Martedì, 27 Febbraio 2024

È ufficiale la collaborazione tra Cirié e Individual Soccer School: “Formiamo e facciamo crescere istruttori e ragazzi”

PRESENTAZIONE - Cristiano Bellezza, istruttore ISS, sarà in campo con le squadre ciriacesi: “Condivideremo il nostro metodo e gli obiettivi tecnici”. Il responsabile della Scuola calcio Luciano Franco: “Divertimento, educazione e crescita calcistica”. Il presidente Riccardo Savant: “Investiamo sui più piccoli, nell’ottica di un progetto unico che arriva fino alla Prima squadra”


“Le strutture sono belle e le squadre competitive, ma vogliamo crescere da tutti i punti di vista. Il primo passo è la collaborazione con l’Individual Soccer School, per far migliorare i nostri istruttori e di conseguenza i nostri ragazzi”. Così diceva Luciano Franco, responsabile della Scuola calcio del Cirié, al momento della sua investitura (qui la sua intervista). Detto, fatto: lunedì è stata presentata ufficialmente la collaborazione tra la società del presidente Riccardo Savant e il centro di formazione tecnico-calcistica ISS.

“La Scuola calcio non è un forziere da cui attingere - ha spiegato il numero uno del Cirié - anzi è il settore in cui vogliamo concentrare i nostri investimenti, è la base di un progetto che poi dovrà svilupparsi con continuità nel Settore giovanile e nella Prima squadra, che non per caso è quasi interamente composta da fuori quota cresciuti da noi. La collaborazione con l’ISS è un nuovo tassello nel nostro progetto finalizzato alla formazione dei mister e alla crescita dei ragazzi”.

L’ideatore di questa collaborazione è, come detto, Luciano Franco: “Quando parliamo di Scuola calcio, prima di tutto c’è il divertimento, poi il rispetto delle regole, degli avversari, dei compagni. Divertimento ed educazione devono però entrare nel contesto di una società di calcio, siamo qui per insegnare ai ragazzi a giocare a pallone e per farli innamorare di questo bellissimo sport. Da questi presupposti nasce la sinergia con l’Individual Soccer School. Noi abbiamo tanti istruttori giovani e preparati, nostro dovere è aiutarli a crescere e migliorare, in modo che possano a loro volta lavorare al meglio con i ragazzi e contribuire allo sviluppo di tutta la società”.

Gli allenamenti sul campo saranno gestiti, per l’Individual Soccer School, dall’istruttore Cristiano Bellezza: “Inizieremo a venire una volta alla settimana, da aprile passeremo a due sedute, alternando martedì e giovedì, in modo da lavorare con tutti i gruppi della Scuola calcio, dai 2009 ai piccoli del 2015 e del 2016. Lavoreremo con le squadre secondo il nostro programma tecnico, ovviamente coinvolgendo gli istruttori del Cirié, per condividere con loro il metodo e gli obiettivi. In questo modo, sarà possibile dare continuità al lavoro anche quando noi non saremo presenti sul campo”.

Ma come lavora l’Individual Soccer School, qual è il suo metodo?

L’ISS nasce nel 2010, i tre fondatori sono Giordano Piras, Denis Sanseverino ed Enzo Friso. È un centro di formazione calcistico che lavora a livello individuale nelle sue sedi sparse in giro per l’Italia (ad oggi sono 15, più due all’estero) o in collaborazione con le società dilettantistiche: in Piemonte, oltre alla novità Cirié, c’è la storica sinergia con il Lascaris.

L’ISS applica in campo (e insegna agli istruttori) un suo metodo, che si sviluppa rispetto alle fasce d’età: il primo aspetto è quello motorio-coordinativo, poi il dominio della palla, da lì si passa alla tecnica di base in tutti i suoi aspetti: recezione, passaggio, tiro in porta, conduzione della palla, eccetera; lo step successivo è la tecnica estrosa, ovvero dribbling frontali, laterali e di spalle, cambi di direzione, arresti e ripartenze; infine l’intelligenza di gioco, l’aspetto cognitivo, i lavori in situazione. Ultimo aspetto, fondamentale nella filosofia dell’ISS: per essere un buon insegnante, oltre alla capacità di dimostrare (i bambini infatti apprendono tramite la ripetizione del gesto), serve la capacità di analisi e correzione del gesto eseguito dall’allievo.

 

Registrati o fai l'accesso e commenta