Pisano,Cibinel   All. Oppedisano

 

LA FORMAZIONE della POL. OULX:  Sterpone ,Azario,Tomaselli,Chiamberlando,Blanc,Houkmi,De     Stefanis,Curioso,Tassone,Bava,Rey,Giuglardo,Livera    All: Pereno-Braccone

 

Pianezza , 13/03/2018

 

Un coriaceo Lascaris, gruppo Deleonardis, ha deciso finalmente di far sul serio: una bella prestazione quella dei ragazzi del neo Mister Marco Deleonardis, al completo nei suoi effettivi. Il Mister da sole due partite di campionato, con l’inizio del girone di Primavera, ha preso in mano le redini della squadra ed i risultati cominciano a vedersi.

 

Il Lascaris, sotto una pioggia battente sul campo di Via Claviere, non ha dato scampo al malcapitato Real Venaria, che tutto sommato avrebbe meritato qualcosa in più, sfiorando in un paio di occasioni il gol. I lascarini, con caparbietà e momenti di bel gioco, hanno dimostrato di essere una squadra caparbia, con un risultato che è un buon viatico per il prosieguo del campionato che si presenta piuttosto arduo ma stimolante...

 

 

I due valsusini, Rocco Blanc (Cesana T.se) e Raffaele Pace (Sant’Antonino), sono stati i mattatori dell’incontro con rispettivamente 6 e 4 gol all’attivo. Le altre due reti sono state realizzate da Alessandro Di Corato ed Emanuele Schirinzi.

 

Paolo (Lascaris)                  

G.s.d. Lascaris vs Real Venaria 12 - 0

 

MARCATORI: Blanc (6); Pace (4); Di Corato (1); Schirinzi (1)

 

FORMAZIONE G.s.d. Lascaris: Alessandro Spanò (P), Alessandro Di Palermo, Emanuele Schirinzi, Raffaele Pace, Emanuele Girgenti, Davide Tozzo, Cristian Di Palermo, Alessandro Di Corato, Emanuele Amato, Rocco Blanc.

Allenatore: Marco Deleonardis

Assistenti: Mario Di Corato

Dirigente: Mario Spanò

 

FORMAZIONE Real Venaria: Emanuele Barbin (P), Marco Bastillo, Fabio Billeri, Mohamed Zahid, Manuel Riggio, Diego Gilli, Francesco Faruoli, Samuele Marrone, Alessio Cali.

Dirigente Accompagnatore ufficiale: Rossella De Martino

Dirigente ufficiale campo di gara: Giuseppe Piro

Dirigenti: Ibrahim Haidair, Dario Lo Bosco

Massaggiatore: Giiuseppe Bastillo

 

 

PIANEZZA,  12.11.2017

 

In via Claviere per la 4a giornata del girone N va di scena il derby tra la capolista Alpignano e i padroni di casa del Lascaris fermi ad un solo punto.

 

Inizia il primo tempo e dopo una lunga fase di studio il Lascaris passa in vantaggio con Lerusce che controlla dentro l’area un calcio d’angolo e indisturbato insacca con un tiro rasoterra.1-0. L’Alpignano reagisce subito e Cardone al 7° da posizione defilata spara addosso a Spatolisano in uscita. Ancora Cardone oggi tra i più attivi dei suoi, ci prova da fuori all’11° ma il portiere bianconero è ancora attento e para a terra. Al 15° però anche Spatolitano deve capitolare, Crudu recupera palla sulla trequarti sinistra, serve Cardone dalla parte opposta, controllo e tiro dell’esterno biancoceleste che finisce sul palo, sulla respinta, Miceli è il più veloce a ribattere in rete.1-1

 

 

 

Nel secondo tempo il Lascaris aumenta i giri e Guglielminotti al 2° anticipa Ponte in uscita ma calcia a lato. Al 5° sempre il numero 2 bianconero taglia il campo dalla sinistra e con un bel destro a giro trova l’incrocio dei pali 2-1. Al 6° timida reazione dell’Alpignnao con Istoc che controlla al limite e incrocia ma il suo tiro sfiora il palo. Al 7° però è ancora Lascaris con un campanile che rimbalza e salta Ponte in uscita ma stavolta Guglieminotti non ne approfitta tra l’incredulità del pubblico locale. Al 10° va segnalato un bellissimo gesto di Fair Play da parte del Lascaris che restituisce la palla alla difesa ospite anziché tirare una punizione per un retropassaggio raccolto con le mani. Al 15° il Lascaris vede premiati gli sforzi e la superiorità dimostrata nel secondo tempo, Bonsignore controlla tira dalla distanza sorprendendo Ponte. 3-1.

 

Nel terzo tempo al primo minuto la partita si chiude virtualmente, il numero 10 del Lascaris, Ticli, sicuramente il migliore in campo, ci prova da lontano sorprendendo Antoniazzi e portando a 4 le reti per i suoi. 4-1. L’Alpignano è in confusione e non oppone più resistenza così al 5° ancora Ticli ruba palla alla difesa biancoceleste e dalla sinistra batte nuovamente Antoniazzi. 5-1. Al 7° piccola reazione ospite con un bel destro di Donadio che coglie il palo, sulla respinta prima Covacci e poi Arce incredibilmente non riescono a superare il muro di maglie bianconere ad un passo dalla porta. Al 14° c’è gloria anche per Maffei che ruba per l’ennesima volta palla alla difesa, si presenta solo davanti a Ponte e insacca per il 6-1 finale.

Termina così in tripudio, il derby per i bianconeri padroni di casa, con questa vittoria e giocando in questo modo sicuramente si potranno risalire posizioni in classifica. Per quanto riguarda l’Alpignano invece, molti ragazzi di mister Ponte sono sembrati sotto tono e intimoriti, bisognerà ben presto dimenticare questa partita  e ripartire.

 

SANDRO ANTONIAZZI (Alpignano)                 

 

LASCARIS - ALPIGNANO 6-1 (1-1, 2-0, 3-0)

 

RETI:  6° Lerusce (L), 15° Miceli (A), 20° Guglielminotti (L), 30° Bonsignore(L), 31° Titli (L), 36° Titli (L), 44° Maffei(L).

 

FORMAZIONE LASCARIS: 1)Spatolisano 2)Guglielminotti 3)Costa 4)Maffei 5)Lerusce 6)Mandorli 7)Gibin 8)Manzi 9)Druetta 10)Titli   11)Bonsignore 13)Cleopatra 

All. Iannone

 

FORMAZIONE ALPIGNANO: 1) Antoniazzi 2) Pittella 3)Covacci  4)Crudu  5)Cardone 7)Istoc 8)Donadio 9)Miceli 10)Cinquepalmi 11)Demichelis 12) Ponte 13)Arce    

All. Ponte

 

                                                                                                           

Pianezza 19.11.2016

 

In via Claviere, va di scena il classico derby fra due tra le più forti squadre esordienti 1° anno della zona, ed è un peccato vederle giocare su un campo in terra, che ricorda  i campi del Roland Garros piuttosto che i campi dediti alle scuole calcio. La posta in palio è altissima, da una parte il Lascaris  cerca  quella vittoria che potrebbe rilanciarlo nelle zone alte della classifica, dall’altra parte l’Alpignano per chiudere  il campionato in largo anticipo.

 

Inizia il primo tempo e subito si capisce che sarà una battaglia, il Lascaris si dispone sul terreno di gioco con il 242 con Ballacchino e Canizzaro in avanti, mentre  l’Alpignano  si affida al collaudatissimo 332, con Debilio Martinetto e Seminerio in difesa davanti a Dematheis, D'introno Musso e Di Nunzio a centrocampo e Taurisano e Patruno in avanti. Al 3° l’unica vera occasione per gli ospiti del primo tempo, ma il bolide dell’onnipresente D’introno finisce alto di poco. Si lotta molto nella zona centrale del campo ma le occasioni scarseggiano. Nel finale di tempo il Lascaris mette insieme tre buone occasioni,  al 15°con Canizzaro che servito dal figliol prodigo Ballacchino impegna Dematheis in angolo, un minuto dopo è lo stesso n° 10 bianconero a presentarsi a tu per tu con il portiere ospite ma angola troppo il tiro, ed infine occasione sulla destra per D’abramo che non sorprende il sempre ottimo Dematheis in uscita bassa. Si chiudono così sullo 0-0 i primi 20’ di gioco, dopo una buona partenza biancoceleste i padroni di casa si sono resi pericolosi sul finale di tempo.

 

 

 

Per nulla spaventato mister Politi nel secondo tempo cambia assetto, la difesa passa a due davanti a Martino, affiancando all'insuperabile Debilio, mastino D'introno, centrocampo a tre formato da Spina-Cipullo-Cireddu, e in attacco  il tridente pesante Patruno-Laurana.Cimino, spostando in avanti il baricentro della squadra. Al 2° ci prova Patruno di testa per gli ospiti, risponde D’Abramo al’4° in percussione sulla destra ma trova pronto Martino in uscita. Sulla ripartenza la palla arriva a Laureana che prova il pallonetto dalla distanza ma la palla esce di pochissimo, mentre in tribuna già si esultava. Al 7°  Lollo Patruno scende sulla sinistra, salta l’avversario e centra dove arriva in corsa  ancora  Laureana, ma di nuovo non trova la porta di un soffio. Al 11° la partita si sblocca, ci pensa l’11 Alpignanese Cipullo che partito dalla trequarti, salta in velocità tre avversari e riesce sull’uscita disperata di Feraj a toccare di punta in porta, 0-1 e grande festa dei sostenitori ospiti oggi molto numerosi in tribuna. Ci si attende la reazione dei bianconeri padroni di casa, ma senza correre particolari rischi, DeBilio e compagni conservano l’importante vantaggio fino al termine del tempo.

 

Nel terzo tempo, tutte le indicazioni tattiche impartite dai due mister decadono dopo 30 secondi, tanto ci mette l’Alpignano a recuperare palla in mezzo al campo e a sviluppare l’azione sulla destra, l’ imprendibile Cipullo arriva quasi sul fondo e la mette in mezzo dove non trova un compagno ma la sfortunata deviazione nella propria porta della difesa bianconera. 0-2.

 

Al 5° l’Alpignano sulle ali dell’entusiamo confeziona la più bella azione dell’incontro 4 passaggi di prima mettono Martinetto in ottima posizione per battere al volo, ma l’impatto con la palla è tutt’altro che felice, sulla ripartenza ci prova Cesano incuneandosi sulla fascia sinistra ma la conclusione finisce alta. Il Lascaris cerca con tutte le forze il gol che riaprirebbe l’incontro, ma all' 11° è bravo Cireddu in diagonale difensiva a mettere in angolo un pericoloso cross dalla destra di Dino, mentre al 18° una pennellata su punizione di Mainardi, destinata al sette, viene  smanacciata con un autentico volo da parte di Martino prima che la difesa riesca a liberare l’area. Triplice fischio finale e festeggiamenti per i ragazzi Alpignanesi che con 7 vittorie di fila,  26 gol fatti e solo 4 subiti si aggiudicano il campionato con due giornate di vantaggio.

 

A fine gara mister Bongiovanni dichiarerà: «Sono amareggiato per il risultato di una partita molto combattuta, faccio  i complimenti ai ragazzi per aver lottato su ogni pallone e peccato  per i gol sbagliati soprattutto nel finale di primo tempo che potevano indirizzare la partita diversamente. Ma il calcio è fatto di episodi e su due ripartenze L’Alpignano ha segnato. Meritavamo almeno il gol della bandiera».

 

Dal canto suo mister Politi dopo aver radunato negli spogliatoi la squadra ed essersi complimentato con i suoi ragazzi ci dice: «Non è stata una bella partita, ne abbiamo giocate di migliori, quando giochiamo il derby col Lascaris lo sentiamo sempre troppo. Oggi si è visto poco del reale potenziale di entrambe le formazioni, ma probabilmente noi abbiamo qualche elemento che ha qual’cosina in più e alla fine fa la differenza. Complimenti a tutti i miei ragazzi per l’ottimo campionato».             

 

LASCARIS - ALPIGNANO 0-2 (0-0; 0-1; 0-1)

 

RETI : 31° CIPULLO (A); 41° AUT (A).

 

FORMAZIONE LASCARIS: 1)COLAMARTINO   3)BIRTOLO  4)STRADA  5)GERMANO  6)RIO  8)D’ABRAMO  9)COSTA  10)BALLACCHINO  11)CANIZZARO 12)FERAJ 13)CESANO 14)DINO 15)MAINARDI 16)BONGIOVANNI. ALL. BONGIOVANNI

 

Sandro Antoniazzi (Alpignano)           

 

FORMAZIONE ALPIGNANO: 1)DEMATHEIS  2)MARTINETTO  3)SEMINERIO  4)DEBILIO  5)D’INTRONO  6)DI NUNZIO  7)PATRUNO  8)TAURISANO  9)MUSSO  10)SPINA  11)CIPULLO  12)MARTINO  13)CIREDDU  14)LAUREANA 15)CIMINO.   ALL. POLITI

 

Pianezza, 23 ottobre 2016

 

Al campo di via Claviere a Pianezza i "ragazzacci" di Mister Pellegrini affrontano il Lascaris club di grande tradizione.

 

Sul campo però, i grigi del Pozzo, in questa occasione con una maglia color rosso, sfoderano nel primo tempo una prestazione di grande livello, sia dal punto di vista tecnico che da quello grintoso. I nostri arrivano spesso prima sulla palla, i contrasti sono quasi sempre a nostro favore e arriviamo vicinissimi al gol con Cilenti, a cui viene negato il gol solo da un "miracolo" del portiere avversario. Il primo tempo finisce a reti bianche.

 

 

Nel secondo tempo i bianconeri del Lascaris si trasformano e sfoderano una prestazione decisamente superiore a quella fornita nel primo tempo, il Pozzo rallenta un po il ritmo, perdiamo palla a centrocampo, centrale e portiere non si capiscono, ne approfitta l'avversario che con un contropiede fulmineo prende palla e fa partire un missile terra aria che si infila all'incrocio dei pali. Da applausi la conclusione del numero 14. Nonostante questo teniamo il campo abbastanza bene e il tempo si chiude sull'1 a 0.

 

Nel terzo tempo caliamo vistosamente, le maglie si allargano e per i nostri avversari è gioco facile chiudere la partita. Autentico mattatore della partita il numero 14 avversario, giocatore di spessore e secondo me di altro livello.

 

Lascaris - Pozzomaina 3-0 (0-0 - 1-0, 2-0)

 

Formazione del Pozzomaina: Maraffino, Gastone, Zappatore, Negri (cap.), Dioka, Lucà, Covello, Isnardi, Icardi, Lattanzio, Cilenti, Siri. Mister: Alessio Pellegri

 

da Pianezza: Negri Francesco (Pozzomaina)

Venaria, 11/02/2018 

 

LA FINALE - Il Volpiano si arrende ai rossoblù (Runco segna il gol del momentaneo 1-1) ma si consola con la partecipazione alla fase nazionale del torneo

 

Un giocatore di un’altra categoria. È quello che ha dimostrato di essere Roberto Ceica, numero 7 del Pianezza, attaccante che unisce un fisico imponente con una tecnica e una velocità superiori. Le sue giocate hanno portato i rossoblù in finale, i suoi gol hanno regalato la coppa alla squadra di Sandro Oppedisano. Squadra che, a onor del vero, ha tanti altri giocatori interessanti e una consolidata struttura di gioco, ma quando là davanti hai uno così… tutto diventa più facile.

È una bella squadra anche il Volpiano di Roberto Cellerino, con individualità importanti come Runco, Castellano e Trunfio, infatti la partita è stata in bilico fino all’ultimo minuto, molto più di quanto non dica il risultato finale di 3-1.

 

Si comincia con un botta e risposta ad altissima intensità: Ceica inizia il suo show al 4’, anticipando di testa l’uscita del portiere avversario, ma Runco risponde subito dopo, con un’altra inzuccata imperiosa su azione d’angolo: 1-1 al 7 minuto di gioco. Ci vuole un altro colpo di testa a rompere di nuovo l’equilibrio, lo trova il solito Ceica in chiusura di tempo, sfruttando un cross proveniente dalla sinistra con ottima scelta di tempo.

 

 

Nella ripresa il Volpiano si getta in attacco alla ricerca del pareggio, e costruisce anche alcune occasioni che avrebbero meritato miglior sorte. In particolare, intorno al quarto d’ora, il portiere pianezzese Cariello sfoggia due miracoli in serie sul diagonale di Trunfio e soprattutto sulla ribattuta a colpo sicuro di Castellano; poco dopo una punizione di Runco fa la barba al palo. Gol sbagliato, gol subito, come nella più antica legge del calcio: in contropiede Ceica anticipa difensori e portiere e, di punta, segna la tripletta personale che chiude la partita e gli vale il riconoscimento come miglior giocatore.

 

Il Pianezza si qualifica alla fase nazionale di domenica prossima del torneo organizzato dal Venaria, ma ci andrà anche il Volpiano, vista la defezione dell’ultima ora del Cuneo 2005: insieme al Venaria padrone di casa, sfideranno le professioniste Juventus, Torino, Inter, Bologna e Alessandria. Niente male davvero.

 

La Redazione          

 

PIANEZZA-VOLPIANO 3-1 (2 a 1) (1 a 0)

 

RETI: pt 4’ e 20’, st 19’ Ceica (P), pt 7’ Runco (V).

 

FORMAZIONE PIANEZZA: Cariello, Hachmaoui, Pretari, Pesce, Ciciriello, Mantiqi, Ceica, Zridag, Morabito, Verderone, Hachmaoui, Pisano, Cibinel.

All. Oppedisano.

 

FORMAZIONE VOLPIANO: Pasqua, Amantea, Novo, Scamarda, Capirone, Mnighini, Cantone, Isolato, Castellano, Runco, Marcello, Fascella, Trunfio.

All. Cellerino.

 

SEMIFINALI 
Volpiano-Chisola 3-1
Pianezza-Chieri 2-1
 

FINALE 3/4 POSTO 
Chisola-Chieri 2-1
 

FINALE 1/2 POSTO
Volpiano-Pianezza 1-3
 

PREMI SPECIALI
Miglior portiere Thomas Pasqua (Volpiano)
Miglior giocatore Roberto Ceica (Pianezza)
Miglior allenatore Sandro Oppedisano (Pianezza)