Sabato, 15 Giugno 2024
 Luca Mereu

Luca Mereu

MARCATORI / 4° GIORNATA - Con due reti Covello aggancia il trio di testa, doppiette anche per Albisetti, Allo, Cacaci e Rullo
 


6 RETI: Gnata (Città di Baveno), Akoua (Derthona), Covello (Pozzomaina), Longo (Vanchiglia)

5 RETI: Squillacioti (Bra), Rossi (Carignano), Lorenzon M. (Novese), Pianese (Quincinetto Tavagansco), Gyimah (Savigliano), Garda (Sparta Novara)

4 RETI: Coletti (Acqui), Albisetti (Alpignano), Viscomi (Castellazzo), Trimarchi (Carmagnola), Cacaci (Cbs), Ferrari (Ivrea), Gelmini, Losano (Lucento)

3 RETI: Dubois (Alfieri Asti), Piredda (Atletico Torino), Giordano A. (Bacigalupo), Cavalieri (Bra), Daka (Casale), Rullo (Castellazzo), Ghironi (Cbs), Esposito, Mennuti, La Neve (Chieri), Perotti (Chisola), Bipedi (Gassino), Andreotti (La Biellese), Spoto (Lucento), Lazzeroni, Le Chiara (Rivarolese), Bosonin (Volpiano)

2 RETI: Giacobone (Academy Novara), Cagnolo (Acqui), Menzaghi (Acc.Borgomanero), Pettullà (Alpignano), De Pasquale, Traore (Area Calcio), Lo Bue (Borgaro Nobis), Carlone, Di Biase, Omoregbe (Borgosesia), Ferrari, Fedeli (Borgovercelli), La Rosa (Bra), Giaimo, Cichello (Carmagnola), Kolev (Castellazzo), Achino (Cbs), Cirillo (Cenisia), Dell'Anno, Bottale (Chisola), Guariento (Chieri), Barbadoro, Piana (Città di Baveno), Cavigiola, Demartini (Derthona), Mellano, Morano (Giovanile Centallo), Sardaro (Ivrea), Manukjan (KL Pertusa), Cinquemani (Lucento), Allo, Piraneo (Novese), Bonan (Pinerolo), Cazzuola A., Sorgente (Pozzomaina), Golfarelli, Gravina (Pro Eureka), Dinuzzo, Fileccia (Quincinetto Tavagnasco), Cannizzo, Pontin (Vanchiglia), Vito (Venaria)

1 RETE: Alessi, Capriolo, Sistino (Acc.Verbania), Amoretti, Antonello, Bovi, Cetrangolo, Dranieri, Vathi (Acc.Borgomanero), Barletto, Goldini Pagliano (Acqui), Cutalia, Gamba, Tabaku (Alfieri Asti), De Angelis (Alpignano), Danusso, Massolino (Area Calcio), Giordano V., Pacconi (Bacigalupo), El Maliki, Oddo, Quarta (Bollengo), Anterio, Greco, Montenegro F., Popescu, Quaceci, Savio (Borgaro Nobis), Dezuani, Torelli (Borgosesia), Bullano, Brusa, Lupi, Maher, Verbano (Borgovercelli), De Faveri, Garcea (Bra), Perito (Carignano), Falconi, Galluccio (Carmagnola), Albino, Pasquinelli (Casale), Damoni, Gatti, Moretti (Castellazzo), Montagnani, Nazeraj (Cbs), Giuliani, La Torraca, Merandino, Perino (Cenisia), Amendola, Coscia, Geraci Gregori, Managò (Chisola), Alberetti, Caprino, Valera (Chieri), Amendola, Gallo, Scarazzini (Città di Baveno), Benigno, De Grandis (Cumiana), Ardua, Gaga, Martin, Taverna (Derthona), Basiglio, Gabutto, Marro, Rinaudo (Giovanile Centallo), De Paola (Ivrea), Calabrese, Ciarletti, Peretti, Pozzato (La Biellese), Andreoli, Lo Bianco, Meraco, Palumbo, Pretti (Lascaris), Diaec, Staiano (Lesna Gold), Arduca, Fusca, Iuliano, Totaro (Lucento), Campolongo, Fasone, Giacobbe, Tursi (Mirafiori), Cilleni Carlo, Comino, Magnino (Monregale), Blal, Campanella, Gallo, Mauro, Ongaro (Pinerolo), Cazzuola Alessandro, Delfino (Pozzomaina), Castellano, Coltarelli (Pro Eureka), Balbiano, Vergano (Quincinetto Tavagnasco), Fonsato, Perolino, Maglietto, Rolando (Rivarolese), Anselmo, Capasso, Palushai (Savigliano), Bianchi, Bondonari, De Collibus (Sparta Novara), Cossu, Enrico, Milazzo (Vanchiglia), Bozzardini, Pirisi, Spiga, Tietto, Ursoleo (Venaria), Battilani, Bottoni, Dascanio, Melis, Sponzilli (Volpiano)

4° GIORNATA - Il Borgaro vince, ma la Rivarolese medita sul ricorso. Alpignano e Vanchiglia senza patemi. Vince il Lucento
 


Nelle partite della domenica, il Borgaro vince 1-0 sulla Rivarolese grazie al bel gol da fuori area di Piscitelli, ma gli ospiti stanno valutando se fare ricorso per un errore tecnico arbitrale piuttosto evidente. Un rigore a favore della Rivarolese è stato annullato a causa di un'invasione di area degli attaccanti della squadra ospite, con il fischietto che sancisce una punizione a favore del Borgaro. I mister delle due squadre sono dubbiosi circa l'interpretazione del regolamento da parte del direttore di gara ed effettivamente la normativa al riguardo sembra dare credito alle loro perplessità. L'Alpignano ha realizzato una goleada che sancisce la vittoria per 9-0 contro il Montanaro, sugli scudi Tucci e Patruno autori di una tripletta ciascuno. Anche il Vanchiglia non fa sconti al Grand Paradis, segnando quattro gol, tra cui spicca l'incornata di Abas. Nel posticipo delle 17 il Lucento piega di misura il Lascaris grazie a Virelli su azione d'angolo.

BORGARO NOBIS-RIVAROLESE 1-0
Rete: st 15' Piscitelli
Espulsi: pt 25' Lauriola (R)

ALPIGNANO-MONTANARO 9-0
Reti: pt 14', 25', 35' Tucci, pt 34' Spina, st 15', 20', 30' Patruno, st 21', 23' Rottino

GRAND PARADIS-VANCHIGLIA 0-4
Reti: pt 24' De Andreis, st 3' Alfa Saeed, st 23' Abas, st 33' Costanza rig.

LUCENTO-LASCARIS  1-0
Reti: st 10' Virelli
Espulso: Riu (LA)

PRO EUREKA-IVREA 10-0
Reti: pt 25’ Badaracco, 27’ Brombal, st 8’ e 10’ Gamberoni, 14’ Cuonzo, 24’ Di Bartolo, 27’ Lancellotta, 28’, 32’ e 33’ Gamberoni

VENARIA-MERCADANTE 0-1
Rete: st 30' Forlani rig.

BARCANOVA-SAN MAURO 7-1
RETI: pt 18’ e 32’ Faraudello (B), 21’ e 30’ Tetaj (B), 33’ Sofian (B), st 23’ (S), 25’ Larotonda (B), 35’ Faraudello (B)

VOLPIANO-GASSINO 5-0
Reti: pt 1’ Cantone, 19’ Castellano, 35’ Paparo, st 22’ Femia, 35’ Isolato

LA PARTITA/ Girone C  - Vittoria di misura per il Bacigalupo, che piega la resistenza di uno spento Pozzomaina grazie alla punizione di Stucovitz al 16' del secondo tempo. Ospiti alla prima sconfitta stagionale dopo un ottimo inizio, ma mister Giuliani non fa drammi, nonostante l'opaca prestazione dei suoi, che hanno anche chiuso l'incontro in 9 uomini: "Forse qualche decisione arbitrale sarebbe da rivedere, ma non è un alibi, siamo mancati noi. Tutto sommato è una sconfitta che può farci bene, perché ci riporta coi piedi per terra. Siamo una buona squadra, ma è importante capire quale sia la nostra dimensione e faremo tesoro di questa debacle". Nei padroni di casa brilla il centrocampo e dopo la sconfitta della settimana scorsa era importante tornare subito al successo.
 


BACIGALUPO-POZZOMAINA 1-0
RETE: st 16' Stucovitz
BACIGALUPO (3-4-1-2): Fornengo, Caruso, Varricchio, Giaccardi, Longo, Lombardo, Tarek, Gidori (st 45' Paone), Scomparin (st 23' Khelifa), Simonetti (st 42' Moretta), Stucovitz (st 35' Licausi). A disp. Frasson, Meli, Finardi. All. Ivan Mingardo.
POZZOMAINA (4-4-2): Carubia, Musa (pt 32' Tedesco), Tufa, Toffanin, Pisani (st 38' Nolfo), Napolitano, Alemanno (st 34' D'Amato), Asinari (st 18' Giannone), De Agostini (st 1' Dusnasco), Mazzitelli, Gillone. A disp. Schiavone. All. Cosimo Giuliani.
ESPULSI: st 36' Gillone (P) doppio giallo, st 40' Tedesco (P) per proteste.
AMMONITI: pt 40' Varricchio, st 10' Caruso (B); st 39' Licausi (P)

Prima sconfitta stagionale per il Pozzomaina che cade in casa dei lupi dopo tre vittorie consecutive (ma solo due omologate). La prima metà di parziale è priva di sussulti, ma alla distanza il Bacigalupo, guidato dal trio Lombardo-Tarek-Gidori prende campo e comincia a impensierire Carubia. Il primo a farsi vedere è Scomparin con un tiro velenoso al 20' e un destro a giro poco dopo; poi è Gidori con una bella azione sulla sinistra a spaventare la difesa ospite, rubando palla, rientrando sul destro e calciando, ma Carubia non si lascia sorprendere. Così come al 22' sulla gran botta di Stucovitz che lo costringe a un provvidenziale intervento. Dopo la prima mezz'ora il Pozzomaina cerca di recuperare terreno, sfruttando nelle ripartenze la velocità di Mazzitelli, ma il 10 ospite è troppo isolato davanti e il finale di tempo premia sempre i padroni di casa, che concludono il primo tempo con una punizione che si spegne alta sopra la traversa. Il secondo parziale inizia con una scossa per il Pozzomaina che tenta di sfruttare una punizione per trovare il gol, ma Fornengo è attento e blocca; ed è fenomenale tra 12' e 14' a sventare con due uscite tempestive due pericolose incursioni avversarie. E qui la partita si decide, perché al 16', su una punizione al limite dell'area, Stucovitz segna il gol che porta alla vittoria con un bel sinistro all'incrocio sul lato del portiere. Subito dopo mister Mingardo si copre e cambia il modulo schierando un 4-4-2 che non modifica l'inerzia della gara. Khelifa entra bene in partita, tenendo su palla e sfiorando clamorosamente il 2-0 su un'imbucata di Simonetti, ma il tocco sotto a scavalcare il portiere è sventato da un miracolo di Napolitano che salva sulla linea. Gli ospiti perdono fiducia e aumentano il nervosismo, tanto da perdere due uomini nel giro di 4 minuti per cartellini rossi, forse eccessivamente fiscali. I neroazzurri controllano senza patemi e certificano la loro supremazia sfiorando il 2-0 nel finale con Simonetti ben stoppato da Carubi.

Seconda vittoria casalinga consecutiva e sconfitta della settimana scorsa dimenticata, ma mister Mingardo predica calma: "I ragazzi hanno alti e bassi e quando andiamo su campi in cui fare guerra andiamo in difficoltà. In casa, anche grazie al campo, ci esprimiamo meglio e oggi abbiamo dimostrato che siamo una buona squadra attraverso una buona prestazione".

Ora per il Bacigalupo una settimana per preparare la sfida di domenica sul campo del Bra, sperando di trovare gli avversari stanchi grazie proprio al Pozzomaina, che mercoledì dovrà recuperare con i giallorossi l'incontro annullato la scorsa domenica. 

4° Giornata - Area Calcio e Centallo in zona Cesarini, in coda prima vittoria per il Bacigalupo. Carmagnola esagerato!
 


Ben tre partite risolte al foto finish in questa 4° giornata del gruppo C, ma la copertina se la prendono il Savigliano e il Carmagnola. I primi vanno a giocare sul campo della capolista Chisola, ed escono imbattuti con grande soddisfazione, in una trasferta che già al 1' minuto di gioco si era messa in salita. Il rigore di Gregori in avvio infatti sembrava poter indirizzare l'incontro, in un primo tempo di marca bianco-blu. Ma nel finale di parziale l'ingenuità di Bottale, espulso per proteste, pare riaprire la partita. Che però nel secondo tempo sembra sempre favorire il Chisola, quando i numi scendono a benedire l'intuito di Montiglio che neutralizza il rigore del pari tirato da Capasso. Che da buon capitano però non si lascia demoralizzare e si riscatta al 20' facendo esplodere i suoi per un pareggio ben guadagnato. "Da una parte dispiace, perché nel primo tempo siamo stati in controllo, ma non siamo riusciti a trovare il 2-0. Poi abbiamo pagato l'uomo in meno, perché loro hanno elementi veloci, con gamba che ci hanno messo in difficoltà. Ma alla fine siamo stati bravi a portare a casa il punto. Dispiace soprattutto vista la prima parte di gara dove abbiamo mostrato la nostra forza, ma alla fine va bene così, usciamo più consapevoli di prima delle nostre capacità" dirà Fabio Isaia del Chisola. Il Carmagnola invece esagera sul campo del KL Pertusa, calando un pokerissimo che vale il raggiungimento dei 6 punti e una bella iniezione di fiducia dopo due sconfitte consecutive. Niente lacrime però in casa del Pertusa dove, seppure si recrimina per le due espulsioni comminate a Castagnoli e Manukjan, trapela ottimismo dalle parole di mister Santià, che esalta i primi 20 minuti di gioco dei suoi, autori di buone trame. Per gli ospiti nota di merito per Falconi, che grazie ad un rapido 1-2 con Galluccio, viene lanciato in area dove con un bel diagonale che tocca il palo e si insacca, realizza il gol più bello della partita. Sono ben quattro le capoliste alla fine della giornata. Oltre al Chisola, il Centallo riagguanta una partita che sembrava andata, ma Basiglio al 41' del secondo tempo centra il pari con un bel tiro ad incrociare. Grande partita e grande sportività in campo, con i due allenatori pronti a riconoscere i meriti degli avversari a fine incontro, per un pareggio che alla fine appare giusto. Balza in testa anche il Mirafiori, che sempre allo scadere piega la resistenza dell'Atletico Torino. Dopo lo 1-1 del primo parziale, è Tursi a regalare ai suoi la vittoria che vale quota 10 punti in pieno recupero. La Cbs invece va a vincere 4-1 sul campo di un volenteroso Cumiana, a cui non basta il bel gol in apertura di De Grandis, pescato sul primo palo dal cross di Molino. Cacaci oggi è in gran spolvero e con una doppietta in quattro minuti raddrizza la gara, messa poi in ghiaccio da Ghironi e Nazeraj. I due Giordano guidano il Bacigalupo alla prima vittoria in campionato, piegando un Carignano che non riesce a ripetere la scorpacciata di gol della scorsa settimana, mentre il Bra fa valere il fattore campo con una prestazione che esalta mister Floris. Bellissimo il gol di Cavalieri, che finalizza una grande azione palla a terra in verticale sulla fascia. La sovrapposizione libera l'esterno per il cambio di gioco su De Faveri, che è bravissimo al volo a mettere in mezzo dove arriva Cavalieri di gran carriera (nomen omen) che insacca. Infine l'Area Calcio ringrazia la freddezza dal dischetto di De Pasquale, che regala i 3 punti nei minuti di recupero contro l'ostico Monregale.

BRA-PINEROLO 2-0
Reti: pt 10' Cavalieri, Squillacioti

CUMIANA-CBS 1-4
Reti: st 5' De Grandis (CU), pt 13' e 17' Cacaci, pt 21' Ghironi, st 2' Nazeraj

LESNA GOLD-GIOVANILE CENTALLO 1-1
Reti: pt 18' Diaec (LG), st 41' Basiglio (GC)

BACIGALUPO-CARIGNANO 2-0
Reti: Giordano A., Giordano V.

AREA CALCIO-MONREGALE 1-0
Reti: st 42' (r) De Pasquale (A)

CHISOLA-SAVIGLIANO 1-1
Reti: pt 1' (r) Gregori (C), st 20' Capasso (S)
Espulso: pt 39' Bottale (C)
Note: st 7' Montiglio (C) para rigore a Capasso (S)

ATLETICO TORINO-MIRAFIORI 1-2
Reti: pt 17' Giacobbe (M), pt 36' Piredda (A), st 41' Tursi (M)

KL PERTUSA-CARMAGNOLA 0-5
Reti: pt 10' Galluccio, pt 15' Falconi, pt 25' Giaimo, st 25' e 30' Cichello
Espulsi: Castagnoli e Manukjan (KL)

4° GIORNATA - L'Alpignano si scatena, il San Mauro si conferma muro invalicabile per le grandi. Prima vittoria del Cenisa.
 


Come sabato scorso, il San Mauro si dimostra blocca grandi, andando ad impattare 0-0 contro la capolista Rivarolese. Partita difficile per gli ospiti, giocata, secondo le parole di mister Beltrani "più di cuore che di testa, sbagliando troppo a centrocampo e concedendo qualche ripartenza di troppo. Ma siamo in crescita". Pareggio a reti bianche che fa felice il Vanchiglia, che appaia la Rivarolese in testa imponendosi non senza difficoltà sul campo della Pro Eureka. Ci si mette anche la sfortuna per i padroni di casa, perché un minuto dopo lo 0-1 arriva il raddoppio con l'incredibile autogol di Palestro che si infila sotto il sette con una parabola beffarda. Guido Bordin della Pro non è però deluso e commenta così la partita: "E' stato un bell'incontro tra due belle squadre e il primo tempo di grande equilibrio è una riprova. Loro forse hanno migliori individualità e abbiamo pagato qualcosa sul piano fisico, ma dal punto di vista del gioco e dello spirito di squadra mostrato sono soddisfatto". Colpaccio di giornata per il Pozzomaina, che espugna il campo del Lascaris grazie ad un gol per tempo di uno scatenato Covello, vero trascinatore dei suoi. Ma nota di merito anche per il secondo portiere Bellandi, schierato oggi titolare e che sullo 0-1 sventa un rigore che poteva cambiare la partita. Buon punto per l'Ivrea, che in casa del Borgaro va prima sotto, poi ribalta l'incontro, ma nel finale deve fare i conti con Fabio Montenegro che agguanta il 2-2. Finale concitato, con i padroni di casa che si disperano per un palo e una traversa colpiti che negano loro i tre punti. Il Venaria non ha problemi nella trasferta di Aygreville e si rilancia balzando a quota 7 punti, mentre per il Cenisia arriva la prima vittoria e i primi punti nella sfida col Bollengo, ancora fermo al palo. Il Volpiano arriva ad un passo dal bel colpo col Lucento, ma Iuliano acciuffa il pari ad una manciata di minuti dalla fine. Infine esordio coi fiocchi per Nicola Cancellara all'Alpignano, subentrato a Diego Lombardi in settimana. Arrivato in squadra solo martedì, avrà tempo per far esprimere ai ragazzi la sua idea di calcio, ma l'inizio è dei più promettenti, grazie al 4-1 sul Quincinetto Tavagnasco.

BORGARO NOBIS-IVREA 2-2
Reti: pt 10' Savio (B), st 17' Sardaro (I), st 26' Ferrari (I), st 34' Montenegro Fabio (B) 

AYGREVILLE-VENARIA 1-3
Reti: pt 3' Bozzardini, pt 17' (A), pt 35' Vito, st 25' Spiga

BOLLENGO-CENISIA 2-4
Reti: pt Cirillo (2) (C), pt o.g. (C), st La Torraca (C), st Quarta (B), st El Maliki (B)

LASCARIS-POZZOMAINA 0-2
Reti: pt 10' (r) Covello, st 35' Covello
Note: pt 30' Bellandi (P) para rigore a Merico (L)

PRO EUREKA-VANCHIGLIA 1-3
Reti: st 18' Longo (V), st 19' o.g. Palestro (P), st 37' Castellano (P), st Milazzo (V)

VOLPIANO-LUCENTO 1-1
Reti: pt Sponzilli (V), st 38' Iuliano (L)

ALPIGNANO-QUINCINETTO TAVAGNASCO 4-1
Reti: pt 3' Pianese (Q), pt 10' e 25' Albisetti, pt 15' Pettullà, st 5' De Angelis

SAN MAURO-RIVAROLESE 0-0

 

4° GIORNATA - Fattore campo rispettato per La Biellese e Sparta Novara, Casale corsaro
 


Non si ferma la corsa del Chieri, che in casa del Castellazzo coglie i 3 punti e si conferma in testa a punteggio pieno. Ma che fatica quest oggi. Due volte in svantaggio, due volte su rigore, con Rullo implacabile dagli 11 metri, solo in pieno recupero con Alberetto arriva la vittoria. "E' stata una partita tosta, preparata molto bene da loro. Ci hanno fatto soffrire, ma siamo stati bravi a non mollare e mostrare il carattere e la voglia di vincere fino all'ultimo" le parole di Christian Viola del Chieri. Mentre in casa Castellazzo c'è rammarico per un bel risultato che i ragazzi avrebbero meritato, ma è anche con queste sconfitte che si cresce. Bella partita tra Acqui e Città di Baveno, con le due squadre a giocare un incontro intenso e vibrante che vede gli ospiti partire subito in quarta con Gnata che va in gol e gli avanti a creare grattacapi alla retroguardia avversaria. Ma i padroni di casa escono bene e pareggiano nel secondo parziale con il gol spettacolare di Coletti, che prende il tempo a tutti su un pallone spiovente a centro area, e in mezza rovesciata infila il pallone in rete. Come tra Chieri e Castellazzo, anche qui la grinta non difetta come sottolinea mister Sottini del Città di Baveno: "Rimasti in 10 a venti minuti dalla fine abbiamo dato prova di grande carattere, perché con l'uomo in meno, su questo campo e contro questa bella squadra, non era per niente facile. Nel finale abbiamo anche colto una traversa, ma penso che il pareggio sia un risultato giusto". Si conferma il Casale, che coglie la seconda vittoria esterna consecutiva dopo una buona prova. Dopo lo 1-1 dei primi 40 minuti marcato Pasquinelli e Cetrangolo, è Daka nel secondo parziale a mantenersi freddo dagli 11 metri regalando i tre punti ai suoi. Finale agrodolce però per gli ospiti, che finiscono con dirigente e mister allontanati dall'arbitro. La Biellese riscatta la sconfitta della scorsa settimana piegando l'Accademia Verbania. Gli ospiti sono ancora fermi a 0 punti, ma a piccoli passi cercano di ritagliarsi le loro soddisfazioni e nonostante la sconfitta oggi sono riusciti a rimanere in partita a lungo, piegati solo a metà secondo tempo e col 2-0 definitivo siglato ad un minuto dalla fine. Se credete alle coincidenze e alla fortuna, abbiamo un numero da darvi che arriva direttamente da Borgovercelli - Novese. 4° giornata, 4-4 il risultato, punti in classifica delle due squadre? 4 ovviamente. Bene anche lo Sparta Novara, che piega il Borgosesia grazie al bolide dai 20 metri di Bondonar e al piattone di De Collibus, intervallati dal pareggio di Di Biase. Anche qui la tigna dei padroni di casa la fa da padrone, in un finale giocato con l'uomo in meno, ma con una buona gestione fino al fischio finale. Successo serale per il Derthona, che continua il suo ottimo momento andando a piegare il Gassino a domicilio. Punti preziosi per gli ospiti, che restano incollati al Chieri. Oggi il bicchiere è mezzo pieno, perché la prestazione non soddisfa appieno mister Pontarolo, vista la grande fatica fatta nel primo tempo per andare in gol e alcune disattenzioni finali che hanno portato al gol della bandiera avversario. Ma sono pur sempre tre punti importanti, che certificano lo straordinario inizio di campionato e a sottolinearlo c'è anche la qualità dei gol, come quello bellissimo di Demartini, che sigla il 2-0 con un colpo di testa a palombella. L'Alfieri Asti infine dimentica il 3-0 di sabato scorso, piegando il fanalino Academy Novara per 3-1.

ACCADEMIA BORGOMANERO-CASALE 1-2
Reti: pt 21' Pasquinelli (C), pt 32' (r) Cetrangolo (AB), st 29' (r) Daka (C)
Espulsi: Zatti Carlo all. (C), Zatti Christian dir. (C)

ACQUI-CITTA' DI BAVENO 1-1
Reti: pt 3' Gnata (CB), st 19' Coletti (A)
Espulsi: st 20' Marchionini (CB)

ALFIERI ASTI-ACADEMY NOVARA 3-1
Reti: Giacobone (AN)

BORGOVERCELLI-NOVESE 4-4
Reti: pt 22' e 36' Allo (N), pt 27' Piraneo (N), st 10' Lorenzon M. (N)

CASTELLAZZO-CHIERI 2-3
Reti: pt (r) Rullo (CA), pt Esposito (CH), st (r) Rullo (CA), st 32' Mennuti (CH), st 43' Alberetto (CH)

LA BIELLESE-ACCADEMIA VERBANIA 2-0
Reti: st 18' Pozzato, st 39' Ciarletti

SPARTA NOVARA-BORGOSESIA 2-1
Ret: pt 4' Bondonari (S), pt 30' Di Biase (B), st 35' De Collibus (S)
Esp: st 36' Bianchi (S)

GASSINO-DERTHONA 1-3
Reti: pt 20' Akoua, st 15' Demartini, st 20' Cavigiola, st 35' Bipedi (G)

INTERVISTA - Il nuovo allenatore del Chieri under 16 ci racconta la sua idea di calcio e il suo ingresso nel mondo delle giovanili


Oggi abbiamo parlato con Christian Viola, allenatore del Chieri under 16. Classe 1980, una vita nel calcio la sua, principalmente nel Settimo Calcio. Dopo cinque anni nel Torino, dove gioca fino alla primavera, arriva un infortunio e riparte successivamente dalla serie D nel Nizza Millefonti, per poi approdare nel Settimo dove diventerà una vera e propria bandiera, con ben 19 stagioni all'attivo in squadra, con intermezzi nel Lotto Giaveno e nel Sciolze (dove conoscerà il presidente del Chieri Gandini). Torna infine al Settimo, dove chiuderà nel 2014 la sua attività da calciatore nel migliore dei modi, grazie alla vittoria del campionato. Finita l'esperienza da giocatore, passa subito ad allenare la Juniores per poi dopo un anno approdare in prima squadra, sempre a Settimo Torinese. Ma dopo l'esperienza in Eccellenza e Promozione, quest anno arriva la chiamata del Calcio Chieri 1955 per affidargli la panchina degli Under 16 regionali. Avendo dismesso da poco i panni del atleta il ricordo del campo è ancora fresco e la prima domanda sorge spontanea.

Ti piace di più allenare o giocare?
Difficile da dire, ma son sempre stato portato al dialogo. Son stato capitano del Settimo a 23 anni, mi piaceva anche perché mi portava a dovermi rapportare molto con l'arbitro, col mister. Sicuramente la vita da allenatore è complicata da tante variabili che possono influire sui ragazzi, sul modo di allenarsi, sul modo di vivere e intendere il calcio. Prima era più facile.

Cosa vuoi dire?
Il calcio italiano è ad un punto molto basso ora e senza andare a scomodare la nazionale, basta vedere il livello nelle categorie più basse. In Promozione ed Eccellenza rispetto al passato si gioca molto peggio e si gestisce male il tutto. Un tempo c'erano tanti presidenti che portavano avanti un'idea di calcio e con i quali si poteva lavorare bene. Adesso, oltre alla crisi economica, le problematiche riguardano proprio chi gestisce le squadre. Tanti personaggi che col mondo del pallone non c'entrano nulla sono entrati in questa realtà e si riscontra una maggior incapacità rispetto al passato, un proliferare di situazioni non positive (basti pensare ai tanti ragazzini già seguiti da procuratori, che spesso fanno i loro interessi piuttosto che quelli degli assistiti) e la mancanza di basi solide sulle quali lavorare.

Per cui la tua scelta di Chieri come rientra in questa visione?
Avevo quattro proposte per andare ad allenare delle prime squadre, ma sono stato convinto dall'ottimo ambiente e dalla serietà professionale in cui questo ambiente cresce. Una società dove tutti i mister, dalla prima squadra alle giovanili, hanno il patentino, dove si cerca di portare avanti un'idea di calcio comune e dove il dialogo anche tra le varie categorie è importantissimo. Ogni mese tutti gli allenatori si incontrano per confrontarsi ed eventualmente imparare l'uno dall'altro e di questo possono giovarne sicuramente i ragazzi, che sono seguiti da una società che punta tanto alla formazione dei giovani.

Com'è stato il tuo passaggio dal mondo degli adulti a quello dei ragazzi?
Allenare dei quindicenni è ovviamente molto diverso. Il mio compito non è solo quello di insegnare calcio, a questa età bisogna cercare di formare i ragazzi, lavorare sulla personalità e sulla professionalità. Rispetto al passato, dove ti creavi il carattere in strada, le cose sono forse un po' cambiate e trovarsi subito in una scuola calcio può far perdere uno step. Allora sta a noi allenatori cercare di colmare questo vuoto, lavorando molto sulla testa e sulla cultura del lavoro, senza dimenticare il divertimento e soprattutto insegnando il rispetto, l'umiltà e la dedizione. Per far questo mi piace avere un confronto diretto con gli allievi, senza intermediari, anche in presenza di lamentele, lavorarci assieme. E quando c'è da fare il sergente di ferro non tirarsi indietro. Ci sono ancora delle difficoltà che incontro ovviamente, ma la società mi è stata vicina da subito, principalmente nella figura di Davide Bellotto, che da responsabile del settore giovanile mi ha supportato e ancora adesso è sempre disponibile qualora fossi in ambasce. Ma di certo c'è che è un'esperienza intensa e stimolante ed è molto bello rapportarsi con ragazzi giovani, anche complicati alle volte, ma che apprendono dici volte più in fretta degli adulti se adeguatamente stimolati. E seppure siamo insieme da poco dei miglioramenti si vedono già.

Quali sono gli obbiettivi quindi?
Portare i ragazzi a vincere in queste categorie non è la cosa più importante, tanti allenatori spesso se lo scordano pensando più alla loro gloria personale. Il vero successo per noi è vedere tra qualche anno i nostri allievi che con umiltà e spirito di sacrificio arrivano ad esordire in prima squadra. E non solo per il loro livello tecnico, che per tanti è già ottimo, ma principalmente perché vorrà dire che li abbiamo formati caratterialmente, tanto da superare il "trauma" del passaggio da realtà giovanile a calcio adulto.

Per chiudere vuoi ringraziare qualcuno?
Sicuramente dico grazie al Settimo Calcio. E' una società che ho nel cuore per tutte le possibilità che mi ha dato e nella quale chissà, prima o poi mi piacerebbe tornare ad allenare. E naturalmente grazie al Calcio Chieri 1955, che a mio avviso è una società che spicca nel panorama del calcio piemontese, non solo per storia, ma soprattutto per serietà e professionalità e della quale sono orgoglioso di far parte.

MARCATORI / 3° GIORNATA - Primi gol e punti per Lesna e Carignano, che esagera guidato da uno scatenato Rossi. Sestetto in testa a 5 reti
 


5 RETI: Rossi (Carignano), Gnata (Città di Baveno), Akoua (Derthona), Gyimah (Savigliano), Garda (Sparta Novara), Longo (Vanchiglia)

4 RETI: Squillacioti (Bra), Viscomi (Castellazzo), Trimarchi (Carmagnola), Gelmini, Losano (Lucento), Lorenzon (Novese), Covello (Pozzomaina), Pianese (Quincinetto Tavagnasco)

3 RETI: Coletti (Acqui), La Neve (Chieri), Perotti (Chisola), Ferrari (Ivrea), Andreotti (La Biellese), Spoto (Lucento), Lazzeroni, Le Chiara (Rivarolese), Bosonin (Volpiano)

2 RETI: Cagnolo (Acqui), Menzaghi (Acc.Borgomanero), Dubois (Alfieri Asti), Albisetti (Alpignano), Traore (Area Calcio), Piredda (Atletico Torino), Giordano A. (Bacigalupo), Lo Bue (Borgaro Nobis), Carlone, Omoregbe (Borgosesia), Cavalierie, La Rosa (Bra), Daka (Casale), Kolev (Castellazzo), Achino, Cacaci, Ghironi (Cbs), Dell'Anno, Bottale (Chisola), Minnuti, Esposito, Guariento (Chieri), Barbadoro, Piana (Città di Baveno), Bipedi (Gassino), Mellano, Morano (Giovanile Centallo), Manukjan (KL Pertusa), Cinquemani (Lucento), Bonan (Pinerolo), Cazzuola Andrea, Sorgente (Pozzomaina), Golfarelli, Gravina (Pro Eureka), Dinuzzo, Fileccia (Quincinetto Tavagnasco), Cannizzo, Pontin (Vanchiglia)

1 RETE: Giacobone (Acc.Novara), Alessi, Capriolo, Sistino (Acc.Verbania), Amoretti, Antonello, Bovi, Dranieri, Vathi (Acc.Borgomanero), Barletto, Goldini Pagliano (Acqui), Cutalia, Gamba, Tabaku (Alfieri Asti), Pettulà (Alpignano), Danusso, De Pasquale, Massolino (Area Calcio), Pacconi (Bacigalupo), Oddo (Bollengo), Anterio, Greco, Popescu, Quaceci (Borgaro Nobis), Dezuani, Di Biase, Torelli (Borgosesia), Brusa (Borgovercelli), De Faveri, Garcea (Bra), Perito (Carignano), Giamo (Carmagnola), Albino (Casale), Damoni, Gatti, Moretti, Rullo (Castellazzo), Montagnani (Cbs), Giuliani, Merandino, Perino (Cenisia), Amendola, Coscia, Geraci, Managò (Chisola), Caprino, Valera (Chieri), Amendola, Gallo, Scarazzini (Città di Baveno), Benigno (Cumiana), Ardua, Cavigiola, Di Martina, Gaga, Martin, Taverna (Derthona), Gabutto, Marro, Rinaudo (Giovanile Centallo), De Paola, Sardaro (Ivrea), Calabrese, Peretti (La Biellese), Andreoli, Lo Bianco, Meraco, Palumbo, Pretti (Lascaris), Staiano (Lesna Gold), Arduca, Fusca, Totaro (Lucento), Campolongo, Fasone (Mirafiori), Cilleni Carlo, Comino, Magnino (Monregale), Pirane (Novese), Blal, Campanella, Gallo, Mauro, Ongaro (Pinerolo), Cazzuola Alessandro, Delfino (Pozzomaina), Coltarelli (Pro Eureka), Balbiano, Vergano (Quincinetto Tavagnasco), Fonsato, Perolino, Maglietto, Rolando (Rivarolese), Anselmo, Palushai (Savigliano), Bianchi (Sparta Novara), Cossu, Enrico (Vanchiglia), Pirisi, Tietto, Ursoleo, Vito (Venaria), Battilani, Bottoni, Dascanio, Melis (Volpiano)

3° GIORNATA - Gyimah mattatore nel Savigliano, fioccano reti in Carignano-Carmagnola. Cbs sugli scudi, Lesna rimonta in 10
 


Bel colpo del Chisola, che contro un fin qui ottimo Pinerolo va a vincere fuori casa per 4-2 e mantiene la vetta della classifica. E' Perotti a trascinare i suoi, con una tripletta da bomber. Tiene il passo il Giovanile Centallo, che disputa un'ottima gara con un KL Pertusa mai in partita, con Morano che fallisce anche un rigore e gli ospiti che rimangono in 10 gli ultimi minuti per il rosso comminato per doppio giallo al portiere Cristaldi. I padroni di casa però decidono di non spingere più e l'incontro si chiude per 3-0. Prima vittoria e primi punti per il Carignano, che stende il Carmagnola a cui non basta un ottimo Trimarchia autore di tre marcature. Partita dall'andamento davvero particolare, con i padroni di casa che vanno all'intervallo sopra di 3 gol. Sembra fatta direte voi. Niente affatto, perché i ragazzi di Rega giocano 20 minuti di fuoco rimontando lo svantaggio. E quando il Carignano resta in 10 la partita pare poter prendere una piega inaspettata. Ma a quel punto scatta qualcosa e gli ospiti si spengono, mentre i padroni di casa gettano il cuore oltre l'ostacolo e segnano in altre due occasioni per una prima vittoria stagionale davvero incredibile. Ottimo Savigliano, che in una partita senza storia piega 4-0 il Cumiana con ancora Gyimah autore di una doppietta. Bel colpo anche del Lesna, che sotto di un gol in casa del Moregale, perde Ribba al 20' del secondo tempo per cartellino rosso, ma dopo soli 8 minuti agguanta il pareggio con Staiano. Cbs fa valere il fattore campo, piegando senza troppi patemi per 4-1 un Atletico Torino ancora a secco di punti. Fattore campo ribaltato invece in casa Bacigalupo, con il Bra capace di imporsi 1-2. Pareggio a reti bianche infine nella complessa sfida tra Mirafiori e Area Calcio.

CARIGNANO-CARMAGNOLA 5-3
Reti: pt 3 (Cari), st 5', 12' e 20' Trimarchia (Carm), st 2 (Cari)
Espulso: (Cari)

GIOVANILE CENTALLO-KL PERTUSA 3-0
Reti: pt 18' Gabutto, st 15' Mellano, st 26' Morano (r)
Espulso: st 30' Cristaldi (KL)
Note: st 21' Morano sbaglia un rigore

PINEROLO-CHISOLA 2-4
Reti: pt 20', 30' e 36' Perotti (C), pt 25' Bonan (P), st 25' Amendola (C), st 38' Gallo (P)

SAVIGLIANO-CUMIANA 4-0
Reti: pt 18' Anselmo (r), pt 36 e st 18' Gyimah, st 32' Palushai
Espulso: (C)

MONREGALE-LESNA GOLD 1-1
Reti: pt (M), st 28' Staiano (L)
Espulso: st 20' Ribba (L)

CBS-ATLETICO TORINO 4-1
Reti: Montagnani (C), Ghironi (C), 2 Cacac (C)

BACIGALUPO-BRA 1-2
Reti:

MIRAFIORI-AREA CALCIO 0-0

3° GIORNATA - Primi 3 punti per Ivrea e Alpignano, vola la Rivarolese, Pozzomaina esagerato. Borgaro Nobis e Pro Eureka regalano un bello spettacolo. Volpiano corsaro
 


Era fermo al palo dopo due sconfitte con Venaria e Quincinetto Tavagnasco, un solo gol fatto a fronte di 5 subiti e andava a giocare sul campo del Lucento, che in due giornate non aveva subito neanche una rete a fronte di 16 realizzazioni. Ma il San Mauro ha dato prova di grande carattere, disputando una buona partita, giocata con grande equilibrio e alla fine esce con un prezioso punto che smuove la classifica. I padroni di casa dal canto loro, dopo la scorpacciata di gol della scorsa settimana, rallentano un po', ma continuano a far segnare 0 nella casella dei gol subiti e portano comunque a casa un buon risultato. Soprattutto non perdono contatto con Vanchiglia e Lascaris, che nel big match di giornata impattano per 1-1. Partita molto bella, con un Vanchiglia compatto e sempre tosto che va subito in gol. Il Lascaris non si perde d'animo e verso la fine del primo tempo pareggia i conti. Punto che alla fine fa contenti entrambi, vista la forza delle compagini in campo. Fa festa allora la Rivarolese, che resta a punteggio pieno dopo la netta vittoria casalinga per 4-1 sul Bollengo ed è da sola in testa alla classifica grazie al Volpiano, che va a sbancare il campo del Quincinetto Tavagnasco e si porta a quota 7. Vittoria non semplice, con il portiere del Volpiano grande protagonista con almeno 8 interventi decisivi. Punti importanti anche per Ivrea e Alpignano, che centrano le loro prime vittorie a scapito rispettivamente di Cenisia e di un nervoso Venaria (due espulsioni a referto alla fine dell'incontro). Il Pozzomaina gioca senza pressioni e festeggia con un bel 7-0 casalingo ai danni dell'Aygreville, con Covello autore di una tripletta, mentre Borgaro Nobis e Pro Eureka giocano una bella partita, vibrante ed equilibrata fino alla fine, con due chiare occasioni da gol per parte. Ma a spuntarla sono gli ospiti grazie al gol in apertura di Golfarelli.

BORGARO NOBIS-PRO EUREKA 0-1
Rete: pt 7' Golfarelli

RIVAROLESE-BOLLENGO 4-1
Reti: pt 19' e st 17' Lazzeroni, pt 22' Oddo (B), pt 31' Rolando, st 24' Le Chiara

VENARIA-ALPIGNANO 1-2
Reti: pt 12' Pettulà (A), pt 20' Albisetti (A), pt Ursoleo (V)
Espulsi: Ursoleo e Rongioletti (V)

POZZOMAINA-AYGREVILLE 7-0
Reti: 3 Covello, 2 Cazzuola Andrea, Cazzuola Alessandro, Delfino

LUCENTO-SAN MAURO 0-0

VANCHIGLIA-LASCARIS 1-1
Reti: pt 5' Enrico (V), pt 30' Palumbo (L)

IVREA-CENISIA 3-1
Reti: pt 1' (C), pt 35' e st 20' Ferrari (I), st 30' De Paola (I)

QUINCINETTO TAVAGNASCO-VOLPIANO 2-3
Reti: Fileccia e Pianese (Q), Melis, Battilani, Dascanio (V)