Lunedì, 26 Febbraio 2024

Nella quinta giornata di campionato si affrontano le ragazze del Torino e il Venaria, in una partita giocata con ritmo e intensità, che ha visto le ragazze del Torino disputare un primo tempo indimenticabile.


Primo tempo: il Torino forte, parte mostrando fin da subito di dominare il campo. Già nei primi minuti passa in vantaggio con un goal di Alessia (1-0). Passano pochi minuti e il Torino sigla il secondo goal con un preciso assist di Gaia per il bomber Laura (2-0). Il domino delle ragazze è totale. Il bravo portiere del Venaria cerca di arginare il divario, ma nulla può su un tiro di Emma, che porta il parziale sul 3-0. Nel finale del tempo le torelle sono decisamente “cattive” agonisticamente : altri due goal del bomber Laura chiudono la prima frazione con un Torino - Venaria 5-0.

Nel secondo tempo da subito si capisce che i ragazzi del Venaria non ci stanno. Iniziano con diverse azioni ad avvicinarsi alla porta, ed è proprio sotto porta che segnano, portandosi cosi il risultato sul 5-1. L’azione del Venaria non si ferma, e trova ulteriore spinta tanto da costringere il bravo portiere del Torino Sara agli straordinari: para due tiri da fuori, ma nulla può su un altro tiro del Venaria, che porta il risultato sul 5 a 2. Le torelle però non mollano ed ecco che un goal di Nicole sul finale del tempo ridà energie alla squadra Torino - Venaria 6-2.

Terzo tempo: il Torino riparte con grande slancio e subito ripristina il dominio territoriale con Gaia, che sigla due goal in rapida successione (8-2). La partita si fa vivace perché il Venaria, nonostante il passivo, non molla mai e ci prova sempre fino a segnare il suo terzo goal (8-3). Sul finale del tempo Cristina segna su un tiro da fuori il nono goal delle torelle. Nulla può più il quarto goal del Venaria, proprio nei minuti finali. La partita si chiude con il risultato di Torino 9 Venaria 4, in una partita bella, ricca di azioni e tanti goal che il pubblico ha gradito. Brave le ragazze e i ragazzi, anche per il comportamento in campo sempre corretto.

Cristoforo Falconi

Sabato pomeriggio quasi primaverile a Collegno: una temperatura perfetta per giocare la terza di campionato. Torino Femminile e Borgaro si presentano a questa partita con uno score di una partita vinta e una persa, i tre punti sono quindi importanti per entrambe.


Le squadre iniziano con i giochini che mettono alla prova le loro abilità tecniche. Subito dopo entrano in campo. Primo tempo: Il Torino inizia subito con diverse azioni a portarsi sotto porta, ma il bravo portiere del Borgaro Nobis blocca ogni tentativo. Tanto che su un capovolgimento di fronte, il Borgaro con un rimpallo passa in vantaggio (Torino-Borgaro 0-1).

Nel secondo tempo le ragazze del Toro provano da subito a riportare la partita in equilibrio e ci riescono con un'azione veloce che vede protagonista Nicole, con un tiro sotto porta con il quale trova il pareggio. Segue ancora un palo delle "Torelle", ma il Borgaro non ci sta e crea diverse azioni pericolose senza mai finalizzare. La partita è molto fisica e intensa e la difesa del Borgaro è molto brava a chiudere gli spazi.

Nella terza frazione si decidono le sorti della partita. Varie azioni per entrambe le squadre generano diversi cambiamenti di fronte. Su uno di questi il Torino sblocca il risultato con un tiro da fuori di Eleni (Torino-Borgaro 2-1). Pochi minuti dopo, con un altro tiro da fuori, Laura sigla il terzo goal (Torino-Borgaro 3-1). Il quarto goal di Alessia consacra un perfetto terzo tempo. Nulla può una magistrale punizione del Borgaro sul finale di gara. La partita si conclude con il risultato Torino-Borgaro: 4 a 2. Bella partita con grande equilibrio fino al terzo tempo, in cui le Torelle hanno espresso il loro miglior calcio. 

Cristoforo Falconi

I protagonisti dello spettacolo genuino, in una bella giornata di sole di ottobre, sono stati i ragazzi e le ragazze di 10 e 11 anni di Torino Femminil e Collegno, gli ultimi esponenti di una generazione che spesso si diletta più con il proprio smartphone, che con un pallone da calcio. 


Tra le due compagini è stata una bella partita, con tanti cambi di fronte, e a tratti anche con un discreto giro palla. Ovviamente, il fatto di essere appena a inizio stagione ha fatto sì che alcuni “movimenti” dovessero ancora essere perfezionati, ma la partita ha comunque riservato non poche sorprese.

Il primo tempo si è chiuso con un bel pareggio (1-1), mentre nel secondo tempo i ragazzi del Collegno Paradiso hanno chiuso in vantaggio (1-2). Nel terzo tempo le ragazze del Torino FC hanno cercato in tutti i modi di provare a vincerla, grazie a qualche azione più rapida, evidenziata da un bel goal del bomber Laura, che ha portato in parità la partita (2-2). Nel finale del tempo, le ragazze del Toro sono anche riuscite a segnare il terzo goal, portando così a casa i tre punti. La partita è terminata col punteggio di 3-2 per il Torino FC, in un match in cui si è potuto assistere a tante belle azioni che sono state sottolineate dagli applausi dei tifosi che hanno gradito lo spettacolo. Bravi tutti!

Cristoforo Falconi

In una splendida giornata di sole, nella fantastica cornice del Palafootball di via Nota, si affrontano la capolista Rosta, proveniente da una striscia di 13 vittorie consecutive, e l’Avigliana che, dopo l’apprendistato del campionato autunnale, vuole recitare un ruolo da protagonista nel campionato primaverile.


Si parte - Il Rosta vuole far valere il suo maggior tasso tecnico, ma l’Avigliana si dimostra attenta in difesa e abile a ripartire in contropiede. Ostorero, capocannoniere del torneo, prova a rompere l’equilibrio, ma è il portiere dell’Avigliana Putero che poco dopo si esibisce in una splendida parata. L’Avigliana non sta a guardare e Ippoliti per due volte costringe il portiere del Rosta Sturniolo alla deviazione in angolo. La partita è molto combattuta a centrocampo e, nonostante il caldo, nessuno dei contendenti si risparmia. Il Rosta si riporta in attacco neutralizzato ancora dall’ottimo Putero, ma proprio sul finire del tempo Ostorero ha l’occasione per rompere l’equilibrio; conquistata palla nella sua metà campo, salta un uomo e si invola verso la porta avversaria con il portiere Sturniolo che coraggiosamente esce in presa bassa sull’attaccante aviglianese. Il primo tempo si conclude sullo 0-0.

Ripresa - Il caldo si fa sentire, apprezzato sugli spalti, meno in campo. Le due squadre ripartono cercando di mettere in campo ognuno le proprie armi: il Rosta il suo maggior palleggio, l’Avigliana la sua determinazione. La partita si gioca prevalentemente a centrocampo, con le due compagini che si annullano a vicenda, fino a quando a metà del secondo tempo la partita si sblocca. Il Rosta manovra sulla sinistra e la palla viene messa al centro dove l’accorrente Viola con un calcio di interno sinistro pesca l’incrocio dei pali opposto per uno splendido gol, su cui nulla può l’incolpevole Putero. La partita sembra mettersi in discesa per il Rosta, ma l’Avigliana non ci sta e vuole dimostrare che la posizione in classifica non è casuale. I lacustri lottano su ogni pallone con feroce determinazione, esibendo anche un bel gioco, con scambi piacevoli, fino a quando, prima dello scadere del secondo tempo, Ostorero ruba palla sulla trequarti avversaria e dal limite dell’area di esterno destro indirizza la palla nell’angolino alla sinistra del portiere Sturniolo inutilmente disteso in tuffo. Anche il secondo tempo si chiude in parità, 1-1.

Terza frazione - La stanchezza si fa sentire, ma nessuna delle due squadre vuole rinunciare alla vittoria ed è cosi che al 3', dopo un batti e ribatti in area rostese, la palla arriva sui piedi dell’accorrente De Francesco che con un destro di prima intenzione la manda nell’angolo basso alla destra della porta difesa da Sturniolo, inutilmente proteso in tuffo. Il numeroso pubblico di parte aviglianese ci crede, trasportato dall’entusiasmo dei ragazzi in campo, ma il Rosta non ci sta a perdere. Incitato dai tifosi al seguito si riversa in attacco e, dopo aver colpito una traversa con Di Giovanni, trova il pari in maniera un po' rocambolesca: Alaimo, subentrato a Putero, si esibisce in una splendida parata, ma la palla schizza sulle gambe di un proprio difensore, per la più classica delle autoreti. Con il risultato di 2-2 ci si avvia agli ultimi 8 minuti di gioco. Quando la partita sembra ormai indirizzata verso il pareggio, che premierebbe entrambe le squadre, Antonaccio trova il guizzo vincente e, dopo aver saltato Nicelli in dribbling, deposita in rete con un preciso sinistro. Da questo momento in poi, complice il caldo e la stanchezza, non si segnalano più episodi degni di nota, fino al fischio finale. Il terzo tempo finisce 1-2.

Partita molto bella, giocata tra due ottime squadre. Il Rosta si conferma in testa alla classifica con uno score che vede 14 vittorie consecutive tra campionato autunnale e campionato primaverile. L’Avigliana perde al cospetto di un grande avversario, ma dimostra di essere tutt’altra cosa rispetto alla squadra del campionato autunnale e di potersela giocare alla pari anche con avversari più blasonati. Bellissima atmosfera sugli spalti ma soprattutto in campo, dove a fine partita tutti i calciatori si sono attardati al centro del campo per complimentarsi a vicenda per l’ottima partita e posare insieme per una foto di gruppo. Senza cadere nella facile retorica ci piace sottolineare che questo è il calcio che vogliamo, dove dei bambini danno l’anima per vincere, ma a fine partita sono capaci di riconoscere il valore dell’avversario.

                                                                                                                                                                                                                                                    Ciro (Avigliana Calcio)

Avigliana Calcio vs Rosta Calcio: 2-3 (0-0, 1-1, 1-2)

RETI: st Viola (R), Ostorero (A);  tt De Francesco (A), autorete (R), Antonaccio (R).

Avigliana: Putero, Ippoliti, Voka, De Ffrancesco, Nicelli, Ferro, Perrotta, Pellegrino, Pace, Ostorero, Alaimo. Allenatore: Barillaro.

Rosta Calcio: Sturniolo, Viola, Triolone, Pace, Molinaro, Laganà, Di Giovanni, Cortassa, Cacciano, Antonaccio, Alberghina. Allenatore: Barcello.