Giovedì, 09 Febbraio 2023
Martedì, 29 Novembre 2022 17:53

Under 16 Regionali / Report - Cbs protagonista assoluta di giornata. Che vittorie per Cheraschese e Casale. Sorrisi in casa Union Novara, Borgaro Nobis e Cit Turin

Scritto da
Cbs Cbs

IL PUNTO SULLA 11^ GIORNATA - Lotta salvezza accesa in tutti i gironi, nulla è ancora scritto. Beiborg, Area Calcio e Saviglianese puntano in alto. Pioggia di triplette.
 


GIRONE A

Vincono le prime quattro della classe. Alla Biellese basta una rete per tempo per piegare un orgoglioso Santhià; bel poker esterno del Volpiano Pianese sull'Accademia Borgomanero, con Peradotto in bella mostra con una tripletta; tutto ok anche per l'Ivrea contro l'ottimo Città di Baveno, a cui non è bastato dare battaglia per uscire indenne dal campo avversario; Pro Eureka in scioltezza, troppo forte per il volenteroso Oleggio, steso da Nardiello e compagni con un severo 6-0. Il prossimo turno occhi puntati su Biella, la super sfida tra i padroni di casa e l'Ivrea, entrambi imbattuti, sarà attentamente seguita dalle avversarie.
Puntano alle migliori quattro anche Casale e Sparta Novara e lo scontro diretto di questo turno è stato vitale per i nero stellati, dato che ha permesso di agganciare gli avversari e non perdere così terreno rispetto alla Pro Eureka. Sfida indirizzata da Ferraris nel primo parziale e risolta da Bennardo nella ripresa. In mezzo, decisivo l'estremo difensore del Casale Valeriano, capace di neutralizzare il rigore del pari di Crespi.
Tiene il passo anche la Juventus Domo, corsara in quel di Romagnano, mentre nel fondo classifica si scuote l'Union Novara. Pesantissimo 3-1 sulla Strambinese, da un lato perché regala i primi punti ai padroni di casa, tenendo vive le speranze di salvezza diretta. Dall'altro perché impedisce agli avversari di concretizzare il sorpasso sull'Oleggio e prendersi l'11^ posizione. E proprio quest'ultimo sarà l'avversario dell'Union Novara il prossimo turno, a due giornate dal termine del girone di andata la classifica è ancora tutta da delineare.

GIRONE B

Lascaris e Lucento non conoscono intoppi. I bianconeri sommergono il pur forte Cenisia per 6-1, confermandosi miglior attacco della categoria. Il Lucento dal canto suo passa in casa dell'Alpignano per 3-0 e continua a braccare la capolista. Per i padroni di casa, in piena corsa per le fasi finali, uno stop pesante, che però non demoralizza il tecnico Campasso: "Risultato dettato dagli episodi, siamo ancora poco attenti in alcune situazioni e facciamo fatica in fase realizzativa. Comunque chi ci dà per finiti avrà una bella sorpresa".
A pari punti con l'Alpignano i vicini del Pianezza, usciti con un punto da una situazione critica in casa del Leinì. Sotto 2-0 e con un uomo in meno dalla mezz'ora del primo tempo, i ragazzi di Micciola reagiscono nella ripresa, favoriti anche dal ripristino della parità numerica, e grazie alla doppietta di Mereu portano a casa un prezioso punto. Il tecnico rosso blu commenta così la gara: "Siamo partiti malissimo, non entrando in campo con la testa e giustamente siamo stati puniti con due reti. Nella ripresa abbiamo cambiato decisamente passo, mettendoli sotto e costringendoli nella loro metà campo. Siamo riusciti a trovare il pareggio, ma nel finale abbiamo anche rischiato di perderla, con gli avversari che hanno preso il palo. Insomma, bene per l'atteggiamento nel secondo tempo, ma sicuramente ci aspettavamo di più a livello mentale, dove siamo completamente mancati nel primo parziale. In ogni caso un punto guadagnato visto come si erano messe le cose".
Chi approfitta di questi due risultati è il Vanchiglia, che nella ripresa riesce ad avere la meglio sul Venaria per 3-0 e si assesta così al terzo posto in solitaria, a +4 sulle due inseguitrici. 
Più dietro assistiamo ad incontri scoppiettanti e due affermazioni importanti. Il Paradiso Collegno esalta la sua coppia di bomber Grec-Pittavino, che con 5 reti in due travolge il Quincinetto Tavagnasco, lasciandolo in pessime acque. Per Grec arriva la doppia cifra, Pittavino invece sale a 7 in stagione.
Vittoria rinvigorente per il Borgaro Nobis. Dopo quattro sconfitte di fila e cinque giornate senza i 3 punti, i ragazzi di Gentile tirano fuori gli artigli e abbattono il Ciriè, impedendogli la fuga e soprattutto staccando di altre due lunghezze il 12° posto, occupato in solitaria dalla Virtus Mercadante dopo il pazzesco 4-4 contro il VDA Charvensod. Gara incredibile il posticipo domenicale, con i valdostani che se la sono vista davvero brutta dopo aver chiuso il primo tempo sotto 4-1. In un incontro dove è successo davvero di tutto, compresi un rigore fallito dal Charvensod e un rosso comminato al Mercadante, non poteva mancare un'epica rimonta e il secondo tempo ha sorriso ai padroni di casa, capaci nel recupero di strappare un insperato pareggio.

GIRONE C

Troppo Chisola per la Roretese e i vinovesi proseguono la loro marcia con l'ennesimo clean sheet e mantenendo il +10 sulla seconda piazza. Per gli ospiti la magra consolazione del secondo rigore consecutivo sventato, quando il risultato era ancora sullo 0-0 e questa volta da Carena. 
Tre reti a testa e Pinerolo e Caraglio proseguono a braccetto. Nulla da fare per il Nichelino Hesperia, che sta cercando di svoltare con il nuovo corso del tecnico Bonasera; né per il Salice, sicuramente in ripresa, ma oggi al cospetto di un avversario di livello superiore.
Per le posizioni dalla 2 alla 4 è bagarre. Grandissima vittoria della Cheraschese, che dopo un incontro vibrante ed incerto fino all'ultimo respiro ha la meglio della Giovanile Centallo, concretizzando così l'aggancio a 21 punti e restando in scia di Pinerolo e Caraglio. Guai però a sottovalutare il trio di inseguitrici a -4. Il Beiborg è la squadra del momento e con il settimo risultato utile consecutivo respira aria d'alta classifica. Eccellente il 3-2 su un avversario ostico come il Cuneo Olmo, frutto di una gara incerta ed equilibrata, risolta da Savarise a 4 minuti dal fischio finale.
Cinquina invece per Saviglianese e Area Calcio. I primi passano senza patemi contro l'Alba Calcio, i secondi invece sommergono il Bra, ribaltando l'iniziale svantaggio di Valleriani ed imponendosi con autorità al cospetto di un avversario non da poco, ma che non riesce a concretizzare con avversari sopra in classifica.

GIRONE D

Il risultato di giornata è sicuramente la strepitosa vittoria della Cbs sul campo della capolista Sisport, autrice fino a questo turno di un percorso perfetto fatto di sole vittorie. Prestazione mostruosa dei ragazzi di Carlo Barberis, un 5-1 finale frutto di una gara pressoché perfetta che il tecnico commenta così: "Non potevo chiedere di più, mi sembra una partita perfetta anche se può quasi darmi fastidio quel gol che abbiamo subito. La squadra ha iniziato una stagione ottima, peccato per i 6 punti persi”.
Con questa vittoria corsa al primo posto apertissima, con rossoneri e Chieri a -3 dalla Sisport. Gli azzurri si confermano difesa impenetrabile, la migliore della categoria con sole 5 reti al passivo e trascinati da uno scatenato Galvagno schiantano 5-0 la Fortitudo.
Due punti dietro resta in scia la Novese, che travolge 8-1 il Turricola Terruggia con una prestazione sontuosa, mandando in rete ben sette elementi diversi. Non perde terreno il Derthona, che interrompe il buon momento del Pozzomaina grazie a Mendeni e alla gran botta da fuori di Vay. Ininfluente il rigore fallito da Dalmazio, per una gara approcciata molto bene fin dall'inizio e con diverse altre occasioni create. Per il quarto posto ci sono anche i ragazzi di Schiavone.
Rallentano invece Asti e Acqui, che danno vita ad un incontro ricco di pathos e gol, risolto in un 3-3 finale. Pareggio anche tra Asca e KL Pertusa, con i padroni di casa a conquistare il secondo punto di fila e ospiti che, puravendo un certo margine, vedono rosicchiarsi due punti dal Cit Turin, ora in solitaria in 12^ piazza. Nello scontro diretto con il Beppe Viola convincente 4-1 di Dalla Molla e compagni, con gli avversari che non riescono a dare seguito alla bella prestazione offerta la scorsa giornata. Ora per il Cit Turin trasferta da non fallire sul campo del Turricola Terruggia, per ricucire lo strappo e continuare a cullare la speranza per una salvezza diretta.

Registrati o fai l'accesso e commenta