Lunedì, 26 Febbraio 2024

CAMPIONATO AUTUNNALE / IL PUNTO DELLA SITUAZIONE - Prima parte della stagione da applausi anche per Almese, Rosta, Dorina e Paradiso Collegno, che hanno vinto i rispettivi gironi


In attesa degli ultimi recuperi, i gironi di Torino dei Pulcini 2013 hanno emesso (quasi) tutti i loro verdetti. A uno sguardo generale, Sisport e Alpignano sono le due società che hanno ottenuto i migliori piazzamenti con le proprie squadre, entrambe con due primi posti. Bene anche il Torino con un primo posto e due medaglie d’argento, come anche Lucento e Chieri entrambe con una vittoria di girone e un secondo posto. Tra le sorprese si distinguono Almese, Dorina e Paradiso Collegno che vincono i rispettivi gironi.

Girone A. Corsa solitaria per la Pro Eureka, che conclude nettamente in testa aggiudicandosi tutte le partite. Al secondo posto il Borgaro Nobis con un solo punto di vantaggio rispetto al Ciriè terzo classificato. Staccate tutte le altre squadre.

Girone B. Nell’avvincente testa a testa tra Rosta e Almese, alla fine si è dovuti ricorrere all’esito dello scontro diretto per decretare la regina: a sorridere è il Rosta. Più staccata al terzo posto si trova il Valle di Susa, che potrebbe però essere superato dal Venaus che deve ancora recuperare una partita.

Girone C. Sino all’ultima giornata Alpignano e Lascaris si sono giocati la vittoria del girone: hanno avuto la meglio i biancoazzurri, sempre in testa e capaci di difendere il punto di vantaggio sui bianconeri, che anzi potrebbero essere raggiunti dal Venaria, per ora terzo ma con una partita da recuperare.

Girone D. Solo tre punti separano la capolista Alpignano dalla seconda in classifica, ossia il Rosta, punti che riguardano proprio l’unica sconfitta subita dai biancorossi. Concludono appaiate al terzo posto Pro Eureka e Valle di Susa, con i primi però in vantaggio avendo vinto lo scontro diretto.

Girone E. Nonostante la vittoria all’ultima giornata contro i primi in classifica del Paradiso Collegno, lo Spazio Talent Soccer non è riuscito a superare i campioni autunnali. Troppo era lo svantaggio accumulato nel corso del campionato, che i neroazzurri hanno condotto in maniera quasi impeccabile. Molto staccati il Volpiano Pianese e l’Ardor San Francesco, che potrebbe ancora conquistare il terzo gradino del podio.

Girone F. È il Chieri la regina di questo raggruppamento, con una sola sconfitta (contro i secondi classificati della Cbs) in mezzo a un mare di vittorie. Al terzo posto conclude il Lenci Poirino, anche se dietro, a una sola lunghezza di distanza, ci sono Sisport e Cambiano che devono recuperare ancora una partita.

Girone G. Non ha rivali la Sisport, a punteggio pieno pur con una gara ancora da giocare. Le inseguitrici Cenisia e Torino si devono accontentare del secondo e terzo posto, anche se i granata potrebbero ancora essere scavalcati sia dal Sant’Ignazio che dal Csf Carmagnola, che si devono ancora scontrare da loro.

Girone H. 8 vittorie su 8 gare e testa del girone a punteggio pieno per il Chisola, in un girone dominato dall’inizio alla fine. Staccate dunque tutte le inseguitrici a partire dal Pozzomaina e dal Moncalieri che concludono rispettivamente seconde e terze, ma ben lontane dalla capolista.

Girone I. Domina il Lucento, con un percorso perfetto “macchiato” solo dal pareggio con il Torino, che alla fine concluderà in seconda posizione. La piazza di onore spetta al Chisola.

Girone L. Solo lo scontro diretto, giocato alla seconda giornata, ha segnato la differenza tra la Sisport campione e il Chieri, che ha chiuso al secondo posto. Cammino da record per i bianconeri, che hanno realizzato più di 10 gol a partita e subendone solo 7 in tutto.

Girone M. Torino a punteggio pieno con 9 vittorie su 9 gare, poi staccate di molti punti Lucento e Cenisia: questa la fotografia del podio.

Girone N: Torino in testa con tutte vittorie e un pareggio contro la seconda, il Dorina, che a sua volta ha duplicato il percorso netto dei granata, ma con una partita in meno: vincendola potrebbe quindi raggiungere la vetta del girone a pari merito con il Toro. Al terzo posto il Centrocampo.

 

CAMPIONATO AUTUNNALE / IL PUNTO DELLA SITUAZIONE - Torino la regina della categoria, con due primi e due secondi posti. Fanno bene anche Chisola e Juventus, entrambe piazzano una squadra al primo posto e una al secondo. Tra le sorprese si distinguono Nichelino Hesperia, Cenisia, Mappanese e Caselette, che vincono i rispettivi gironi


Campionati autunnali della Delegazione di Torino: nei 2012 è il Torino la regina della categoria, con due primi posti e due secondi posti con le quattro squadre partecipanti. Fanno bene anche Chisola e Juventus, entrambe con un primo ed un secondo posto. Tra le sorprese sono da evidenziare Nichelino Hesperia, Cenisia, Mappanese e Caselette che vincono i rispettivi gironi.

Girone A. Subito una sorpresa: il Nichelino Hesperia riesce infatti ad avere la meglio in un girone molto equilibrato dove le prime quattro squadre sono racchiuse in soli 3 punti. Alle spalle dei biancorossi troviamo nell’ordine Chieri, Sisport e Carmagnola, ma il Beppe Viola (dietro di 3 punti) potrebbe raggiungere la vetta dovendo recuperare ancora una partita. Il Nichelino Hesperia sarebbe in ogni caso primo, avendo vinto lo scontro diretto.

Girone B. È una lotta a tre senza verdetto definitivo: in questo momento è in testa il Chisola, a soli 3 punti di distanza ci sono però Torino e San Giacomo Chieri, che devono recuperare lo scontro diretto. Chi vince potrebbe quindi raggiungere in testa il Chisola e a quel punto bisognerebbe ricorrere alla classifica avulsa.

Girone C. Dominio della Sisport, che nulla ha lasciato agli avversari, neanche alla Juventus (seconda classificata) che ha perso proprio solo lo scontro contro i cugini. Al terzo posto la Cbs, che ha perso punti solo contro le prime due della classe.

Girone D. In testa per ora c’è il Cenisia, ma tutte le dirette inseguitrici devono ancora recuperare una partita, in particolare Torino e Gar Rebaudengo che inseguono a -3 e sono attesi dallo scontro diretto. In agguato anche il Cit Turin, a 3 punti dalle violette ma con una partita in meno. Insomma, si potrebbero avere due o tre squadre a pari punti, con la necessità di eleggere il vincitore con la classifica avulsa.

Girone E. Discorso simile: il Torino, in questo momento, è capolista del girone, ma rischia di perdere il primato in quanto il Paradiso Collegno, sotto di un punto, deve ancora recuperare una partita sulla carta alla portata. Definitivamente terza è la Sisport.

Girone F. Cbs, San Giacomo Chieri e Moncalieri sono le tre protagoniste di questo raggruppamento. Mentre però la Cbs ha fatto un campionato a sé, concedendosi una leggerezza solo all’ultima giornata, tra Moncalieri e San Giacomo Chieri tutto si è deciso nello scontro diretto alla penultima giornata, con la vittoria e il sorpasso in classica dei rossoneri.

Girone G. La Mappane è sia la sorpresa che la dominatrice del girone: ha vinto tutte le partite, con il miglior attacco e la miglior difesa del girone. Restano solo gli sgoccioli agli ottimi Leinì e Paradiso Collegno, che comunque si sono lasciati alle spalle squadre come Pro Eureka, Borgaro e Ciriè.

Girone H. Anche in questo caso a vincere è una squadra che nessuno si attendeva: il Caselette. A metà campionato ha un leggero cedimento, inanellando due pareggi di fila, ma subito dopo si riprende con grande determinazione e non molla sino alla fine, tenendo a denti stretti quel punto di vantaggio che la separa dalla coppia di inseguitrici composta da Alpignano e Rosta, con i biancocelesti secondi grazie alla vittoria nello scontro diretto.

Girone I. Il Lascaris domina e concede solo un pareggio al Ciriè. Per il resto nulla da fare per gli avversari, tra cui l’Alpignano seconda, che nonostante la partita da recuperare non ha alcuna speranza di raggiungere i bianconeri, il Volpiano Pianese e il Borgaro Nobis, che sono a tre punti dalla seconda.

Girone L. Il Torino domina ed è in testa, ma non può dormire ancora sonni tranquilli in quanto il Lascaris, attualmente 3°, ma con una partita ancora da recuperare, avendo anche vinto lo scontro diretto contro i granata, rischia di spodestare questi ultimi. Giochi fatti invece per l’Alpignano che rimane alla finestra a guardare per capire se confermerà la seconda posizione o passerà in terza.

Girone M. Volpiano Pianese, Aviglianese e Borgaro Nobis hanno dato vita a un avvincente battaglia sportiva, che alla fine vede in testa le Foxes, ma il Borgaro (a -2 dalla vetta) punta al sorpasso avendo ancora una partita da recuperare. Per l’Aviglianese secondo posto provvisorio in mezzo alle altre due.

Girone N. Non c’è stata mai storia in questo raggruppamento, che è stato dominato dall’inizio alla fine dalla Juventus: solo vittorie per i bianconeri. Saldamente al secondo posto il Chisola; più staccata, sul terzo gradino del podio la Pro Eureka.