Mercoledì, 24 Luglio 2024

GIUDICE SPORTIVO - Negata alla squadra torinese la sesta sostituzione, vanificata la vittoria dei cuneesi


Il Giudice sportivo ha ordinato la ripetizione della partita Pozzomaina-Area Calcio Alba e Roero, valida per la 15esima giornata del girone C di Under 17 regionale e finita 2-3 due domeniche fa.

È stato accolto il reclamo sporto dalla società torinese “con il quale - si legge sul Comunicato ufficiale - la reclamante si duole di un errore tecnico commesso dall'arbitro, che avrebbe influito sul regolare svolgimento della gara; in particolare, la ricorrente afferma che nel corso del secondo tempo di gioco il direttore di gara si sarebbe opposto alla sesta sostituzione richiesta dal Pozzomaina, sostenendo che, avendo quest'ultima già effettuato 5 sostituzioni, non sarebbe stato possibile da regolamento effettuarne ulteriori.

Esaminati gli atti di gara, dai quali è risultato che le sostituzioni effettuate dal Pozzomaina nel corso della gara sono state in numero di 5 e sentito l'arbitro, il quale ha confermato di essere incorso in errore avendo impedito l'effettuazione della sesta sostituzione, confermando quanto sostenuto dalla ricorrente.

Visto l'art. 74 c. 3 NOIF, secondo il quale "nelle gare dei campionati delle categorie Allievi e Giovanissimi, organizzate in ambito nazionale e periferico, ciascuna squadra può sostituire sette calciatori/calciatrici, indipendentemente dal ruolo ricoperto", ritenuto che trattasi di errore tecnico che ha inficiato la regolarità della gara si delibera di accogliere il reclamo presentato dalla società Pozzomaina di disporre la ripetizione della gara, con invito al Comitato affinché predisponga la ricalendarizzazione della stessa”.

La ripetizione della partita potrebbe incidere non poco sulla lotta verso la salvezza: i cuneesi sono più che tranquilli, mentre il Pozzomaina – nel caso in cui conquistasse altri tre punti – potrebbe ridimensionare le speranze delle squadre (in particolare l’Atletico Torino) che sognano di evitare i playout.

Intanto, c’è un altro annuncio di reclamo in Under 14, presentato dall’Accademia Borgomanero in merito alla gara pareggiata con l’Alfieri Asti, una partita cruciale nella corsa per vincere il girone A.

ANALISI - Non solo Alessandro Mirabelli del Genoa e Alessandro Bianco della Fiorentina, dove prova anche Germinario, 12 su 19 giocano ancora nel professionismo: i 2002 Pretato (Cuneo), Rosset (Virtus Entella), Romeo e Facelli (Pro Vercelli), i 2004 Giacomo Bianco e Alessandro Della Valle (Torino), i 2005 Domenico De Filippo, Simone Cavalieri e Alessandro Colantuono (Alessandria)


Guardate la foto. A fine della partita Fiorentina-Genoa di Under 17 (spettacolare 3-3) si abbracciano due giocatori. Il difensore del Genoa con il taglio da mohicano si chiama Alessandro Mirabelli, il centrocampista della Fiorentina con la maglia numero 5 da metodista brasiliano è Alessandro Bianco. La particolarità è che hanno giocato insieme con la maglia del Chisola fino a due anni fa, quando Mirabelli è passato alla Pro Vercelli, tappa intermedia verso il Grifone, mentre Bianco è andato a Firenze questa estate e si sta meritando il riscatto con un campionato giocato da titolare indiscusso.

Negli ultimi due anni, sono stati ben 19 i giocatori che sono passati dal Chisola al professionismo. Qualcuno è tornato indietro, a Vinovo o in altre realtà dilettantistiche, ma la maggior parte è ancora lì a giocarsi le sue occasioni nel calcio che conta.

Partendo dai 2000, due estati fa il Toro ha preso per la Berretti gli attaccanti Andrea Peyronel e Alessandro Ollio e il portiere Lorenzo Bellardone, per tutti un’avventura in maglia granata durata una stagione: oggi Bellardone difende la porta del Santa Rita, in Promozione, mentre Peyronel gioca in Eccellenza con il Chisola e Ollio in serie D con il Borgosesia. È tornato alla base dal Torino, causa infortunio, anche l’attaccante del 2001 Giorgio Mandriota, mentre è un punto fermo della Berretti della Pro Vercelli il difensore Andrea Facelli.

La truppa dei 2002 è più fortunata. Come detto, Alessandro Mirabelli gioca nel Genoa e Alessandro Bianco nella Fiorentina; in una società di serie A c’è anche Giorgio Gennaro, portiere tesserato con il Torino. Ha lasciato i granata dopo un inizio di stagione poco fortunato il difensore centrale Mattia Pretato, che però continuerà nel professionismo con il Cuneo, con cui ha esordito domenica scorsa. Pretato incrocerà gli scarpini con Federico Romeo, centrocampista offensivo della Pro Vercelli. Particolare la carriera dell’attaccante Filippo Rosset, passato dal Chisola dopo l’esperienza alla Juve e prima del tour tra Alessandria, Aygreville (dove a 16 anni ha fatto faville in Eccellenza) e Virtus Entella, dove gioca nell’Under 17 nazionale.

Passando ai 2003, sono appena tornati al Chisola l’esterno altro Diego Liberti, al Gozzano in questo inizio di stagione, e il terzino Lorenzo Spiridon, che dopo un anno e mezzo ha lasciato la Pro Vercelli per riprendersi al meglio da un grave infortunio.

Sono tre i 2004 passati al Torino in estate: il portiere Giacomo Bianco e i difensori Alessandro Della Valle e Tommaso Fioccardi. Quest’ultimo finirà la stagione al Lucento, mentre gli altri due sono a loro agio nel professionismo e stanno trovando spazio con continuità. Stesso discorso per i tre 2005 che dal Chisola sono passati all’Alessandria, ovvero Domenico De Filippo, Simone Cavalieri e Alessandro Colantuono.

Finita qui? No, perché tanti altri andranno nel professionismo questa estate, se non già negli ultimi giorni di questa finestra invernale. Gianluca Germinario sta provando alla Fiorentina e sogna di ricomporre la coppia con Bianco. Gli esterni Nicolò Dagasso (fascia destra) e David Arkhaxiu (corsia sinistra) sono nel mirino del Bologna. E ancora il centrocampista del 2003 Lorenzo Dell’Anno è stato opzionato dal Genoa, che è indeciso solo sulle tempistiche, prenderlo subito o in estate.

MERCATO - Il difensore 2002 di proprietà del Chisola passa dal prestito (poco fortunato) al Torino a quello in biancorosso. L’appuntamento con gli amaranto è rimandato all’estate


Mattia Pretato ha esordito domenica scorsa con la sua nuova maglia, quella biancorossa del Cuneo. La prima, contro il Novara capolista, non è stata particolarmente fortunata (5-0 il risultato finale) ma il difensore centrale ha finalmente ritrovato una maglia da titolare, dopo i mesi vissuti con il Torino passati senza collezionare neanche una presenza. 

Pretato si era conquistato la chiamata dei granata grazie alle ottime stagioni con il Chisola: con i 2002 aveva vinto il titolo regionale Giovanissimi e perso, l’anno scorso, la finale degli Allievi fascia B. In granata non ha avuto l’occasione di dimostrare il suo valore ma, una volta rientrato a Vinovo, è subito partito per un nuovo prestito, stavolta a Cuneo nel campionato Under 17 serie C. 

Nel frattempo, i provini a Bologna, Virtus Entella e Livorno. La società Toscana, che milita in serie B, lo voleva, ma trasferirsi in un’altra regione a gennaio era logisticamente troppo impegnativo. Il difensore si allenerà comunque con gli amaranto una volta al mese, nella speranza di ritagliarsi un posto nella Berretti della prossima stagione. Fondamentali saranno comunque le sue prestazioni a Cuneo, nonostante le difficoltà che stanno vivendo la squadra e soprattutto la società.

CLASSIFICA MARCATORI - Tanti gol per le "cooperative" Atletico Torino e Lascaris. Pesante la doppietta di Benincasa del Borgosesia


24 RETI: Sbriccoli (Cbs)

17 RETI: Randazzo (Area Calcio Alba e Roero), Tabone (Borgaro), Totaro (Lucento), Papagno (Venaria)

16 RETI: Naamad (La Biellese)

15 RETI: Granata (Chisola), Campra (Sparta Novara)

14 RETI:  Audisio (Olmo)

12 RETI: Ippolito (Borgosesia), Turano (Bra), Morone (Chieri)

11 RETI: Benincasa (Borgosesia), Mazzara (Lucento), Maia (Monregale), Formia (Pro Eureka), Lionello (Vanchiglia)

10 RETI: Mamino (Alfieri Asti), Palumbo (Bacigalupo), Fimognari, Molfetta (Borgaro), Barcellona (Chieri), Paini (Novese), Francese, Incarbone (Pinerolo), Bergamini (Volpiano)

9 RETI: Di Perna (Collegno Paradiso), Pesce (Lascaris), Nania (Lucento), Mucia (Monregale), Peano (Olmo), Moglia (Pro Eureka), Hyka (Sca Asti)

8 RETI:  Tibaldi (Area Calcio Alba e Roero), Tosi (Casale), De Vitti, Germinario (Chisola), Nacu, Medda (Lascaris), Bandiera (Mirafiori), Lo Ricco (Pinerolo),  Pola (Sparta Novara), Bianquin (Vda Charvensod)

7 RETI: Morbelli (Acqui), Muserra, Barbera (Atletico Torino), Biasibetti, Re (Bra), Mincica (Cenisia), Bormolini, Cagia (Città di Baveno), Brando (Città di Cossato), Perazzone (La Biellese), Cavaliere (Lascaris), Bombardieri (Mirafiori), Migliore (Rivarolese), Maruca (Vda Charvensod), Muratore (Venaria), Erriquez (Volpiano)

6 RETI: Bollino (Acqui), Bergadani (Alfieri Asti), C. Gaetano (Atletico Torino), Grivetto (Barcanova), Nero (Bruinese), Auxilia, Franco (Cenisia), Rossi (Chieri), Barbero, Vitale (Chisola), Prandini (Città di Baveno), Casale (Orizzonti United), Vottero (Pinerolo), Mazzitelli (Pozzomaina), Calzia (Saluzzo), Corcione (Volpiano)

CHE PAURA - Difensore 18enne del Derthona, ieri ha subito una “frattura cranica con annesso ematoma” in uno scontro di gioco


È in età da Juniores ma gioca già in Eccellenza il 18enne difensore alessandrino Matteo Rabuffi. Ieri, in un normalissimo scontro di gioco durante la partita Olmo-Derthona, ha rischiato la vita: è uscito dal campo sulle sue gambe ma le sue condizioni sono peggiorate durante il trasporto all’ospedale di Alessandria, dove è stato operato di urgenza con un referto medico che parlava di “frattura cranica con annesso ematoma”.

Oggi fortunatamente arrivano buone notizie, come si legge sulla pagina Facebook del Derthona:

“Aggiornamento situazione Rabuffi. Il ragazzo ha subito un delicato intervento ieri sera presso l’ospedale di Alessandria.  L'intervento è riuscito ottimamente, tanto che oggi Matteo si è svegliato e ha mandato un saluto personale a tutta la squadra. Il Calcio Derthona e la famiglia Rabuffi vogliono ringraziare tutte le persone che son state vicine in questi momenti di terrore. Si ringraziano i giornalisti per la delicatezza e attenzione alla situazione, si ringrazia la FIGC in particolare nella persona del presidente Mossino per la vicinanza e si ringraziano tutte le squadre e giocatori che hanno mandato un messaggio”.

Forza Matteo, si legge in chiusura del post: la redazione di 11giovani e tutti gli sportivi piemontesi si uniscono in questo incitamento: forza Matteo, ti aspettiamo presto in campo!

TORNEO - Già qualificati anche Pozzomaina, Lascaris e Cheraschese nei 2006, Borgaro e Bra nei 2007


Entra nel vivo la seconda fase a gironi del torneo Calcio&Coriandoli, che il Venaria organizza per le categorie Esordienti 2006 ed Esordienti fascia B 2007. Da questa seconda fase eliminatoria usciranno le migliori otto per ciascuna annata, che si sfideranno in gare ad eliminazione diretta nei quarti di finale, nelle semifinali e nelle finali in programma domenica 10 febbraio. Le vincenti e il Venaria padrone di casa verranno ammesse alla straordinaria tre giorni di venerdì 15, sabato 16 e domenica 17 febbraio, cui parteciperanno Juventus, Torino, Inter, Milan, Alessandria e Cuneo.

Negli Esordienti 2006 sono già qualificate Pozzomaina, Lascaris, Cheraschese e anche il Venaria padrone di casa. Ben messi anche il Cirié nel girone A e il Pinerolo nel girone C. Nel combattutissimo girone B manca solo la sfida Ivrea-Monregale, con gli orange favoriti: in ogni caso i Cervotti sono già passati, da definire se come primi o secondi del raggruppamento.

Nei 2007 è già chiuso il girone C, con il Venaria primo e il Borgaro secondo, già qualificato anche il Bra nel girone D, con la Sisport a un passo dal traguardo. Chisola avanti nel girone A con Rivarolese e Chieri che ci credono ancora, tutto aperto nel girone B ma il Mirafiori è messo bene.

16° GIORNATA - Dietro alla coppia di testa composta da Lascaris e Vanchiglia, tiene il passo solo il Venaria. Impresa del Gassinosanraffaele, 2-1 alla squadra di Gianni Iuliano


Lascaris e Vanchiglia non sbagliano un colpo, triturano rispettivamente Rivarolese e Collegno Paradiso e rimangono al comando della classifica. Tiene il passo il Venaria, devastante sul non facile campo del Cenisia, come dimostra lo 0-6 finale. Cenisia che era stata fatale domenica scorsa al Borgaro, che perde con il Gassino la sua seconda partita consecutiva. Gianni Iuliano: “Non ci siamo a livello mentale  caratteriale, fragili dietro e poco cattivi davanti, e anche la sfortuna ci ha messo la sua parte… Gira male ma soprattutto per demeriti nostri. Ora dobbiamo giocarci partita contro partita senza fare troppi calcoli”.

Se il Borgaro perde ed è (forse) fuori dai giochi, rallentano pareggiando 1-1 ma rimangono in corsa Lucento e Pro Eureka; l’allenatore torinese Alessandro Pierro è amareggiato: “Almeno quattro occasioni clamorose non sono entrate non capisco ancora come... faccio una battuta: oggi dovrebbero andare a comprare un gratta e vinci, diventano milionari!”

Nelle zone calde, punto importanti quello conquistati da Vda Charvensod contro il Volpiano, punto deludente quello del Barcanova, che in casa doveva vincere con il Cirié; pesantissima, come detto, la vittoria del Gassinosanraffaele, che sta vivendo un periodo di ottima forma. In coda, finisce 2-2 tra Pianezza e Rosta; Bovolenta: “Un peccato, abbiamo preso il pareggio alla fine, meritavamo la prima vittoria regionale, sarebbe stato fondamentale per continuare a crederci.

BARCANOVA-CIRIE’ 2-2
RETI: Jehbb, Ricci (B), Moriello, Rossin

CENISIA-VENARIA 0-6
RETI: Muratore, Scardino, Muratore, Nesta, Scardino, Perucchietti

COLLEGNO PARADISO-VANCHIGLIA 0-2
RETI: pt 1’ Lionello, 30’ Necchio 

GASSINOSANRAFFAELE-BORGARO NOBIS 2-1
RETI: pt 10’ Battistello, 33’ Parso (G), st 18’ Catania (B)

LASCARIS-RIVAROLESE 6-2
RETI: Nacu, Guidi Medda, Cavaliere, Pesce, Medda (L), Migliore rig., Suraci (R)

PIANEZZA-ROSTA 2-2
RETI: pt 10' Bardella (R), 30’ Turi (P), st 25’ Prigitano (P), 30' Tammaro (R)

PRO EUREKA-LUCENTO 1-1
RETI: pt 11’ Brollo (P), st 1’ Totaro rig.

V.D.A. CHARVENSOD-VOLPIANO 2-2
RETI: 2 Bertaglia (Vo)
 

16 GIORNATA - Granata e Germinario ribaltano il vantaggio di Sbriccoli, la squadra di Brighenti ipoteca il campionato. Nelle zone calde, punti pesanti per Atletico Torino, Pozzomaina e Bacigalupo


Neanche il solito Sbriccoli può niente contro la corrazzata Chisola: sotto di un gol dopo 4 minuti, la capolista rimonta nella ripresa con Granata e nel finale vince con il rigore di capitan Germinario. Giorgio Brighenti getta acqua sul fuoco: “Decisivo no, ci sono tutto un girone di ritorno e tante partite insidiose. Sicuramente è un passo importante, ma è ancora lunga”. L’ipoteca, comunque, è importante: la Cbs scivola a -7 mentre il Pinerolo rimane a -4 grazie alla vittoria tutt’altro che scontata sul Monregale. 

Tre punti senza fatica per il Mirafiori, pareggio con rimpianti per l’Olmo nel derby con il Saluzzo: Sbarsi sbaglia un rigore, ma l’incaricato era Audisio, che l’arbitro ha fatto uscire dal campo avendo subito il fallo…

Nelle zone calde, quarta vittoria consecutiva per l’Atletico Torino, che sta risalendo alla grande, e pokerissimo del Pozzomaina sulla Bruinese; pesantissimo anche l’1-0 del Bacigalupo sul GiavenoCoazze.

Rinviata per il campo ghiacciato la partita Bra-Area Calcio Alba e Roero.

ATLETICO TORINO-PISCINESERIVA 9-0
RETI: pt 10’ Muserra, 15’ Gaetano, 20’ e 25’ Mariello, st 5’ Falcone, 10’ Gaetano, 15’ e 20’ Barbera, 35’ Muserra

BACIGALUPO-GIAVENOCOAZZE 1-0
RETE: Simonetti

BRA-AREA CALCIO ALBA ROERO ND
NOTE: partita rinviata per campo ghiacciato

BRUINESE-POZZOMAINA 0-5
RETI: 2 Dusnasco, Sebastiano, Gillone, Asinari

CHISOLA-CBS 2-1
RETI: pt 4’ Sbriccoli (Cb), st 15’ Granata (Ch), 40’ Germinario rig. (Ch)

MIRAFIORI-NICHELINO HESPERIA 1-0
RETE: Milani

PINEROLO-MONREGALE 3-1
RETI: Incarbone, Vottero, Caprì (P), Benzo (M)

SALUZZO-OLMO 0-0
NOTE: Sbarsi (O) sbaglia un rigore.
 

16 GIORNATA - Il Città di Baveno ferma la capolista, ma l’inseguitrice fa 1-1 con la Novese. Alfieri Asti e Città di Cossato, punti pesanti per la salvezza


È la domenica delle occasioni perse: il Chieri pareggia 1-1 in casa con il Città di Baveno, sciupando la possibilità di andare in fuga. Roberto Portalupi è contento: “Loro sono una corazzata, noi abbiamo fatto una bella partita”. E La Biellese che fa? Pareggia 1-1 con la Novese e getta alle ortiche la chance di avvicinarsi a soli tre punti dai collinari. L’analisi molto sportiva del tecnico alessandrino Andi Meta: “Loro sono molto forti, dopo essere andati in vantaggio su un nostro errore potevano anche raddoppiare. Il nostro merito è stato quello di rimanere in partita, alla fine è uscito questo rigorino e abbiamo pareggiato, per una trattenuta che si poteva punire come non punire… Stavolta ci è andata bene, ma ribadisco che loro meritano i complimenti”. Alloisio risponde: “Sono deluso dall’arbitraggio… ma abbiamo giocato bene e sono contento della prestazione, dovevamo chiuderla prima. Potevamo riaprire il campionato? No, è già chiuso, può solo perderlo il Chieri ma non penso abbia intenzione di farlo”.

Si avvicinano al vertice il Borgosesia, che ha battuto 2-1 lo Sca Asti (ma l’allenatore Valenti è tutt’altro che contento: “La nostra peggior partita da inizio anno, salvo solo il risultato”), e lo Sparta Novara, che cala il poker all’Orizzonti United. 

L’Accademia Borgomanero non va oltre lo 0-0 sul campo dell’Acqui, che continua a credere nei playoff viste le sconfitte di Orizzonti e San Giacomo Chieri contro un Città di Cossato che invece punta alla salvezza diretta, così come l’Alfieri Asti dopo il 4-0 all’Arona. Poker anche di un Casale ormai tranquillo alla Fulgor.

ACQUI-ACCADEMIA BORGOMANERO 0-0

ALFIERI ASTI-ARONA 4-0
RETI: pt 18’ e st 5’ Bergadani, st 13’ Mamino, 35’ Turiano. 

BORGOSESIA-SCA ASTI 2-1
RETI: pt 25’ Hyka (S), st 9’ e 37’ Benincasa (B) 

CHIERI-CITTA’ DI BAVENO 1-1
RETI: pt 15’ Bormolini (Ci), 20’ Barcellona (Ch)
NOTE: espulso st 20’ Marchetti (Ci)

NOVESE-LA BIELLESE 1-1
RETI: st 23’ Namaad (L), 41 Monticone rig. (N)

FULGOR RONCO VALDENGO-CASALE 0-4
RETI: pt 3’ e 13’ Coppola, st 2’ Tosi, 35’ Esposito

ORIZZONTI UNITED-SPARTA NOVARA 1-4
RETI: pt 22’ e 34’ Campra (S), 40’ Peric (O), st 4’ Sardo rig. (S), 10’ Pola (S)

SAN GIACOMO CHIERI-CITTA DI COSSATO 1-3
RETI: pt 27’ Ciccia (C), st 4’ Gamba (S), 13’ Badan (C), 28’ Morgillo (C)
 

MERCATO - I rossoneri convinti dal centravanti dopo averlo provato in un torneo giocato a inizio gennaio, on cui ha segnato 21 gol in 3 partite


21 gol in 3 partite, una media clamorosa di 7 reti ogni volta che è sceso in campo, per di più in un torneo di società professionistiche (tra cui il Genoa). È il biglietto da visita con cui Manuel Pisano, attaccante degli Esordienti 2006 del Pozzomaina, si è presentato al Milan. I rossoneri hanno provato il talento cresciuto in via Monte Ortigara in un torneo, giocato nei primi giorni di gennaio, e ne sono rimasti ovviamente impressionati.

Le qualità del ragazzo sono evidenti: gran fisico abbinato a una notevole velocità, mancino fatato ed eleganza naturale, “cattiveria” agonistica al servizio dell’innato fiuto del gol. Per di più, Pisano ha dimostrato la giusta personalità nell’indossare una maglia pesante come quella del Milan, che con ogni probabilità non si lascerà scappare l’affare e ha già “bloccato” il ragazzo in vista della prossima stagione, beffando la concorrenza delle professioniste cittadine, Juventus e Torino.