Martedì, 21 Maggio 2024

LA MARCATORI / 17° GIORNATA - Ciliberto, Marras e Pitoni a secco, di questo e prende atto il Pedona che insieme al suo pupillo e a Mbongo vanno avanti a suon di gol


24 RETI: Ciliberto (Pinerolo)

19 RETI: Pitoni (Sparta Novara)

16 RETI: Daniciuc (Trino), Marras (Sparta Novara), Ndry (Pedona), Vaccaro (Mirafiori)

15 RETI: Chiaria (Trino), Lanfranco (Chisola), Martelli (Ac. Verbania)       

14 RETI: Binello (Chieri), Riggi (Chieri)   

12 RETI: Mennaj (Lucento), Imberti (Area Calcio)

11 RETI: Sansone (Bra), Romano (Biellese)

10 RETI: Latorraca (Vanchiglia), Cavalla  (Vanchiglia), Mininni (Pinerolo), Margaglione (Pinerolo) , Amanosour (Pinerolo), Laurenti (Ivrea), Cantadore (Baveno), Avvenente (Arquatese), Colombo (Acqui)

9 RETI: Mbongo (Pedona), Masella (Lascaris), Bernardo (Biellese), Malone (Ac Verbania)

8 RETI: Carlisi (Venaria), Soumahoro (Pedona), Merlo (Lucento), Di Pasqua (Derthona), Ferretti (Derthona) Marinelli (Derthona), De Bonis (Bacigalupo), Boroli (Ac Verbania)

MEMORIAL - Il numero 10 granata più forte di tutti i tempi compie il 26 Gennaio 100 anni. Per celebrarlo, tanti ospiti e un triangolare tra Toto, Inter e Venezia classe 2008


Valentino Mazzola, nato il 6 Gennaio 1919 a Cassano d’Adda è stato l’attaccante granata dal 1942 al 1949. Considerato uno tra i più grandi numeri 10 della storia del calcio, è stato il capitano e simbolo del Grande Torino, la squadra riconosciuta come una delle più forti del mondo, con cui ebbe l’onore di vincere cinque campionati.
Il destino e i sogni di Valentino Mazzola e quelli dei suoi compagni di squadra si infransero il 4 Maggio 1949 nella tragedia di Superga.
Il 26 Gennaio 2019 si celebrano i 100 anni della nascita del grande campione, allo stadio Filadelfia, il mausoleo della squadra granata.
A rendergli onore circa 3.00 persone, tra cui tifosi, ex calciatori o semplicemente appassionati del grande calcio. Il Memorial ha visto partecipare ad un triangolare le squadre del Venezia, Inter e Torino dell’annata 2008. Ospiti speciali sono stati Sandro Mazzola, il presidente Cairo e Paolo Pulici che insieme hanno dato il via al calcio d’inizio.
A ricordare Valentino Mazzola c’era anche il sindaco di Cassano d’Adda che spende poche, ma commoventi parole: “Si racconta spesso che Valentino per andare a lavoro doveva percorre un tratto di strada in salita e ogni volta che andava o veniva, in quel tratto prendeva a calci le lattine. Proprio per questo è soprannominato ‘Tulen’, aveva il calcio nel sangue”.
Alla fine del triangolare tutti gli ex allenatori e calciatori del Toro hanno consegnato ai ragazzi le medaglia e una coppa in onore del numero 10. Oltre al presidente Cairo e a Sandro Mazzola a spendere belle parole e avere gli occhi lucidi sono in moltissimi, soprattutto chi come i nostri nonni ha avuto la fortuna di vedere giocare Valentino Mazzola e tutto il Grande Torino.
Inoltre Poste Italiane ha creato un francobollo in onore del pluricampione d’Italia, che si poteva acquistare all’uscita dallo stadio.
La celebrazione dei 100 anni dalla nascita di Valentino Mazzola ha fatto venire gli occhi lucidi a tutte le persone presenti nello stadio, e ha rievocato quel calcio sano e bello da vedere, uno spettacolo che solo il Grande Torino poteva mostraci negli anni ’40 e che ormai da 70 anni non possiamo più vedere.

I RISULTATI / 17° GIORNATA - Tempi d'oro per i ragazzi di Migliore e di Primerano, i giallorossi e i gialloblu vincono grazie a Ceccotti e La Rosa


Riposa il Chisola e subito Chieri e Pinerolo ne approfittano. I ragazzi di Primerano vincono 7-0 in casa contro il Centallo, questa volta senza lo zampino di Ciliberto. I ragazzi di Migliore vincono con un poker e portano a casa latri tre punti. Non da meno Mirafiori e Bra che vincono 1-0 contro PSG e Pozzomaina.

BRA-POZZOMAINA 1-0
RETE: Ceccotti

PINEROLO-CENTALLO 7-0
RETI: 2 Margaglione, 2 Amansour, Minnini, Di Modugno, Pellegrino

ATLETICO TORINO-AREA CALCIO 3-2
RETI: Imberti, Zhezhovski (Ar)

BACIGALUPO-PEDONA 3-4
RETI: 2 Tafalla, Debonis (B), Mbongo, Soumahoro, Ndry, Destefanis (P)

CHIERI-BSR GRUGLIASCO 4-1
RETI: Binello, Caroppo, Riggi, Pecoraro

MIRAFIORI-PSG 1-0
RETE: La Rosa

BRUINESE-SAVIGLIANO 1-0
RETE: Penna

Riposa: Chisola


 

 

I RISULTATI / 17° GIORNATA - I ragazzi di Masuero vincono contro lo Sparta Novara portandosi a 37 punti e superando il Baveno al secondo posto. I rossoblu di Ferrari si tengono stretta la vetta con 11 gol


Nel girone A si giocano solo tre partite delle otto, una tra cui è un big match. Stiamo parlando di Accademia Verbania-Sparta Novara. I ragazzi di Stangalino non riescono a vincere per la seconda volta in questo campionato (ma rimangono comunque ampiamente primi) e la squadra di Masuero ne approfitta per il colpaccio, salendo al secondo posto a quota 37.

Nel girone B il Lucento rimane primo grazie alla goleada sul Barcanova. Vince anche il Lascaris in casa contro il Cbs grazie ai gol di Masella e Daghero, mentre il Venaria rimanda l'inseguimento a causa del campo impraticabile a Gassino. Un pareggio che sa di sconfitta per l'Alpignano: “Una partita davvero giocata male, ormai il campionato è chiuso per noi, punteremo ad altri obiettivi”. Bene Vanchiglia e Rosta.

GIRONE A

BORGOSESIA-VALLE ELVO OCCHIEPPESE 1-1
RETE: Bresciani (B)

ACADEMY NOVARA-SCA ASTI 1-1
RETE: Bresciani (S)

ACCADEMIA VERBANIA-SPARTA NOVARA 4-3
RETI: Piccolini, Buscemi, Stranieri (S), Malone, Martelli, 2 Rosci (A)

ACQUI-BIELLESE ND
ALFIERI ASTI-LG TRINO ND
ORIZZONTI UNITED-CASALE ND
DERTHONA-BAVENO ND
NOVESE-ARQUATESE ND


GIRONE B

CENISIA-VANCHIGLIA 0-5
RETI: 2 Cavalla, Calabrese, Golini, La Torraca

ALPIGNANO-BORGARO 0-0

IVREA-RIVAROLESE 1-0
RETE: Laurenti

LASCARIS-CBS 2-1
RETI: Masella, Daghero (L), Vander Elst (C)

SAN MAURO-ROSTA 0-1
RETE: Corbella

BARCANOVA-LUCENTO 1-11
RETI: Mennaj, 3 Castelmaro, Mcanthony, Gallo, Adrignolo, 2 Malano, 2 Merlo, Botta (L)

PRO EUREKA-VOLPIANO ND
GASSINOSANRAFFAELE-VENARIA ND

TOP 5 - Marras e Pitoni a suon di gol così come Chiaria e Daniciuc. Lucento, Lascaris e Venaria sono in lotta per il primo posto. Non mancano le ipotesi per le retrocessioni


1. LA COPPIA DI FINALIZZATORI: Nel campionato esistono sempre compagni che trascinano la squadra e che proprio come Trezeguet e Del Piero entrano in simbiosi e fanno salire la quota di gol fatti. Nei regionali U15 è il caso di Marras e Pitoni, Sparta Novara, insieme hanno realizzato 35 gol in 16 partite. Un record per ora difficile da battere. Non da meno è anche la coppia che regna nel Trino: 31 gol fatti tra Chiaria e Daniciuc. Il Trino è una squadra che su carta finalizza molto, ma che si trova nella zona bassa della classifica, a rischio retrocessione.

2.ALTI E BASSI DELLA BIELLESE: La squadra di Luca Colombara è al quarto posto in classifica e i risultati parlano da soli: 10 partite vinte, 2 pareggiate e 4 perse. Rimanere tra le prime quattro vorrebbe dire centrare un grande obiettivo per la società di Biella, visto che ad Agosto la situazione era al quanto critica. I bianconeri però, come detto dal loro tecnico, non devono più lasciare punti per strada. C'è da tirarsi su le maniche per arrivare sul podio.

3. ARRIVA L'INVERNO: Dopo un Dicembre piuttosto anomalo, ecco che le temperature tornano ad abbassarsi drasticamente. Tutto ciò comporta sospensioni di partite dove è nevicato, ma soprattutto il pericolo dei campi ghiacciati.

Giorgio Cornelj, allenatore del Chisola U15, ha denunciato questo problema dopo la partita Savigliano-Chisola. “Penso sia molto pericoloso giocare su campi completamente ghiacciati alle 10.00 del mattino. Nel riscaldamento dei ragazzi si sono fatti male e durante la partita eravamo continuamente fermi perché tutti scivolavano. Questa non è più una partita di calcio”.

4. AGGROVIGLIAMENTI NEL GIRONE B: Il più combattuto e con le squadre più temute, stiamo parlando del secondo raggruppamento regionale U15, dove le acque ancora non si sono smosse. Il Lucento continua a vincere e tiene ben salda la sua prima posizione. A meno due punti dalla capolista ci sono Lascaris e Venaria. I Cervotti si sono dati da fare e servendosi anche dei passi falsi delle rivali hanno raggiunto i bianconeri. Da temere, e non poco, Volpiano e Alpignano: affrontatesi lo scorso weekend e tornate a casa con un punto a testa non sono assolutamente da sottovalutare visto i risultati che continuano ad ottenere.

5.RISCHIO RETROCESSIONE: Oltre a chi lotta per la vetta, c'è anche chi lotta per non retrocedere. Nel girone B e C le squadre che più temono di non partecipre al campionato regionale 2019/2020 sono: San Mauro, Rivarolese, Cenisia, Atletico Torino, Pozzomaina e Bruinese.

Nel girone A la situazione si complica; si parla di fallimento per Alfieri Asti, Orizzonti United e Academy Novara. A pari merito a 18 punti c'è il Trino insieme a Borgosesia e Sca Asti. Tutte proveranno a lottare per i play out.

LA MARCATORI / 16° GIORNATA - Il Pinerolo dopo la sconfitta contro il Chisola, riposa. Possibilità che Pitoni, Marras e Daniciuc sfruttano per avvicinarsi alla vetta 


24 RETI: Ciliberto (Pinerolo)

19 RETI: Pitoni (Sparta Novara)

16 RETI: Daniciuc (Trino), Marras (Sparta Novara), Vaccaro (Mirafiori)

15 RETI: Chiaria (Trino), Ndry (Pedona), Lanfranco (Chisola)

14 RETI: Martelli (Accademia Verbania)

13 RETI: Riggi (Chieri), Binello (Chieri)

11 RETI: Mennaj (Lucento), Sansone (Bra), Romano (Biellese), Imberti (Area Calcio)

10 RETI: Cantadore (Baveno), Avvnente (Arquatese), Colombo (Acqui)

9 RETI: Latorraca (Vanchiglia), Minnini (Pinerolo), Laurenti (Ivrea), Bernardo (Biellese)

8 RETI: Carlisi (Venaaria), Cavalla (Vanchiglia), Amanosour (Pinerolo), Margaglione (Pinerolo), Mbongo (Pedona), Masella (Lascaris), Di Pasqua (Derthona), Ferretti (Derthona), Marinelli (Derthona), Malone (Accademia Verbania), Boroli (Accademia Verbania)

I RISULTATI / 16° GIORNATA - I ragazzi di Balduzzi battono i bianconeri e si posizionano quinti e l'Accademia Verbania i terza posizone. Un punto più avanti il Baveno, in vetta sempre e solo lo Sparta Novara


Lo Sparta Novara non delude e segna sette gol per sottolineare il merito della prima posizione. Altra vittoria per la Novese, che questa volta batte la Biellese, andando a quota 31. I bianconeri perdendo questa partita si trovano quarti. Vince anche il Baveno che occupa la seconda posizione e si distanzia solo di un punto dai ragazzi di Masuero. 3-3 tra Acqui e Trino.

CASALE-DERTHONA 0-0

SPARTA NOVARA-ORIZZONTI UNITED 7-2
RETI: 3 Marras, 2 Pitoni, Viterbo, Stranieri
 

BIELLESE-NOVESE 0-2

RETI: Lombardo, Crescentini

SCA ASTI-BORGOSESIA 1-0
RETE: Care

VALLE ELVO OCCHIEPPESE-ALFIERI ASTI 3-0

LG TRINO-ACQUI 3-3
RETI: Chiaria, Saad, Daniciuc (T), 2 Piccardo, Cordara (A)

ARQUATESE-ACCADEMIA VERBANIA 0-3
RETI: Boroli, Merlo, Diana

BAVENO-ACADEMY NOVARA 5-1
RETI: 2 Cantadore, Campion, Garbagni, Lanzetti (B)
 

I RISULTATI / 16° GIORNATA - Scanavino e i suoi portano a casa un punto contro l'Alpignano; in questo modo il Venaria vincendo contro il Cenisia raggiunge il Lascaris. Torna la vittoria dei bianconeri, contro la Rivarolese, ma non manca la risposta del Lucento


Il Vanchiglia vince contro il San Mauro, decisiva la doppietta di Cavalla che regala i tre punti ai granata. Il Lascaris torna a vincere dopo la sconfitta della scorsa giornata di campionato. I bianconeri continuano ad essere sempre a meno due dal Lucento. Il Venaria vince contro il Cenisia raggiungendo la squadra di Gigliotti e quindi rimanendo seconda. Pari invece a Volpiano tra i ragazzi di Scanavino e l'Alpignnao. Goleada del Cbs contro il Barcanova.

VANCHIGLIA-SAN MAURO 3-2
RETI: 2 Cavallo, Mory (V), Astesano, Pinna (S)

LUCENTO-PRO EUREKA 4-0
RETI: 2 Mennaj, Merlo, Sapone

RIVAROLESE-LASCARIS 0-2
RETI: Novo, Moscogiuri

BORGARO-GASSINO SANRAFFAELE 1-2
RETI: Cattano (B), Filoni, Cabrini (G)

VENARIA-CENISIA 3-0
RETI: 2 Carlisi, Muscato

ROSTA-IVREA 2-1

RETI; Galia, Cossetto (R), Laurenti (I)

CBS-BARCANOVA 8-0
RETI: 2 Linsata, Alessandro, Vander Elst, Mussera. Cavaglia, Bove, Parrinello

VOLPIANO-ALPIGNANO 1-1
RETI: Fragomeni (V), Luzzati (A)

 

I RISULTATI / 16° GIORNATA - I ragazzi di Migliore e di Cornelj non perdono punti per strada e continuano a mettersi pressione a vicenda. Fa bene anche il Mirafiori contro il Bsr Grugliasco grazie alla rete di Vaccaro. Domenica di stop per il Pinerolo


Sfida al vertice basso tra Pozzomaina e Bruinese che si conclude con un pareggio. Il Mirafiori battendo il Bsr Grugliasco scavalca il Centallo e si posiziona in quinta posizione dietro il Bra. I ragazzi di Murgia vincono ad Alba con le firme di Gjogomeno e Sansone. Chieri e Chisola portano a casa tre punti utili e continuano a rincorrersi. Partita complicata, nonostante la vittoria, per la squadra di Cornelj che a Savigliano ha trovato un campo ghiacciato e pericoloso. Cade invece il PSG in casa contro il Bacigalupo.


POZZOMAINA-BRUINESE 1-1
RETI: Scalon (B), Palmiere (P)

BSR-MIRAFIORI 0-1
RETE: Vaccaro

SAVIGLIANO-CHISOLA 0-3
RETI: 2 Guarnieri, Lanfranco

CENTALLO-CHIERI 0-4
RETI: Riggi, Barbero, Caroppo, Binello

PSG-BACIGALUPO 2-3
RETI: 2 Tafalla, Debonis (B), Altina, Giraldi (P)

PEDONA-ATLETICO TORINO 4-0
RETI: Ndry, Soumahoro, Mbongo, Sheu

AREA CALCIO-BRA 1-2
RETI: Prato (A), Gjogomeno, Sansone (B)
 

Riposa: Pinerolo
 

L'INTERVISTA - Il mister bianconero e il suo percorso con gli U15 è in continua crescita. Dopo la vittoria contro l'Accademia Verbania e il secondo posto non è certo ora di mollare la presa


Luca Colombara, 29 anni e tutta una carriera da tecnico davanti. Il suo percorso inizia dalla Biellese, ora seconda in classifica nel girone A dopo lo Sparta Novara.

Ciao Luca, prima di cominciare ad allenare, in quali squadre hai giocato?
“Ciao. Ho fatto tutto il settore giovanile, fino agli allievi nazionali, alla Juventus. Poi sono andato in prestito nello prime squadre di un po' tutto il Piemonte (Borgosesia, Ivrea, Cossato)”.

Com'è nata la passione di diventare allenatore?
“A Cossato ho allenato i pulcini, è stato il mio primo approccio con questo mondo. Poi sono subentrato alla Pro Vercelli U16 come massofisioterapista, che è il mio lavoro. L'allenatore mi aveva chiesto di affiancarlo nelle scelte tecniche. Mi è piaciuta così tanto quest'esperienza che sono andato a fare il corso da allenatore e finalmente ora ho una squadra mia”.

Cosa pensi della Biellese come società?
“Penso che la Biellese sia un'ottima società, molto organizzata. A Biella a inizio stagione mi hanno chiesto se avevo voglia di prendere in mano la squadra degli U15 e senza nessun dubbio ho accettato”.

I tuoi ragazzi hanno iniziato il percorso del settore giovanile con un altro mister. Quando sei arrivato quali sono state le tue impressioni?
“L'anno scorso i ragazzi hanno cambiato due allenatori, quando sono arrivato mi avevano dette che era un gruppo molto difficile da gestire, invece non è mai stato così, anzi. All'inizio la qualità tecnica era media, ora siamo cresciuti molto; questa è la cosa che più mi fa piacere ed è il mio obiettivo.

Qual è il rapporto tra te e i ragazzi e tra di loro?
“Io con loro mi trovo benissimo, ho molto dialogo con tutti. Mi piace spiegare cosa sto facendo e perché lo sto facendo, spiego tutte le mie scelte, belle e brutte che siano. Mi piace coinvolgerli in modo che si possa creare un rapporto di fiducia. I ragazzi hanno creato un bel gruppo, anche i nuovi arrivi si sono subito integrati”.

Avete battuto l'Accademia Verbania e siete secondi, ora il vostro obiettivo qual è?
“Ora dobbiamo pensare di giocare partita dopo partita, dobbiamo fare meglio dell'andata cercando di recuperare i punti che abbiamo perso. Dobbiamo cercare di non perdere alcune partite che devono essere vinte. Tutto ciò tenendo sempre alta la qualità del gioco, non voglio buttarla via per vincere partite, ci abbiamo lavorato molto. Sarebbe bello arrivare tra le prime quattro, visto che ad Agosto mai pensavamo di essere secondi”.

Quindi lo Sparta Novara, secondo te, è una realtà a parte nel vostro girone?
“Come ho sempre detto lo Sparta Novara è la nostra Juventus. Noi dobbiamo pensare a noi stessi non a rincorrere loro, poi a Maggio come ho detto ai ragazzi tiriamo le somme”.

Il prossimo anno pensi di continuare ad allenare la Biellese?
“Per me cominciare ilo mio percorso da allenatore alla Biellese è stata una grande soddisfazione. Io qui mi trovo molto bene. Ho iniziato da poco quindi non mi aspetto chiamate da società blasonate, nel caso arrivassero le valuterò, se no la ma volontà è quella di rimanere a Biella”.