Mercoledì, 24 Luglio 2024

Venaria, 11/02/2018 

 

FINALE - Iorio e Fabiao firmano l’1-1 con cui si concludono i tempi regolamentari, Birtolo realizza il penalty decisivo

 

Il Lascaris vince la finale regionale del torneo Calcio&Coriandoli, organizzato dal Venaria, e conquista un posto nella fase nazionale del prossimo week end, dove sfiderà - insieme al Venaria padrone di casa - le professioniste Juventus, Torino, Inter, Bologna, Alessandria e Cuneo. I bianconeri hanno avuto la meglio sulla Pro Settimo Eureka solo ai calci di rigore, che hanno deciso una finale tiratissima e combattuta per tutti i 40’ di gioco.

 

Le prime emozioni della partita sono frutto del tocco di esterno di Trombini, fuori di un soffio, e del diagonale di Caforio, che non trova il bersaglio grosso. Iorio rompe l’equilibrio al 12’, con un tiro dalla distanza che si infila sotto la traversa, ma la Pro pareggia subito con Fabiano, che trova la rete con una grande punizione da distanza siderale. I settimesi hanno altre due occasioni prima dell’intervallo, ma il destro di Filomeno viene parato e la botta di Cotroneo finisce alta.

 

 

Occasioni con il contagocce nella ripresa, ci provano senza successo Iorio, ancora da lontano, e Cotroneo con una rovesciata bella ma innocua. All’ultimo minuto il Lascaris sfiora il colpaccio con Trombini, che con uno splendido destro al volo centra l’incrocio dei pali.

 

Si va così ai calci di rigore. La Terra para il penalty di Bicego, ma la traversa di Doglio (con polemica: la palla dopo il legno danza sulla linea, dentro o fuori?) rimette la situazione in equilibrio. Ma a togliere ogni polemica ci pensano Cotroneo, che calcia alto, e Birtolo, che segna e colora di bianconero la finale.

 

La Redazione      

 

PRO SETTIMO EUREKA-LASCARIS 4-5 dcr (1-1 dtr)

 

RETI: pt 12’ Iorio (L), 13’ Fabiano (P).

 

FORMAZIONE PRO SETTIMO EUREKA: Bna, Cotroneo, Cena, Fabiano, Tortorella, Dinu, Filomeno, Tornello, Caforio, Bicego, Ilievski.

All. Davin.

 

FORMAZIONE LASCARIS: La Terra, Nabih, Ferla, Rotolo, Salubro, Lanzafame, Doglio, Trombini, Birtolo, Iorio, Crescenzo, Mannarino, Baro.

All. Delli Calici.

 

SEQUENZA RIGORI: Tortorella (P) gol, Lanzafame (L) gol, Bicego parato, Iorio gol, Cena gol, Trombini gol, Fabiano gol, Doglio traversa, Cotroneo alto, Birtolo gol.

 

SEMIFINALI 
Sisport-Pro Settimo Eureka 0-3
Atletico Torino-Lascaris 1-3
 

FINALE 3/4 POSTO
Sisport-Atletico Torino 4-1
 

FINALE 1/2 POSTO
Pro Settimo Eureka-Lascaris 4-5 dcr (1-1 dtr)
 

PREMI SPECIALI
Miglior portiere Fabio Bna (Pro Settimo Eureka)
Miglior giocatore Sofien Nabih (Lascaris)
Miglior allenatore Domenico Delli Calici (Lascaris)

 

 

Venaria, 11/02/2018 

 

LA FINALE - Il Volpiano si arrende ai rossoblù (Runco segna il gol del momentaneo 1-1) ma si consola con la partecipazione alla fase nazionale del torneo

 

Un giocatore di un’altra categoria. È quello che ha dimostrato di essere Roberto Ceica, numero 7 del Pianezza, attaccante che unisce un fisico imponente con una tecnica e una velocità superiori. Le sue giocate hanno portato i rossoblù in finale, i suoi gol hanno regalato la coppa alla squadra di Sandro Oppedisano. Squadra che, a onor del vero, ha tanti altri giocatori interessanti e una consolidata struttura di gioco, ma quando là davanti hai uno così… tutto diventa più facile.

È una bella squadra anche il Volpiano di Roberto Cellerino, con individualità importanti come Runco, Castellano e Trunfio, infatti la partita è stata in bilico fino all’ultimo minuto, molto più di quanto non dica il risultato finale di 3-1.

 

Si comincia con un botta e risposta ad altissima intensità: Ceica inizia il suo show al 4’, anticipando di testa l’uscita del portiere avversario, ma Runco risponde subito dopo, con un’altra inzuccata imperiosa su azione d’angolo: 1-1 al 7 minuto di gioco. Ci vuole un altro colpo di testa a rompere di nuovo l’equilibrio, lo trova il solito Ceica in chiusura di tempo, sfruttando un cross proveniente dalla sinistra con ottima scelta di tempo.

 

 

Nella ripresa il Volpiano si getta in attacco alla ricerca del pareggio, e costruisce anche alcune occasioni che avrebbero meritato miglior sorte. In particolare, intorno al quarto d’ora, il portiere pianezzese Cariello sfoggia due miracoli in serie sul diagonale di Trunfio e soprattutto sulla ribattuta a colpo sicuro di Castellano; poco dopo una punizione di Runco fa la barba al palo. Gol sbagliato, gol subito, come nella più antica legge del calcio: in contropiede Ceica anticipa difensori e portiere e, di punta, segna la tripletta personale che chiude la partita e gli vale il riconoscimento come miglior giocatore.

 

Il Pianezza si qualifica alla fase nazionale di domenica prossima del torneo organizzato dal Venaria, ma ci andrà anche il Volpiano, vista la defezione dell’ultima ora del Cuneo 2005: insieme al Venaria padrone di casa, sfideranno le professioniste Juventus, Torino, Inter, Bologna e Alessandria. Niente male davvero.

 

La Redazione          

 

PIANEZZA-VOLPIANO 3-1 (2 a 1) (1 a 0)

 

RETI: pt 4’ e 20’, st 19’ Ceica (P), pt 7’ Runco (V).

 

FORMAZIONE PIANEZZA: Cariello, Hachmaoui, Pretari, Pesce, Ciciriello, Mantiqi, Ceica, Zridag, Morabito, Verderone, Hachmaoui, Pisano, Cibinel.

All. Oppedisano.

 

FORMAZIONE VOLPIANO: Pasqua, Amantea, Novo, Scamarda, Capirone, Mnighini, Cantone, Isolato, Castellano, Runco, Marcello, Fascella, Trunfio.

All. Cellerino.

 

SEMIFINALI 
Volpiano-Chisola 3-1
Pianezza-Chieri 2-1
 

FINALE 3/4 POSTO 
Chisola-Chieri 2-1
 

FINALE 1/2 POSTO
Volpiano-Pianezza 1-3
 

PREMI SPECIALI
Miglior portiere Thomas Pasqua (Volpiano)
Miglior giocatore Roberto Ceica (Pianezza)
Miglior allenatore Sandro Oppedisano (Pianezza)

 

Pianezza, 01/05/2017

Di seguito, nella galleria fotografica, alcune foto sulla partita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Venaria, domenica 28 febbraio

 

Il Lucento del tecnico Mezzogori con un netto 0-3 strappa la vittoria in casa dei Cervotti guidati da mister Torre che però, a dispetto del risultato, non hanno assolutamente sfigurato. Sotto una pioggia torrenziale, le due squadre hanno dato vita ad una gara vivace che ha mostrato sicuramente sprazi di buon calcio dando vita ad una partita aperta e divertente dall'inizio alla fine.

 

Nella prima delle tre frazioni il Venaria parte meglio creando più occasioni da gol e mettendo alle strette la buona difesa del Lucento che cresce nel finale riequilibrando così il primo tempo. Nella seconda frazione è il Lucento a prendere in mano il pallino del gioco, anche grazie a Masella capece di imprimere una svolta alla gara. Il primo gol arriva, infatti, al 3' del secondo tempo. Masella prova la conclusione dalla distanza e sulla ribattuta è bravo Elaadama a trova il gol che sblocca l'incontro e regala il vantaggio agli ospiti. Il Venaria cerca la reazione, ma dieci minuti dopo arriva il secondo gol dei ragazzi di Mozzogori. E' ancora Masella a servire Debilio che trova la conclusione vincente portando i suoi in vantaggio per due volte. Poco dopo è ancora Debilio a provare il tris su punizione, ma De Pasquale si supera volando a togliere la palla dal sette.

 

 

La seconda frazione si chiude con un netto predominio ospite, ma la terza frazione potrebbe ancora ribaltare le sorti dell'incontro. Il terzo tempo torna come il primo, aperto ed equilibrato, serve allora un altro guizzo dell'spirato Masella per mettere il sigillo rossoblù sull'incontro. Al 13' l'attaccante di casa Lucento trova l'allungo che lo mette di fronte a De Pasquale. Questa volta neanche il numero 1 dei cervotti può fare niente davanti alla scivolata di Masella. L'incontro si chiude con il Lucento sugli scudi, ma il Venaria ha fatto la sua partita, sicuramente molto più che una magra consolazione.

 

VENARIA-LUCENTO 0-3

 

I marcatori del Lucento: st 3' Elaadama, 16' Debilio; tt 13' Mesella.

 

La formazione del Venaria: De Pasquale; Casetto, Cursio, Carrera, Devicenti, Napolitano, Cuzzi, Piombino, Gargiulo, Alaimo, Fanduzza, Devenere, Granata. All. Torre.

 

La formazione del Lucento: Brunero; Notaro, Ramli, Istoc, Zagnoun, Rusu, Debilio, Pascarelli, Granato, Masella, Correnti, Niculaese, Mountean, Elaadama, Rsaissi. All. Mezzogori.

 

Glocal Press

 

Venaria, 7 Maggio 2017

 

Il Lucento conquista la vittoria contro il Venaria solo alla fine del terzo tempo al termine di una gara combattuta e sempre in bilico tra due formazioni votate all'attacco. La squadra di casa, trascinata da un Bouktib scatenato è riuscita a riacciuffare il pareggio ad inizio della terza frazione: quando ormai tutto sembrava pronto per il sorpasso dei cervotti il Lucento ha dato prova delle sue grandi qualità offensive e ha sferrato l'uno-due decisivo grazie alla doppietta di Frascinelli che ha regalato la vittoria e i tre punti ai rossoblù.

 

Nel primo tempo la compagine allenata da Coriasso passa subito in vantaggio, dopo appena sei minuti: il Lucento perde palla in fase offensiva, i verdiarancio recuperano palla e servono Lioce che in contropiede segna. Dopo due minuti ancora il Venaria con Bouktib cerca il secondo gol ma il suo tiro termina alto. Al 9' si vede la squadra ospite in attacco, Miraglia duetta con Frascinelli che serve il compagno, Miraglia prova con l'esterno ma il pallone termina tra le braccia del portiere. Dopo due minuti Carnevale segna il gol del pareggio con un tiro dalla distanza, il pallone prima colpisce il palo e dopo termina in rete. Il risultato del primo tempo rispecchia i primi quindici minuti giocati, il Lucento ha ben fruttato l'occasione creata ed ha arginato le offensive avversarie.

 

 

Nel secondo tempo parte bene il Venaria, cross in area ma Bouktib e Lioce non riescono ad arrivare sul pallone. Al 6' il Lucento si porta momentaneamente in vantaggio, Miraglia arriva su una ribattuta del portiere avversario e batte a rete. Poco meno di due minuti e la squadra allenata da Scalia raddoppia: azione in velocità, Miraglia mette in mezzo, Carnevale prende il tempo all'estremo difensore avversario e imbuca il pallone in rete. Il Venaria attacca e un giro di lancette dopo segna il secondo gol, il solito Bouktib viene servito in profondità, attacca centralmente e la sua mina termina in rete. Al 13' ancora Bouktib prova dalla distanza ma il pallone termina alto sopra la traversa. Il Lucento ha messo in mostra un buon livello di gioco mentre la squadra rossoblù si affida al suo centravanti Bouktib.

 

La compagine di Coriasso scende in campo, nel terzo tempo, più convinta. Al 2' la punizione del solito Bouktib termina alta. Dopo due minuti il Lucento, sfortunato, colpisce nella stessa azione prima la traversa e dopo il palo. Al 5' la squadra di casa trova la rete del momentaneo vantaggio: il bomber Bouktib con un tiro potente e angolato batte Scalia, palla imprendibile per lui. Fino a qui il pareggio parziale rispecchia i tre tempi giocati dalle due squadre. Al 10' Bouktib serve in profondità Lioce che non riesce ad arrivare sul pallone. Il Lucento sale in cattedra e nel giro di due minuti Frascinelli sigla la sua personale doppietta. Al 12' si crea una mischia in area e Frascinelli arriva prima di tutti sul pallone e lo insacca. Dopo due minuti ancora il giocatore rossoblù parte con il contropiede e in solitaria batte a rete. Tra i due gol c'è il break del Venaria con il solito Bouktib che ci prova con l'esterno, il portiere compie una parata plastica.

 

VENARIA – LUCENTO 3-5


 

I MARCATORI: pt 6' Lioce(V), 11' Carnevale(L); st 6' Miraglia(L), 8' Carnevale(L), 9' Bouktib(V); tt 5' Bouktib(V), 10' e 14' Frascinelli(L)


 

LA FORMAZIONE DEL VENARIA: Rosano, Colletti, Dantona, Alesso, Vrama, Lioce, Comegno, Fantonetti, Bouktib, Pentiuc. All. Coriasso.


 

LA FORMAZIONE DEL LUCENTO: Barba, Daria, Carnevale, ,Rapicano, Miraglia, Caruso, Frascinelli, De Cola, Scalia. All. Scalia.

Redazione

Venaria Reale, 6-12-15.


Per l'ottava giornata di campionato,  al comunale di Venaria, si affrontano la squadra di casa, e l'Alpignano. Sul campo la visibilità è scarsa a causa della fitta nebbia.


1' tempo : L'Alpignano prende subito in mano le redini del gioco, ed  attuando un pressing alto, costringe il Venaria nella propria metà campo, creando così varie occasioni da gol, che non vengono concretizzate sia per la scarsa mira dei propri attaccanti, sia per la bravura del portiere avversario. Al 10' mt, Alpignano passa in vantaggio grazie ad un gol  di Monti, il quale finalizza una bellissima azione corale. Alla fine del primo tempo,  le squadre vanno al riposo col risultato di 1-0 per l'Alpignano.

 


2' tempo : L'Alpignano continua a dominare la scena, ed al 7' raddoppia grazie ad Aldisi, il quale è bravo spalle alla porta a girare in goal.


3' tempo: L'Alpignano continua a tenere il pallino del gioco,  lasciando poche occasioni al Real, e puntualmente arriva il 3' gol per l'Alpignano,  autore Leocane, che da distanza ravvicinata  traffige il portiere avversario.  L'Alpignano, a questo punto, tira un po' i remi in barca ed all'11' il Venaria ne approfitta per impegnare severamente il portiere Carbonaro, il quale risponde con una bella parata.


La partita termina col risultato di 3-0 per l'Alpignano, per il quale, dalla nebbia spunta finalmente un raggio di sole.

 

 Monti. M. (Alpignano)       

 

Alpignano : Carbonaro, Pecoraro, Busceti, Paganin, Melis, Leocane, Monti, Fortuna, Aldisi, Clorario.
All. Volgarino G. Luca.

 

 
Borgaro Torinese, DOMENICA 31.05.2015 ORE 15,15
 

 

 

Reduci dalla vittoria del mattino i ragazzi di mister Barile scendono in campo contro il Venaria.

Dopo una prima fase di studio arriva uno strepitoso gol dell'Alpignano. Spina riceve palla dalla rimessa laterale si gira salta l'uomo con una "mezza nave" e calcia di sinistro forte e a giro all'incrocio dei pali.

L'Alpignano sembra poter controllare la partita ma su un passaggio errato la ripartenza del Venaria è micidiale portando l'attaccante solo davanti a Martino che deve capitolare. 1-1 e fine primo tempo.

 

Nel secondo tempo l' Alpignano si riporta subito in vantaggio con una bella punizione a giro di Di Matteo (vedi video), ma da li in poi il protagonista diventerà il portierone biancoazzurro Martino.

Il Venaria calcia qualsiasi pallone nel centro dell'aria per sfruttare le doti fisiche dei suoi giocatori ma la difesa biancoazzurra, guidata dal sempre ottimo Martinetto respinge tutto il possibile e per l'impossibile ci pensa Martino: da una rimessa laterale la palla arriva all'attaccante arancio che si esibisce in una magnifica rovesciata, ma altrettanto magnifica è la risposta di Martino che in volo d'istinto devia in angolo. Stesso copione poco dopo, rimessa laterale, spizzata e volo del n° 1 alpignanese a respingere, tra la disperazione dei tifosi del Venaria. C'e' tempo anche per gli applausi al portiere del Venaria che devia sopra la traversa un bel tiro di Di Matteo.

 

 

 

 

 

Nel terzo tempo la partita prende la piega giusta per l'Alpignano. Alla prima azione Florea in percussione centrale trafigge con un missile l'incolpevole portiere del Venaria.

Ma il Venaria conferma le sue doti di squadra che lotta e non molla mai ed infatti sull'ennesima rimessa laterale calciata in area, stacco imperioso del n° 9 e gol di testa dalla parte opposta.

Purtroppo per loro però è solo un fuoco di paglia infatti da li a poco ci penserà Tucci a chiudere la partita con due gol molto simili, su respinta corta della difesa palla sul destro e tiro forte a pelo d'erba.

La partita termina 5-2 per l'Alpignano. E' stata forse la più bella partita tra quelle disputate dai ragazzi di mister Barile, gli spettatori hanno potuto apprezzare alcuni gol bellissimi e altri gesti tecnici molto validi. 

 

Nel campo di fianco Lascaris - Borgaro termina 6-1

 

Questa la formazione dell'Alpignano: MARTINO, FERRIGNI, MANGIONE, ANTONIAZZI, MARTINETTO, SPINA, CIREDDU, FLOREA, DI MATTEO e TUCCI.

Mister: Marco Barile.

 

Questi i Marcatori dell'Alpignano: SPINA, DI MATTEO, FLOREA, TUCCI e TUCCI.

Questi i parziali dei tre tempi: 1-1; 0-1; 1-3

 

 

                                                                                                                                             Sandro Antoniazzi

                                                                                                                                             Alpignano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
Borgaro Torinese, Domenica 24/05/2015 ore 11:00
 
 
 

Per il girone F della seconda fase si affrontano la formazione dell'Alpignano che ha vinto il girone D a punteggio pieno e la formazione del Venaria, giunta seconda nel girone C.

 

Nel primo tempo l'Alpignano controlla il gioco con dei buoni fraseggi e qualche accelerazione di Florea, che prima spara alto di sinistro e poi di destro coglie la traversa. Su indicazione di mister Barile la squadra pressa altissima, sempre nella metà campo avversaria con Martino pronto ad intervenire ben fuori area sui rilanci del Venaria. All'ultimo minuto proprio su un contropiede i due attaccanti arancioni si scambiano la palla, tiro dalla destra che colpisce la traversa, la palla  torna in campo e di sinistro viene ribattuto in rete  dal giocatore del Venaria che aveva fatto partire l'azione.

 

All'inizio del secondo tempo il Venaria raddoppia, calcio d'angolo, troppe maglie arancioni libere e di testa la palla viene insaccata in rete.

Il contraccolpo per i biancoazzurri e molto duro, le azioni non sono più fluide e anche le occasioni da gol non arrivano, ma su un'incursione sulla sinistra di Spina una spallata un pò troppo energica viene considerata dall'arbitro rigore. Dopo le solite proteste da una parte e dall'altra è lo stesso Spina a presentarsi  sul dischetto, palla calciata bene, forte e rasoterra, ma purtroppo di poco a lato. Tra lo sconforto generale alpignanese termina anche il secondo tempo.

 

 

 

 

Nel terzo tempo succede quello che non ti aspetti, su un lungo rilancio di Martino forse l'unica indecisione del poderoso centrale del Venaria, Mangione s'infila e fredda il portiere in uscita.

Adesso l'Alpignano torna a sperare e a spingere, e Di Matteo in mischia riesce a pareggiare.

La partita ora è nelle mani dell'Alpignano che  Infatti trova il gol del sorpasso sempre con Di Matteo, che con freddezza da vero bomber d'aria, ribadisce in rete a botta sicura un pallone scagliato nuovamente sulla traversa. 3-2 e tutti in campo a festeggiare.

La partita non è ancora finita ma il Venaria non ha ne forze fisiche ne psicologiche per cercare di pareggiare.

Allora ci pensa l'Alpignano. Martinetto, con molte probabilità il migliore in campo, rincorre una palla destinata alla rimessa laterale, la recupera e la gioca verso il proprio portiere. Prima che questa arrivi tra le braccia di Martino viene agganciata da un attaccante del Venaria che tenta un primo tiro che viene respinto, ma sulla seconda ribattuta nessuno può nulla e la palla s'infila. 3-3 e fine partita.

 

Per come si era messa la partita poteva essere vinta prima dal Venaria, e poi dall'Alpignano, quindi probabilmente il risultato è giusto, con grande rammarico da entrambe le parti. L'Alpignano è sembrato più tecnico e più manovriero, capace di giocare palla a terra con tutti i propri giocatori. Il Venaria è sembrato più incentrato su un solido difensore centrale e su un ottimo numero 8 vero uomo ovunque degli arancioni, oltre ad una grinta agonistica fuori dal comune.

 

Sul campo di fianco per lo stesso girone il VANCHIGLIA batte il LUCENTO per 3-2 portandosi così in vetta al girone.

 

Questa la formazione dell'Alpignano: MARTINO, MANGIONE , SEMINERIO, ANTONIAZZI, MARTINETTO, COSTA, FLOREA, DI MATTEO e SPINA.

Mister: Marco Barile.

 

Questi i Marcatori dell'Alpignano: MANGIONE, DI MATTEO e DI MATTEO. Questi i parziali dei tre tempi: 1-0; 1-0; 1-3

 

 

                                                                                                                                             Sandro Antoniazzi

                                                                                                                                             Alpignano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
Borgaro Torinese, DOMENICA 31.05.2015 ORE 15,15
 

 

 

Reduci dalla vittoria del mattino i ragazzi di mister Barile scendono in campo contro il Venaria.

Dopo una prima fase di studio arriva uno strepitoso gol dell'Alpignano. Spina riceve palla dalla rimessa laterale si gira salta l'uomo con una "mezza nave" e calcia di sinistro forte e a giro all'incrocio dei pali.

L'Alpignano sembra poter controllare la partita ma su un passaggio errato la ripartenza del Venaria è micidiale portando l'attaccante solo davanti a Martino che deve capitolare. 1-1 e fine primo tempo.

 

Nel secondo tempo l' Alpignano si riporta subito in vantaggio con una bella punizione a giro di Di Matteo (vedi video), ma da li in poi il protagonista diventerà il portierone biancoazzurro Martino.

Il Venaria calcia qualsiasi pallone nel centro dell'aria per sfruttare le doti fisiche dei suoi giocatori ma la difesa biancoazzurra, guidata dal sempre ottimo Martinetto respinge tutto il possibile e per l'impossibile ci pensa Martino: da una rimessa laterale la palla arriva all'attaccante arancio che si esibisce in una magnifica rovesciata, ma altrettanto magnifica è la risposta di Martino che in volo d'istinto devia in angolo. Stesso copione poco dopo, rimessa laterale, spizzata e volo del n° 1 alpignanese a respingere, tra la disperazione dei tifosi del Venaria. C'e' tempo anche per gli applausi al portiere del Venaria che devia sopra la traversa un bel tiro di Di Matteo.

 

 

 

 

 

Nel terzo tempo la partita prende la piega giusta per l'Alpignano. Alla prima azione Florea in percussione centrale trafigge con un missile l'incolpevole portiere del Venaria.

Ma il Venaria conferma le sue doti di squadra che lotta e non molla mai ed infatti sull'ennesima rimessa laterale calciata in area, stacco imperioso del n° 9 e gol di testa dalla parte opposta.

Purtroppo per loro però è solo un fuoco di paglia infatti da li a poco ci penserà Tucci a chiudere la partita con due gol molto simili, su respinta corta della difesa palla sul destro e tiro forte a pelo d'erba.

La partita termina 5-2 per l'Alpignano. E' stata forse la più bella partita tra quelle disputate dai ragazzi di mister Barile, gli spettatori hanno potuto apprezzare alcuni gol bellissimi e altri gesti tecnici molto validi. 

 

Nel campo di fianco Lascaris - Borgaro termina 6-1

 

Questa la formazione dell'Alpignano: MARTINO, FERRIGNI, MANGIONE, ANTONIAZZI, MARTINETTO, SPINA, CIREDDU, FLOREA, DI MATTEO e TUCCI.

Mister: Marco Barile.

 

Questi i Marcatori dell'Alpignano: SPINA, DI MATTEO, FLOREA, TUCCI e TUCCI.

Questi i parziali dei tre tempi: 1-1; 0-1; 1-3

 

 

                                                                                                                                             Sandro Antoniazzi

                                                                                                                                             Alpignano.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
Borgaro Torinese, Domenica 24/05/2015 ore 11:00
 
 
 

Per il girone F della seconda fase si affrontano la formazione dell'Alpignano che ha vinto il girone D a punteggio pieno e la formazione del Venaria, giunta seconda nel girone C.

 

Nel primo tempo l'Alpignano controlla il gioco con dei buoni fraseggi e qualche accelerazione di Florea, che prima spara alto di sinistro e poi di destro coglie la traversa. Su indicazione di mister Barile la squadra pressa altissima, sempre nella metà campo avversaria con Martino pronto ad intervenire ben fuori area sui rilanci del Venaria. All'ultimo minuto proprio su un contropiede i due attaccanti arancioni si scambiano la palla, tiro dalla destra che colpisce la traversa, la palla  torna in campo e di sinistro viene ribattuto in rete  dal giocatore del Venaria che aveva fatto partire l'azione.

 

All'inizio del secondo tempo il Venaria raddoppia, calcio d'angolo, troppe maglie arancioni libere e di testa la palla viene insaccata in rete.

Il contraccolpo per i biancoazzurri e molto duro, le azioni non sono più fluide e anche le occasioni da gol non arrivano, ma su un'incursione sulla sinistra di Spina una spallata un pò troppo energica viene considerata dall'arbitro rigore. Dopo le solite proteste da una parte e dall'altra è lo stesso Spina a presentarsi  sul dischetto, palla calciata bene, forte e rasoterra, ma purtroppo di poco a lato. Tra lo sconforto generale alpignanese termina anche il secondo tempo.

 

 

 

 

Nel terzo tempo succede quello che non ti aspetti, su un lungo rilancio di Martino forse l'unica indecisione del poderoso centrale del Venaria, Mangione s'infila e fredda il portiere in uscita.

Adesso l'Alpignano torna a sperare e a spingere, e Di Matteo in mischia riesce a pareggiare.

La partita ora è nelle mani dell'Alpignano che  Infatti trova il gol del sorpasso sempre con Di Matteo, che con freddezza da vero bomber d'aria, ribadisce in rete a botta sicura un pallone scagliato nuovamente sulla traversa. 3-2 e tutti in campo a festeggiare.

La partita non è ancora finita ma il Venaria non ha ne forze fisiche ne psicologiche per cercare di pareggiare.

Allora ci pensa l'Alpignano. Martinetto, con molte probabilità il migliore in campo, rincorre una palla destinata alla rimessa laterale, la recupera e la gioca verso il proprio portiere. Prima che questa arrivi tra le braccia di Martino viene agganciata da un attaccante del Venaria che tenta un primo tiro che viene respinto, ma sulla seconda ribattuta nessuno può nulla e la palla s'infila. 3-3 e fine partita.

 

Per come si era messa la partita poteva essere vinta prima dal Venaria, e poi dall'Alpignano, quindi probabilmente il risultato è giusto, con grande rammarico da entrambe le parti. L'Alpignano è sembrato più tecnico e più manovriero, capace di giocare palla a terra con tutti i propri giocatori. Il Venaria è sembrato più incentrato su un solido difensore centrale e su un ottimo numero 8 vero uomo ovunque degli arancioni, oltre ad una grinta agonistica fuori dal comune.

 

Sul campo di fianco per lo stesso girone il VANCHIGLIA batte il LUCENTO per 3-2 portandosi così in vetta al girone.

 

Questa la formazione dell'Alpignano: MARTINO, MANGIONE , SEMINERIO, ANTONIAZZI, MARTINETTO, COSTA, FLOREA, DI MATTEO e SPINA.

Mister: Marco Barile.

 

Questi i Marcatori dell'Alpignano: MANGIONE, DI MATTEO e DI MATTEO. Questi i parziali dei tre tempi: 1-0; 1-0; 1-3

 

 

                                                                                                                                             Sandro Antoniazzi

                                                                                                                                             Alpignano.