Giovedì, 18 Luglio 2024
×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 472

Torino, 23 aprile 2017

 

Ore 9,30 in Via Occimiano. In una cornice verdeggiante e con un tiepido sole ha inizio l’ultima gara valida per il Campionato Primaverile Esordienti anno 2005. Una gara tranquilla nella quale il Barcanova vince facilmente contro un San Gallo, con soli nove giocatori in rosa, che raramente riesce a superare la metà campo impegnando ben poco il portiere rossoblu Braiato. Altrimenti impegnato invece il portiere Lo Prete nei 60 minuti di gioco, protagonista di diverse ottime parate.

 

Nel primo tempo netta predominanza del Barcanova. Il primo tiro di Pappalardo trova subito preparato il portiere Lo Prete.  Segue tiro di Costa che finisce sul palo. Il portiere del San Gallo para diversi tiri, prima di Gioia, poi di Chimienti ed infine di Sforza. E’ di Gioia il primo goal, al quale ne segue poco dopo un altro di Gioanino. In seguito ad azione di Vizzi e Baccaglini segue passaggio di Pappalardo per Gioia che realizza la terza rete seguita poco dopo dalla quarta. La tribuna del Barcanova smette di esultare; seppure i ragazzi siano messi bene in campo e dimostrino grande carattere la partita è davvero troppo facile contro un San Gallo che fatica a superare il centrocampo avversario. Parte in solitaria Costa con una bella giocata che termina in rete segnando il quinto goal. Il capitano del Barcanova Baccaglini vince un contrasto con Bacchiani del San Gallo  nel suo tentativo di salire. Segue azione in solitaria di Sforza che culmina nel sesto goal. Nell’azione successiva è Chimienti, grintoso, a far partire l’azione con un bel passaggio per Baccaglini che realizza l’assist per Pappalardo che segna la settima rete. Sempre Chimienti realizza poco dopo l’ottava rete di sinistro su passaggio di Gioia. Il nono goal, realizzato nuovamente da Gioia, nasce da una ripartenza di Sforza. (pt 9-0)

 

 

 

Il secondo tempo inizia con alcuni tentativi da parte del San Gallo di salire, con Cotroneo prima e Merlino poi; è sempre Merlino a respingere fuori area un calcio d’angolo del Barcanova. Riprende subito in mano il gioco il Barcanova con Sforza per Baccaglini che ripassa a Sforza che calcia fuori. Fiore del San Gallo riesce a respingere l’ulteriore tentativo di Gioia di avvicinarsi alla porta avversaria. Pappalardo tenta un tiro da centrocampo che finisce direttamente in rete. Seguono reti di Abate e Castriota. Il San Gallo prova ancora a salire, invano, con Merlino. E’ poi il portiere del San Gallo Lo Prete a mettersi in mostra con ottime parate nei minuti successivi salvando la porta, assediata dall’attacco del Barcanova, da un tiro di Baccaglini, un altro di Pappalardo, uno di Sforza, due di Castriota e ancora uno di Pappalardo. Dopo il fallito tentativo del San Gallo di superare la difesa avversaria, è Sforza ad andare nuovamente in rete. (st 13-0)

 

Nel terzo tempo Merlino e Cravero del San Gallo tentano nuovamente di reagire, fermati dal centrocampo rossoblu. E’ Vizzi, prima del time out, a centrare la quattordicesima rete da centrocampo. Dopo il time out il portiere Lo Prete para altro tiro di Gioia. Cotroneo cerca con grande determinazione, ma invano, di vincere il contrasto con Costa. Nelle azioni successive sono nuovamente Sforza e Gioia ad andare in rete. Dopo altri due tiri parati dal portiere del San Gallo è sempre Gioia a segnare un altro goal seguito poco dopo da Vizzi. (tt 18-0)

 

Vittoria facile per il Barcanova, partita nella quale tutti hanno trovato spazio per una bella giocata o un bel tiro in porta. Un San Gallo con limiti numerici e tecnici comunque spronato fino all’ultimo dall’allenatore Cotroneo.

 

RISULTATO FINALE:  USD BARCANOVA CALCIO 18  /  SAN GALLO SETTIMO 0

 

MARCATORI:  pt Gioia/Gianino/Gioia/Gioia/Costa/Sforza/Pappalardo/Chimienti/Gioia – st Pappalardo/Abate/Castriota/Sforza – tt Vizzi/Sforza/Gioia/Gioia/Vizzi

 

FORMAZIONE  USD BARCANOVA CALCIO:

BRAIATO (1), VIZZI  (2), ABATE (3), CASTRIOTA (4), PAPPALARDO (5), GIOANINO (6), BACCAGLINI (7), SFORZA (8), GIOIA (9), COSTA (10), CHIMIENTI (13) Allenatore Sig. De Mattia / Collaboratore dell’allenatore Sig. Zacché

 

FORMAZIONE ASD SAN GALLO SETTIMO:

LO PRETE (1), MORTILLARO (2), BACCHIANI (3), D’AGOSTINO (4), FIORE (5), COTRONEO (6), MERLINO (7), CRAVERO (8), GALASSO (9) Allenatore Sig. Cotroneo Giuseppe

 

Erica (genitore Usd Barcanova Calcio)

 

 

Torino, 2 aprile 2017

 

Ore 9,30 sul campo di Via Occimiano. Ha inizio la gara valida per il Campionato Primaverile Esordienti 2005 tra la squadra di casa in divisa rossoblu e la Sisport in divisa bianconera, colori che subito tra il pubblico portano alla mente il prossimo match di Champions League Juventus Barcellona….

 

Calcio d’inizio sotto una pioggia battente. Dopo un primo episodio in cui la Sisport prova ad avanzare con Andreacchio, che trova pronto il portiere di casa, è il Barcanova a dominare il gioco con diverse azioni che culminano con un gol di Cabitza. Andreacchio tenta un tiro in porta che finisce fuori. E’ Vizzi a mettersi in mostra nelle fasi successive con diverse giocate, una delle quali parte da quest’ultimo per Cabitza, Abate e Gioia che finalizza con un bellissimo gol di testa. E’ poi Cabitza ad attaccare la porta avversaria con due tiri, uno parato dal portiere Camigliano, l’altro che finisce fuori. Il Barcanova domina sul campo e la Sisport prova a salire invano trovando sulla sua strada un centrocampo invalicabile. Seguono altri tentativi di Cabitza e Gioia di andare in rete. Vizzi, da vero regista di centrocampo, fa avanzare il gioco su Cabitza e Gioia che, pur lottando con tutte le loro forze, non riescono a concludere. La Sisport tenta la rivincita con Compierchio che non riesce però a vincere il combattutissimo contrasto con Costa. Alla fine del primo tempo il passaggio di Pappalardo per Cabitza, da rimessa laterale, finisce troppo alto. (pt 2-0)

 

 

 

Il secondo tempo inizia con una ripartenza di Pappalardo per Bajrami che tira troppo alto. La Sisport cerca la rivincita prima con Cadoni  poi  con Bravin e Compierchio, quest’ultimo, veloce e combattivo a centrocampo, che tenta più volte a far ripartire l’attacco dei bianconeri. E’ proprio di Compierchio il passaggio per Pavarino con trova il goal con un tiro imparabile per il portiere rossoblu. Poco dopo Bajrami del Barcanova vince il contrasto con Damoc e calcia in porta tirando fuori. Segue una vera e propria battaglia a centrocampo nella quale hanno la meglio i rossoblu. Ripartenza della Sisport da calcio d’angolo per Compierchio e  Bravin prima e Damoc poi che tenta il tutto per tutto con un tiro potente da centrocampo che finisce fuori. Alla fine del secondo tempo altre due azioni di Bajrami prima e Gioia poi non riescono a superare la difesa bianconera. (st 2-1)

 

Nel terzo tempo il Barcanova parte subito in attacco con Cabitza e Costa. La Sisport prova a salire ma trova sulla sua strada Sforza e  l’ottimo Vizzi che blocca ogni iniziativa avversaria. Seguono altre azioni da ambo le parti che portano ad un nulla di fatto. E’ il difensore Pappalardo a tentare uno dei suoi imprendibili tiri da centrocampo che finisce di poco fuori e ad averla vinta poco dopo segnando il goal del 3 a 1. Dopo l’ennesima giocata di Vizzi e Cabitza,  Damoc della Sisport parte in attacco trovando sulla sua strada prima il combattivo Gioia poi il portiere Brajato. Prova nuovamente a ripartire la Sisport con Cadoni che calcia una palla facile per il portiere di casa. Palla al portiere bianconero  per Bussolari e Compierchio che prova a risalire con grande determinazione. Nei minuti successivi grandi giocate di Abate e Vizzi che trova prontissimo il portiere bianconero nel parare un tiro deciso; subito dopo è Sforza a salvare la porta rossoblu da un attacco bianconero che costringe Brajato ad uscire troppo. L’azione si sposta a centrocampo dove le due squadre si affrontano senza avere la meglio una sull’altra. Ripartenza di Costa con secondo tentativo di andare in rete parato dal portiere avversario. Vizzi ferma la ripartenza di Bravin e Cabitza tenta un’ultimo colpo che finisce fuori.  Il terzo tempo termina con un 3-1 ed una meritata vittoria del Barcanova. (tt 3-1)

 

“Ottimo primo tempo con grandi azioni di gioco culminate nei due gol iniziali. I ragazzi hanno fatto una prestazione di livello mostrando un gioco da ragazzi più grandi della loro età” – il commento a caldo di Mister De Mattia, soddisfatto dei suoi ragazzi.

 

USD BARCANOVA CALCIO 3 / SISPORT SPA 1

 

I MARCAT ORI:   pt CABITZA (B) – GIOIA (B) – st PAVARINO (S) – tt PAPPALARDO (B)

 

FORMAZIONE DEL U.S.D. BARCANOVA CALCIO: BRAIATO (1), ZAPPETTI (2), ABATE (3), CASTRIOTA (4), PAPPALARDO (5), GIOANINO (6), BACCAGLINI (7), SFORZA (8), SORO (9), COSTA (10), BAJRAMI (11), CHIMIENTI (13), CABITZA (14), GIOIA (15), VIZZI (16) Allenatore Sig. De Mattia / Collaboratore dell’allenatore Sig. Zacché

 

FORMAZIONE DELLA SISPORT SPA: CAMIGLIANO (1), COLANGELO (2), CECE (3), DAMOC (4), BILANZONE (5), BUSSOLARI (6), ANDREACCHIO (7), CADONI (8), PAVARINO (9(, BRAVIN (10), COMPIERCHIO (11), ARNOLDO (12), AMERICO (13), ACCOLLA (14) LAHLIMI (15) Allenatore Sig. Pugliese 

 

Erica (genitore USD BARCANOVA CALCIO)

 

 

Lanzo T.se, 19 marzo 2017

 

In una calda e soleggiata domenica di primavera, tra le colline di Lanzo, si disputa la gara tra gli arancioni del Mathi Lanzese ed il Barcanova in divisa bianco blu.

 

Dopo il saluto iniziale, le due squadre sono al calcio d’inizio. Parte il Mathi Lanzese subito bloccato dalla difesa del Barcanova; primi tentativi di Palazzo di andare in porta respinti dal portiere Franco. Barcanova nuovamente in attacco riesce a mantenere la palla a centrocampo. Il Mathi fatica ad avanzare. Pressante attacco del Barcanova che con Costa e l’intero reparto offensivo con Palazzo, Cuccia e Cabitza tenta più volte di ottenere il vantaggio invano. Troppi i tiri non decisivi e le occasioni sprecate dal Barcanova in un primo tempo in cui domina sul campo lasciando al Mathi un unico tentativo di avvicinarsi alla difesa e alla porta avversaria, con un tiro facile per il portiere Braiato. (pt 0-0)

 

 

 

Nel secondo tempo è il Mathi a rendersi pericoloso con un tiro in porta. Un passaggio di Zappetti per Cabitza porta in vantaggio il Barcanova con un tiro che si insacca nell’angolo sinistro della porta. Ripartenza del Mathi che, dopo un momento di confusione, riesce a guadagnare il pareggio con Cheicieoofi. Pericoloso Fornelli del Mathi, veloce e grintoso, che trova sempre pronto sulla sua strada il difensore Pappalardo. Seguono altri tiri pericolosi del Mathi, uno fuori, uno su punizione respinto dal portiere del Barca ed uno in fuorigioco. E’ quindi Bajrami a segnare la rete del vantaggio per il Barca, su calcio di punizione con tiro su secondo palo. Sono nuovamente Palazzo e Cabitza a cercare la porta ma i loro tiri trovano pronto il portiere della squadra di casa. Il Mathi attacca con un pericoloso tiro in porta che finisce alto. Riparte il Barca con Zappetti su Cabitza che sbaglia un’altra conclusione. Un secondo tempo più combattuto con altre occasioni sprecate da entrambe le parti. (pt 1-2)

 

Nel terzo tempo partenza per il Mathi fermato da Costa a centrocampo. Vani i tentativi del Barca di chiudere la partita. Dopo l’ennesimo tentativo di Costa e Cabitza, fermati dalla difesa del Mathi, è Fornelli a partire verso la porta del Barca e ad avere la meglio sulla difesa guadagnando il pareggio. Seguono tentativi da parte delle due squadre di portare a casa il risultato; molti i tiri sbagliati fuori porta. Neanche la cannonata di Pappalardo, su punizione da centrocampo, riesce a prendere alla sprovvista il portiere Franco. Ancora un tentativo mancato del Mathi di andare in porta. Dopo il time out la difesa del Barcanova è assediata dal Mathi. Il Barca impegna il portiere del Mathi, prima con una punizione di Pappalardo che colpisce due pali poi con un tiro di Cabitza che va in rete, annullato perché giudicato fuorigioco dal direttore di gara. Altro tiro alto del Barca e pasticcio in attacco con almeno quattro occasioni sprecate di ribaltare il risultato. Alla fine del terzo tempo il giuoco si concentra nell’area di attacco del Barcanova con tentativi di Zappetti e Costa di finalizzare; il Barca fatica troppo e non riesce a concludere. Troppe le occasioni sprecate dal Barcanova, che non riesce ad affrontare la gara con la giusta determinazione che termina con un pareggio. (tt 2-2).

 

MATHI LANZESE 2 / USD BARCANOVA CALCIO 2

 

MARCATORI: st CABITZA (B) – st CHEICIEOOFI (ML) – st BAJRAMI (B) – tt FORNELLI (ML)

 

FORMAZIONE DEL U.S.D. BARCANOVA CALCIO: BRAIATO MARCO(1), ZAPPETTI DAVIDE (2), ABATE DAVIDE (3), CASTRIOTA GIUSEPPE (4), PAPPALARDO FRANCESCO (5) GIOANINO STEFANO (6), BACCAGLINI ALESSIO (7), SFORZA KEVIN (8), CUCCIA SAMUELE (9), COSTA DANIELE (10), BAJRAMI ERALDO (11), CHIMIENTI ANDREA (13),CABITZA CHRISTIAN (14), PALAZZO GABRIELE (15). Mister: FRANCESCO DI MATTIA

 

FORMAZIONE DEL MATHI LANZESE: FRANCO ANDREA (1), GIACOMETTI PIERDOMENICO (2), BERGAGNA CRISTIAN (3), BRUNA FRANCESCO (4), CONVERSO LUCA (5), GRAMAGLIA ALESSANDRO (8), FORNELLI GENOT RICCARDO (9), TOMMASINO GIOVANNI (10), TATARU ROBERTO (11), GILOTTO NICOLO’ (13), CHEICIEOOFI KARIM (14). Mister: BERGAGNA DOMENICO

 

Erica (genitore USD BARCANOVA CALCIO)

 

(Foto Sergio Braiato)

Torino, domenica 12 marzo 2017 ore 9,30

 

Sul campo di via Occimiano sfida in testa alla classifica tra esordienti 2005 Usd Barcanova e Acd Lucento, in cerca di un risultato migliore del pareggio ottenuto nella gara valida per il campionato autunnale

 

Nel primo tempo entrambe le squadre dimostrano grande carattere. Inizio grintoso del Barcanova con svariate occasioni per entrambe le squadre; il Lucento più volte pericoloso non riesce però a superare la solidissima difesa del Barcanova capeggiata da Pappalardo. Barcanova pericoloso in almeno due occasioni alla fine del primo tempo deve confrontarsi con il portiere del Lucento non riuscendo nel tentativo di portarsi in vantaggio (pt 0-0).

 

 

 

Nel secondo tempo il Lucento pressa e ha ancora diverse buone occasioni ma l’ottima prestazione del portiere del Barcanova protegge per ben tre volte di seguito la porta. La squadra di casa passa all’attacco; alla sfumata occasione d’oro  di andare in rete con Cabitza, segue un goal di testa di Zappetti che porta la squadra in vantaggio (st 1-0).

 

All’inizio del terzo tempo il Lucento si rende nuovamente pericoloso con due tiri parati dall’attentissimo portiere rossoblu. A circa 5 minuti dalla fine un goal di D’Alessandro  annulla il vantaggio degli avversari. Vani gli altri tentativi del Lucento di riacciuffare il risultato. E’ Costa del Barcanova, a pochi minuti dalla fine, ad avere la meglio e piazzare un ottimo tiro in porta dopo un’azione individuale (tt 2-1).

 

Il Barcanova riesce meritatamente a vincere una partita combattuta ma di fair play in campo tra gli avversari. "I ragazzi hanno saputo applicare diligentemente quanto seminato nel periodo invernale, in termini di qualitá tecnico/tattica, temperamento e spirito di squadra senza risparmiarsi mai, affrontando un avversario titolato a viso aperto e con la giusta dose di  sacrificio e determinazione nel perseguire il risultato finale”, questo il commento dell’allenatore del Barcanova al termine della gara.

 

Erica (USD BARCANOVA CALCIO)

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ __ _ _ _ __ _ __ _ __ _ __ _ __ _ __ _ __ _ __ __ _ _ __ _ __ __ _ _ __ __ _ __ _ __ _ _ _ _ _

 

RISULTATO FINALE: USD BARCANOVA CALCIO 2 /  LUCENTO 1

MARCATORI:  st ZAPPETTI (B) – tt D'ALESSANDRO (L) – COSTA (B)

 

FORMAZIONE DEL U.S.D. BARCANOVA CALCIO:

Mister: FRANCESCO DI MATTIA

BRAIATO MARCO(1), ZAPPETTI DAVIDE (2), ABATE DAVIDE (3), CASTRIOTA GIUSEPPE (4), PAPPALARDO FRANCESCO (5) GIOANINO STEFANO (6), BACCAGLINI ALESSIO (7), SFORZA KEVIN (8), COSTA DANIELE (10), BAJRAMI ERALDO (11), CHIMIENTI ANDREA (13),CABITZA CHRISTIAN (14)

 

FORMAZIONE DEL A.C.D. LUCENTO:

Mister: RAPISARDA ALESSIO

BELLETTIERI ALESSIO (1), IRIMIA ALEXANDRU (2), CRISAFULLI ANDREA (3), RIGATTO MATTIA (4), PALERMO TOMMASO (5), BUFFONE TOMMASO (6), LALA FRANCESCO (7), BORGOTALLO LUCA (8), D’ALESSANDRO LORENZO (9), LANCIANO ALESSANDRO (10), TARSITANO SIMONE (11), PERRONE FEDERICO (12), LEONE EMANUEL (13) IBRAHIM MOHAMMED (14), AJAZI DEIVI (15), SOGOS FRANCESCO (16)

Borgaro, 18 Febbraio 2017

 

Sabato pomeriggio Borgaro e Barcanova si sono incontrate nella gara valevole per il campionato esordienti 2005. La sfida si è rivelata molto gradevole con i giocatori in campo che a dispetto dell'età, hanno dimostrato di possedere già dei buoni fondamentali. Fino agli ultimi minuti la partita è stata aperta a qualsiasi risultato, ma alla fine a spuntarla sono stati gli ospiti che sono andati 3 volte in vantaggio e hanno vinto con il risultato di 2-3, tuttavia il Borgaro non ha assolutamente demeritato.

 

Parte forte il Barcanova che al 5' ha una buona occasione con Bajrami, ma il suo tiro termina fuori. Al 9' si vede in avanti il Borgaro con un tiro di Tinnirello che viene parato, proprio nel momento migliore della formazione di casa passa in vantaggio la formazione ospite con Cabitza, il giocatore dribbla due avversari e lascia partire un destro che non lascia scampo al portiere, al 16' è poi Costa a tentare di realizzare lo 0-2, ma il portiere gli nega la rete con una respinta di pugno. Quando la prima frazione di gioco stava volgendo al termine, la formazione di casa trova il gol del pareggio con Di Battista che segna sugli sviluppi di un calcio di punizione.

 

 

Nella seconda frazione di gioco gli ospiti trovano subito dopo 2 minuti di gioco la rete del nuovo vantaggio con Bajrami che sfrutta un contropiede azionato dai compagni e fulimina il portiere avversario, poi al 13'è ancora Bajrami a rendersi molto pericoloso nuovamente con un'azione di contropiede, in questo caso il portiere è molto bravo a chiudergli lo specchio di porta evitando ulteriori pericoli. Nel finale della frazione di gioco si ripropone la stessa situazione del primo tempo: il Barcanova attacca a testa bassa cercando di chiudere la partita e il Borgaro ne approfitta; la squadra di casa segna nuovamente sugli sviluppi di un calcio piazzato, questa volta su corner di Tinnirello è Viroglio ad anticipare gli avversari e a trovare la deviazione vincente con un colpo di testa.

 

Nel terzo tempo la sfida è molto equlibrata, le squadre si scoprono poco e sembrano accontenarsi di un pareggio, piuttosto che scoprirsi per tentare il gol, a risentirne è anche il gioco che diventa molto contratto. Al 7' Tinnirello ha una buona occasione sugli sviluppi di un corner, ma il portiere avversario compie un'ottimo intervento salva risultato, rispondono gli ospiti con un tiro di Castriota che termina fuori; nel finale questa volta è il Borgaro a far male agli avversari, infatti dopo essere stati ripresi in due occasioni nei minuti finali, i ragazzi di De Mattia riescono ad aggiudicarsi la sfida con una bellissima rete di Cabitza che realizza la sua doppietta personale e regala la sfida alla sua squadra.

 

BORGARO-BARCANOVA 2-3

 

I MARCATORI: pt 13' Cabitza(BA), 20' Di Battista(BO); st 2' Bajrami(BA), 19' Viroglio(BO); tt 18' Cabitza(BA).

 

LA FORMAZIONE DEL BORGARO: Bertocco, Accardi, Civarello, Salini, Oria, Vaccino, Nocera, Amodio, Di Battista, Tinnirello, Viroglio, Giannini, Scionis. All. Cervetti

 

LA FORMAZIONE DEL BARCANOVA: Zappetti, Abate, Castriota, Pappalardo, Gioanino, Cuccia, Sforza, Soro, Costa, Bajrami, Braiato, Baccaglini, Chimenti, Cabitza. All. De Mattia

Redazione

Torino, 27 Novembre 2016

 

Bella domenica di calcio nell’impianto di via Occimiano: Barcanova e Auxilium si affrontano sotto un bel sole e danno vita a una partita di correttezza esemplare, grazie anche a due allenatori molto attenti al fair play. Alla fine la spuntano i ragazzi di De Mattia che calano il pokerissimo e portano a casa i tre punti.

 

La cronaca della gara offre un inizio davvero scoppiettante per i padroni di casa: dopo 5 minuti il Barcanova è già avanti di tre reti (complice anche un approccio difficile alla partita dell’Auxilium). Dopo pochi secondi a insaccare la sfera è Costa con un bel destro rasoterra; al 3’ ci pensa Soro, con un pregevole cucchiaio che fa sobbalzare i propri tifosi; al 4’ è il turno di Gioia, che estrae dal cilindro una bellissima conclusione di sinistro che prima tocca il palo e poi finisce la sua traiettoria in gol. Dopo questa sfuriata iniziale, il Barcanova non si rilassa e cerca ancora la porta: sono tantissime le occasioni capitate sui piedi di Zappetti, Sforza, Soro e Gioia. In particolare, proprio Gioia al 18’ addirittura colpisce il palo a porta vuota.

 

 

Dopo un primo tempo di dominio, la seconda frazione risulta più equilibrata: le maglie azzurre dell’Auxilium sono più strette e mister Pisano coordina la difesa dalla panchina. Da notare, in particolare, la disposizione al sacrificio dei due fratelli Haboub che, con le loro doti di corsa, riescono a velocizzare un po’ la manovra della loro squadra. In un tempo avaro di emozioni, l’unica conclusione da annotare è ancora del Barcanova: al 17’ Chimienti impegna severamente il portiere dell’Auxilium, Kapinova, con un bel destro dai 15 metri.

 

Il terzo e ultimo tempo inizia sotto i migliori auspici: l’Auxilium va all’attacco alla ricerca del gol della bandiera, mentre il Barcanova appare di nuovo più deciso e cerca con insistenza la quarta rete, che arriva al tredicesimo minuto grazie al “solito” Gioia. L’attaccante in maglia bianca coglie un bel assist di Castriota e batte Florea con un destro ben calibrato. Due minuti dopo Gioia sigla la meritata tripletta, sfruttando una “dormita” della difesa avversaria. Al 17’, infine, l’Auxilium sfiora il gol che meriterebbe, dato l’impegno: il tiro di Mazzilli, però, finisce poco sopra la traversa.

 

BARCANOVA – AUXILIUM VALDOCCO 5-0

 

I MARCATORI DEL BARCANOVA: pt 1’ Costa, 3’ Soro, 4’ Gioia; tt 13’ e 15’ Gioia

 

LA FORMAZIONE DEL BARCANOVA: Nardella, Zappetti, Abate, Castriota, Pappalardo, Gioanino, Baccaglini, Sforza, Soro, Costa, Bajrami, Carella, Chimienti, Gioia. All. De Mattia

 

LA FORMAZIONE DELL' AUXILIUM VALDOCCO: Florea, Cara, El Guerainat, Esposito, Tamir, El Quadih, Haboub Nasrallah, Grossi, Maffei, Haboub Faraj, Kapinova, Mazzilli. All. Pisano

Redazione

Torino, 22 Ottobre 2016

 

Tutto facile per i bianconeri al cospetto del Vanchiglia. La Sisport mette in mostra tutta la sua qualità e strapazza gli avversari andando a segno a ripetizione. Sei reti degli ospiti e un'autogol nel finale confermano il dominio sul campo della squadra di mister Cavallo, visibilmente soddisfatto nel finale. E dire che nei primissimi minuti erano stati i padroni di casa a premere sull'acceleratore alla ricerca del gol, anche se la sfuriata è durata poco, lasciando ben presto spazio al gioco dei bianconeri.

 

Ad iniziare lo show della Sisport è Gregorucci che realizza la rete dopo aver ricevuto palla dalla destra con i suoi compagni che hanno fatto ripartire l'azione dalla difesa bianconera per scendere nel'area avversaria e depositare con un gran destro del nuemero 10 il pallone in rete. Il Vanchiglia non si scompone e cerca subito di reagire al gol subito. Le azioni migliori passano probabilmente per la fascia sinistra che non perde il pallone e riesce quanto meno ad arrivare nella metà campo degli avversari e presentarsi il più delle volte ad un passo dall'area difesa da Zapata. Tutta la compostezza dimostrata subito dopo aver subito la prima rete, i ragazzi in maglia granata la perdono al 13'quando subiscono la rete del 2 a 0. Gol questa volta di Gaeta che sfrutta benissimo i troppi errori avversari in fase di ripartenza dove perdono subito palla e fanno in automatico ripartire l'azione per gli avversari che non se lo fanno ripetere e servono con un cross perfetto di Tricarico il 13 in area che insacca senza alcun problema. D a questo momento in poi saranno tre minuti da incubo per i padronidi casa che verranno infilati per ben tre volte, prima da Tricarico e poi da Gregorutti che sigla la sua doppietta personale. Calano i ritmi sul quattro a zero ma i granata non riescono a sfruttare il momento propizio per attaccare i bianconeri e con questo risultato termina il primo tempo.

 

 

Riprende la gara dopo la pausa tra primo e secondo tempo e la bussola del gioco segna sempre a favore degli ospiti che non ci mettono molto per andare di nuovo in gol, questa volta con il numero tre Tinnirello che compie uno sprint di 20 metri, difesa non irresistibile in questo caso, supera due difensori in maglia granata e deposita in rete il gol del complessivo 5 a 0. Nel finale di tempo è sempre il numero tre della Sisport ad andare in gol, anche qui è molto precaria la difesa del Vanchiglia che viene infilzata come burro dagli attacchi bianconeri. Da sottilineare la splendida prestazione del portiere dei padroni di casa, salva per molte volte la propria difesa dal subire un risultato ancora più impietoso. Finisce anche il secondo tempo e il risultato vede sempre avanti e di molto la Sisport.

 

Nell'ultimo tempo le cose non si mettono meglio per i padroni di casa che tengono il campo per quindici minuti fino a quando una sfortunata deviazione di Bensiah mette in porta la rete del sette a zero per i bianconeri. Il Vanchiglia si fa vedere adesso in avanti. Granata più volenterosi grazie anche alla spinta dell'allenatore e degli assistenti. I ragazzi vanno avanti più convinti e fanno finalmente intervenire Genco. All'ultimo secondo, rigore un po' generoso per i padroni di casa che realizzano il gol della consolazione.

 

VANCHIGLIA  - SISPORT  1-7

 

I MARCATORI: pt 6', 15' Gregorutti(S), 13' Gaeta(S), 14' Tricarico(S); st 7', 20' Tinnirello(S); tt 15' aut Bensiah(S), 20' Ferrero(V).

 

LA FORMAZIONE DEL VANCHIGLIA: Zapata, Pogar, ,artinelli, Moriconi, Zoccali, Sanchioni, Norri, Orso, Bensiah, Ferrero, Boaglio, Bertalot, Guglielmi. All. Demetrio

 

LA FORMAZIONE DELLA SISPORT: Genco, Albano, Tinnirello, Ferrara, La Rosa, Tricarico, Di Chiara, Testa, Nicoletti, Gregorutti, Bracigliano, Labruna, Gaeta, Carrà. All. Cavallo

Redazione

 

Torino, 30 aprile

 

Una super Juventus e un buonissimo Atletico. Eccoli i protagonisti dell'ultima giornata, da calendario, del campionato Pulcini 2005, che sicuramente non delude le attese. Tanti gol, belle giocate e anche ottimi spunti dal punto di vista difensivo. Ovviamente la compagine bianconera, più attrezzata anche dal punto di vista dei giocatori schierabili e convocati (sono appena otto per l'Atletico, ndr), fa la partita e mantiene il pallino del gioco, sbattendo più volte contro l'ordinatissima difesa innalzata dal tecnico Marmo.

 

Il gol della Juventus non si fa attendere, anzi giunge puntuale già dopo due giri di lancette: Andretta gioca un pallone in verticale, Orlando sbuca alle spalle dei difensori e in diagonale insacca la porta di Testa. Il vantaggio è un lampo degli ospiti, perché i padroni di casa non arretrano: chiudono gli spazi, serrano le file e, quando capita di veder passare gli avanti avversari, rientrano tempestivamente e di gran carattere. Siletto, in particolare, riesce nel difficilissimo impiego di tenere alta la compagine e dare rogne alla retroguardia posta a protezione di Berger. Il portiere più impegnato, tuttavia, rimane Testa: favoloso sul diagonale potente di Orlando, poi attento in un altro paio di occasioni.

 

 

È nel secondo tempo che la Juventus si scatena. Lo schema è semplice: Rutigliano e Miglietta scambiano alla grande sulla sinistra, ogni tanto coinvolgono sull'altro lato anche Andretta e i giochi sono fatti. I tre gol del secondo parziale, tutti a firma del numero dieci, arrivano così, da tap in ravvicinati e costruiti con maestria. Il passivo potrebbe anche essere peggiore se De Salvo non si fosse allungato su un paio di conclusioni dalla distanza, scoccate dal solito Rutigliano e da Morganti, e se i suoi difensori non si fossero immolati in altre occasioni create dagli avversari.

 

Nel terzo tempo, il tabellino dei marcatori conosce altri due protagonisti del match. Il primo è Miglietta, il quale oltre a sfoderare un'abilità difensiva notevole e una progressione portentosa, mostra anche un sinistro niente male. Prima riceve l'appoggio di Lamalfa e scarica una sassata che si stampa contro il palo e poi gonfia la rete, replicando dopo nemmeno 1' con un latro bolide, meno piazzato ma molto più forte. L'altro realizzatore, invece, è il bomber con la casacca numero nove alle spalle. Dopo averci provato per tutta la partita, sbattendo ripetutamente contro il portiere e i difensori opposti, Lamalfa segue tutta l'azione corale dei suoi e chiude in tap in la partita. La Juventus mostra un calcio maturo e spettacolare. L'Atletico Torino dimostra di non temere nessuno e gioca le sue carte con carattere e voglia di imparare. Entrambe hanno regalato una grande partita al pubblico presente sugli spalti in via Palatucci.

 

ATLETICO TORINO-JUVENTUS 0-7 (0-1; 0-3; 0-3)

 

I marcatori della Juventus: pt 2' Orlando; st 1', 3' , 9' Rutigliano; tt 4', 5' Miglietta, 15' Lamalfa.

 

La formazione dell’ Atletico Torino: Testa, Mozeglio, Longobardi, Cara, Cannavale, Siletto, De Salvo. All. Marmo.

 

La formazione della Juventus: Berger, Cappai, Miglietta, Dumani, Savio, Buscemi, Andretta, Luwardo, Lamalfa, Rutigliano, Orlando, Iacobucci, Morganti. All. Panzanaro.

 

Glocal Press

 

ALPIGNANO,  5 maggio

 

Ei Fu, siccome immobile…..inizia così una celeberrima poesia dedicata alla morte di uno dei personaggi più noti della storia, Napoleone, da uno dei grandi della nostra letteratura, Alessandro Manzoni. Ma in questo giorno, da cui la poesia prende titolo proprio in quanto anniversario della morte dell’Imperatore francese, nulla è sembrato immobile sul campo di via Migliarone ed anzi i giovanissimi attori del recupero della ottava giornata del girone L si sono resi protagonisti di una gara bella, ostica, tesa, intensa, combattuta.

 

Su tutti le due difese che per i blu di casa hanno avuto a fasi alterne in Vittorio Ferrigni e Amer Crivat gli elementi decisamente migliori della partita, per grinta e determinazione. Il Mister Politi ha schierato subito Mattiello tra i pali, Crivat ultimo uomo, Seminerio e Mangione sulle rispettive fasce, D’Introno diga di centrocampo e Patruno a sostegno di Laureana. Al 6’ il Venaria sfrutta un’indecisione di Mattiello che non trattiene un traversone per portarsi in vantaggio. La reazione dei padroni di casa si esaurisce sulla prima traversa di Patruno a seguito di una bella triangolazione con Laureana (vede video). Si lotta a centrocampo ed anche gli ospiti colgono una traversa prima di ottenere il doppio vantaggio spedendo in rete una palla vagante nell’area dei blu (vede video). Il doppio vantaggio ospite non stordisce i padroni di casa che colgono il meritato premio dei propri sforzi grazie ad una micidiale punizione di Davide Mangione che si insacca in diagonale all’incrocio dalla lunga distanza (vede video). I blu prendono coraggio e Patruno costringe alla parata a terra il portiere arancione con un insidioso rasoterra. Il tempo si chiude con un’altrettanto bella parata di Mattiello che neutralizza un contropiede avversario.

 

 

Nella seconda frazione Politi rivoluziona la sua formazione tenendo in campo i soli Mattiello e Patruno per inserire Ferrigni ultimo uomo, Gribaldo e Spina a centrocampo, Cireddu sulla destra e Tucci di punta. E proprio l’energico numero 10 di casa, capitano per l’occasione, si dimostra una spina nel fianco della difesa arancione prima alzando un po’ troppo un pallonetto in contropiede e poi impegnando severamente il portiere ospite con una delle sue potenti girate. Il tempo si chiude con un tentativo di Spina che arriva un po’ scoordinato su angolo di Laureana e tira alto e con Ferrigni che per l’ennesima volta stoppa con tempismo e grinta un tentativo di contropiede degli ospiti.

 

L’Alpignano vuole pareggiare ed entra in campo nell’ultima frazione con ulteriore carburante nel motore. Tucci porta ancora scompiglio nell’area avversaria ma il suo classico tiro in corsa è deviato in angolo di piede dall’estremo difensore ospite. Sugli sviluppi del corner Seminerio sfiora il palo con un siluro da fuori area. Il Venaria, invero arcigno e quadrato, regge i colpi e coglie anch’esso una clamorosa traversa dalla distanza (vede video). Adesso la gara si fa se possibile ancora più intensa e sul ribaltamento di fronte Patruno porta a 2 le trasversali personali con un tiro a botta sicura servito ancora dal compagno di reparto Laureana (vede video). L’Alpignano spinge ed è Mangione a sparare alto un bel centro di Cireddu. Sul cambiamento di fronte la doccia gelata: è Lollo Di Nunzio che conquista palla sulla destra e poi lascia partire più un traversone che un tiro che sorprende Fabio Mattiello e va a morire nell’incrocio opposto. È la rete seppur fortunosa che chiude la gara anche se nei minuti di recupero capitan Tucci sfoga la sua rabbia irrompendo prepotentemente in area nell’ultima azione e insaccando un corner dalla destra di Cireddu rendendo un po’ meno amara l’ultima sconfitta della stagione.

                                                                                                     

ALPIGNANO-VENARIA 2-3.

 

I marcatori dell'Alpignano: pt Mangione (A), tt Tucci (A)

 

La formazione dell'Alpignano – 1) Mattiello, 2) D’Introno, 3) Seminerio; 4) Mangione; 5) Gribaldo, 6) Ferrigni 7) Cireddu, 8) Spina, 9) Laureana, 10) Tucci (cap), 11) Patruno, 13) Crivat

 

Allenatore: Cesare Politi

 

Dirigenti: Maria Antonietta Gagnor; Daniele Cireddu; Sergio Mattiello

 

Mario Gribaldo (Alpignano)    

 

Torino  30 aprile

 

Ultima giornata di campionato per i ragazzi di mister Barile oggi dirottati nel girone L in casa del Pertusa.

 

Inizia il primo tempo ed inizia a piovere, i padroni di casa sembrano più volenterosi di congedarsi con un’ottima prestazione dal pubblico amico, ma raramente riescono ad impensierire Martino oggi tra i pali al posto di Mattiello. Anche gli ospiti, oggi in tenuta bianca, nonostante il pressing molto alto arrivano di rado dalle parti del portiere locale,  l’unico tiro verso la porta avversaria è un tentativo di pallonetto d’esterno di Natale che però termina alto. Al 8° arriva invece  l’unico gol del primo tempo, il n° 2 capitano locale, intercetta la palla al limite dell’aria, decentrato sulla destra, la passa in mezzo al n° 7 che da pochi passi non può sbagliare. 1-0.

 

Nel secondo tempo aumenta l’intensità della pioggia e anche l’Alpignano aumenta le soluzioni offensive schierando capitan Sperduto al fianco di Tucci in attacco. Al 4° minuto le scelte di mister Barile vengono premiate, su lancio di Nelli, Tucci lavora un'ottima palla sulla destra, doppio dribbling sul proprio avversario e palla in mezzo dove Sperduto si fa trovare pronto per il pareggio, gol  fotocopia di quello realizzato dal Pertusa. 1-1. Neanche il tempo di esultare e il Pertusa torna in vantaggio con un eurogol del suo capitano, tiro incrociato da fuori e palla sotto la traversa dove neanche Martino può arrivare. 2-1. Dall’altra parte ci prova ancora Tucci ma il suo missile viene respinto a pugni chiusi.

 

 

Nel terzo tempo sul  campo del Pertusa si abbatte un autentico diluvio, ma i 14  ragazzi in campo sembrano non accorgersene, si lotta su ogni pallone cercando di vincere la battaglia personale con il proprio avversario. Da scintille il duello tra il solito mastino Crivat e il velocissimo n° 7  del Pertusa. L’Alpignano ci crede e gioca tutto il terzo tempo nella metà campo avversaria, ci provano prima Liso e poi Crivat da lontano. Al 10° ottima palla di Tucci per Antoniazzi ma il centrocampista biancoceleste spara a lato di un soffio. Al 12° la svolta della partita,  l’arbitro assegna un fallo sullo sgusciante Sperduto, sulla palla si porta lo specialista Tucci che tira e centra la traversa, la palla rimbalza in prossimità della linea, ma sulla respinta di un difensore si avventa Antoniazzi che di ginocchio la rispedisce in porta, 2-2 tra l’ovazione dei ragazzi e dei numerosi tifosi biancocelesti al seguito. Il Pertusa accusa il colpo, i ragazzi sembrano stanchi e delusi mentre  l’Alpignano  crede addirittura alla vittoria. Negli ultimi 2 minuti infatti prima sfiora il terzo gol ancora con Antoniazzi che si vede deviare un bolide da fuori, poi  a pochi secondi dal termine, Ferrigni addomestica un rinvio del portiere e appoggia a bomber Tucci che si gira e lascia partire un destro che toglie le ragnatele dall’incrocio dei pali e fa scoppiare il  tripudio in campo e sugli spalti:  2-3 e triplice fischio finale con i bimbi che corrono fradici ed inzuppati sotto la tribuna ad esultare con i propri tifosi.

 

Finisce così, con una bella impresa, il campionato dei Barile’s boys. Come già detto oggi, oltre a dover giocare una partita non del loro campionato, erano anche orfani degli ottimi esterni Grisi, influenzato e  Spina, infortunato. Nonostante questo e nonostante l’acquazzone abbattutosi su Torino i ragazzi hanno dimostrato di potersi giocare qualsiasi tipo di partita, ma su questo non avevamo dubbi. A conti fatti il gruppo di mister Barile ha giocato 8 partite vincendole tutte tranne  quella con il Torino. In totale considerando anche il campionato invernale vinto, sono 17 partite con 15 vittorie 1 pareggio e una sola sconfitta, contro una professionista. Complimenti a tutti e grazie per le emozioni !!!!

 

PERTUSA – ALPIGNANO 2-3 (1-0; 1-1; 0-2)

 

I marcatori dell'Alpignano: st Sperduto; tt Antoniazzi, Tucci.

 

La formazione dell'Alpignano: Martino, Liso, Ferrigni, Natale, Crivat, Antoniazzi, Tucci, Nelli, Sperduto. All. Barile.

                                  

                                                                                                               SANDRO ANTONIAZZI  (ALPIGNANO)